Economia ecologica

I Paesi in via di sviluppo che dipendono dai prodotti di base devono diversificare le loro economie (VIDEO)

Altrimenti rischiano di non raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030

Secondo il Commodities and Development Report 2017  pubblicato dall’United Nations conference on trade and development (Unctad) e dalla Fao, «Senza un rinnovato impegno per un cambiamento delle politiche, i Paesi in via di sviluppo dipendenti dalle materie prime (commodity-dependent developing countries.  (Cddc), per il 2030 resteranno indietro nei loro risultati sociali ed economici rispetto ai...

L’aumento delle temperature accelererà la migrazione di richiedenti asilo in Europa

Perché anche la destra europea dovrebbe opporsi al negazionismo climatico di Donald Trump

Lo studio “Asylum applications respond to temperature fluctuations” pubblicato su Science da Anouch Missirian e Wolfram Schlenker della Columbia University prevede che, se continueremo a emmettere gas serra in atmosfera al ritmo attuale, entro il 2100 i migranti che richiederanno asilo nell'Unione europea potrebbero quasi triplicare rispetto alla media degli ultimi 15 anni. Secondo ,lo...

Nasce l’Arera: l’Autorità di regolazione per l’energia, reti e ambiente

Con l’approvazione dell’ultima legge di Bilancio all’Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico (Aeegsi) viene affidato il ruolo di regolatore anche il mondo dei rifiuti

La XVII legislatura della Repubblica è ormai agli sgoccioli, e lo scioglimento delle Camere da parte del presidente Mattarella si avvicina a grandi passi: forse il liberi tutti arriverà già domani, in ogni caso entro la fine dell’anno. Ma dall’approvazione della legge di Bilancio 2018 – l’ultimo lascito del Parlamento – arriva un altro segnale...

Governance debole e instabilità sociopolitica portano alla perdita di biodiversità

Più forte cresce il Pil pro capite, maggiore è il declino delle specie di uccelli acquatici

I big data sulla biodiversità globale dimostrano che per determinare  il declino delle specie una cattiva governance nazionale è un indicatore migliore per il declino delle specie rispetto a qualsiasi altro indicatore antropogenico e che, in una situazione di instabilità socio-politica nemmeno le aree protette riescono a fare la differenza. Inoltre, c'è anche un rapporto...

In Asia, Africa, Sud America e Usa il caldo umido potrebbe superare la resistenza umana

Con l’aumento delle temperature, l’umidità potrebbe raggiungere il punto di rottura in alcune aree

Lo studio “Temperature and humidity based projections of a rapid rise in global heat stress exposure during the 21st century” pubblicato su Environmental Research Letters da un team di ricercatori della Columbia University e del Nasa Goddard institute for space studies, conferma che, mentre il clima si riscalda, le ondate di  caldo killer  diventeranno sempre...

I cani uccidono più bestiame e specie protette dei lupi e dei leopardi delle nevi

Sono il terzo predatore alieno più dannoso del mondo

Che gli attacchi al bestiame fossero portati soprattutto da lupi e leopardi delle nevi lo aveva già smentito a maggio uno studio dell’Ashoka trust for research in ecology and the environment, secondo il quale «I cani sono tra i migliori predatori di bestiame nella regione dell'Himalaya superiore e hanno ucciso più animali da fattoria dei...

Come la geotermia potrebbe rivoluzionare l’approvvigionamento mondiale di energia termica

Al di sotto del 16% della superficie terrestre sono presenti falde acquifere idonee per utilizzi diretti del calore geotermico a bassa entalpia

Un team internazionale composto da nove ricercatori ha appena pubblicato lo studio Geothermal energy in deep aquifers: A global assessment of the resource base for direct heat utilization, che individua un enorme potenziale geotermico non sfruttato in grado di soddisfare i bisogni umani di riscaldamento e raffrescamento degli edifici. I ricercatori, dopo aver ricordato come...

Nelle Azzorre inaugurato un impianto geotermico con tecnologia made in Italy

Bonvini (Exergy): «Vediamo molte opportunità di applicazione della nostra tecnologia in questo ambito»

L’azienda italiana Exergy (parte del gruppo industriale Maccaferri) e la società portoghese Cme per Eda Renováveis – società in capo all’utility delle Azzorre – hanno ufficialmente inaugurato un impianto geotermico da 4 MWe a Pico Alto al centro dell’isola di Terceira, 1.500 km al largo della costa portoghese: grazie a quest’impianto le Azzore potranno contare...

