Economia ecologica

Perché senza buon giornalismo lo sviluppo sostenibile si allontana (e non abbiamo più tempo)

«La sfida che abbiamo davanti la giocano anche i singoli cittadini con la loro formazione culturale e le loro scelte di vita, per l’elaborazione delle quali l’informazione riveste un ruolo fondamentale»

È più comodo credere in una rassicurante bugia che a una scomoda verità, si dice. Almeno finché la scomoda verità non comincia a crollarti addosso: la svolta sta nell’accorgersene per tempo. Il problema dell’Italia con i cambiamenti climatici è tutto qui. L’evidenza del riscaldamento globale è ormai nota alla scienza, e l’Ispra ci comunica che...

Europe Beyond Coal; la società civile insieme per far uscire l’Europa dal carbone

Una nuova ricerca conferma i devastanti effetti del carbone sulla salute

Molte organizzazioni provenienti da 28 Paesi - Albania, Austria, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Kosovo, Macedonia, Montenegro, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia - hanno lanciato la campagna Europe Beyond Coal «Per combattere gli impatti dei cambiamenti climatici e dell'inquinamento...

Livorno ha il Regolamento per l’amministrazione condivisa dei beni comuni urbani

Al via una fase sperimentale di un anno

Anche Livorno, come molte altre città italiane, ora ha il suo Regolamento per l'Amministrazione condivisa dei beni comuni urbani,  e l’amministrazione comunale spiega che si tratta di «una disciplina che attua i principi propri della Costituzione Italiana e che consente ai cittadini attivi di prendersi cura dei beni comuni, sia materiali che immateriali, della propria...

Ecco come funziona il bonus verde, la detrazione fiscale contro l’inquinamento in città

La presenza degli alberi taglia la concentrazione del PM atmosferico tra il 7% ed il 24% entro i 100 mt di distanza dalla pianta, e riduce la temperatura dell’ambiente di 1-3 °C

Il bonus verde privato è una azione concreta per incentivare la presenza di verde all’interno delle città, ottenuto grazie al lavoro del Cnfpp (Coordinamento nazionale della filiera del florovivaismo e del paesaggio) guidato da Nada Forbici, presidente di Assofloro Lombardia, vera regista dello storico provvedimento entrato nella legge di Bilancio (clicca qui per approfondire l'iter)....

L’indice dei prezzi alimentari della Fao scende grazie al calo dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari

Nel 2018 nuovi record produzione mondiale e scorte di cereali

A ottobre i prezzi dei prodotti alimentari sono scesi trainati dai prodotti lattiero-caseari e ora sono in media al  27% in meno del loro livello massimo raggiunto all'inizio del 2011.  A dirlo è l'indice dei prezzi alimentari della Fao che ha segnato una media 176,4 punti, un calo dell'1,3% rispetto a settembre, ma ancora il...

Gli impatti sanitari del cambiamento climatico potrebbero rovinare l’economia mondiale (VIDEO)

Lancet: l'inazione climatica è un costo irreversibile e inaccettabile per la salute umana

Nei giorni scorsi è stato pubblicato “Lancet Countdown on health and climate change: from 25 years of inaction to a global transformation for public health” che analizza i progressi sui salute umana e cambiamento climatico e le loro impiclazioni per gli impegni presi dai governi del mondo con l’Accordo di Parigi. Un’iniziativa che fa seguito ai...

ICity rate 2017: più sei smart, più sei sostenibile?

L'innovazione tecnologica contribuisce all'innovazione sociale e alla sostenibilità ambientale, ma è proprio l'integrazione tra queste componenti che emerge come problema

Quanto sono smart le città italiane? Una domanda alla quale cerca di rispondere ogni anno, da 5 anni, il rapporto ICity rate compilato dal Forum PA (società del gruppo Digital 360) e presentato a Milano il 24 ottobre. Zeppo di dati riguarda i comuni capoluogo di 106 province italiane, una rete di città diffusa sul...

