Diritto e normativa

La sconfitta del regionalismo e la nuova insostenibile complessità della Carta costituzionale

Con la farraginosa riformulazione dell'art. 117 i rischi di contenzioso si moltiplicheranno a dismisura, piuttosto che diminuire

La riscrittura in corso dell'art. 117 Cost., e cioè del riparto di competenze legislative fra Stato e Regioni, suggerisce alcune riflessioni. Il regionalismo, all'indomani della Costituente (Salvemini descrisse la disciplina costituzionale del Titolo V come un "vaso vuoto con sopra la targhetta Regione") riverberò immediatamente su di sé l'insostenibile compromesso che ne aveva caratterizzato la...

Caccia aperta tutto l’anno? Lipu, Legambiente Lav ed Enpa contro gli emendamenti Vaccari

Gli animalisti contro il condono per i capanni. Bene il no Anci all’allevamento di cinghiali

Le associazioni ambientaliste ed animaliste sembrano aver trovato un nuovo avversario nel senatore modenese del PD  Stefano Vaccari. La Lipu/BirdLife Italia ha appena lanciato un allarme su Facebook: «Attenzione! Il senatore Stefano Vaccari ha appena presentato un emendamento che apre la caccia al cinghiale tutto l'anno, in deroga agli articoli 1, 2 e 19 della...

Giustizia e ambiente, la normativa tedesca non è conforme alle disposizioni europee

Secondo la Corte Ue la Germania è venuta meno a obblighi delle direttive Via e emissioni industriali

La Repubblica federale di Germania è condannata dalla Corte di Giustizia europea per essere venuta meno agli obblighi della direttiva sulla valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, e della direttiva sulle emissioni industriali. Con la legge sulle disposizioni complementari relative ai ricorsi in materia ambientale ha limitato l'applicazione delle disposizioni europee come...

Limiti di rumorosità e impianti di trattamento delle acque: si esprime il Consiglio di Stato

Non è possibile imporre a impianti di trattamento delle acque già esistenti limiti di rumorosità propri delle zone residenziali, tali da determinarne la sostanziale impossibilità di esercizio. Lo afferma il Consiglio di Stato (CdS) – con sentenza n.4405 – in relazione alla questione sollevata dalla società pubblica che gestisce un impianto di potabilizzazione e distribuzione...

Riforma costituzionale, ecco come (ri)cambiano i rapporti tra Stato e enti locali

Torna la centralizzazione: su materie come energia e infrastrutture strategiche decide Roma

La riforma costituzionale del Ddl Boschi non si limita solo a sancire la fine del bicameralismo perfetto, modifica anche la parte della Costituzione (Titolo V) che regola il rapporto tra Stato e enti locali. Viene infatti profondamente rivisto il riparto di competenza legislativa e regolamentare tra Stato e regioni, oggetto dell'articolo 117 Cost. Viene cancellata la competenza...

Senato: la fine del bicameralismo perfetto e la nascita di quello imperfetto

Le diverse opinioni di due grandi vecchi: Emanuele Macaluso e Carlo Smuraglia

Dunque il Senato, o meglio la maggioranza di centro-sinistra-destra, visto che le opposizioni hanno abbandonato l’aula o non hanno partecipato al voto, ha approvato con 178 sì, 17 no e  7 astenuti riforme costituzionali sulle quali, solo pochi mesi fa, chi le ha proposte diceva che era necessaria la massima unità del Paese. Al Ddl...

A che punto sono il programma energetico Eepr e il Fondo Ue per l’efficienza energetica

Il programma energetico europeo per la ripresa ha apportato buoni risultati: la maggior parte dei progetti è stata completata soprattutto nel settore delle infrastrutture del gas e dell'energia elettrica, anche se altri sono stati soppressi. È quanto si legge nella relazione della Commissione europea al Parlamento e al Consiglio sull'attuazione del programma energetico europeo per...