Consigli anti-spreco e per una buona raccolta differenziata, anche a Natale

Dai regali al cenone, ogni aspetto legato alle feste può rappresentare l’occasione per adottare buone pratiche ambientali

Natale è alle porte, e alcuni accorgimenti sono necessari per vivere le feste natalizie in maniera consapevole e più sostenibile. Quali? Le idee sono molte. In primis il sempre valido invito a rifuggire dal consumismo più gretto – soprattutto in un’occasione gentile come il Natale –, ma anche porre attenzione alle piccole cose può aiutarci...

Per la prima volta in Italia entrano in legge di Bilancio incentivi al riciclo

In arrivo il credito di imposta per l’acquisto di prodotti e arredi derivanti dal plasmix, previsti tre milioni di euro in tre anni

Con 296 voti a favore e 160 contrari, la Camera dei deputati ha appena confermato la fiducia al governo sulla legge di Bilancio 2018, passaggio propedeutico all’ultimo esame dell’Aula e dunque alle votazioni in Senato. Con un’importante novità: è stato approvato in commissione Bilancio un emendamento che introduce per la prima volta un incentivo a...

Nasce Elga, network mondiale di diritto ecologico per una nuova governance ambientale

«Non è più il tempo per essere pessimisti, urge una voce unificata per diffondere le migliori pratiche esistenti»

Si è svolta presso il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena la conferenza internazionale di presentazione del nuovo network scientifico Ecological law and governace association (Elga - www.elga.world). La conferenza, che ha visto gli autori di questo articolo impegnati in prima persona come membri del comitato organizzatore locale, ha coinvolto alcuni tra i più autorevoli...

Quanto spendono (davvero) le famiglie italiane per incentivare rinnovabili ed efficienza energetica

Investendo appena il 5% della bolletta energetica (tra luce, gas e spesa carburanti) è stato possibile creare 39mila posti di lavoro e tagliare tanta CO2 quanta ne assorbirebbero 2,2 miliardi di alberi

Nel 2016 sono stati 81 i TWh prodotti da energie rinnovabili (nei settori elettrico, termico e dei trasporti) incentivati dal Gse, il Gestore dei servizi energetici, che in uno studio dedicato spiega con la massima trasparenza da dove sono arrivate le risorse per tali incentivi, e con quali benefici per ambiente e lavoro. Da una...

Realacci, Rossella Muroni in Parlamento? «Buona notizia per chi ha a cuore l’ambiente»

«Ci accomuna l'impegno in Legambiente e l'idea di un ambientalismo attento alle ragioni delle persone e delle comunità»

Le storie personali di Ermete Realacci e Rossella Muroni sono inestricabilmente legate al nome di Legambiente, la più diffusa associazione ambientalista presente sul territorio italiano. Realacci ha preso per mano il Cigno verde agli albori, guidandolo come presidente dal 1987 al 2003 e meritandosi tuttora la carica di presidente onorario; anche Muroni è stata eletta...

La preparazione dei campioni da laboratorio per una maggiore efficienza energetica

La prevenzione all’inquinamento ambientale rappresenta un aspetto di primaria importanza per il futuro delle società industrializzate di oggi, che sono sempre più chiamate a fare dell’educazione al riciclo e dello smaltimento sostenibile dei rifiuti prodotti le parole chiave delle proprie politiche ambientali. Se tuttavia la produzione di rifiuti non può essere rimossa nella sua totalità...

L’ambiente non esiste per i Tg italiani: appena l’11% delle notizie ne parla

E anche quando lo fanno nel 72% dei casi si tratta della “cronaca di disastri naturali”, o lanci su “condizioni meteorologiche”

Il rapporto Eco-media 2017, promosso da Pentapolis Onlus e presentato ieri a Roma durante il IV forum nazionale Ambiente e sviluppo sostenibile tra informazione, economia e politica indaga la presenza di notizie dedicate all’ambiente nelle edizioni prime time dei sette principali Tg italiani, ovvero quelli che vanno in onda su Rai1, Ra2, Rai3, Rete4, Canale5,...

