Aree protette e biodiversità

Per le vacanze state lontani da Kok-Zhailau, il peggior progetto turistico al mondo

Assegnato il Rusty Nail, il “premio” per il più lampante esempio di turismo insostenibile

L’Environmental Justice Organisations, Liabilities and Trade (Ejolt) prova a scherzarci raccontando cosa potrebbe dire una guida turistica tra qualche anno: «Gentile visitatore, stiamo ora entrando in una zona di disastro ambientale, precedentemente nota come Ile-Alatau, il più meraviglioso Parco Nazionale del Kazakistan», ma tutto questo potrebbe diventare realtà se il governo kazako darà davvero il...

Anche in Marocco si lotta contro la privatizzazione delle spiagge

Mohamed Meskaoui, presidente del Réseau marocain de défense des biens publics ha denunciato gli speculatori edilizi che «Vogliono sfruttare il demanio pubblico marittimo a detrimento dell’equilibrio degli ecosistemi. E, come se questo non fosse sufficiente, alcuni responsabili e alti funzionari dell’amministrazione, incaricati di proteggere il demanio pubblico marittimo, sono implicati in operazioni di cessione del...

Troppa microplastica nel ghiaccio del Mare Artico che si scioglie

Nello studio “Global warming releases microplastic legacy frozen in Arctic Sea ice” pubblicato daEarth’s Future, un team di ricercatori statunitensi del  Dartmouth College e britannici dell’università di Plymouth, rivelano un nuovo rischio conseguenza del global warming e della nostra pessima gestione delle materie prime: trilioni di minuscoli pezzi di plastica sono stati imprigionati dai ghiacci...

Specie protette, il ministro dell’ambiente Galletti: «Fermiamo il commercio illegale»

Dopo la pubblicazione del rapporto The Environmental Crime Crisis,” presentato da Unep e Interpol alla prima Conferenza dell’United Nations Environment Assembly (Unea) di Nairobi, in Kenya, anche l’Italia oggi ha fatto sentire la sua voce per chiedere di rafforzare la lotta al traffico illegale di specie protette. Intervenendo all’High-level Segment del summit il ministro dell’ambiente italiano, Gian...

A 4 anni dal disastro della piattaforma BP, ancora catrame nel Golfo del Messico

La BP ha dichiarato ufficialmente concluse le sue attività di bonifica della catastrofica marea nera prodotta dalla piattaforma Deepwater Horizon nel 2010, ma la dichiarazione della multinazionale non impedisce che si continuino a trovare sul d fondo del Golfo del Messico e davanti alle spiagge grossi depositi di catrame, come quello trovato in Florida proprio...

Non solo clima: dall’Ue 239 milioni di euro per finanziare progetti ambientali

Focus su biodiversità, efficienza delle risorse, governance e informazione ambientale

Dopo aver messo l’accento sui finanziamenti inerenti i progetti per l’azione climatica, oggi la Commissione europea ha lanciato il primo invito a presentare proposte nel quadro del programma di finanziamento LIFE per progetti ambientali. Il sottoprogramma LIFE per l'ambiente stanzierà 238,86 milioni di euro nel 2014 per lo sviluppo e l'attuazione di soluzioni innovative per...

Il terrorismo si finanzia col commercio illegale di fauna selvatica, legname e materie prime

Da solo, un gruppo in Africa orientale incamera tra i 38 e i 56 milioni di dollari all'anno

Alla prima Conferenza dell’United Nations Environment Assembly (Unea) in corso a Nairobui, in Kenya, Interpol e Unep hanno presentato il rapporto “The Environmental Crime Crisis,”  dal quale emerge che, da solo, un gruppo attivo nel terrorismo che opera nell’Africa orientale incamera tra i 38 e i 56 milioni di dollari all'anno dal commercio illegale di...