Ispra: crescono i rifiuti urbani prodotti, la raccolta differenziata e i costi di gestione

Si allarga la «forbice tra percentuale di raccolta differenziata e tassi di riciclaggio»

Secondo la ricerca presentata oggi da Acri-Ipsos in occasione della 93esima Giornata mondiale del risparmio nell’Italia del 2017 «la crisi non è ancora finita ma il clima di fiducia migliora, anche se con una forte polarizzazione tra il Nord e il Sud del Paese, così come tra chi sta male e chi sta bene». Come...

Gas serra, preoccupante gap da colmare per rispettare l’Accordo di Parigi

Unep: impegni per solo un terzo di quanto necessario per evitare i peggiori impatti del cambiamento climatico

Secondo l’ottavo “’UN Environment’s Emissions Gap report”  appena pubblicato a Ginevra, le cose non vanno per niente bene e «I governi e gli attori non statali devono attuare ancora una crescita urgente della loro ambizione ne per garantire che gli obiettivi dell'accordo di Parigi siano soddisfatti». Il rapporto dell’United Nations environment programme (Uneep) viene pubblicato...

Rifiuti, ecco perché incentivare il riciclo del plasmix è «assolutamente necessario»

Realacci a greenreport: «Abbiamo incardinato la proposta di legge in commissione Ambiente come segnale politico, ma si potrebbe fare molto anche con le leggi esistenti se il ministero dell’Ambiente stesse un po’ più sul pezzo». A partire da capitolati d’appalto e acquisti verdi della Pubblica amministrazione

Anche se non quanto sarebbe necessario, l’Italia oggi investe in modo massiccio sull’ambiente: secondo il Catalogo dei sussidi ambientali elaborato dal ministero dell’Ambiente ammontano a 15,7 i miliardi di euro/anno assegnati a sussidi ambientalmente favorevoli. Il problema è che ne vengono investiti ancora di più in sussidi ambientalmente dannosi: 16,1 miliardi di euro/anno. Uno squilibrio che...

Cambiamenti climatici e mente umana. Intervista a Robert Jay Lifton

La sterzata climatica ci salverà da Donald Trump e dai negazionisti?

La nota e pluripremiata giornalista ambientale Diane Toomey, science editor di  Living on Earth, ha intervistato su Yale Environment 360,  lo psichiatra e storico statunitense Robert Jay Lifton, vincitore di un National Book Award con il libro “Death in Life: Survivors of Hiroshima”  e  che ha indagato in profondità su alcune delle vicende più oscure e traumatici...

Geotermia e salute sull’Amiata, a che punto è l’indagine InVETTA

Voller (Ars): «Siamo molti soddisfatti, c’è una buona partecipazione dei cittadini e molte persone si sono autocandidate a partecipare»

L’Agenzia regionale di sanità della Toscana (Ars) ha presentato all’inizio di quest’anno la nuova Indagine di biomonitoraggio e valutazioni epidemiologiche a tutela della salute nei territori dell'Amiata – da cui l’acronimo InVETTA –, volta a indagare la salute degli amiatini ed i principali fattori di rischio presenti nell’area. Un lavoro che si aggiunge alle indagini già concluse nell’area dall’Ars...

Green economy: a Torino si “allenano” 25 giovani startupper del Mediterraneo

Unido e Fondazione CRT contro il dramma della disoccupazione giovanile che crea migranti

Vengono da’Egitto (tutte ragazze, Alyaa, Basant e Dalia), Serbia (Balsa, Ljubica, Anja), Siria (Ahmad e Samer), Tunisia (Achref e Ayadi), Libano (Alexandre e Rosemary), Italia (Luca e Danilo), Grecia (Filothei), Israele (Jacklin), Palestina (Sawsan) Gioredania (Zaid), Marocco (Othmane), Turchia (Damla), Portogallo (Daniel), Spagna (Iosu), Francia (Manthitan), Bosnia Erzegovina (Armin) e Macedonia (Simona) i 25  giovani...

Ecosistema urbano 2017, Legambiente misura la sostenibilità delle città italiane

«Rammarico per l’eccellenza, che in nessun capoluogo riguarda tutti gli aspetti della qualità ambientale e dei servizi al cittadino»

Giunto quest’anno alla sua 24esima edizione, Ecosistema urbano torna a rimescolare la classifica della sostenibilità tra i 104 capoluoghi di provincia italiani, offrendo una preziosa occasione per valutare gli scivoloni verso il basso come i progressi già agguantati e quelli che ancora rimangono da conquistare. Dall’edizione 2017 del rapporto annuale elaborato da Legambiente – con...

