[02/03/2013] News toscana

Legambiente: Non proprio il caso n il momento di depotenziare l'Arpat

Condividiamo la profonda preoccupazione dell’Assessore Bramerini. La paventata perdita della qualifica di Ufficiale di Polizia Giudiziaria (UPG) da parte del personale ARPAT sarebbe un’ecatombe, sia sul piano giuridico che sostanziale. Depotenzierebbe, infatti, definitivamente la nostra agenzia. E sarebbe percepita di fatto come un ‘bomba liberi tutti’ per inquinatori e trafficanti, a scapito del nostro già fragilissimo territorio regionale. D’altra parte, prendiamo atto dei pareri di autorevoli Procuratori Generali della Repubblica, tra i quali lo stimatissimo Beniamino Deidda, che hanno pubblicamente illustrato nei giorni scorsi il senso dell’attuale assetto legislativo/normativo. Che sancirebbe in modo inequivocabile la natura di UPG per i tecnici delle ARPA. Una fortuna incommensurabile, da tutti i punti di vista, perché le comunità e i territori oggi ci chiedono esattamente questo: più controlli, più monitoraggi, più ispezioni, in una parola: più qualità, a salvaguardia della salute pubblica e della salubrità del nostro ineguagliabile ambiente!

Torna all'archivio