Agricoltura

L’accesso alla terra è ormai un problema di diritti umani

Non è una novità che l'iniqua distribuzione della terra, accelerata dai processi di land-grabbing, finisca per spodestare i piccoli proprietari e contadini. Qualcuno, come l'economista neoliberista della Banca Mondiale Hernando de Soto, ha sostenuto che basterebbe procedere a una massiccia formalizzazione dei titoli di proprietà e godimento della terra a vantaggio di chi di fatto...

Api, il bottino avvelenato: due terzi del polline europeo è contaminato

Oltre due terzi del polline raccolto dalle api nei campi europei e portato ai loro alveari è contaminato da un cocktail di pesticidi tossici. Questo è il risultato allarmante di un nuovo studio di Greenpeace International, pubblicato oggi nell’ambito della campagna europea per salvare le api e proteggere l'agricoltura. Le sostanze chimiche rilevate nei pollini...

Ci vorrebbe un orto in ogni scuola

Quand’ero bambina mi piaceva restare all’aperto a giocare con la terra, i sassi, i rametti e le foglie. Nei pomeriggi dopo la scuola, assolto il dovere dei compiti, raggiungevo gli amici nella segheria del nonno, un luogo fantastico avvolto dall’intenso profumo del legno appena tagliato. L’orizzonte si apriva sui campi, dove noi saltavamo i fossi alla...

La devastante malattia della banana che non riusciamo a fermare

Fao: «Lo scenario peggiore è la distruzione di massa di gran parte della produzione mondiale del frutto»

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) ha lanciato oggi un appello ai paesi membri perché vengano intensificati gli sforzi per la condivisione delle informazioni, il monitoraggio e la prevenzione di una delle malattie più distruttive per le banane, la Fusarium wilt, che dall’Asia si é propagata all’Africa e al Medio Oriente e...

Con i cambiamenti climatici il Mediterraneo rischia di rimanere a secco

Dopo il report Ipcc l’Enea conferma la necessità per l’Italia di passare a un piano operativo di adattamento

Il Panel intergovernativo sui cambiamenti climatici (Ipcc) ha presentato il secondo volume del quinto Rapporto di valutazione sui cambiamenti climatici dal titolo “Cambiamenti climatici 2014: impatti, adattamento e vulnerabilità”, che affronta i temi degli impatti del cambiamento climatico fino a questo momento, i rischi futuri derivanti da un clima che cambia e le opportunità per...

Slow Food, in Sicilia volti nuovi per il rilancio [VIDEOINTERVISTA]

A Taormina, nella sala del Palazzo dei duchi di Santo Stefano,  il congresso regionale di Slow Food Sicilia, è stato convocato per eleggere il proprio gruppo dirigente per i prossimi 4 anni. Alla presenza del Presidente di Slow Food Italia Roberto Burdese e di un folto pubblico, fra cui alcuni sindaci e altri rappresentanti istituzionali,...

Aumentano i gas serra emessi dall’agricoltura: ecco come, e da quali aree del pianeta

La prima fonte è la fermentazione enterica: metano prodotto e rilasciato dal bestiame durante la digestione

Nuove stime della FAO sui gas serra mostrano che le emissioni da parte dell'agricoltura, delle foreste e della pesca sono quasi raddoppiate negli ultimi cinquant'anni e potrebbero aumentare di un ulteriore 30 per cento entro il 2050, se gli sforzi per ridurle non saranno intensificati. Questa è la prima volta che la FAO pubblica le...

Ritratto di Sicco Mansholt, l’unico “presidente verde” della Commissione europea

Nel 1971 Sicco Mansholt, ministro dell’Agricoltura olandese e membro del partito socialdemocratico, il quale nelle vesti di commissario europeo aveva promosso una politica a favore dello sviluppo agricolo in Europa, impegnandosi nel consolidamento delle aziende agricole e nell’aumento dei sussidi, con un conseguente surplus di burro prodotto, cambiò radicalmente mentalità dopo aver letto un’anticipazione del...

“Growth below zero”: in memory of Sicco Mansholt

In 1971 Sicco Mansholt, a Dutch agrarian unionist and social-democratic politician, who had promoted an expansionist agricultural policy in Europe as commissioner for agriculture pushing for consolidation of farms and increasing subsidies so much that mountains of surplus butter were produced, suffered a radical change of outlook after he read an advance copy of the...

Ogm, il 98% sceglie l’Italia senza al referendum di Legambiente

Il ministro Galletti: «Modifica a norma Ue per consentire ai Paesi di proibire gli Ogm»

L’esito del referendum simbolico organizzato il 5 aprile da Legambiente in molte città d’Italia non lascia dubbi su quale sia la tendenza predominante dell’opinione pubblica italiana per quel che riguarda gli Organismi geneticamente modificati: il 98% dei votanti è contro il cibo e le colture Ogm nel nostro Paese. Legambiente ha allestito numerosi presidi informativi...