Il toporagno alieno alla conquista dell’Irlanda

Anche altri animali e piante invasivi minacciano la biodiversità (e l’economia) dell’isola

La crocidura rossiccia (Crocidura russula) o toporagno dai denti bianchi maggiore, è stata scoperta in Irlanda nel 2007. Il suo areale originario comprende il nord Africa dal Marocco alla Tunisia, Penisola Iberica, Francia, Germania, Beneklux e Svuizzera. Una sottospecie (Crocidura russula  osorio) è presente nelle isole Canarie. E’ invece assente in Italia, dove la Crocidura della...

The invasion, la nutria alla conquista dell’Italia [VIDEO]

The Invasion - A Coypumentaryè un documentario di inchiesta che tratta approfonditamente il caso della nutria (Myocastor coypus ), della sua inarrestabile diffusione al di fuori del suo areale originale e quindi delle conseguenze della sua presenza in Italia e le possibili soluzioni. “The Invasion – A Coypumentary” è il risultato di un lungo lavoro di ricerca: la troupe di Silos...

L’Islanda riprende la caccia alle balenottere comuni. Uccisi i due primi cetacei del 2014

Nonostante le balenottere comuni (Balaenoptera physalus), il secondo più grande animale del nostro pianeta, siano protette dal divieto del 1986 sulla caccia commerciale dell’International Whaling Commission, l’Islanda ha catturato e macellato le prime due balenottere del 2014, la cui carne è destinata ad essere esportata in Giappone. Phil Kline, senior oceans campaigner di Greenpeace, denuncia:...

«In Marocco ripresa la pesca con le reti killer». Il pesce spada poi rivenduto in Italia [FOTOGALLERY]

Il Paese aveva dismesso le reti derivanti nel 2010, dopo aver ricevuto incentivi da Ue e Usa

Oceana, l’organizzazione internazionale per la conservazione dell’ambiente marino, ha rivelato che a nuovamente a Tangeri, in Marocco, è ripresa la cattura dei pesci spada con l’uso illegale di reti derivanti. Le prove fotografiche  raccolte dall’organizzazione negli ultimi giorni «mostrano imbarcazioni di piccole dimensioni agire in coordinazione con pescherecci per la cattura di pesce spada nello...

Foreste contro la povertà. Fao: «Mettere le persone al centro»

I paesi dovrebbero porre maggiore enfasi politica nel mantenere e migliorare il contributo vitale delle foreste ai mezzi di sussistenza, al cibo, alla salute e all'energia, ha affermato oggi la FAO. Il rapporto Lo Stato delle Foreste nel Mondo (SOFO), presentato oggi all'apertura della 22a sessione della Commissione Foreste della FAO (COFO), mostra che una...

Le cornacchie non sono razziste (anche se sono nere e grigie)

E’ da quando Linneo, nel 1758, descrisse  le cornacchie  (Corvus corone), chiamate anche cornacchie comuni europee o cornacchie nere, e le cornacchie grigie (Corvus cornix) come due specie distinte che gli ornitologi discutono sul loro status tassonomico. Questi due taxa di corvi fenotipicamente distinti hanno un areale di nidificazione paleartico con due zone stabili di...

Ricercatori italiani scoprono una strada petrolifera illegale nel Parco Yasuni, Amazzonia

"Il Bo", il giornale dell'Università degli Studi di Padova, pubblica l’articolo "Amazzonia: quando il petrolio distrugge la foresta", che dà conto di una ricerca svolta da Massimo De Marchi, Salvatore Pappalardo e Francesco Ferrarese dell’università di Padova e Matt Finer dell’Amazon Conservation Association, che - misurazioni e immagini satellitari alla mano - dimostrano le responsabilità...

