Clima

Le (dis)economie emergenti: il caso della Cina

Tra inquinamento e desertificazione, la faccia della crescita economica che non vogliamo vedere

E’ onestamente incredibile leggere ancora tanti articoli e scritti di opinionisti, editorialisti, politologi e commentatori che continuano ad ignorare il gravissimo deficit ecologico che una crescita continua ha prodotto e produce nei sistemi di supporto della vita sulla Terra, negli stessi sistemi naturali che consentono la presenza dell’umanità sul pianeta e il mantenimento della sua...

Limits to growth and cognitive limits, traveling into the paradoxes of the human mind

We have been speaking about limits to growth for at least 40 years. What impact the environmental economics had in terms of policy recommendations?  «The ‘limits to growth’ work of the 1970s was not a good model for the real limits to our capacity to grow and develop.  These limits lie in the amount of...

Il Polo Nord si scioglie: ecco il lago in cima al mondo

Il Polo Nord si scioglie: ecco il lago in cima al mondo

Se qualcuno non crede al global warming farebbe bene a guardare il video e le foto che pubblichiamo: quello che vedete è il Polo Nord ed è ormai diventato un lago. La foto fa parte di un time lapse messo in rete dal North Pole Environmental Observatory, un gruppo di ricerca finanziato dalla National Science...

Cambiamenti climatici, il permafrost dell’Antartide si scioglie più rapidamente del previsto

I livelli di scioglimento e di formazione del thermokarst simili a quelli dell’Antartico

Scientific Report  pubblica il preoccupante  studio  “Accelerated thermokarst formation in the McMurdo Dry Valleys, Antarctica”, finanziato dalla National Science Foundation Usa e nel quale un team di ricercatori delle università di Portland, Brown, Boston e del Texas- Austin indaga su quel che sta accadendo in Antartide al thermokarst,  cioè i suoli interessati dal termocarsimo, caratterizzato da...

Il global warming si è fermato?

Dal 2000 ci sono stati 12 dei 14 anni più caldi mai registrati

The Indipendent lo spiega con un esempio molto british: «Enormi quantità di calore, equivalenti all’energia di 150 miliardi di bollitori elettrici, vengono continuamente assorbiti dall'oceano profondo, il che potrebbe spiegare perché il global warming si sia "messo in pausa" negli ultimi 10 o 15 anni». Una conclusione che arriva dopo una serie di ricerche e...

Panama è il primo Paese ad avere una mappatura ad alta risoluzione del carbonio sull’intero territorio

Un team di ricercatori statunitensi, panamensi e canadesi ha pubblicato su Carbon Balance and Management lo studio “High-fidelity national carbon mapping for resource management and REDD+”  nel quale spiegano che «la mappatura di carbonio ad alta fedeltà ha il potenziale per far progredire notevolmente la gestione nazionale delle risorse e per favorire l'azione internazionale verso...

Il passato che ritorna: dal global warming del Pliocene l’allarme per la calotta polare antartica

Con le stesse condizioni di temperature e con l’attuale trend di emissioni il mare salirà di 20 metri

Nature Geoscience ha pubblicato lo studio Dynamic behaviour of the East Antarctic ice sheet during Pliocene warmth, frutto del lavoro di un numerosissimo team internazionale di scienziati capeggiato dai ricercatori dell’Imperial College di Londra, nel quale si legge che «Gli intervalli caldi all'interno del Pliocene (5,33-2,58 milioni di anni fa) sono stati caratterizzati da temperature...

Fiume Volta, il global warming potrebbe prosciugare energia e produzione alimentare

L'inazione mette a rischio sviluppo economico e la sicurezza alimentare di Ghana, Burkina Faso ed altri paesi dell'Africa occidentale

Un nuovo e recentissimo studio - The Water Resource Implications of  Changing Climate in the Volta River Basin - rivela che, a causa dei cambiamenti climatici, il bacino del fiume Volta potrebbe perdere così tanta acqua da far fallire gli attuali progetti pianificati per aumentare la produzione di energia idroelettrica e la  produzione di cibo....

