Agricoltura

Nutrire le ragazze per un dare al mondo un futuro migliore

Save the Children de Ifad: misure integrate e multisettoriali per salvare le ragazze adolescenti dalla denutrizione e prevenire morti precoci

Si è aperta oggi a Roma la Conferenza Internazionale “Leaving no one behind – making the case for adolescent girls”, ("Non lasciare nessuno indietro: un focus sulle adolescenti) organizzata da International Fund for Agricultural Development (Ifad) e  Save the Children con il supporto del Governo canadese e le cifre presentate sono preoccupanti: «Nel 2030 ci...

El Salvador, dal Green Climate Fund 127 milioni di dollari per Reclima nel “Corredor Seco”

Un progetto di Fao e governo anche per ridurre la migrazione. Ne beneficeranno 225.000 persone

Il Green Climate Fund  ha approvato Reclima, il progetto da 127,7 milioni di dollari disegnato dalla Fao con lo scopo di «migliorare la resilienza dei sistemi agricoli nel "Corredor Seco" a El Salvador. A beneficiarne saranno 225.000 persone, 20.000 delle quali appartenenti a comunità indigene, il 38% famiglie guidate da donne. La decisione, approvata dal board del...

I falsi contadini pro-glifosato finanziati da Monsanto – Bayer

Come la lobby dei pesticidi ha creato un movimento di "agricoltori di base" contro il divieto del glifosato nell’Ue

Secondo  Unearthed , il progetto di giornalismo investigativo di Greenpeace UK «Il colosso agrochimico americano Monsanto ha pagato fino a € 200.000 una public-affairs consultancy  per avviare un'operazione di "agricoltori di base" in tutta Europa per opporsi a un possibile divieto dell'Ue sul glifosato. Il glifosato è un ingrediente chiave del marchio Roundup, l’erbicida di Monsanto». L’agenzia...

Mele biologiche del Molise per gli orsi marsicani

I produttori di Castel del Giudice forniranno le mele per le aree faunistiche e la gestione degli orsi nei Parchi nazionali di Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella

E’ stato sottoscritto a Pescara il protocollo d’Intesa tra il Comune di Castel di Giudice, l’Azienda agricola Melise, Legambiente ed i Parchi nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella per «l'utilizzo di mele biologiche a supporto delle iniziative di tutela dell'Orso bruno marsicano e di educazione ambientale». Legambiente Abruzzo spiega che «L’iniziativa “Le Mele...

World food day: il diritto al cibo è il diritto umano più violato

La società civile a governi e Onu: cambiare regole e politiche per garantire cibo sano e salvare il pianeta

A 14 anni dall'approvazione in ambito delle “Linee guida per il Diritto al Cibo”, il Civil Society Mechanism – (Csm) for relations with the United Nations Committee on World Food Security (Cfs)  ha presentato a Roma un Rapporto di monitoraggio della loro attuazione in tutto il mondo. Il Diritto al cibo è un pilastro fondamentale del diritto umano alla vita...

World food day, Cospe: «Le terre del cibo una risposta al climate change»

Alleanza tra la comunità dei produttori e dei consumatori in una economia più attenta ai valori sociali

Salvarci dalle catastrofi, siano esse alluvioni, siccità, scioglimento dei ghiacci o azzeramento delle barriere coralline sarà possibile solo grazie a una rivoluzione dei nostri sistemi di produzione di energia, delle nostre diete alimentari, e dell’utilizzo del terreno. Più foreste, meno coltivazioni intensive e soprattutto meno pascoli. E l’agricoltura di monocolture e il consumo di carne...

Fame e malnutrizione, non c’è più tempo da perdere per invertire i trend negativi

Epidemia di obesità in un mondo dove aumentano gli affamati. Il diritto di tutti a mangiare cibi sani

Aprendo il Committee on World Food Security (Cfs) in corso a Roma fino al 19 ottobre, il direttore generale della Fao, José Graziano da Silva, ha detto che «Abbiamo ancora un po’ di tempo per affrontare l'impegno globale per eradicare la fame, ma sono necessarie azioni urgenti per affrontare il recente aumento del numero di persone...

Sikkim: un modello 100% biologico è possibile

L'agroecologia per “ricontadinizzare” molte delle colline e montagne italiane?

