Economia ecologica

disuguaglianza crescita sviluppo inclusivo davos

Davos: «Elevati livelli di disuguaglianza sono colpa della politica, non del capitalismo»

L’Italia occupa la 27esima posizione su 29 nazioni in termini di Sviluppo inclusivo, secondo il World economic forum

Secondo le previsioni appena pubblicate dal Fondo monetario internazionale all’interno del World economic outlook la performance del Pil italiano risulta la peggiore in assoluto tra i principali paesi europei, segnando un +0,7% nel 2017 e un +0,8% nel 2018, ovvero rispettivamente due e tre decimi di punto in meno rispetto quanto previsto dallo stesso Fmi...

Dieselgate diesel

L’auto elettrica, il vero terzo incomodo nella partita Fca-Volkswagen sul diesel

L'ex Fiat dà lavoro a circa 70.000 persone in Italia. E quando i modelli da loro prodotti non saranno più richiesti dal mercato?

Dalla patria della Volkswagen, dove la casa automobilistica tedesca ha appena confermato il patteggiamento da 4,3 miliardi di euro per chiudere lo scandalo Dieselgate (negli Usa, non in Europa), arrivano perentori inviti al richiamo di tre modelli diesel a marchio Fca: Fiat 500, Jeep Renegade e Doblò. Ancora una volta nel mirino sono finite le...

cibo-rifiuti-compost-spreco

Spreco alimentare, secondo la Corte dei conti europea l’Ue non fa abbastanza

L’Ue contribuisce ad una filiera alimentare efficiente sotto il profilo delle risorse, per mezzo di un’efficace lotta allo spreco di cibo? Non a pieno. Secondo la Corte dei Conti europea quanto fatto finora non è sufficiente: l’Ue dovrebbe potenziare e coordinare  in modo migliore la sua strategia in materia, e la Commissione in particolare dovrebbe...

precariato

Le 5 più grandi menzogne del capitalismo globale e il precariato

Atavists, Nostalgics e Progressives nell’era dell’odio e della guerra ai salari

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del World economic forum iniziato oggi a Davos, con il titolo “The 5 biggest lies of global capitalism”  e fa parte di una serie di contributi per un dibattito sul precariato perché, come scrive lo stesso Guy Standing, «Insieme al cambiamento climatico  e all’impatto della quarta rivoluzione industriale,...

italia ricchezza disuguaglianza

Disuguaglianza, Oxfam: il 20% degli italiani possiede il 69% della ricchezza totale

In ballo un patrimonio da 9.973 miliardi di dollari, concentrato in troppe poche mani

L’Italia non è affatto un paese povero, è un paese dove la ricchezza - ammontante nel 2016 a 9.973 miliardi di dollari in totale - è distribuita secondo i criteri della disuguaglianza: il 20% più ricco degli italiani possiede poco più del 69% della ricchezza nazionale, lasciando al 60% più povero (ovvero, alla larga maggioranza)...

reddito di cittadinanza 1

Perché dovremmo avere tutti un reddito di base. Lo spiega il World economic forum di Davos

Cambiare il mondo del lavoro nell’era dei robot e della disoccupazione di massa

Oggi il sito del World economic forum (Wef), che inizia domani a Davos, pubblica un intervento di Scott Santens, fondatore dell’Economic security project, consulente dell’Universal income project, fondatore di Basic income action, membro dell’US basic income guarantee network e fondatore di Big patreon creator. All’articolo, intitolato "Why we should all have a basic income", viene dato...

ambiente economia disuguaglianza davos

Davos: non è nell’economia il più grave rischio globale, ma non ce ne siamo accorti

I risultati (ignorati) del nuovo Global risk report elaborato per il World economic forum. In cima alla lista ambiente e disuguaglianza

Il gotha della politica e dell’economia internazionale sta per riunirsi ancora una volta a Davos per il World economic forum (17-20 gennaio). Ad aspettare gli invitati ci sarà finalmente neve, in Svizzera, imbiancata in questi giorni. Non era scontato: nel Paese elvetico l’industria sciistica ha appena chiuso il suo peggior dicembre da 100 anni a...

io sono cultura 2016

In Italia il valore della cultura per l’economia nazionale è cresciuto durante la crisi

Nelle filiere culturali e creative la ricchezza è cresciuta mentre nel resto del Paese calava