Il cambiamento climatico è tra le 6 maggiori preoccupazioni degli europei

Gli italiani preoccupati per l’inquinamento atmosferico. In cima alla lista Ue immigrazione e terrorismo

Secondo la nuova indagine Eurobarometro, a livello europeo le principali preoccupazioni sono l’immigrazione e il terrorismo – rispettivamente al 39% (+1 sull’Euro barometro di primavera) e al 38% (-6) – temi che preoccupano i cittadini europei più degli altri, ma che mostrano forti oscillazioni (anche di 20 punti percentuali) che sembrano determinate dalle emergenze e...

E’ possibile fare previsioni meteorologiche estive migliori per l’Europa Occidentale

Le anomalie delle temperature dell’Atlantico in primavera svolgono un ruolo essenziale

Le previsioni meteorologiche stagionali estive potrebbero diventare molto più accurate grazie al nuovo studio  “Observational evidence of European summer weather patterns predictable from spring”, pubblicato su Proceedings of the National Academy of the Sciences  da un team di ricercatori del National centre for atmospheric science (Ncas) dell’università britannica di Reading che  ha scoperto che le...

Navi Ue nel Mare Adriatico per rafforzare il controllo della pesca

Garantire un'effettiva protezione di almeno il 10% del Mediterraneo entro il 2020

Dal primo dicembre la nave di ispezione "Aegis I" sta pattugliando il  Mare Adriatico come parte di un piano di dispiegamento congiunto per il Mediterraneo. L'Agenzia europea di controllo della pesca (European fisheries control agency – Efca) sta collaborando con  Italia, Grecia e Croazia che hanno ispettori a bordo dell’Aegis I. Secondo l’Efca, «Il rispetto delle...

Tavolo Ilva di Taranto, i 5 nodi irrisolti da affrontare secondo Legambiente

«Non si perda questa occasione di confronto. Il Governo dia risposte chiare e si affrontino i nodi irrisolti per il bene di Taranto e per quello dei suoi cittadini»

In vista del tavolo tecnico convocato domani a Roma dal ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, al quale parteciperanno anche il presidente della Puglia Michele Emiliano e il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci. Il direttore di Legambiente, Stefano Ciafani, chiede di «Affrontare i nodi irrisolti dell’Ilva a partire dai tempi degli interventi, da una riconversione...

Legambiente e Pietro Grasso sulle dimissioni da presidente di Rossella Muroni

La sua voce autorevole porterà con forza e credibilità le ragioni dell’ambiente nella politica italiana

La segreteria nazionale di Legambiente ha ricevuto ieri l’annuncio delle dimissioni della presidente nazionale Rossella Muroni che ha deciso di affiancare Pietro Grasso nella costruzione del nuovo soggetto politico Liberi e Uguali e ringrazia la presidente «per i suoi 22 anni di impegno e in particolare per lo straordinario lavoro svolto negli ultimi 10 anni prima...

Economia circolare, dopo 18 mesi arriva l’accordo provvisorio sul pacchetto legislativo Ue

Proposti nuovi obiettivi per la gestione dei rifiuti urbani e i conferimenti in discarica, ma si ignorano i rifiuti speciali

Ieri il Consiglio e il Parlamento Ue hanno raggiunto un accordo provvisorio sul pacchetto legislativo per l’economia circolare, i cui primi passi vennero mossi nel dicembre 2015. «Dopo 18 mesi di lavoro e 17 ore non stop di negoziato intenso abbiamo trovato l’accordo sulle 4 direttive waste», spiega l’eurodeputata italiana Simona Bonafé, in quanto l’accordo...

Estinzione, Wwf: le 16 specie che rischiano di non vedere più il Natale

La Mappa dello spettacolo della natura che figli e nipoti rischiano di perdersi

Secondo il Wwf, «Vaquita e leopardo dell’Amur, due specie che rischiano di non vedere il Natale 2018 per il numero esiguo a cui sono ridotte le loro popolazioni. Della prima, una specie simile ad un delfino, ne sono rimasti solo 30 esemplari nel golfo della California, del secondo, un agilissimo felino che sopravvive ancora nelle foreste temperate tra...

L’Area marina protetta Costa di Maratea non può restare una chimera

Legambiente e imprenditori locali: uno strumento di tutela e un marchio di qualità del territorio

Legambiente Basilicata ha convocato una Conferenza Stampa per chiedere nuovamente alla Regione Basilicata e ai parlamentari lucani di fare ogni sforzo per far inserire nella legge Finanziaria 2018 la previsione di istituzione e il finanziamento dell'Area Marina Protetta Costa di Maratea. All'incontro erano presenti oltre al Presidente di Legambiente Basilicata Antonio Lanorte e al Presidente...