Ecco Unea, il nuovo organismo mondiale per l’ambiente. Prodi a greenreport: «Fondamentale una risposta politica globale»

«Di fronte a problemi globali nessuno stato può oggi rivendicare una sovranità assoluta»

Inizia oggi  nella sede dell’United Nations Environment Programme (Unep) a Nairobi, la capitale del Kenya, la prima sessione dell’United Nations Environment Assembly (Unea) che vede la partecipazione di oltre 1.200 delegati tra ministri dell’ambiente, rappresentanti dei governi di tutto il mondo e dei maggiori gruppi di stakeholders. Il tema principale della prima sessione di questo...

Sorpresa: i templi di Angkor stavano meglio quando erano invasi dalla foresta

Secondo un team di ricercatori francesi della Clermont Université, Université Blaise Pascal che hanno pubblicato su Science of The Total Environment lo studio “Accelerated stone deterioration induced by forest clearance around the Angkor temples” sarebbe stato meglio lasciare la foresta intorno agli splendidi templi di Angkor, il simbolo della Cambogia. Lo studio fornisce la prima...

Servitù militari: trovata l’intesa con Friuli e Puglia, ma la Sardegna non firma

A 30 anni dalla prima, si è tenuta, nell'aula magna della città militare della Cecchignola a Roma, la seconda Conferenza nazionale sulle servitù militari e la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, intervenendo in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e  delle Province autonome, ha ricordato che «In molte Regioni italiane  porzioni non indifferenti di...

Minacciato il 35% di animali e piante dell’Ue. In Italia li salverà la citizen science?

Nel nostro Paese, che ospita 67.500 specie (il 43% di quelle europee) il record negativo

Secondo il Centro turistico studentesco (Cts), «in Europa il 35% di animali e piante sono minacciati ed all’Italia, che ospita circa 67.500 specie di piante e animali, circa il 43% di quelle descritte in Europa e il 4% di quelle del Pianeta, spetta il record (fonte: Legambiente). L'Italia perde 8 m2 di terreno al secondo...

Parchi capaci di futuro: due giorni di dibattito sul futuro delle aree protette italiane

Cts, Fai, Italia Nostra, Lipu, Mountain Wilderness, Federazione ProNatura, Touring Club Italiano e Wwfchiamano a raccolta, il 20 e 21 giugno a Fontecchio, in Abruzzo, «tutti coloro che hanno a cuore la difesa del patrimonio naturale e culturale della nazione, per contribuire a rilanciare con forza il ruolo centrale e strategico dei parchi e delle...

I mondiali del camoscio, una vittoria italiana

Praticamente estinto all'inizio del '900, oggi supera i 2000 esemplari

All’inizio del ‘900 nell’area che poi sarebbe diventata il futuro Parco Nazionale d’Abruzzo sopravvivevano poco più di 30 esemplari di camoscio appenninico, un numero troppo esiguo per garantire la sopravvivenza della specie. E se la situazione non fosse mutata, si sarebbe perso per sempre un animale di grandissima importanza per la biodiversità del Pianeta. Il...

Obama raddoppia l’oceano mondiale protetto [IL VIDEO SPOT]

E Kiribati vieta la pesca in un’area marina grande come la California

Il presidente statunitense Barack Obama  ha approfittato della conferenza OurOcean 2014 per avviare l’iter per proteggere grandi aree del Pacifico centrale sotto giurisdizione americana che comprendono ricche barriere coralline e catene montuose sottomarine, aree selvagge ed ancora in gran parte non toccate dalla pesca selvaggia e distruttiva. Il presidente Usa ha anche dato indicazioni alle...

Acidificazione degli oceani, come sta rispondendo la vita marina

Nature Climate Change ha pubblicato lo studio “Skeletal trade-offs in coralline algae in response to ocean acidification”, nel quale due ricercatrici, Federica Ragazzola dell’Università di Bristol e Sophie McCoy del Plymouth Marine Laboratory, rivelano come le diverse specie di organismi marini stanno reagendo all’ acidificazione degli oceani. E’ ormai noto che dalla rivoluzione industriale quasi...