Il Sikkim era un piccolo regno himalaiano diventato uno Stato dell’India e ieri  il suo primo ministro, Pawan Kumar Chamling,  ha raccontato alla Camera dei deputati a Roma come questo minuscolo Paese montano, incastonato al confine tra India e Tibet, sia riuscito a convertire al biologico tutta la sua produzione agricola. «L'esperienza del Sikkim dimostra...

Guerra e fame: i dati allarmati di un legame indissolubile

La fame è sempre più utilizzata come arma di guerra. I Casi di Yemen, Lago Ciad e Myanmar

Presentando il  rapporto di Azione contro la Fame. il direttore generale dell’ONG, Simone Garroni, ha sottolineato che «La guerra crea fame e la fame scatena conflitti; i dati allarmanti del nostro rapporto confermano un legame strettissimo e devastante tra guerra e fame. Se i governi e le istituzioni sovranazionali non riusciranno a ridurre i conflitti...

Migrazione, Fao: la politica dovrebbe massimizzarne il potenziale e minimizzarne gli aspetti negativi

Il nuovo rapporto SOFA analizza i legami tra migrazione rurale e migrazione internazionale

Alla vigilia della giornata mondiale dell’alimentazione, la Fao ha presentato il novo rapporto “ 2018 The State of Food and Agriculture Migration, Agriculture and Rural Development” (SOFA) nel quale afferma che «Le politiche non dovrebbero arginare o accelerare i flussi migratori, ma massimizzarne il contributo allo sviluppo economico e sociale riducendone al minimo i costi»....

Brasile, abolite 11 aree protette istituite a marzo in Amazzonia

Salvaguardavano 600.000 ettari, in gran parte territori indigeni del Rondônia

Il 25 settembre, i deputati dello Stato brasiliano di Rondônia ci hanno messo meno di un’ora ad abolire 11 aree protette che si estendevano su circa 600.000 ettari, più o meno il 3% della superficie del Rondônia. Un provvedimento approvato a tempo di report: il disegno di legge è stato presentato all'Assemblea in mattinata e...

Come nutrire 10 miliardi di persone restando entro i limiti planetari

E’ possibile, ma bisogna adottare globalmente una dieta flessibile e cominciare a cambiare subito il sistema alimentare

Secondo lo  studio "Options for keeping the food system within environmental limits", pubblicato su Nature da un folto team internazionale di ricercatori, «Per nutrire 10 miliardi di persone in modo sostenibile entro il 2050, è necessario uno spostamento globale verso diete sane e con più vegetali, dimezzare le perdite a e gli sprechi alimentari e...

Bioeconomia per un’Europa sostenibile. La nuova strategia Ue (VIDEO)

Il piano d'azione della Commissione Ue per una bioeconomia circolare e sostenibile, a beneficio della società, dell'ambiente e dell'economia europei

La nuova strategia sulla bioeconomia presentata dalla Commissione europea fa parte delle iniziative della Commissione per dare impulso all'occupazione, alla crescita e agli investimenti nell'Ue annunciate dal presidente Juncker nel discorso sullo stato dell'Unione 2018 e dal primo vicepresidente Timmermans nella lettera d'intenti e ha l'obiettivo di «igliorare e incrementare l'uso sostenibile di risorse rinnovabili al fine di far fronte a sfide...

Indice Globale della Fame (GHI) 2018, Cesvi: «In 51 Paesi vincono ancora fame e malnutrizione»

Lo stretto legame tra fame e migrazione forzata. Preoccupa molto la situazione in Somalia

Il rapporto “Indice Globale della Fame (GHI) 2018” presentato dal Cesvi mostra che «in 51 Paesi del mondo i livelli di fame e malnutrizione mondiale sono molto preoccupanti. A livello globale la fame resta ancora un grave problema». Secondo il GHI 2018, «dei 79 Paesi che presentano un livello di fame moderato, grave, allarmante ed...

Vivere nel Regno di Eswatini al tempo del cambiamento climatico

Richard Ngombo Masimula racconta come sta cambiando l’ex Swaziland

Abbiamo intervistato Richard Ngombo Masimula, nostro cooperante nel Regno di Eswatini dal 1999 e memoria storica dell’azione di Cospe nel territorio. Ci parla del suo Paese, delle sue difficoltà e delle opportunità che derivano dai progetti di sviluppo. Richard Ngombo Masimula è il responsabile della componente acqua nei progetti di Cospe nel Regno di Eswatini...