Gestire i rifiuti per proteggere le mangrovie di Haiti

Negli ultimi 20 anni le mangrovie di Haiti sempre più esposte ai rifiuti marini e urbani

Nei piccoli Stati insulari come la poverissima Haiti le Zone umide sono essenziali: proteggono le coste dai  disastri naturali, forniscono mezzi di sussistenza a gran parte della popolazione e garantiscono che gli abitanti abbiano abbastanza da mangiare. Ma negli ultimi 20° anni, tra un uragano devastante e un terremoto distruttivo e mortale, le mangrovie di...

Raccolti in Toscana 24 milioni di kg di Raee, 16 quelli trattati negli impianti sul territorio

«La Regione Toscana rappresenta un modello virtuoso grazie alla presenza di una ottima rete di impianti sul territorio», ma è necessario migliorare ancora

Secondo i dati diffusi ieri a Firenze dal Centro di coordinamento Raee, nel corso del 2016 gli impianti autorizzati sul territorio hanno trattato 16.235.501 kg di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, di cui 1.267.208 kg da Raee professionali (di tutte le categorie, ad eccezione di giocattoli e apparecchiature per lo sport e il tempo libero)...

Sisma del Centro Italia: ferme la ricostruzione delle scuole e la consegna delle casette

Solo un edificio scolastico realizzato e uno in costruzione sui 108 previsti 995 soluzioni abitative d’emergenza consegnate su 3570 richieste

Il rapporto “Il punto sulla costruzione delle casette e delle scuole Sisma 2016-2017” dell’Osservatorio per la ricostruzione di qualità promosso da Fillea-Cgil e Legambiente è l’impietosa e immobile foto di un nuovo fallimento: «A un anno dagli eventi sismici del 26 e 30 ottobre 2016 nel Centro Italia, alla vigilia del secondo inverno, la ricostruzione...

La Toscana della geotermia lancia il XIV Forum per formare i giornalisti sull’ambiente

Cauteruccio (Greenaccord): «Appuntamento fisso per giornalisti di tutto il mondo interessati a costruire una rete di informatori preparati sulle nuove sfide che attendono i governi»

Se i più noti leader politici italiani dedicano al massimo l’1% degli spazi conquistati sui Tg nazionali alla green economy – come testimonia una ricerca resa oggi nota dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile – i motivi vanno certo ricercati nella mancanza di saper distinguere dimensioni e prospettiva dell’economia verde, ma forse anche il mondo...

Perché Berlusconi, Bersani, Di Maio, Meloni, Salvini e Renzi non parlano mai di green economy in tv?

Nelle dichiarazioni dei più noti leader politici i temi dell’economia verde non compaiono, eppure danno lavoro a quasi 3 milioni di italiani

La campagna elettorale in vista delle prossime politiche è ufficialmente partita da tempo, un momento in cui in leader politici dovrebbero spiegare ai loro (potenziali) elettori i programmi che hanno in mente su temi utili per lo sviluppo del Paese: la green economy rientra tra questi? Ad ascoltare le dichiarazioni rilasciate ai 7 Tg nazionali...

Quanto conta l’ambiente per le aziende italiane? Molto, secondo un’indagine DNV GL e GFK

La più grossa preoccupazione è la gestione e lo smaltimento dei rifiuti

Secondo l'indagine “il business è sempre più green” svolta dall'ente di certificazione DNV GL - Business Assurance, con il supporto dell'istituto di ricerca GFK Eurisko, «In Italia per quasi 9 aziende su 10 la gestione ambientale è un aspetto chiave della strategia di business». Per analizzare le principali tendenze globali e i cambiamenti nella percezione della gestione...

