Economia ecologica

Il Libano ha un problema con la gestione dei rifiuti, e riguarda tutto il Mediterraneo

Ha toccato il suo apice con la crisi del 2015, quando le strade di Beirut si sono riempite di tonnellate di spazzatura, ma in realtà è ancora endemico. Un partenariato di organizzazioni locali, italiane e internazionali è in campo per affrontarlo

C’è un fiume: il Bared. C’è una comunità: l’Unione delle Municipalità di Jurd el-Kaytee. C’è una Regione: Akkar. C’è un Paese: il Libano. E c’è un’area: il bacino del Mediterraneo. Tutti questi elementi sono legati tra loro. Il filo che li lega: i rifiuti. Partiamo dal macro: il bacino del Mediterraneo, come purtroppo ogni mare...

Acciaio, nasce a Pontedera il polo per l’avvio a riciclo delle raccolte differenziate toscane

Giannotti: «Abbiamo l’ambizione di trasformare la nostra azienda nell’hub toscano del riciclo»

Ogni anno la Revet di Pontedera raccoglie, seleziona e avvia al riciclo 160mila tonnellate di rifiuti (materiali quali plastiche, alluminio, acciaio, vetro, poliaccoppiati come il tetrapak) derivati sia dalle raccolte differenziate urbane realizzate dai cittadini, sia da quelle delle attività produttive, offrendo i propri servizi a circa 200 amministrazioni comunali e oltre l’80% della popolazione...

A Monteverdi Marittimo si è aperta la “Porta per la geotermia”

Inaugurato il Parco che mostra storia e caratteristiche di questa fonte rinnovabile in Toscana, un ulteriore passo per favorire il turismo geotermico

È stata inaugurata ieri a Monteverdi Marittimo (Pi) il Parco “Porta per la geotermia”, che appena prima dell’entrata in paese – lato Sassetta – illustra i vari aspetti di questa fonte rinnovabile che caratterizza da sempre la Toscana. Il tutto attraverso pannelli che in italiano e in inglese spiegano la storia e il funzionamento di...

Nei mari italiani galleggiano 179.023 particelle di rifiuti in plastica per km quadrato

Analizzati anche i resti di 150 tartarughe spiaggiate, il 68% presentava plastica ingerita

Si è aperta oggi a Genova (dove rimarrà fino a domenica) la nona edizione di Slow fish, la manifestazione internazionale dedicata al pesce e alle risorse del mare, organizzata da Slow food con cadenza biennale, che mette quest’anno al centro del dibattito un tema cruciale: l’inquinamento provocato dai rifiuti marini, costituiti in larga parte da plastica....

Il futuro dell’Unione europea passa dalla lotta contro l’emergenza climatica

I ragazzi di Friday for future ai capi di Stato Ue riuniti a Sibiu: «Avete detto di averci ascoltato, allora agite. Il mondo vi sta guardando, e anche noi»

Il 9 maggio è un giorno speciale per l’Unione europea, potremmo definirlo il suo compleanno: la festa dell’Europa che si celebre oggi è infatti nata ricordare la storica dichiarazione resa  proprio nel 1950  dall'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman, in cui proponeva una nuova forma di cooperazione politica per il Vecchio continente – uscito pochi anni...

È stata presentata la mozione per impegnare il Governo a dichiarare emergenza climatica

Depositata ieri alla Camera, a firma Muroni-Speranza-Fornaro, sulla scia di quella approvata nel Regno Unito: «Crisi ambientale, crisi economica e crisi sociale camminano insieme. E le soluzioni pure»

Il 1 maggio 2019 la Camera dei Comuni britannica, attraverso la mozione presentata dal leader del Labour Jeremy Corbyn, ha dichiarato lo stato di emergenza climatica e ambientale a livello nazionale: adesso anche l’Italia ha l’occasione per impegnarsi su questo fronte, grazie alla mozione depositata ieri alla Camera una mozione (disponibile integralmente in allegato, ndr)...

Per la prima volta dal 2001 la crescita delle rinnovabili nel mondo non è aumentata

Nel mentre le emissioni di CO2 hanno raggiunto il record storico. Birol (Iea): «Il mondo non può permettersi di mettere in pausa le energie pulite»

Nel corso dell’ultimo anno sono stati installati nel mondo 177 GW di impianti alimentati da energie rinnovabili, la stessa cifra raggiunta nel 2017, ed è la prima volta da due decenni – come documenta l’analisi fornita dall’International energy agency (Iea) – che non si osserva un trend crescente. Lo stallo riguarda praticamente ogni angolo del...