Rivista la strategia Mediterranea, si punta sulla sostenibilità

Il meeting del 15esimo Comitato di pilotaggio della Commissione mediterranea per lo sviluppo sostenibile (Mediterranean Commission for Sustainable Development – Mcsd) tenutosi a Malta  ha discusso i progressi delle attività legate allo sviluppo sostenibile nel bacino del mediterraneo e del programma di lavoro biennale 2014-2015, ma si è soprattutto accordato sul fatto che «la strategia...

AmbienteProtetto, un decreto prova a cancellare la procedura d’infrazione Ue sui richiami vivi

Piani di azione per le specie protette, e si trovano 20.000 euro per le missioni Cites

Con il decreto AmbienteProtetto approvato dal Consiglio dei ministri si annuncia l’arrivo di nuovi Piani di azione per la difendere la biodiversità e «promuove intese e accordi mirati con i Ministri competenti, le istituzioni pubbliche e i soggetti privati per attuare piani d’azione sulla conservazione di specie a rischio e la tutela della biodiversità, venendo...

Ai pinguini piaceva il global warming, ma ora il ghiaccio si sta ritirando troppo o troppo in fretta

Nel rapporto “A reversal of fortunes: climate change 'winners' and 'losers' in Antarctic Peninsula penguins” pubblicato su Scientific Reports un team di internazionale di scienziati guidato dai ricercatori britannici delle università di Southampton ed Oxford spiega come sono  cambiate le popolazioni di pinguini negli ultimi 30 mila anni, dimostrando che tra l'ultima glaciazione - e...

Ecco il Mare più bello secondo Legambiente e Touring Club Italiano

Quella del 2014 presentata oggi con il titolo Il mare più bello è una Guida Blu totalmente rinnovata nella grafica e nei contenuti «Per raccontare al meglio le località costiere italiane che hanno saputo coniugare, con successo, turismo e sostenibilità - spiegano Legambiente e Touring Club - Sono state aggiunte informazioni sulla qualità dei territori...

Monviso e Sila diventano siti Mab dell’Unesco

Nel suo 26esimo meeting in corso a Jönköping, East Vättern landscape, in Svezia, il Consiglio internazionale di coordinamento del Programma Uomo e Biosfera (Mab) dell’Unesco ha approvato la designazione a Mab della Riserva della Biosfera Transfrontaliera italo-francese del Mont-Viso/Area della Biosfera del Monviso ed ha raccomandato che per il futuro, tale proposta sia utilizzata come...

Richiami vivi, le reazioni dopo la bocciatura in Parlamento. Sel: «Voto contro natura»

Il Governo e il Parlamento italiano hanno perso l’ennesima occasione per impedire l’odiosa pratica di utilizzare i richiami vivi, una delle attività più violente ancora in atto contro gli uccelli selvatici: piccoli uccelli migratori vengono catturati e costretti ad una vita in gabbia, in condizioni indegne, per fungere da richiamo per la caccia. Un'attività vietata dalla...

Traffico illegale di fauna selvatica, l’India peggio della Cina?

A New Delhi il 9 giugno si è tenuto un summit per  prendere misure per proteggere specie della fauna selvatica, come ad esempio pangolini, uccelli, tartarughe e squali, il cui commercio illegale in India è poco conosciuto ma molto esteso. Dalla riunione, alla quale hanno partecipato esperti di fauna selvatica, policy makers, scienziati, ricercatori, ambientalisti,...

Caccia, la Camera vota per mantenere i richiami vivi. Respinto l’appello degli ambientalisti

L’appello lanciato ieri dalle associazioni ambientaliste per l’abolizione dei richiami vivi nella caccia non è stato ascoltato e la Camera ha respinto l’emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle che lo sosteneva. Ora, secondo ambientalisti e M5S si apre la strada per nuove multe ed una  procedura di infrazione da parte dell’Unione europea. A favore dell'emendamento...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 131
  5. 132
  6. 133
  7. 134
  8. 135
  9. 136
  10. 137
  11. ...
  12. 164