Tagliare i gas serra migliorando la produttività agricola? Solo se è sostenibile

Studio Iiasa: «Aumentare la resa del bestiame meno vantaggioso che intensificare i raccolti»

Secondo lo studio Agricultural productivity and greenhouse gas emissions: trade-offs or synergies between mitigation and food security? pubblicato su Environmental Research Letters, «Migliorare i raccolti con metodi sostenibili potrebbe ridurre le emissioni di gas serra di ben il 12% per caloria prodotta. Allo stesso tempo, questi cambiamenti potrebbero fornire più cibo alle persone bisognose». Negli...

Global Warming, i ministri dell’ambiente Ue fanno il punto a Vilnius aspettando Varsavia

Al meeting informale che si conclude oggi a Vilnius, la capitale della Lituania, i ministri dell’ambiente hanno discusso del cambiamento climatico e delle crescenti opportunità che si offrono al mondo del business nella transizione ad una produzione low carbon e alla green economy. I ministri dei Paesi Ue e di quelli candidati ad entrarci hanno comunque espresso...

Cambiamento climatico, la crescita della temperatura si è fermata. Perché?

La concentrazione di gas serra aumenta, ma la febbre rimane stabile: rimane sconosciuto cosa assorba il calore

La temperatura della Terra resta elevata. Gli 8 anni più caldi mai registrati sono tutti successivi al 1998, ma sono dieci anni che la febbre non cresce: le temperatura media del pianeta si è come stabilizzata. Nulla di male (anzi) per noi cittadini se la temperatura non cresce. Ma per i climatologi qualche problema c’è....

Global warming, ogni grado in più provocherà un aumento del livello del mare di 2,3 metri

Secondo lo studio The multimillennial sea-level commitment of global warming,  che un team internazionale di ricercatori guidato dal Potsdam-Institut für Klimafolgenforschung (Pik) ha pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas), «I gas serra emessi oggi causeranno per i secoli a venire un aumento del livello del mare». Per la precisione, ad ogni grado...

Picco del petrolio, sì o no? Un po’ di chiarezza in un mare di confusione

Quando pubblicava il suo romanzo Il mondo nuovo nel 1932, Aldous Huxley era preoccupato di un futuro in cui il potere non si sarebbe più preoccupato di nascondere la verità, semplicemente l'avrebbe resa irrilevante in un mare di banalità. Huxley ha avuto ragione su molti punti, e uno di questi è il diluvio di dati...

Sostenibilità, l’incapacità di decidere sarà la condanna della specie umana?

Navigando incuranti verso la tempesta perfetta. Barry: «È senz’altro possibile che entro il 2100 la specie umana si sarà estinta o sarà confinata in poche aree»

Secondo la comunità scientifica che si occupa della sostenibilità e del Global environment change (il cambiamento ambientale globale) la situazione del sistema climatico sta peggiorando repentinamente, in una dimensione persino inaspettata rispetto agli scenari che gli studiosi hanno prodotto anche recentemente. In attesa della pubblicazione del quinto assessment dell’Intergovernamental panel on climate change (Ipcc), il...

Nel 2035 il picco della domanda di petrolio. Ricercatori Usa: «Niente panico»

Ma gli autori precisano «Se avete a cuore l'ambiente, dovreste preoccuparvi di dove stiamo ottenendo combustibili»

Secondo lo studio Peak Oil Demand: The Role of Fuel Efficiency and Alternative Fuels in a Global Oil Production Decline pubblicato su Environmental Science & Technology da 4 ricercatori della Stanford university e dell’università di California – Santa Cruz (Ucsc), i timori di esaurire i rifornimenti petroliferi del mondo sono ingiustificati, e il picco del petrolio sarà...

