L’editoriale

Ecco la prima mappa per valutare i (potenziali) danni da disastri naturali nei Comuni italiani

Solo una valutazione socio-economica consente di finanziare correttamente strategie di messa in sicurezza del territorio

Negli ultimi anni un sempre maggior numero di studi ha supportato la tesi secondo la quale molti tipi di disastri naturali (quali alluvioni, siccità, uragani) possano aver subito un incremento sia nella frequenza che nella magnitudine dell’impatto a causa dei cambiamenti climatici dovuti al riscaldamento globale. La più alta probabilità che tali eventi catastrofici si...

L’economia della “ciambella”: come rendere operativa la sostenibilità

Giuridicamente oggi il Sistema Terra è un oggetto legale non identificato (an Unidentified Legal Object – ULO). È necessario che il mantenimento della sua vitalità e resilienza – un patrimonio comune per l’umanità – venga riconosciuto da tutti gli stati del mondo

Ospitiamo di seguito alcuni paragrafi dell’introduzione di Gianfranco Bologna e Enrico Giovannini “L’economia della ciambella: come rendere operativa la sostenibilità” al volume di Kate Raworth “L’economia della ciambella. Sette mosse per pensare come un economista del XXI secolo”, edizioni Ambiente. Siamo in un periodo senza alcun precedente nella storia dell’umanità. Mai siamo stati così numerosi...

Nessun uomo è un’isola… ma qualcuno è un ponte

La ricerca dell'approvazione sociale influenza l'impegno ambientale di ciascuno e favorisce la diffusione di comportamenti virtuosi

Si è tenuta ad Atene la conferenza annuale di Eaere, l’Associazione europea degli economisti ambientali, un evento di grande importanza divenuto da tanti anni appuntamento fisso per gli economisti ambientali, europei e non. Nella settimana del convegno, Atene è stata sommersa da una vera e propria ondata di calore con punte di 44° durante il...

Ecco il Rei: per la lotta contro la povertà il governo stanzia lo 0,12% del Pil italiano

La «misura a vocazione universale» riguarderà in realtà circa 1/3 dei poveri assoluti. I più discriminati? Ancora una volta «i giovani»

Ieri il Consiglio dei ministri ha definitivamente approvato il decreto legislativo che attuale la legge sul contrasto della povertà in Italia, il cui fulcro – a partire dal 1 gennaio 2018 – è costituito dal Reddito di inclusione, definito dal governo «una misura a vocazione universale». In sostanza, si tratta di un sostegno economico della...

Altro che omicidi, terrorismo o migranti, in Italia l’emergenza sicurezza viene dall’ambiente

Secondo il ministero dell’Interno «i delitti sono diminuiti del 12%, gli omicidi del 15%, quelli riconducibili criminalità organizzata del 41%. In flessione anche rapine, furti e femminicidi»

Dopo il tradizionale Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Ferragosto, il ministro dell’Interno Marco Minniti ha presentato nel corso di una conferenza stampa il dossier prodotto nel merito dal Viminale, alla presenza dei vertici delle Forze dell’ordine e dei servizi di intelligence nazionali. Dossier che restituisce l’immagine di un Paese non assillato...

Contro il greenwashing: il “sosteniblablablà” ha un costo elevato

L’abuso dei termini “sostenibile” e “sostenibilità” ne compromette il significato e l’impatto: ci fa credere che tutto quel che facciamo, compriamo e usiamo possa continuare all’infinito

Gli oltre 200 eventi realizzati in tante città italiane nell’ambito del primo Festival dello sviluppo sostenibile, fortemente voluto da Enrico Giovannini, economista di fama internazionale e animatore dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), che mira a diffondere e a praticare concretamente l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con i suoi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile,...

La Giornata mondiale dell’ambiente sprofonda nel Mediterraneo

Legambiente: «La parola chiave è cooperazione tra i Paesi, le istituzioni, le associazioni non governative, gli enti di ricerca, gli stakeholder economici e produttivi»

C’è poco da far festa nella Giornata mondiale dell'ambiente, che ricorre oggi in tutto il mondo per la 45esima volta da quanto l’Onu inaugurò la celebrazione nel 1972. Secondo il Wwf, solo dal 1970 al 2012 abbiamo perso il 58% della ricchezza della vita sulla Terra per quanto riguarda la fauna dei vertebrati (mammiferi, uccelli,...