Calano le installazioni di rinnovabili in Italia, -11% rispetto al 2018

L’Osservatorio Fer elaborato da Anie aggiorna i dati relativi al primo bimestre. Rischi elevati che il nostro Paese non riesca a centrare gli obiettivi previsti al 2030 per fonti pulite e riduzione delle emissioni

Dopo un inizio 2019 scoppiettante per le rinnovabili italiane – con fotovoltaico, eolico, idroelettrico e bioenergie che hanno segnato a gennaio +478 MW installati rispetto allo stesso mese del 2018 (un incremento del +695%) – è immediatamente seguita una frenata: secondo i dati aggiornati ieri dall’Osservatorio Fer dell’associazione confindustriale Anie Rinnovabili, nei primi due mesi...

All’Università di Pisa un ciclo di seminari per capire la geotermia

Al via oggi presso la scuola d'Ingegneria l’iniziativa per approfondire con rigore scientifico i vari aspetti – gestionali, economici, ambientali – dell’energia rinnovabile che caratterizza maggiormente la Toscana

Oggi in Toscana la geotermia – i cui impieghi a uso industriale sono iniziati proprio qui per la prima volta al mondo, oltre due secoli fa – permette di soddisfare più del 30% della propria domanda regionale di elettricità da fonte rinnovabile, oltre a garantire anche calore utile a riscaldare oltre 10mila utenti residenziali nonché aziende dei...

Per il successo delle politiche sul clima serve un “consenso informato”

Secondo Greta Thunberg «i media hanno più responsabilità dei politici, perché se le persone non sanno cosa succede, è perché i media non le hanno informate». Il raggiungimento degli obiettivi internazionali sul clima esige una crescente collaborazione tra giornalisti e scienziati

Quello di Parigi è un accordo universale e giuridicamente vincolante sul clima, che punta a contenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C rispetto ai livelli preindustriali, con l’impegno a fare sforzi per limitare l'aumento entro 1,5°C. Si tratta di obiettivi ambiziosi, che richiedono a ogni Paese firmatario, Italia inclusa, di compiere nei...

Rifiuti, in Toscana zero discariche sotto sequestro. Chiusi i lavori della Commissione d’inchiesta

Nella relazione che chiude 11 mesi di lavori bipartisan sette proposte per migliorare l’economia circolare sul territorio

La Commissione d’inchiesta in merito alle discariche sotto sequestro e al ciclo dei rifiuti, nata in seno al Consiglio regionale della Toscana, conclude con una buona notizia 11 mesi di lavoro serrato e verifiche sui territori, iniziate in parallelo all’inchiesta Dangerous trash deflagrata nel dicembre 2017 a Livorno attorno alle aziende Lonzi e Rari: sul...

Rifiuti, quattro milioni di euro per migliorare la raccolta differenziata nell’Ato Toscana Sud

Saranno impiegati per finanziare progetti che spaziano dal porta a porta alla raccolta con bidoni di prossimità, fino ai contenitori ad accesso controllato, in previsione di un sistema a tariffa puntuale

La raccolta differenziata dei rifiuti (o meglio degli imballaggi più l’organico, che rappresentano insieme circa il 14% di tutti i rifiuti prodotti in Italia) è un importante step intermedio per valorizzare gli scarti dei nostri consumi: è finalizzata al riciclo, e per dare corpo a questo fondamentale passaggio industriale è necessario che i materiali raccolti...

La Corte Ue conferma, anche gli inceneritori rientrano nella gerarchia per la gestione dei rifiuti

Ma una normativa nazionale come quella impostata con lo “Sblocca Italia” deve essere soggetta ad una valutazione ambientale preventiva

Alcune associazioni capitanate dal “Movimento legge rifiuti zero per l’economia circolare” hanno a suo tempo ricorso al Tar Lazio contro il Dpcm attuativo dell'art.35 dello “Sblocca Italia” – elaborato nel 2014 dal Governo Renzi, mentre il Dpcm è del 2016 –, che prevede un contestato potenziamento degli inceneritori come elemento per la gestione del ciclo...

Le emissioni di CO2 in Europa sono tornate a calare, e in Italia più della media Ue

Ma per il nostro Paese non c’è molto da festeggiare: nello stesso periodo la crescita del Pil è stata in assoluto la più bassa dell’area, indebolendo il disaccoppiamento tra le due variabili

Nell’Unione europea le emissioni di CO2 legate all’impiego dei combustibili fossili – responsabile di circa l’80% delle emissioni di CO2, e per due terzi di tutti i gas serra antropogenici – sono calate del 2,5% nel 2018, rispetto all’anno precedente. Si tratta di un incoraggiante ritorno a un trend di decremento, dopo che nel 2017...