L’Italia e il Goal 2: sconfiggere la fame. Più impegno per un sistema alimentare attento al sociale

Dinamica positiva: diminuzione della popolazione sovrappeso, aumento della produttività agricola e delle coltivazioni biologiche

Prosegue la campagna ASviS "Un Goal al giorno", che fornisce un'analisi tematica tratta dal Rapporto ASviS 2018 sulla posizione italiana e regionale rispetto ai 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.   La campagna durerà 17 giorni, uno per ogni SDG. Puoi seguirla anche su Facebook e Twitter usando gli hashtag #RapportoASviS e #1Goalxgiorno. Oggi parliamo del Goal 2: "Porre fine alla fame,...

La Siria senza pace: verso una nuova carestia?

Fao e Wfp: piogge irregolari e il persistere del conflitto lasciano il segno sulla produzione agricola

Molti climatologi ed esperti di d geopolitica dicono che il cambiamento climatico e la siccità – oltre alla dittatura e alle intromissioni straniere – sono stati una delle cause scatenanti del conflitto siriano che ha portato all’ondata di profughi che ha sommerso i Paesi confinanti ed è arrivata fino in Europa. Mentre il regime di...

Il Brasile, Bolsonaro e l’attacco all’ambiente, ai diritti umani e alla democrazia

Uscita dall’Accordo di Parigi. Abolizione del ministero dell'ambiente. Un’autostrada taglierà in due l'Amazzonia...

Non ha avuto molto successo la campagna #NãoElejaRuralista  lanciata da Greenpeace Brasil per non far eleggere i candidati della Bancada Ruralista, una delle lobby più potenti del Congresso Nacional che  con i suoi oltre 200 adepti ha avuto grosse responsabilità nel golpe istituzionale che ha defenestrato la ex presidente Dilma Rousseff, aprendo la strada a...

Aree agricole a rischio salinizzazione: sensori wireless per migliorare l’irrigazione

Un sistema messo a punto dal Life AgroWetlands coordinato dall’Università di Bologna

L’irrigazione e i rischi di salinizzazione del suolo possono essere gestiti con l’agricoltura hi-tech. Ne è convinto il gruppo di lavoro del progetto Smart Water and Soil Salinity Management in Agrowetlands (Life Agrowetlands II), coordinato dall’università di Bologna,  che dice di aver «ottenuto i primi risultati attesi nella messa a punto del sistema Smart Agrowetlands: una...

Il ruolo della battaglia quilombolas per la redistribuzione terriera nel Brasile al voto

In 250 anni la tratta degli schiavi ha portato nel Paese 3 milioni di africani, i cui discendenti lottano ancora per il diritto alla terra e contro la disuguaglianza: oggi appena l’1% dei brasiliani possiede il 60% dei terreni

Quella dei quilombolas è una storia lunga secoli, segnata dalla sofferenza e dai soprusi, e che solo negli ultimi anni sta conoscendo delle conquiste, anche se la strada verso il riconoscimento dei diritti e la piena libertà è ancora lunga. I quilombolas vivono in Brasile e sono comunità di afro-discendenti che si sono formate dalla...

Fao: a settembre prezzi alimentari in calo, crescono le scorte dei cereali di base

La siccità colpisce la produzione di canna da zucchero, migliorano le prospettive per mais, riso e grano

A settembre i prezzi globali delle commodities agricole sono calati grazie all'aumentare delle scorte dei cereali di base. L'Indice dei prezzi alimentari della FAO ha segnato un meno 1,4% rispetto ad agosto  e un calo del 7,4% rispetto al settembre 2017. La Fao spiega che il suo indice dei prezzi dei cereali «E’ calato del 2,8%, a...

Senza sicurezza alimentare non ci sarà pace

Se non creiamo delle condizioni adeguate per le persone e le comunità vulnerabili affinché prosperino e vivano dignitosamente, questo innescherà dei conflitti, instabilità e migrazioni forzate

A maggio, il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha adottato la che riconosce esplicitamente il legame tra conflitto e fame. Dopo diversi anni di miglioramento, la fame è nuovamente in aumento nel mondo e una delle principali cause sono le guerre. Nel recente meeting "Breaking the Cycle between Conflict and Hunger", tenutosi all’interno della 73esima sessione...

Il caffè dell’Ecuador visto da Terra Madre

Il progetto Cacao Corretto lavora nelle filiere del cacao e del caffè in cinque province nel nord dell’Ecuador a fianco di 3000 piccoli produttori e produttrici

Si è appena chiusa a Torino la dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto, l’evento internazionale dedicato allo slow food che racconta di cibo e tecniche di produzione e consumo sostenibili. Alla Nuvola Lavazza, nella sezione dedicata interamente al caffè, il festival ha ospitato alcuni rappresentati di Cospe onlus e una delegazione di produttore...