Rizzolatti, sarà l’empatia a salvarci? «Noi non siamo così cattivi come veniamo descritti»

«La nostra società non è meno empatica rispetto al passato. Direi anzi che tutto il lavoro fatto dal pensiero socialista, comunista e cattolico ci ha cambiato notevolmente»

La figura di Giacomo Rizzolatti ha oltrepassato da tempo gli angusti confini accademici, finendo per abbracciare i contorni di una vera e propria rockstar della scienza internazionale. Un’escalation iniziata a Parma nel secolo scorso, quando il team di ricercatori coordinato dal neuroscienziato italiano – nato a Kiev nel 1961, allora ancora all’interno dell’Unione sovietica –...

Italia 2030, qual è la rotta verso gli obiettivi Onu per lo sviluppo sostenibile?

Nella bozza di Strategia nazionale presentata dal governo sono presenti alcuni lodevoli obiettivi, ma nessun Fondo per finanziarne il raggiungimento

Sono passati un anno e otto mesi da quando l’assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione Transforming our world: the Agenda 2030 for sustainable development con la quale l’Italia e altri 192 Paesi si sono assunti l’impegno di perseguire un obiettivo comune di sviluppo sostenibile, declinato in 17 Sustainable development goals (Sdgs) e...

Le elezioni francesi, la destra, la sinistra, l’Europa e l’Italia

Quel che negli altri Paesi si presenta come tragedia politica, nel nostro diventa farsa

Il neocentrista Emmanuel Macron (23,6% dei voti), del movimento En Marche, e la neofascista, anti-europeista e xenofoba Marine La Pen (21,4%), del Front National, si contenderanno al secondo turno la presidenza della Repubblica francese. Il risultato sembra (fortunatamente) segnato e Macron diventerà – a meno di qualche catastrofe – con tutta probabilità il primo presidente...

Il nodo gordiano dell’Italia povera di giovani, con giovani sempre più poveri

Dall’inizio della crisi i 15-34enni hanno perso circa 2 milioni di occupati, in forte crescita gli over 50

L’Italia dei primi decenni del dopoguerra, quella del miracolo economico, era ricca soprattutto di giovani, a loro volta pieni di energia da convogliare verso un futuro di maggior benessere. Al censimento del 1951 la metà dei residenti nello stivale aveva meno di 30 anni, un valore analogo a quello della popolazione mondiale di oggi. Tali giovani facevano parte di...

Trump, l’ambientalismo «fuori controllo» e l’inizio di una nuova era

La ritirata degli Stati Uniti obbliga l’Europa (e l’Italia) a un nuovo protagonismo, pena un inevitabile declino

Come nelle più classiche ammissioni implicite di razzismo (io non sono razzista, ma…), il presidente Usa Donald Trump ha chiarito la sua posizione verso l'ambientalismo: «Io sono, in larga misura, un ambientalista. Ci credo. Ma è fuori controllo». L’osservazione, servita durante una colazione di lavoro con i leader di General Motors, Ford e Fiat Chrysler,...

Un’economia medioevale: oggi in Italia la disuguaglianza è tornata ai livelli del 1300

In aumento da secoli, crollata drasticamente solo "grazie" alla peste nera e a due guerre mondiali. Perché? I risultati di una ricerca italiana

Oggi si chiude a Davos l’edizione 2017 del World economic forum (Wef), dove le ricche élite mondiali non si sono stancate di ripetere che i maggiori rischi che il mondo si troverà quest’anno ad affrontare riguarderanno da una parte la partita ambientale e dall’altra quella della disuguaglianza economica. Sono ormai numerosissimi gli autorevoli report in...

A chi interessa l’ambiente in Italia?

Sostenibilità non pervenuta nel discorso di fine anno del premier Gentiloni. Il resto del Paese cosa ne pensa? Risponde l’Annuario Istat

«Per me le parole chiave sono lavoro, sud e giovani». Sono le tre (indiscutibili) priorità scelte dal neo-presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per la conferenza stampa di fine anno tenutasi ieri alla Camera: per quanti non fossero ancora chiare è l’edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano a ricordare che «sommando ai disoccupati le forze di lavoro potenziali, ammontano...

Non è tempo di corsari. Un governo fotocopia senza un minimo di coraggio

L’ex direttore de La Nuova Ecologia Paolo Gentiloni non poteva smentire in maniera più plateale la presidente di Legambiente Rossella Muroni che ieri invocava, con l’ottimismo della volontà, almeno il greenwashing di una compagine governativa ingrigita da più di 1.000 giorni di governo finiti in modo non proprio esaltante. Dal punto di vista ambientale la...