Quella sostanziosa parte dell’economia nazionale che tra la sua linfa vitale dalla cultura non è stata piegata dagli ultimi anni di crisi, ma ne sta uscendo anzi un poco più forte: se nel periodo 2011/2015 la crisi si è fatta sentire incidendo in negativo su valore aggiunto e occupati del Paese, rispettivamente con il -0,1%...

libro cina

La Cina, il capitalismo di Stato e la crisi del Washington Consensus

Sono maturi i tempi per un riconoscimento a pieno titolo di quello che a partire dagli anni ’90 è stato definito “Bejing Consensus”

Chi avrebbe mai scommesso sulla capacità di tenuta delle ricette “neoliberiste” propugnate dal Washington Consensus a quasi dieci anni dall’inizio della crisi economica più grave dopo quella del ’29, che tiene ancora nella morsa gran parte delle economie occidentali? Non molti, pensiamo, ma sta di fatto che la crisi è tuttora trattata come un accidente...

Giustizia per Haiti

Haiti: land grabbing a 7 anni dal terremoto. La lotta delle comunità di Caracol (VIDEO)

3.500 persone private della terra per un parco industriale, costruito con i fondi post-terremoto

Il 12 gennaio del 2010 Haiti venne devastata da un terremoto violentissimo, che costò la vita a 222.517 persone e che danneggiò in tutto più di 3 milioni di haitiani. Come spiega AcitioAid, «Rialzarsi, dopo una tragedia simile, non è mai facile, ma il sostegno e la generosità della comunità internazionale non mancarono; privati, aziende ed...

lavoro

Un Piano per il lavoro oltre il referendum sui voucher

La Corte costituzionale ha esaminato ieri le tre richieste di referendum sottoposte al suo giudizio, ammettendone due  - "abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti" e "abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)" -, e bocciando la terza, inerente il referendum sulla "abrogazione delle disposizioni in materia di licenziamenti illegittimi". Per il segretario...

mappa-rischio-italia

Duemila anni di rischio idrogeologico e inondazioni: una storia italiana

Dal Cnr il nuovo Rapporto periodico sul rischio posto alla popolazione

La prima data ci porta indietro nel tempo fino al 68 d.C, l’ultima abbraccia l’anno appena trascorso. Il Rapporto periodico sul rischio posto alla popolazione italiana appena aggiornato al 2016 dal Cnr ripercorre a ritroso la storia di un Paese belle quanto fragile, a difesa del quale è stato fatto troppo poco. «In Italia, le...

internet-e-energia

Internet e rinnovabili, Greenpeace: «Amazon ancora in ritardo, Apple e Google guidano il ranking energia pulita»

Netflix non mantiene le promesse: compra solo crediti di compensazione

Secondo il rapporto di Greenpeace Usa “Clicking Clean:Who is Winning the Race to Build a Green Internet?”, che analizza l’impronta energetica dei grandi operatori di data center e di circa 70 tra siti web e app popolari, «Mentre Apple, Google, Facebook e Switch, azienda leader a livello mondiale nel settore dei data center, stanno compiendo...

seta-di-ragno-artificiale-1

Realizzata la seta di ragno artificiale. Ora è possibile filarne grandi quantità (VIDEO)

Un metodo biomimetico con applicazioni nei biomateriali o per la fabbricazione di tessuti

La seta ragno è un materiale attraente che viene  ben tollerato quando  è impiantato nei tessuti umani, è leggero ma è  più forte dell'acciaio, ed è anche biodegradabile. Per questo, essere in grado di produrre la seta di ragno artificiale è stato  a lungo un sogno di molti scienziati, ma finora tutti i tentativi avevano...

lavoro-green-economy-italia

Green economy, eccellenza senza timone: in Italia il 43,9% dei nuovi posti di lavoro è qui

Ma il punto debole rimane il solito, la mancanza di una stabile e proficua strategia nazionale di sviluppo

Anche il 2017 per il Bel Paese si apre all’insegna dell’incubo lavoro: mentre nell’area euro il tasso di disoccupazione comunicato da Eurostat tocca 9,8%, il più basso da luglio 2009, in Italia lo stesso risale all’11,9%: è il dato peggiore dell’Ue dietro alla Spagna (dalla Grecia non sono disponibili dati), e a soffrirne in misura...

obiettivi-onu-sdgs-italia

L’Italia ancora lontanissima dal raggiungere i 17 obiettivi Onu di sviluppo sostenibile

