[08/05/2013] News toscana

Investimenti della Regione per nuove strade nella Piana Fi-Po-PT, sostenibilitÓ cercasi

Realizzare nuove "arterie" stradali che vanno ad adeguare e migliorare la "vecchia" viabilità, basata su strade che passano all'interno di centri urbani che si sono nel frattempo sempre più espansi, è talvolta opportuno (e senza alternative), specialmente per migliorare la qualità della vita dei cittadini residenti. A tal proposito la Regione Toscana ha previsto 15 milioni di euro di contributi straordinari, che serviranno per finanziare l'integrazione tra la viabilità locale e quella regionale, un sistema di circonvallazioni e passanti che servirà per alleggerire il traffico nei centri abitati di Signa, Lasta a Signa e Campi Bisenzio.

Ciò è frutto di un protocollo d'intesa siglato oggi, alla presenza del presidente della Toscana Enrico Rossi, tra l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ed i sindaci di Signa, Lastra a Signa e Campi Bisenzio che avvia il percorso che porterà alla realizzazione della nuova rete infrastrutturale. Soddisfazione è stata espressa sia da parte dei sindaci dei comuni di Lastra a Signa, Signa e Campi Bisenzio, che da parte dell'amministrazione regionale.

«Oggi Regione e Comuni hanno firmato un protocollo importante - ha dichiarato il presidente della Toscana Enrico Rossi - che prevede interventi per il miglioramento della viabilità nella Piana, interventi che risolveranno problemi di congestione del traffico e inquinamento. Non si può stare fermi in attesa della risoluzioni dei contenziosi legati alla Bretella. In attesa che si definisca questa vicenda, costruiremo insieme ai Comuni una nuova viabilità che va dalla Fi-Pi-Li in direzione di Prato».

Sulla stessa linea anche l'assessore regionale ad infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli: «Il protocollo firmato prevede l'adeguamento della viabilità esistente e la sua integrazione con la viabilità strategica, quindi con le strade regionali e con la Fi-Pi-Li. Con questi interventi andiamo a decongestionare e facilitare la mobilità in un'area che è il cuore pulsante della Toscana produttiva. Questo intervento richiede da parte della Regione un investimento di poco meno di 15 milioni, ai quali si aggiungeranno anche delle risorse da parte dei Comuni».

Riguardo alla questione della Bretella di Signa, l'assessore ha ricordato che «Questi nuovi interventi non sono un'alternativa alla Bretella che resta un'infrastruttura strategica, ma è incagliata in un contenzioso che non sappiamo quanto andrà avanti. In questo modo - ha aggiunto l'assessore - abbiamo inteso dare una risposta necessaria ed urgente in tempi rapidi. Con il protocollo che abbiamo sottoscritto e gli accordi di programma che seguiranno siamo in grado di fare questi interventi nell'arco di due o tre anni. Non saranno la stessa cosa riguardo alla Bretella, ma ci permetteranno di migliorare la situazione in attesa dell'esito del contenzioso».

Dello stesso tenore anche gli interventi dei sindaci di Signa, Alberto Cristianini, di Lastra a Signa, Carlo Nannetti, di Campi Bisenzio, Adriano Chini che hanno tutti evidenziato come questi nuovi collegamenti permettano di evitare il passaggio di buona parte del traffico dai centri urbani.

Di nuove strade tutti sentono il bisogno, ma nessuno degli amministratori ha ricordato (nemmeno a corollario) che la Piana Firenze-Prato-Pistoia già congestionata da infrastrutture e affogata nel cemento, ha bisogno comunque di un progetto complessivo e alternativo di mobilità sostenibile, basato sul trasporto pubblico su ferro. Del resto sono già disponibili proposte progettuali in tal senso, come la metroferrotramvia che va ad integrare la rete ferroviaria locale con il sistema di trasporto pubblico su gomma e con la rete ciclabile. 

Tornando all'intervento, in particolare riguarda tre direttrici: nel Comune di Lastra a Signa si collegheranno l'uscita della SGC FIPILI con il ponte sull'Arno fra Lastra a Signa e Signa; nel Comune di Signa si collegheranno il ponte sull'Arno fra Lastra a Signa e Signa e la località Indicatore lungo la SR 66; nel Comune di Campi Bisenzio si realizzerà una circonvallazione di Campi Bisenzio lato est nel tratto attraversato dalla SR 325. Gli Accordi di Programma che saranno firmati tra le Regione Toscana ed i tre Comuni definiranno nel dettaglio i progetti attuativi degli interventi e la loro suddivisione in lotti, nei limiti di spesa autorizzati dalla LR n° 77/2012 (legge Finanziaria regionale) e del Patto di Stabilità. Per quanto riguarda le risorse come detto la Giunta regionale ha previsto uno stanziamento di poco meno di 15 milioni di euro a carico del bilancio pluriennale 2013/2015. Per l'esattezza sono stati previsti 14.800.000 euro, articolati in due tranche: 7 milioni nel 2013;
7,8 milioni nel 2014. 

Torna all'archivio