Paolo Gentiloni, il primo (ex) ambientalista italiano divenuto presidente del Consiglio

Dalla discendenza nobile alla sinistra extraparlamentare fino alla Margherita. Come giornalista ha diretto “La nuova ecologia” per 8 anni

Sono in corso le ultime trattative che disegneranno l’ennesimo governo di transizione italiano: protagonista in questo frangente il premier in pectore Paolo Gentiloni, impegnato nelle consultazioni con i gruppi parlamentari prima di incassare la necessaria fiducia in Aula. Del resto, non è lecito attendersi una maggioranza parlamentare che sia molto diversa da quella che ha...

Felicità in sconto: torna a crescere la qualità della vita in Italia

Nel nostro Paese le performance economiche peggiori d’Europa, ma il benessere percepito cresce. Perché?

Torna ad aumentare la soddisfazione per la propria qualità di vita percepita dalle famiglie italiane. Secondo l’indagine campionaria condotta dall’Istat tramite l’invio di questionari cartacei a 24mila famiglie residenti, intercettate il primo trimestre di quest’anno, «nel 2016 la popolazione intervistata si dichiara decisamente più soddisfatta delle proprie condizioni di vita». In particolare, migliora «la percezione...

La tromba d’aria su Roma e i cambiamenti climatici che l’Italia non vuole vedere

Il Corriere della Sera sminuisce la «tesi» del global warming, sostenuta «da molti attori cinematografici», dimenticando il 97% degli scienziati climatici del mondo

Una tromba d’aria si è abbattuta ieri sul litorale romano, uccidendo due persone, mentre a Firenze l’Arno in piena (lo scorso venerdì si è celebrato il 50esimo anniversario della devastante alluvione del ’66) stringe ancora oggi la città nella morsa dell’angoscia. La prima pagina di quello che, non senza meriti, viene ancora oggi riconosciuto come...

Wanderlust, da sindrome a epidemia per i giovani italiani: i migranti siamo noi

In dieci anni i residenti all’estero aumentati del 54,9%. 18-34 anni è la fascia d’età più rappresentativa, mentre l’unica in calo è quella degli over65

Secondo i dati rilasciati dal ministero dell’Interno, nell’ultimo anno sono stati 153.842 i migranti sbarcati sulle nostre coste, facendo gridare in molti contro l’invasione quando invece a spaventare dovrebbe essere la crescente massa di evasione dai nostri confini: secondo il rapporto Italiani nel mondo 2016 (cui ha contribuito anche il demografo Alessandro Rosina, firma del...

Oltre il Def, a che punto è lo sviluppo sostenibile in Italia?

Presentato il primo rapporto sui 17 obiettivi Onu. Asvis: Italia «26esima su 34 paesi Ocse»

Dopo nove anni di crisi economica, quasi tre dei quali sotto la guida del governo Renzi, a che punto è l’Italia nel percorso obbligato verso uno sviluppo sostenibile? Il Documento di economia e finanza (Def), aggiornato ieri, non offre alcuna indicazione in merito. Tanto che la nuova versione del «principale strumento della programmazione economico-finanziaria» del...

La Svizzera boccia l’altro referendum: il 68% degli elettori non vuole l’economia verde

Sconfitta la proposta per aumentare l’efficienza delle risorse e ridurre l’impronta ecologica

C’è sempre un leghista più a nord: l’ultima tornata elettorale in Svizzera offre l’ennesima conferma di quanto già era emerso nel Paese elvetico ormai due anni fa, con un voto volto a bloccare l’immigrazione diretta in Svizzera, in primis dall’Italia. Per chiarire meglio il concetto, ieri il Canton Ticino ha approvato «Prima i nostri!», iniziativa...

G20, qual è il ruolo dell’Europa dopo l’asse Usa-Cina sul clima?

È ancora il continente più ricco, ma rinunciando a investimenti verdi e innovazione rimane solo l’auto-condanna al declino

Si è appena concluso in Cina l’ultimo summit del G20, che assicura – come si legge in una bozza delle conclusioni del vertice – un impegno comune per «stimolare una crescita inclusiva, solida, sostenibile e l'occupazione». Con poche variazioni, una formula vuota che viene ripetuta ormai da anni senza che gli auspici riescano poi a...

Quale futuro per il consumo di risorse naturali?