Sin, bonifiche al palo nei 41 luoghi più inquinati d’Italia

Secondo le osservazioni Ispra comunicate alla commissione Ecomafie sono concluse solo per il 15% dei suoli e il 12% delle acque sotterranee. Anche la «proliferazione normativa» tra le cause dei ritardi

Sono trascorsi 21 anni da quando il ministero dell’Ambiente caratterizzò i primi 15 Siti d’interesse nazionale (Sin), individuando così le aree più bisognose di bonifiche a livello nazionale, ma da allora i progressi guadagnati sul campo sono stati pochissimi – mentre i Sin sono più che raddoppiati arrivando a quota 41. A fare il punto...

Un’Europa decarbonizzata e circolare, contro quella della paura e del populismo

Zanchini: «È il tempo di rilanciare il progetto europeo, e delle scelte per creare lavoro e rafforzare la coesione sociale»

In questi anni si è parlato con accento negativo dell'Europa delle banche, dell’alta finanza e di quella dei burocratici di Bruxelles e Strasburgo, dimenticando invece che l’Ue è stata spesso un vero salvagente per tanti Paesi, soprattutto per l’Italia: se il nostro Paese negli ultimi decenni ha approvato leggi ambientali sempre più ambiziose su rifiuti,...

Duecento sindaci chiedono zero emissioni entro il 2050 all’Ue e ai governi nazionali

La richiesta di approvare una strategia di decarbonizzazione a lungo termine arriva anche da 10 città italiane

Se una città italiana ha già dichiarato formalmente lo stato di emergenza climatica – Acri, in Calabria, è la prima ad aver siglato un simile atto nel nostro Paese –, altre dieci a pochi giorni dal vertice di Sibiu sul futuro dell'Europa si sono unite a 200 sindaci  e capi di amministrazioni locali di tutta...

È in Calabria la prima città italiana ad aver dichiarato lo stato di emergenza climatica

Una svolta che parte dai ragazzi di Friday for future: «La città si è posta capofila in quella che auspichiamo potrà essere una presa di coscienza chiara e risoluta» a livello nazionale

Mentre il Regno Unito da pochi giorni è diventato il primo stato al mondo a dichiarare l’emergenza climatica, ieri nelle edicole italiane due giornali di respiro nazionale sbeffeggiavano i rischi del riscaldamento globale scambiando l’emergenza confermata dal 97% degli scienziati climatici con un’ondata di freddo anomalo. Ma la notte non è così fonda come potrebbe...

Stiamo uccidendo 1.000.000 di specie animali e vegetali, mettendo a rischio anche la nostra

Sir Robert Watson (Ipbes): «Stiamo erodendo le fondamenta stesse delle nostre economie, dei mezzi di sussistenza, della sicurezza alimentare, della salute e della qualità della vita in tutto il mondo»

Il Gruppo intergovernativo per la biodiversità e i servizi ecosistemici (Ipbes) ha lavorato per tre anni sotto il cappello dell’Onu per realizzare un rapporto – presentato ieri a Parigi – che rappresenta un allarme senza precedenti per la vita sul nostro pianeta: 1 milione di specie animali e vegetali (ovvero circa 1/8 di tutte quelle...

G7 Ambiente, l’Italia punta sul «dialogo tra generazioni». Ma i giovani sono lasciati soli

Come spiega il ministro Costa «si riconosce l’esistenza di collegamenti tra la protezione dell’ambiente, la crescita economica e le diseguaglianze». Perché allora non si agisce di conseguenza?

Si chiude oggi a Metz, in Francia, il G7 Ambiente che ha riunito i ministri di Francia, Canada, Germania, Usa, Giappone, Italia e Regno Unito – oltre a rappresentanti di Cile, Egitto, Gabon, Isole Fiji, India, Indonesia, Messico, Niger, Norvegia e Ue – per un confronto serrato su quattro pilastri: lotta alle disuguaglianze, per favorire...

In Campania e Puglia ci sono più di 11 rifiuti (soprattutto plastica) ogni metro di spiaggia

Ciafani: «I numeri della nostra indagine dimostrano ancora una volta che il marine litter è un problema che ci coinvolge da vicino»

Una media di 1.136 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia, ovvero più di 11 rifiuti ogni metro: è questo quello che si sono trovati di fronte gli oltre 4.000 tra studenti, educatori e volontari che hanno dato corpo a “Se butti male… Finisce in mare!”, la seconda edizione del progetto educativo di Legambiente e Corepla – il Consorzio...

L’Alta Val di Cecina e le sue riserve naturali: un’estate alla scoperta dei territori geotermici

Molti gli eventi e le escursioni in programma, a partire da questa domenica con un percorso tra i saperi e i sapori locali della Comunità del Cibo ad Energie Rinnovabili

Un territorio con ricche sorprese da scoprire per chi lo visita, e da vivere appieno nelle sue sfumature per chi lo abita. Con l’arrivo della primavera l’Alta Val di Cecina dà il meglio di sé: riserve naturali, geotermia, attività escursionistiche ed esperienze di educazione ambientale, solo per citare alcune delle sfaccettature dell’offerta turistica. Un programma...