Ets, istituita una riserva stabilizzatrice per il mercato europeo delle emissioni di CO2

La decisione pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea di oggi

Per ovviare agli squilibri fra domanda e offerta e per aumentare la resilienza del sistema per lo scambio di quote di emissione dei gas a effetto serra nell'Unione (Ets) l’Ue ha costituito una riserva stabilizzatrice per il mercato del 2018. La decisione, che va anche a modificare la direttiva del 2003 (ossia quella che istituisce...

Come funziona la tassa sulle informazioni ambientali, spiegato dalla Corte di giustizia Ue

L’ammontare richiesto da autorità pubbliche per la fornitura di specifici dati

La tassa applicata da un’autorità pubblica per la fornitura di un certo tipo di informazioni ambientali non può comprendere le spese complete del mantenimento di una banca dati. Può comprendere bensì le spese generali relative al tempo dedicato dal personale di tale autorità a rispondere alle richieste di informazione individuali, sempre che l’importo complessivo della...

Un tetto europeo anche alle emissioni degli impianti di combustione medi

Limiti per le emissioni di SO2, NOx e particolato anche per gli impianti da 1 a 5 MW

Nell’Unione europea ci sono circa 143.000 impianti di combustione “medi”, cioè con una Potenza termica compresa tra gli 1 e i 50 MW, che sono utilizzati per produrre elettricità, calore e freddo a fini residenziali o calore e vapore a fini industriali. Questi impianti rappresentano una importante fonte di emissioni di biossido di zolfo  (SO2),...

La perdita di biodiversità costa all’Ue 450 miliardi di euro all’anno, il 3% del PIL

Il 90% degli italiani vuole norme Ue più adatte alla tutela della biodiversità e dell’ambiente

Quest’anno la Commissione Europea ha promosso la prima indagine Eurobarometero sul tema della biodiversità, che conferma ancora una volta che «ad essere interessati direttamente da questo aspetto siano milioni di posti di lavoro e miliardi di euro di fatturato annuo solo in Europa, in particolare per quanto riguarda i 28 Paesi membri dell’Ue». Dal sondaggio di Eurobaometro emerge però che «Solo una piccola percentuale dei 28.000 cittadini...

Caccia alla foca, ecco le condizioni con le quali è consentita dall’Ue

Inuit e comunità indigene dovranno praticarla “con modalità che rispettino il benessere degli animali”

Gli Inuit e altre comunità indigene potranno continuare a cacciare la foca e a commercializzare i prodotti derivati, ma solo nel caso in cui la caccia sia praticata per il sostentamento delle comunità, non abbia una finalità commerciale ma bensì una valenza tradizionale e quando sia praticata “con modalità che rispettino il benessere degli animali”. Lo stabilisce il...

L’Italia e la caccia che non c’è: i cinghiali dissotterrano il cadavere della legge 157/1992

E' diffusa l'opinione che fra le cause dell'«emergenza cinghiali» in Italia ci sia l'introduzione di ceppi ungheresi, più prolifici e più grandi rispetto al Sus scrofa majori, il cinghiale “maremmano”. L'affermazione è priva di fondamento: basta verificare che nella grande pianura dell'Ungheria, paese ad economia prevalentemente agricola, dove effettivamente gli irsuti suidi arrivano a sfiorare...

Strategia Ue sulla biodiversità, le iniziative da intraprendere

Nonostante nel corso degli anni siano maturate numerose esperienze positive nell'ambito della strategia dell'Ue sulla biodiversità, gli obiettivi relativi alla biodiversità per il 2020 potranno essere raggiunti soltanto intensificando l'attuazione e l’applicazione concreta sul territorio delle misure in relazione a tutti gli obiettivi. Questo è ciò che mostra la relazione della Commissione europea di revisione...

Delega appalti, Wwf e Legambiente: «Bene il superamento della Legge Obiettivo»

Gli ambientalisti al governo: «Ora definire al più presto un piano nazionale della mobilità»

Secondo Legambiente e Wwf, ««L’Italia finalmente può essere liberata dall’ipoteca della legge Obiettivo, Le norme speciali derivanti dalla legge Obiettivo hanno reso più opachi i processi autorizzativi e le valutazioni ambientali, ostacolato la partecipazione dei cittadini e degli enti locali, favorito il malaffare nel mercato degli appalti, permesso la costruzione di opere inutili a danno...