Su scala globale non accenna a rallentare: se tutti i 7,4 miliardi di esseri umani vivessero secondo i canoni occidentali, l’estrazione sarebbe 2,5 volte quella attuale

NAGOYA. Quando, contattato dall'International resource panel dell’Unep, mi venne chiesto di calcolare il consumo di aggregati da costruzione (ghiaia, sabbia, limo e argilla), mi chiesi quale fosse il motivo di questa richiesta. In fin dei conti, questi materiali sono ampiamente disponibili praticamente in ogni zona del pianeta, hanno un valore economico bassissimo, e di certo...

Ventotene, l’Europa ha un futuro solo se non lo ruba ai propri figli

Uno sviluppo sostenibile e inclusivo come unica strada per valorizzare i giovani

Sull’isola di Ventotene, un fazzoletto di neanche 2 chilometri quadrati in mezzo ai flutti del mar Tirreno, venne piantato il seme di un’Europa unita e federale. L’omonimo e celebre Manifesto, redatto clandestinamente nel 1941 dagli antifascisti Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Eugenio Colorni, è ancora oggi indicato come il testo fondante dell’Unione europea – sebbene nella sua...

La giornata internazionale della gioventù sprecata

Eurostat, quasi un terzo dei giovani italiani non studia e non lavora. Nessuno fa peggio in Ue

Dagli albori della specie umana, la gioventù non è stata mai così rappresentata nel mondo come oggi. Secondo l’ultimo rapporto Onu che vi ha dedicato un focus specifico (nel 2014), i giovani non sono mai stati tanto numerosi. Ragazze e ragazzi con età compresa tra i 10 e i 24 anni sono 1 miliardo e...

Femia: «Dare alla natura valori monetari è operazione carica di contenuti ideologici»

«Applicare una valutazione economica a qualcosa di indispensabile per la vita come l’intero sistema naturale è paradossale»

Di strada da fare, concretamente parlando, per realizzare un’economia davvero circolare ne rimane molta (si veda qui: http://goo.gl/V5DEVP) .  Nonostante l’incremento della produttività delle risorse, l’estrazione globale delle stesse è aumentata del 65% solo tra il 1980 e il 2007; si è oggi pressoché stabilizzata nei paesi Ocse, ma continua a crescere nei “mercati emergenti” tanto da...

Radici della disuguaglianza: i paesi ricchi consumano 10 volte più materie prime dei poveri

Onu: «Grave impatto su salute e qualità della vita. I modelli dominanti di produzione consumo non sono sostenibili»

Le materie prime alimentano le nostre economie e sono alla base dello sviluppo umano, del benessere di tutti. Troppo spesso tendiamo a dimenticarlo – la campagna è quello strano posto in cui le galline vanno in giro crude, è la battuta attribuita all’ottocentesco Charles Baudelaire –, ma il mondo che sperimentiamo ogni giorno, con tutte le sue comodità, è...

La Brexit vista da Zurigo: che fine farà la ricerca scientifica e ambientale europea?

Considerazioni all’indomani della conferenza annuale dell’Eaere, l’Associazione europea degli economisti dell’ambiente e delle risorse naturali

Si è svolta all’Eth di Zurigo l’edizione annuale della European association of environmental and resource economists (Eeare), e all’interno dell’Associazione è ora tempo di bilanci. Ma quest’anno ho avuto il vantaggio di poterli fare da una prospettiva privilegiata. Dopo la chiusura della conferenza, infatti, sono rimasto a Zurigo all’Eth per un breve visiting presso il...

Nizza, ancora terrore e la risposta da sinistra che tarda ad arrivare

Non solo la Francia ma il mondo si è svegliato stamani con un nuovo shock, dopo una notte di festa tramutata in tragedia a Nizza. La lucida follia assassina di un attentatore – ucciso e poi identificato in Mohamed Lahouaiej Bouhlel, 31enne franco-tunisino – ha falciato a bordo di un camion e a colpi di...

Demografia e sostenibilità, un rapporto intricato che si preferisce ignorare

Paesi come l’Italia vivono un “degiovanimento infelice”, altri soffrono la sovrappopolazione. Nel mezzo rimane l’ambiente di tutti

L’Italia è già il terzo paese più vecchio al mondo, e la demografia sarà una forza sempre più potente nel plasmare la realtà del nostro Paese negli anni avvenire. Una forza, come tutte quelle che agiscono sul lungo periodo (il cambiamento climatico ne è un esempio evidente), che l’odierna politica marketing tende a ignorare, nonostante...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6