Prezzi alimentari in forte rialzo: l’indice Fao influenzato da maltempo e crisi ucraina

L'Indice dei Prezzi Alimentari della FAO ha registrato un aumento di 4.8 punti (2,3%) a marzo, raggiungendo un valore medio di 212.8 punti, il più alto dal maggio 2013. «L'Indice, come previsto, ha risentito l'influenza delle condizioni meteorologiche sfavorevoli negli Stati Uniti e in Brasile e delle tensioni geopolitiche nella regione del Mar Nero», ha...

In arrivo in Italia la legge sul vino: depositata la Pdl alla Camera

L’obiettivo è quello di avere la nuova legge quadro pronta entro l’inizio di Expo 2015

Pochissimi paesi presentano un territorio favorevole alla coltivazione vitivinicola quanto quello italiano, e forse nessuno lo supera in prestigio per quanto riguarda la qualità del vino che riesce a produrre. Ancora oggi, però, questo stesso territorio manca di una disciplina organica che riguardi la coltivazione della vite e la produzione e del commercio del vino:...

Il consumo di suolo e delle risorse naturali nelle politiche dell’Unione europea

Questa è la settima edizione di questa conferenza. Negli ultimi 5 anni qui sono stato una “caratteristica regolare”. Mentre ci avviciniamo alla fine del mandato di questa Commissione, voglio ringraziare gli organizzatori per avermi dato l'opportunità di presentare le mie riflessioni sulle sfide relative all'utilizzo del suolo delle risorse naturali nell'Unione, su ciò che è già...

Il circolo vizioso degli Ogm: a un anno dall’Expo 2015, l’Italia non può caderci

Negli Usa chi ha acquistato sementi brevettate (il 73% del totale) deve per contratto continuare a farlo, a costi crescenti

In Italia è allarme Ogm, a un anno da Expo 2015, l’appuntamento che farà del nostro Paese la capitale mondiale dell’alimentazione. Consumatori, ricercatori, agricoltori, in rappresentanza di milioni di cittadini si mobilitano in attesa di una sentenza che può cambiare - oltre al cibo e all'ambiente - anche la nostra economia. Il prossimo 9 aprile,...

La storia di una mela antica e dell’uomo che la custodisce in Trentino

L’80% della produzione italiana è monopolizzata da 5 tipi di mele, ma c’è chi ancora prosegue a coltivare le varietà tradizionali

Tecnicamente gli esperti parlano di mele antiche.  Tradotto per i non addetti ai lavori sono quelle varietà che cercano di resistere allo strapotere delle specie “campionesse d’incassi”. Ultimi residui di una biodiversità straordinaria che l’Italia avrebbe ma che è stata ampiamente sacrificata sull’altare del progresso. Eppure, mentre l’80% della produzione italiana è monopolizzata da 5...

Italia No Ogm: il 5 aprile in piazza per firmare il “referendum” sul cibo transgenico

La task force invade la rete e le piazze

La Task Force per un’Italia Libera da OGM si mobilita contro gli Ogm e  lancia la mobilitazione Italia No Ogm. Primo appuntamento il 2 aprile a Milano (Castello sforzesco - ore 10.30) per l’incontro pubblico “Verso Expo 2015 - Nutrire il pianeta senza ogm “dove le 38 associazioni ribadiranno le ragioni del no al cibo transgenico. Poi tutti...

Datemi un errore fruttuoso: l’agricoltura e il cibo in un clima che cambia

L'agricoltura è una delle principali attività antropiche di uso, consumo e di trasformazione del suolo, nonché una delle più antiche espressioni della capacità dell’antroposfera di modificare l’ambiente. Oggi oltre l’83% delle terre emerse è influenzata delle attività umane in termini di uso del suolo, e il 36% della superficie bioproduttiva dei continenti, ossia quella direttamente...

Oxfam: «Il taglio delle emissioni è fondamentale per combattere la fame»

Negli ultimi 3 anni i paesi poveri hanno ricevuto solo il 2% dei finanziamenti necessari per adattarsi al clima che cambia

I cambiamenti climatici non sono una minaccia distante e futura per la sicurezza alimentare, ma una realtà con cui fare i conti da subito, avvertono gli esperti dell'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change) nella seconda parte del Quinto Rapporto pubblicato oggi a Yokohama, che servirà da base ai negoziati sul clima. In un mondo dove...

Come i contadini dell’Uruguay si adattano al cambiamento climatico

Le innovazioni per facilitare l’adattamento al cambiamento climatico saranno sempre più necessarie, soprattutto in America latina: una regione che nel medio periodo potrebbe essere una delle principali fonti di del cibo per sfamare la crescente popolazione umana del mondo. In uno dei più piccoli Paesi sudamericani, l'Uruguay del presidente di sinistra Pepe Mujica, il cambiamento...

La proposta della Commissione Ue per ampliare la produzione di prodotti biologici

Oggi la Commissione europea ha pubblicato nuove proposte per un nuovo regolamento sulla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e sottolinea che « Le preoccupazioni dei consumatori e dei produttori sono al centro di queste proposte, che intendono ovviare ad alcune carenze del sistema attuale. Nell’ultimo decennio il mercato UE dei prodotti biologici ha...