Più Aree marine protette per salvaguardare la vita dei mari europei

Protetto il 5,9% dei mari dell’Ue, entro il 2020 bisogna arrivare al 10%

L’Agenzia europea per l’ambiente (EEA) dice che i mari europei sono sotto pressione ma che «La Aree marine protette possono agire come misure di gestione chieve per salvaguardare gli ecosistemi marini e la biodiversità, così da mantenere il loro potenziale di fornire servizi chiave per le nostre societàò ed economie». I Paesi membri dell’unione europea...

Inquinamento acustico, salute ambientale e ruolo dei sindaci

Un elevato livello di rumorosità ambientale può tradursi in un pregiudizio per la salute pubblica. Lo ricorda il Tribunale amministrativo della Campania – sentenza 15 settembre 2015, n. 4483 – in riferimento all'ordinanza del sindaco della Città di Aversa. Un’ordinanza - emanata su impulso di alcuni condomini - che dispone la sospensione immediata delle attività...

Corpo forestale dello Stato, Realacci e Sani scrivono a Renzi: «Salvaguardarne l’unitarietà»

«Difendere la specializzazione del CfS in difesa di ambiente, paesaggio e territorio»

I due presidenti delle Commissioni ambiente e agricoltura della Camera, Ermete Realacci e Luca Sani, entrambi del Partito democratico, hanno critto al presidente del Consiglio Matteo Renzi  per chiedere che «siano salvaguardate professionalità, specificità e unitarietà delle funzioni del Corpo Forestale». Nella lettera  Realacci e Sani sottolineano che «Per affrontare le sfide contemporanee, a partire...

Procedure d’infrazione Ue, il poco onorevole primato dell’Italia rimane all’ambiente

Ammontano a 97 le procedure d'infrazione a carico dell’Italia per violazione del diritto dell’Unione europea e per mancato recepimento di direttive: tra i vari settori interessarti l’ambiente mantiene il primato, con 19 casi di infrazione aperti. Sono stati archiviati 4 procedimenti (di cui uno riguarda la direttiva 2010/31 sulla prestazione energetica nell'edilizia), ma ne sono...

Il nodo gordiano del piano per il parco

I parchi nazionali riflessi sullo stagno della legge quadro

A quasi ventiquattro anni dalla pubblicazione della legge quadro sulle aree protette sono ancora tanti i nodi irrisolti sul banco della prassi applicativa. Il legislatore aveva immaginato di rovesciare l'impostazione del sistema previgente, fatto di divieti ed autorizzazioni, in favore di una tutela integrale costruita in negativo: nel senso che ogni intervento, o meglio, ogni...

Crisi dei rifugiati: l’Unione europea a caccia di trafficanti nel Mediterraneo?

Ma per intervenire nelle acque territoriali libiche è necessario un mandato Onu

Secondo una nota diffusa dal Parlamento europeo, L'operazione militare dell'Unione europea contro i trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo starebbe per entrare in una nuova fase. L'obiettivo sarebbe quello di arrestare i trafficanti e bloccare le imbarcazioni dei contrabbandieri. I dettagli dell'operazione sono stati discussi il 22 settembre nel corso in una riunione della sottocommissione...

Acque reflue urbane, il Portogallo sotto accusa europea

Il Portogallo rischia di essere condannato dalla Corte di Giustizia europea per non aver garantito la raccolta e il trattamento delle acque reflue urbane di 52 piccoli agglomerati.  Lo Stato, secondo l’avvocato generale dell’Ue Pedro Cruz Villalón è venuto meno agli obblighi a esso incombenti in forza della direttiva sul trattamento delle acque reflue urbane...