L’innovazione in agricoltura fondamentale per ridurre le emissioni e per la sostenibilità ambientale

CAPsizing: sensibilizzare i cittadini su Pac, sviluppo rurale, biologico e lotta ai cambiamenti climatici

«Come funziona la Politica agricola comune (Pac), come vengono gestiti i fondi, in che misura contribuisce all’espansione del biologico, nella promozione per il miglioramento della sostenibilità ambientale, nella lotta contro i cambiamenti climatici e nella diffusione di più sane abitudini alimentari», sono le domande a cui vuole rispondere “CAPsizing – Per la resilienza climatica” il...

I fratelli brutti del Ceta che nessuno conosce

Dossier di Stop Ttip Italia contro 10 trattati di libero scambio che sono sul tavolo negoziale Ue

La campagna Stop TTIP Italia ha pubblicato il dossier "I brutti fratelli del CETA" sugli accordi di libero scambio che analizza gli altri trattati di libero scambio – praticamente sconosciuti rispetto ai più noti Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip, Ue -Usa) e Comprehensive Economic and Trade Agreement (Ceta Ue-Canada) - ma che sono sul tavolo...

Food for Change parte da Terra Madre Salone del Gusto

Carlo Petrini: «Sono proprio le popolazioni più povere a pagare il dazio più pesante del cambiamento climatico»

La XII edizione di Terra Madre Salone del Gusto si è chiusa a Torino con la testimonianza di Amina Duba Tende, che ha lanciato la nuova campagna Food for Change di Slow Food. La pastora indigena della comunità keniana Waso Boran ha spiegato che «La mia comunità alleva vacche, pecore e capre. Ma se negli...

I castagneti italiani tra vespa cinese e cambiamenti climatici: in 20 anni -20% di produzione

La lotta biologica è la soluzione più ecosostenibile. Le flessioni produttive dovute alle forti anormalità climatiche e alla condizione di emergenza dell’ecosistema castagno

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra)  ha pubblicato il rapporto “Controllo del cinipide Dryocosmus kuriphilus (vespa cinese) in Castanea sativa” che parte dalla consapevolezza che «In Italia i castagneti da frutto rivestono storicamente una considerevole importanza, sia a livello socioeconomico sia ambientale.  Il nostro Paese  ha da sempre avuto un ruolo...

Onu, gli shock climatici stanno già aggravando la fame in molti paesi

Eventi estremi ricollegabili al clima stanno causando alti livelli di grave insicurezza alimentare in Africa meridionale e nel Vicino Oriente

L'ultima previsione della Fao – l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura – per la produzione cerealicola mondiale nel 2018 è fissata 2.587 milioni di tonnellate, la più bassa da tre anni e inferiore del 2,4 per cento rispetto ai livelli record dell'anno scorso. Non è per questo motivo però che oggi 39 paesi...

I cambiamenti climatici stanno rendendo sempre più aridi i paesi del Mediterraneo

Barilla center for food & nutrition: «Dobbiamo dar vita a una vera “rivoluzione alimentare” che porti a una trasformazione dell’attuale sistema in un’ottica di sostenibilità»

La popolazione mondiale raggiungerà 10 miliardi entro il 2050, ma già oggi non riusciamo a sfamare tutti, alimentando feroci disuguaglianze: gli ultimi dati Onu disponibili rendono drammaticamente noto che 821 milioni di persone denutrite nel mondo (dato in aumento di 6 milioni rispetto allo scorso anno) si accompagnano a 672 milioni di obesi (a loro...

I cambiamenti climatici ridisegneranno la produzione globale del cibo

A essere più colpita sarà la produzione alimentari nei Paesi a bassa latitudine, mentre le regioni con climi temperati potrebbero invece vedere impatti positivi: il commercio internazionale come “rete di sicurezza” e il ruolo del km zero

I cambiamenti climatici influenzeranno l'agricoltura globale in modo non uniforme, migliorando le condizioni per la produzione di cibo in alcuni luoghi e influenzando negativamente altri, creando ovvero una serie di "vincitori" e "perdenti" lungo la strada; e anche in questo caso – secondo il rapporto sullo Stato dei mercati dei prodotti agricoli di base pubblicato...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 49