Le foreste si adattano al global warming: potrebbero utilizzare meno acqua e stoccare più CO2

Ma più caldo e meno pioggia avranno conseguenze molto negative per le piante di molti ecosistemi

Un team di scienziati statunitensi e tedeschi guidato da  Trevor F. Keenan, del Department of Organismic and Evolutionary Biology, Harvard University, ha pubblicato su Nature lo studio “Increase in forest water-use efficiency as atmospheric carbon dioxide concentrations rise”, nel quale sottolineano che «le piante terrestri rimuovono CO 2 dall'atmosfera attraverso la fotosintesi, un processo che è accompagnato...

La Cina devastata dal maltempo. Nuovo allarme per il tifone Soulik, anche a Taiwan [PHOTOGALLERY]

In 2.000 prigionieri in un tunnel autostradale. Evacuate più di 200.000 persone, distrutte migliaia di case

Oggi il primo ministro cinese, Li Keqiang, ha chiesto alle autorità locali di dare la priorità al salvataggio di vite umane durante le operazioni di soccorso. Secondo i dati ufficiali del ministero degli affari civili, l’impressionante serie di catastrofi naturali di questi giorni avrebbe fatto almeno  30 morti e 67 dispersi e colpito in tutta...

Alla deriva nell’oceano un iceberg grande tre volte l’Isola d’Elba [VIDEO]

Una vasta area della banchisa di ghiaccio si è staccata (qui il video) dal ghiacciaio di Pine Island, il più lungo e veloce ghiacciaio che scorre dal continente antartico verso l’oceano. Ora questo iceberg/isola ghiacciato,  grande quasi tre volte l’isola d’Elba, galleggia nel mare di Amundsen. Gli scienziati tedeschi dell'Alfred-Wegener-Institutes, Helmholtz-Zentrum für Polar- und MeeresforschungIstituto...

Tesoro, mi si è ristretto il bestiame. In un mondo più caldo i mammiferi diventano più piccoli

Possibili ripercussioni anche per gli uomini nelle aree più colpite dal global warming

Secondo uno studio statunitense sui bisonti, con il global warming i bovini selvatici e domestici perderanno drasticamente peso, compromettendo la sicurezza alimentare e facendo svanire  miliardi di guadagni all’industria della carne. Le mandrie di bestiame americane, simbolo e vanto degli Usa, si restringeranno, non di numero ma nelle dimensioni e quindi nella resa. Questo vasto...

Mauritius entro il 2050 potrebbe perdere la metà delle sue spiagge

La notizia sarebbe terribile per qualsiasi località turistica, ma per un piccolo Paese insulare che vive praticamente di turismo è devastante: secondo un rapporto del ministero dell’Ambiente e dello sviluppo sostenibile di Mauritius, Deva Virahsawmy, l’arcipelago africano nell’Oceano Indiano entro il 2050 potrebbe perdere la metà delle sue spiagge. Questa catastrofe sarà causata dal cambiamento...

Il global warming altera la catena alimentare degli oceani

La Co2 ha grandi conseguenze sui minuscoli cianobatteri che fissano l’azoto

Secondo uno studio pubblicato su Nature Geoscience (Greenhouse Gas Likely Altering Ocean Foodchain: Atmospheric CO2Has Big Consequences for Tiny Bacteria)  il cambiamento climatico potrebbe eradicare i batteri che formano la base della catena alimentare degli oceani, selezionandone alcuni ceppi per la sopravvivenza. Il team dell’University of Southern California (Usc) e dell’università di Liverpool che ha...

2001-2010 un decennio di estremi climatici

Jarraud (Wmo): «Il clima precedente non è più una guida sufficiente per prevedere l’avvenire»

Secondo il rapporto “The Global Climate 2001-2010, A Decade of Extremestre” pubblicato dall’Onu, tra il 2001 e il 2010 il mondo ha conosciuto «fenomeni climatici estremi con un impatto senza precedenti. Nel corso di questo periodo sono stati battuti più record nazionali delle temperature che in ogni altro decennio». È a conferma che nei primi 10 anni...