Bioreport: l’Italia è la patria del biologico, anche al supermercato

Secondo i dati del recente Bioreport 2013 resi noti dall’Associazione italiana agricoltura biologica (Aiab), «in ben il 61,8% degli 8.077 comuni italiani è presente almeno un’azienda biologica, una distribuzione che si concentra maggiormente tra il centro e il sud Italia, con una massiccia presenza nei seguenti comuni: Noto (SR) con circa 446 aziende, Corigliano Calabro (CS) con 242 unità e Poggio Moiano...

I cambiamenti climatici potrebbero portare alla fame 25 milioni di bambini in più

Per finanziare l’adattamento nei paesi poveri sarebbe sufficiente in un anno il 5% del patrimonio delle 100 persone più ricche al mondo

La lotta contro la fame torna indietro di decenni a causa dei cambiamenti climatici e l’attuale sistema alimentare è del tutto inadeguato ad affrontare la sfida. E’ l’allarme lanciato oggi da Oxfam mentre i governi di tutto il mondo sono riuniti in Giappone per discutere il nuovo rapporto dell’Ipcc (Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti...

Mais Ogm: il Friuli Venezia Giulia verso l’addio definitivo

La giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato un Disegno di legge che ha inviato a Bruxelles per l’esame e l’approvazione, nel quale si  esclude in via definitiva la coltivazione di tutti i mais Ogm su tutto il territorio regionale. In  attesa dell'approvazione del Ddl la giunta di centro-sinistra di Debora Serracchiani  il 21...

Olio bio, è italiano il migliore al mondo

Tricolore tutto il podio. 415 oli in gara da 17 Paesi, ma l’Italia sbanca

Podio tutto made in Italy per il XIX Premio internazionale Biol. E’ l’extravergine “Monte della Torre” dell’omonima azienda di Caserta, infatti, a vincere la kermesse internazionale riservata ai migliori oli bio, che assegna in Puglia i più importanti riconoscimenti mondiali del settore. L'olio campano è risultato il migliore assoluto dell’ultima annata tra i 425 oli...

Terra dei fuochi, il ministero dell’Ambiente prepara il regolamento

Legambiente: «Basta minimizzare l’emergenza»

Oggi il ministero dell’Ambiente ha annunciato che «entra nella fase operativa il decreto interministeriale sulla terra dei fuochi ». Infatti al ministero si è tenuta la prima riunione del gruppo di lavoro che espleterà le attività tecniche necessarie per la preparazione del regolamento sugli interventi di bonifica, ripristino ambientale e di messa in sicurezza delle aree destinate alla...

Land grabbing, si pente anche la PepsiCo e dichiara “tolleranza zero”

Oggi PepsiCo, la seconda più grande multinazionale di food & beverage, ha annunciato di volersi impegnare ad adottare un piano per fermare il land grabbing, l’accaparramento di terre, nella sua filiera produttiva. Tra gli impegni presi da PepsiCo ci sono: L’adozione del principio del consenso libero, preventivo e informato nelle sue compravendite di terra; La pubblicazione...

Il ministro delle Politiche agricole, Martina: «L’Italia resta no-Ogm, sì alla ricerca pubblica»

Oggi, intervistato a “Si può fare” di Radio24, il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, è tornato sulla vicenda degli Ogm che nei giorni scorsi aveva visto il suo collega all’Ambiente Gian Luca Galletti rivedere la posizione dell’Italia  alla sua prima uscita al Consiglio del ministri dell’Ue.  Martina ha detto che sugli...

L’auto-land-grabbing della Guyana per risolvere il problema della sicurezza alimentare dei Caraibi

Il presidente della Guyana, Donald Ramotar, intervenendo al 25esimo Caricom Heads Inter-Sessional Meeting tenutosi a St Vincent e Grenadines, ha riproposto l’appello del suo Paese agli imprenditori e ai governi dei Caraibi  ad investire  nei territori agricoli della Guyana  per raggiungere la sicurezza alimentare. Precedentemente l’ex presidente della Guyana, Bharat Jagdeo, che è responsabile della...

La ragione del land grabbing è l’avidità, non la necessità

Nel 1996 la speculazione alimentare era il 12% del commercio di prodotti alimentari, nel 2011 il 61%

Il rapporto “Ejolt report 10: The many faces of land grabbing. Cases from Africa and Latin America”  evidenzia che  «le due grandi crisi globali scoppiate nel 2008 - la crisi alimentare mondiale e la crisi finanziaria, che ha reso più ampia la crisi alimentare - stanno  producendo insieme una nuova e inquietante tendenza a comprare...

Ricercatori del Sant’Anna scoprono enzima per sviluppare piante resistenti alle alluvioni

Uno studio guidato da ricercatori della  Scuola Superiore SantʼAnna rivela  lʼesistenza di un enzima che mette in  relazione la stabilità delle proteine con la  concentrazione di ossigeno nellʼambiente.  Nellʼarticolo, pubblicato su Nature  Communications, il gruppo di ricerca, che  include lʼUniversità di Aachen e il Max  Planck Institute di Golm (Germania),  descrive la scoperta, nelle cellule...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 37
  5. 38
  6. 39
  7. 40
  8. 41
  9. 42
  10. 43
  11. 44
  12. 45
  13. 46