Clima, prima denuncia al mondo contro i “grandi inquinatori”: violano diritti umani

Presentata nelle Filippine da sopravvissuti ai tifoni. Sostegno da ambientalisti e Chiesa

Dopo la prima richiesta ufficialmente presentata di “asilo climatico” (non accettata dalla Nuova Zelanda), arriva anche la prima denuncia contro i grandi inquinatori, accusati di provocare cambiamenti climatici catastrofici, violando così i diritti umani: un unicum nel suo genere, che vede contrapposti a multinazionali come Chevron, ExxonMobil, BP e Shell –  ma anche realtà italiane...

Malala: «Finanziate 12 anni di istruzione per le ragazze in tutto il mondo»

Libri e penne le nostre armi più potenti per combattere per l'uguaglianza e per la pace

La premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai ha lanciato una petizione su change.org con la quale rivolge a tutti noi un invito: «Pensa al tuo percorso verso casa da scuola: ora o in passato. Probabilmente hai riso con gli amici, hai condiviso dolci, cantato e giocato. Lo facevi con spensieratezza. La mia storia è...

Inquinamento acustico e scali ferroviari, la competenza è dello Stato

Le emissioni e immissioni sonore prodotte dall’attività di uno scalo ferroviario non possono essere disciplinate dagli enti locali, ma dallo Stato. Lo afferma il Tribunale amministrativo della Lombardia – n. 1920 – in riferimento all’ordinanza sindacale contingibile e urgente del Comune di Como. Un’ordinanza con la quale il sindaco ha vietato di svolgere le attività...

Smog, dall’Europarlamento primo ok ai limiti per le emissioni delle macchine non stradali

Gardini: «Settore responsabile del 15% delle emissioni di ossido di azoto e del 5% del particolato Ue»

Alla commissione Ambiente (Envi) del Parlamento europeo passa la relazione dell’eurodeputata italiana Elisabetta Gardini (Fi), inerente l’introduzione di nuovi limiti di emissioni per le macchine non stradali, come tosaerba, trattori, ruspe, escavatori, fino alle locomotive e alle imbarcazioni per le acque interne; nonostante si tratti di un settore limitato, la stima riportata da Gardini è che...

Idrocarburi e incidenti in mare, cambiano le regole italiane

Dopo 5 anni dall’incidente Deepwater Horizon entra in vigore il decreto che recepisce la direttiva Ue

Sono arrivate le nuove regole per prevenire gli incidenti gravi nelle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi e limitare le conseguenze di tali incidenti. È entrato in vigore oggi il decreto legislativo “Attuazione della direttiva 2013/30/UE sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi e che modifica la direttiva 2004/35/CE”, pubblicato sulla Gazzetta...

L’obbligo di bonifica non può essere esteso al curatore fallimentare

Il curatore fallimentare non ha il dovere di adottare particolari comportamenti per la tutela sanitaria degli immobili destinati alla bonifica. Lo ricorda il Tribunale amministrativo della Campania – con sentenza n. 1987 – in riferimento all’ordinanza comunale emessa nei confronti di una sociètà fallita. Il comune di Solofra, infatti ha ordinato di provvedere alla caratterizzazione...

Biocarburanti, nuove disposizioni Ue sulla destinazione d’uso dei terreni

I biocarburanti attuali sono prodotti principalmente partendo da colture che sfruttano superfici già destinate all'agricoltura. Ma il cambiamento indiretto della destinazione dei terreni - ossia da produzione alimentare e di mangimi a produzione di biocarburante - può generare significativi impatti ambientali come le emissioni di gas a effetto serra. Per questo motivo l’Ue modifica la...

Cambio destinazione d’uso dei suoli, ecco quando occorre la Vas

L’atto sulla destinazione d’uso dei suoli che modifica un piano o un programma preesistente non può essere esentato dalla valutazione ambientale strategica (Vas) quando produce effetti significativi sull’ambiente. E non lo può essere neanche quando miri a precisare e attuare un piano regolatore introdotto da un atto gerarchicamente superiore che non è stato oggetto a...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 47
  5. 48
  6. 49
  7. 50
  8. 51
  9. 52
  10. 53
  11. ...
  12. 75