Dal ministero dell’Ambiente il primo rapporto sul posizionamento nazionale, in attesa di una Strategia

Il ministero dell’Ambiente ha pubblicato, con la collaborazione di numerosi atenei e istituzioni nazionali come Istat, Ispra, Enea, Cnr e Crea (e dopo consultazioni con espressioni della società civile come Asvis), il primo rapporto sul posizionamento italiano rispetto ai 17 Obiettivi globali di sviluppo sostenibile, definito come la «prima tappa di un lavoro che porterà...

trump-conflitto-dinteressi

Fiat Chrysler: Trump non ha nulla a che fare con i nuovi posti di lavoro nelle fabbriche Usa

Dal 2009 la multinazionale ha investito 9.6 miliardi di dollari e ha creato 25.000 posti di lavoro negli Stati Uniti

L’8 gennaio la FCA US, la casa madre di Fiat e Chrysler, ha annunciato che investirà  1 miliardo di dollari per ampliare le sue fabbriche in Michigan e Ohio e che questo creerà 2.000 nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti. In Italia si è detto subito che questa mossa era il frutto del neo-potezionismo...

bauman

Bauman a greenreport: «La società dei consumi è ostile, avversa alla sostenibilità»

«Dobbiamo trovare i mezzi per la felicità umana in modi che non comportino il consumare, consumare, consumare»

Zygmunt Bauman, professore emerito di sociologia all’Università di Leeds e a quella di Varsavia, verrà ricordato come uno dei più influenti pensatori di questi nostri giorni incerti. Un interregno da lui stesso ribattezzato “modernità liquida”. La redazione di greenreport.it ha avuto l’onore di incontrarlo in due occasioni, durante il Festival della Mente di Sarzana e...

carbone inquinamento wwf

L’Italia del carbone: da 11 centrali il 13,2% dell’elettricità e oltre il 40% della CO2

La Befana si è portata via le feste, ma non il carbone. Almeno non in Italia: come ricorda il Wwf, lungo il Paese ancora oggi sono in funzione 11 centrali a carbone, che durante il 2015 hanno fornito il 13,2% del consumo interno lordo di energia elettrica con circa 43.201 GWh. Un contributo tutto sommato...

taxi-new-york-auto

Car pooling, come 3mila auto in condivisione potrebbero sostituire 13mila taxi a New York

Un algoritmo in grado di soddisfare il 98% degli spostamenti urbani con un tempo medio di attesa di soli 2,8 minuti

Nell’ultimo anno, le maggiori preoccupazioni sentite dagli italiani in riferimento alla zona in cui vivono hanno molto a che vedere con l’auto: al primo posto secondo i dati raccolti dall’Istat c’è infatti l’inquinamento, seguito dal traffico e dalla difficoltà di parcheggio. Che cosa succederebbe se al posto delle oltre 43 milioni tra auto e moto...

corbyn-socialdemocratci

I socialdemocratici non possono battere i conservatori se non si alleano con sinistra e verdi

Il leader del Green Party: pronti a un’alleanza con la sinistra contro i conservatori

La Fabian Society ha pubblicato il rapporto “How Labour is too weak to win, and too strong to die” che, pur prendendo in esame la situazione del Regno Unito, può essere estesa a gran parte dell’Europa. Secondo l’influente think thank politico britannico «Il partito laburista è troppo debole per vincere le prossime elezioni - sia...

pianeta terra dio uomo consumismo

Dai beni ai servizi: come cambiano i consumi italiani in un decennio di crisi

Nel rapporto Coop la centralità della “generazione disagio” dei giovani e dell’economia circolare

L’economia italiana nel corso dell’anno appena concluso è rimasta nel solco di «un percorso di ripresa iniziato nel 2014», anche se con «ritmi di crescita modesti», trainata soprattutto dai «consumi delle famiglie, mentre le altre componenti della domanda hanno deluso». Affacciandoci nel 2017, avverte il Rapporto Coop appena pubblicato, le cose potrebbero presto cambiare. La...

mediterraneo-mar-nero

Il ruolo dell’Italia per uno sviluppo sostenibile del Mediterraneo

L’appello alle istituzioni della Fispmed, la Federazione internazionale per lo sviluppo sostenibile e la lotta contro la povertà nel Mediterraneo-Mar Nero