Kyoto Club, Legambiente e Wwf bocciano il decreto “sblocca cantieri”

Vecchio armamentario che rende più opaco il settore dei lavori pubblici

Secondo Kyoto Club, Legambiente e Wwf, che hanno mandato oggi le loro osservazioni e proposte di emendamento ai membri delle commissioni ambiente e lavori pubblici del Senato che entro il 7 maggio, con fretta singolare, dovranno votare il provvedimento, «Il decreto Sblocca Cantieri (decreto legge n. 39/2019) manca il suo obiettivo e rischia di produrre come unico...

Usa: ad aprile le rinnovabili hanno superato il carbone

Sempre più impianti eolici e solari mentre chiudono le centrali a carbone

Negli Usa aprile potrebbe essere stato il mese in cui è davvero cominciato il futuro elettrica ed è un futuro nel quale le centrali a carbone non hanno spazio: per la prima volta in assoluto, le energie rinnovabili (idroelettrico, biomasse, eolico, solare e geotermico) hanno prodotto più elettricità rispetto alle centrali a  carbone, che hanno...

Gpp, quei 160 miliardi di euro in acquisti pubblici che non aiutano la green economy

La Pubblica amministrazione bocciata in sostenibilità dai suoi stessi dipendenti: voto “5 meno”

La Fondazione per lo sviluppo sostenibile guidata dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi stima che in 5 anni 190 miliardi di euro in investimenti (pubblici e privati), concentrati su 5 importanti obiettivi ambientali, potrebbero creare 800mila posti di lavoro e dare una scossa determinante alle performance di sostenibilità italiane: sembra una cifra enorme, non fosse che...

Economia circolare, il punto sul nuovo Piano rifiuti toscano a State of the Union

Più biodigestori e meno discarica per gli urbani, mentre per gli speciali l’esempio da seguire è il patto già siglato tra il distretto conciario di Santa Croce e la Rea Impianti di Rosignano Marittimo

Tra le più rilevanti direttive approvate dall’Unione europea nella legislatura che sta per chiudersi spicca il pacchetto normativo sull'economia circolare – il cui recepimento in Italia risulta bloccato da sei mesi al Senato –, che ha visto come relatrice l’eurodeputata Simona Bonafè, ieri a Firenze per la tavola rotonda sul tema organizzata nell’ambito della tradizionale...

Cnr: «Cambiamenti biologici oceanici mai visti»

Studio internazionale: possibili conseguenze sui servizi ecosistemici come pesca, acquacoltura e turismo

«Nell’ultimo decennio il riscaldamento terrestre ha portato a mutamenti biologici su scala oceanica senza precedenti», è quanto emerge dallo studio “Prediction of Unprecedented Biological Shifts in the Global Ocean” pubblicato su Nature Climate Change da un team internazionale di ricercatori guidato dal Cnrs francese al quale hanno partecipato anche Alessandra Conversi dell’Istituto di scienze marine...

Brasile, gli indios rispondono a Bolsonaro: non siamo poveri, lascia l’oro sottoterra

La nostra ricchezza è vivere bene nella nostra terra, non prendere l’oro

Qualche giorno fa, il Presidente neofascista del Brasile,  Jair Bolsonaro, aveva nuovamente auspicato l'apertura dei territori indigeni ad attività minerarie alle monocolture estensive, sostenendo che gli indios sono poveri in un territorio ricco. I leader degli indios Yanomami e Yek’wana hanno risposto con un video e le principali associazioni dei  popoli indigeni hanno inviato  ...

Elezioni Europee: tre domande ai candidati su consumo di suolo e paesaggio

Una lettera del Forum Salviamo il Paesaggio: urgente una Direttiva Europea a protezione dei suoli

Il 26 maggio saremo chiamati alle urne per rinnovare il Parlamento Europeo e il Forum Salviamo il Paesaggio dice che i temi che «I temi a noi cari paiono essere – gravemente – assenti dal dibattito politico. Così come, negli ultimi anni, risultano “scomparsi” dal dibattito dello stesso organismo comunitario, dopo il fallimento della proposta di Direttiva...

Efficienza energetica e mercato immobiliare: migliora la qualità energetica degli edifici

Cresce il numero di immobili compravenduti nelle prime tre tipologie energetiche (+6%) ed il numero di immobili oggetto di ristrutturazione (+12%)

Dall’analisi sul monitoraggio delle dinamiche del mercato immobiliare in funzione delle caratteristiche energetiche degli edifici, frutto della collaborazione tra Enea, Istituto per la Competitività (I-Com) e la Federazione italiana degli agenti immobiliari professionisti (Fiaip) emerge un miglioramento del quadro generale del mercato. Enea, I-Com e Fiaip sottolineano che «Nonostante l’importante peso che hanno gli immobili...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 211