Emissions trading system (Ets), l’Europarlamento fa dietrofront e dice sì alla Commissione Ue

La proposta di congelare la vendita all'asta di un certo numero di quote di emissione CO2, il cosiddetto “backloading'', per incoraggiare le imprese a investire nell’innovazione low carbon oggi è stata approvata dal Parlamento europeo che ha così ribaltato la bocciatura di misura del provvedimento ad aprile. Ma anche questo voto ha avuto margini ridottissimi:...

Quinabactin, la sostanza che salverà le rese agricole nel mondo del global warming

Una nuova molecola migliora la tolleranza alla siccità delle piante

Le temperature estreme e le siccità devastanti che hanno colpito gli Usa nei due ultimi anni hanno provocato un aumento del costo di cibo, mangimi e fibre, ma molti climatologi avvertono che gli eventi meteorologici estremi causati dal cambiamento climatico saranno la nuova normalità per gli agricoltori, sia nel nord America che altrove, il che...

Negli alberi i segreti del global warming e di “El Niño”

El Niño insolitamente attivo alla fine del XX° secolo. «Se questa tendenza continuerà, altri eventi meteorologici estremi come inondazioni e siccità»

Siccità, inondazioni ed altri eventi climatici estremi sono in aumento in tutto il mondo e il fenomeno Enso - El Niño Southern Oscillation - ha un forte impatto sulla vita quotidiana di milioni di persone: ad esempio, durante El Niño, l’attività degli uragani atlantici svanisce, diminuisce la piovosità alle Hawaii e nell’Oceano Pacifico le tempeste...

I microbi erediteranno la Terra

Gli ultimi sopravvissuti sul Pianeta tra un miliardo di anni

Il futuro della vita sulla Terra è legato a quello del Sole, con la nostra sella che diventerà sempre più luminosa e calda. Un team di scienziati delle università britanniche di St Andrews, Dundee ed Edimburgo hanno utilizzato questo dato di fatto per creare una previsione su come sarà l'ambiente futuro del nostro pianeta quando...

Ispra: il 2012 quarto anno più caldo in Italia dal 1961

Anche il mare è più caldo. Negli ultimi 60 anni piogge in diminuzione

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) ha pubblicato il suo ottavo rapporto “Gli indicatori del clima in Italia”, che illustra l’andamento del clima nel 2012 e aggiorna la stima delle variazioni climatiche negli ultimi decenni in Italia. Dal rapporto emerge che il 2012 «è stato nettamente più caldo rispetto alla media climatologica, sia...

Climatizzazione estiva e invernale, quanti i gradi? Arrivano i criteri generali per gli impianti termici

Entrerà in vigore il 12 luglio prossimo il regolamento che definisce i criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri – così come...

Trasporti marittimi: un primo passo dell’Ue verso la riduzione delle emissioni

Oggi la Commissione europea ha fatto il primo passo verso la riduzione delle emissioni di gas serra dei trasporti marittimi proponendo un atto legislativo che «Impone ai proprietari delle navi di grandi dimensioni che attraccano nei porti dell’Ue di monitorare e comunicare le emissioni di anidride carbonica (CO2)». La Commissione ha pubblicato anche una comunicazione...

World petroleum council: «E’ finita l’era del petrolio a buon mercato»

Nei prossimi 10 anni consumeremo tanti idrocarburi come nei precedenti 150

Renato Bertani, presidente del World petroleum council (Wpc), ha detto che «Gli idrocarburi da scisti potranno soddisfare la domanda senza bruschi cambiamenti di prezzi del petrolio», ma il fracking e le sabbie bituminose non avranno gli effetti miracolosi sui prezzi e sull’abbondanza delle risorse che qualcuno vorrebbe far credere. Secondo Bertani «Il petrolio e il...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 78
  5. 79
  6. 80
  7. 81
  8. 82
  9. 83
  10. 84
  11. 85