Rossella Muroni si dimette da presidente di Legambiente e entra in Liberi e Uguali

Buon vento Legambiente. La rappresentanza legale del Cigno Verde passerà a Stefano Ciafani

Con una lettera inviata ai regionali, ai Circoli e all’Assemblea dei delegati di Legambiente, Rossella Muroni, eletta nel 2015 alla testa del Cigno verde, dopo che dal 2007 ne era stata Direttrice generale, ha annunciato le sue dimissioni dalla presidenza della più diffusa associazione ambientalista italiana. La lettera è significativamente preceduta  da un brano della...

Cambiano le migliori tecniche disponibili (Bat) per l’industria dei prodotti chimici organici

Nuovi standard Ue pubblicati in Gazzetta ufficiale per plastiche, pesticidi, prodotti farmaceutici e molti altri prodotti

Nuovi livelli emissivi e standard di efficienza aiuteranno le autorità nazionali a ridurre l'impatto ambientale dei 3.200 impianti che producono prodotti chimici organici di grande volume (Lvoc) e rappresentano il 63% dell'intera industria chimica dell'Ue. Le nuove specifiche derivano da una revisione condotta dal Centro comune di ricerche (Jrc) della Commissione europea, sul Best reference techniques...

Migaration Day: 4 italiani su 5 preoccupati. Ma il 70% è per accogliere i profughi

Netta distinzione tra profughi, clandestini e regolari e per il 44% gli immigrati sono una risorsa

In occasione dell’International Migratin Dau 2017 - Safe Migration in a World on the Move, Doxa  ha sondato l’atteggiamento degli italiani nei confronti dell’immigrazione e ha scoperto che scopre che il 78% è «preoccupato», ma anche che il 70%  «va accolto» chi scappa da guerre e terrorismo. Insomma le radici solidaristiche del movimento operaio e...

Istat, le grandi imprese italiane investono il +32,1% in più nella protezione dell’ambiente

«Nel 2015 si stima che la spesa per investimenti ambientali realizzata dalle imprese dell’industria in senso stretto sia pari a 1.405 milioni di euro»

Secondo il rapporto su Gli investimenti per la protezione dell'ambiente delle imprese industriali pubblicato oggi dall’Istat, dopo «consistenti flessioni» registrate nei due anni precedenti, nel 2015 gli «investimenti per la protezione dell'ambiente delle imprese industriali aumentano in misura significativa (+25,8% rispetto all’anno precedente)», in particolar modo quando le imprese sono di grandi dimensioni. In tal...

Consiglio Europeo ed ecoinnovazione: «Consentire la transizione verso un’economia circolare» (VIDEO)

Una politica globale dell'Ue che copra l'intero ciclo di vita dei prodotti

Oggi il consiglio europeo ha adottato delle conclusioni sull'ecoinnovazione «che consentiranno la transizione di importanza vitale verso un'economia circolare». La presidenza di turno estone dell’Unione europea sottolinea che  l'ecoinnovazione è stata una  sua priorità durante questo semestre de che «Le discussioni sull'argomento nella meeting informale dei ministri dell'Ambiente tenutasi a Tallinn nel luglio 2017 hanno...

Più investimenti e meno migranti. L’improbabile equazione del Piano Europa Africa

Giornata Internazionale delle Migrazioni: una proposta per il ruolo dell’Italia

Il Piano per gli investimenti esterni dell’Unione europea, lanciato al Summit tra Unione Africana ed Unione Europea di Abidjan  prevede 50  miliardi di euro per ridurre le migrazioni dall’Africa consistenti anche i strumenti di garanzia e credito agevolato per 4,1 miliardi di euro, allo scopo di attirare capitali privati - 10 volte maggiori - per...

Il dibattito pubblico in Italia non piace dove più servirebbe: sull’energia

La bozza di decreto che lo introduce esclude impianti energetici (gasdotti, oleodotti, trivelle, nucleare)

Tra gli importanti debutti previsti nel nuovo Codice degli appalti (D.lgs 50/2016) il dibattito pubblico ricopre di diritto un ruolo primario: obbligatorio per le grandi opere da almeno 200-500 milioni di euro, se richiesto dalle amministrazioni centrali, da quelle locali o da un numero congruo di cittadini (50mila le firme richieste), il dibattito pubblico in...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 94