Dal 1 gennaio di quest’anno, l'Italia ha assunto la presidenza del G7 ed è entrata come membro non permanente nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di cui avrà la presidenza nel mese di novembre. Sempre dal 1° gennaio l'Italia è entrata anche nella trojka dell'Osce di cui guiderà il gruppo di contatto sul Mediterraneo. Il Mediterraneo potrà...

titolo v riforma costituzionale partecipate pubbliche

Spreco o risorsa? In Italia dalle partecipate pubbliche «valore aggiunto per 56 miliardi di euro»

Istat: «Perdite a circa 855 milioni di euro e utili a oltre 1,9 miliardi, con un saldo complessivo positivo per poco più di 1 miliardo di euro»

Nell’ultimo anno il funzionamento del settore statale è costato agli italiani 47,7 miliardi di euro; come ha riferito nella serata di ieri il ministero dell’Economia, questo significa che rispetto al 2015 sono stati conseguiti risparmi per 11,2 miliardi di euro. Tanti, pochi? Difficile rispondere guardando solo il saldo: il conto del ristorante un cliente lo...

avorio-cina

Cina, entro il 2017 vietato il commercio di avorio. Wwf: svolta storica

La Cina ha annunciato che, entro la fine del 2017, chiuderà il commercio nazionale di avorio: la prima fase prevede che entro il 31 marzo alcuni negozi che commerciano avorio siano chiusi e restituiscano le loro licenze, nei mesi successivi il divieto di commerciare avorio sarà esteso a tutta la Cina. Secondo il Wwf «E’ una...

deforestazione-capo-villaggio-indonesia

La prima donna capovillaggio dell’Indonesia sconfigge la deforestazione illegale con spie e posti di blocco

Ma l’Indonesia in 25 anni ha perso il 25% delle sue foreste

Quel che ha convinto la 43enne Hamisah  a scendere in politica è stato il pessimo stato della strada principale di Sidorejo, nel Sedahan Jaya nel nel Kalimantan occidentale (Borneo indonesiano), una striscia di terra battuta che si era trasformata in un pantano, tanto che i suoi figli tornavano da scuola con le gambe ricoperte di...

economisti-stoccolma-sviluppo-sostenibile-incertezza

Otto punti per lo sviluppo sostenibile nell’era dell’incertezza

«La crescita del Pil non è fine a sé stessa e la sostenibilità ambientale è un requisito, non un’opzione»

Dietro ai primi vagiti di questo nuovo anno s’intravede un’unica certezza: l'incertezza. Agli albori della crisi finanziaria che ancora intrappola l’Europa, rivolgendosi agli accademici della London school of economics la regina Elisabetta II chiese perché nessuno degli economisti si fosse accorto in tempo dell’imminente crack globale. I campanelli d’allarme in realtà furono molti ma vennero...

obama-apocalisse

Le quattro profezie di sventura repubblicane su Obama che non si sono verificate

Come la destra repubblicana neoliberista ha sbagliato tutte le sue previsioni economiche

Sarà la storia a giudicare Obama, in particolare per la sua politica estera, ma quel che è certo è che il 2017, a 18 giorni dall’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, ci consegna una certezza: le profezie di sventura dei repubblicani quando Obama venne confermato al suo secondo mandato, non si sono verificate. Eppure,...

desertificazione-cina

Un tappeto artificiale per tenere sotto controllo la desertificazione in Cina

Enormi scacchiere di paglia di riso e grano nel deserto del Tengger

Dopo due test sperimentali nel deserto di Tengger, in Cina, una coltura microbica chiamata “tappeto artificiale” si è rivelata un efficace strumento per ostacolare la desertificazione. Il deserto del Tengger è il quarto più grande della Cina, si estende su 43.000 km2 e copre aree della regione autonoma della Mongolia Interna, della regione autonoma Hui...

egec-geotermia

Al consiglio europeo per l’energia geotermica non piace il nuovo “Clean energy package” Ue

La Commissione europea dichiara un forte sostegno alle rinnovabili termiche, ma «evita misure vincolanti per un loro più rapido sviluppo»

Il  Consiglio europeo per l'energia geotermica (Egec), presieduto dal pisano Ruggero Bertani, dà un «tiepido benvenuto» alle proposte elaborate dalla Commissione europea per la revisione del quadro energetico Ue tramite la recente presentazione del nuovo "Clean energy package", pacchetto normativo che implica la revisione delle direttive comunitarie in materia di energie rinnovabili (2009/28/CE), performance energetiche in edilizia (2010/31/UE)...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 64