Il paradosso della Puglia, regina italiana delle rinnovabili e del carbone

È qui la più alta capacità fotovoltaica ed eolica installata, ma anche la più alta intensità di emissioni di CO2. Ferrante: «Gas come fonte fossile di transizione, ma verso 100% rinnovabili»

Non esiste forse Regione più adatta della Puglia per capire le contraddizioni e speranze di cui vive oggi in Italia la transizione energetica verso un futuro – si spera – più sostenibile. La Puglia produce oggi il 210% dell’energia elettrica utile a soddisfare il proprio consumo interno: oltre a produrre il 14% di tutta l’elettricità...

Investire nella salvaguardia della biodiversità conviene

Studio internazionale dimostra che investire nella natura fa bene all’economia e alla società

I governi e i donatori che dal Rio Earth Summit del 1992 in poi hanno speso miliardi di dollari nel tentativo di rallentare lì estinzione di massa delle specie in tutto il mondo hanno un buon investimento, A dirlo è lo studio  "Reductions in global biodiversity loss predicted from conservation spending", pubblicato su Nature da...

Bonifiche a Piombino, l’assessore all’Ambiente risponde all’appello di Legambiente

Chiarei: «La parte pubblica dovrà reperire risorse specifiche. Magari questo può costituire una parte di un nuovo auspicabile Accordo di Programma per la nostra area industriale»

La questione sollevata da Legambiente è nota e condivisa con l'amministrazione da tempo, e proprio con l'associazione ambientalista mi sono confrontato e ho scambiato valutazioni per poter capire bene l'entità della problematica. Questa estate ho convocato un incontro con Regione, Arpat e Asl proprio per comprendere ciò che andava messo in moto per scongiurare danni...

Discarica di Podere Rota, la Regione conferma: «Dalle ispezioni nessuna irregolarità»

Bocciata la mozione M5S per imporre la chiusura nel 2021. L’autorizzazione vigente misura in conferimenti di rifiuti in metri cubi, non a tempo

L’assessore all’Ambiente Federica Fratoni ha risposto ieri in Consiglio regionale all’interrogazione posta da Valentina Vadi (Pd) sulle “Prospettive della discarica sita nel Comune di Terranuova Bracciolini (Ar)”, ovvero l’impianto di Podere Rota gestito da Csai. Per quanto riguarda l’impatto odorigeno della discarica – che da anni Csai monitora quotidianamente –, l’assessore ha spiegato che «il...

La giustizia climatica deve essere un impegno comune per l’Europa

Cese e Ces: economia low carbon, tutela dei lavoratori e stop ai sussidi per i combustibili fossili

Il 6 novembre a Bonn inizia la 23esima Conferenza delle parti dell’United Nations framework convention on climate change (Cop23 Unfccc) e il 12 dicembre a Parigi si terrà il Sommet de Paris sur le climat, due appuntamenti ai quali il Comitato economico, sociale e ambientale europeo (Cese) e il Comitato economico e sociale (Ces) europei inviano...

La centrale geotermica Cornia 2 rinasce dopo l’incendio, più efficiente di prima

È la prima al mondo a saper integrare l’energia rinnovabile racchiusa nel sottosuolo con quella da biomasse forestali a filiera corta

È tornata a lavorare a pieno ritmo la centrale geotermica Cornia 2, nel Comune di Castelnuovo Val di Cecina, dopo che lo scorso tre agosto un incendio – sviluppatosi inizialmente in una distante area boschiva – distrusse le torri di raffreddamento dell’impianto. Ingenti i danni, che al netto della mancata produzione, ammontano a circa 3...

Pneumatici fuori uso, il primo report “CambioPulito”. Le rotte e i flussi dei traffici illegali

122 segnalazioni raccolte e 80 aziende interessate. Vendite irregolari online

A 7 giorni dal via libera in seconda lettura al Senato al Ddl che dovrebbe disciplinare in maniera più organica lo strumento del whistleblowing in Italia, la piattaforma CambioPulito, che ne rappresenta il primo esempio che coinvolge un’intera filiera di aziende private presenta il  primo report di attività: «122 segnalazioni registrate, quasi una al giorno, 80 aziende segnalate, di cui 50 con specifica documentazione...

Quale ruolo per la geotermia nella Strategia energetica nazionale?

Elettricità, climatizzazione, filiere sostenibili: le risorse rinnovabili contenute nel sottosuolo potrebbero rivoluzionare approvvigionamento energetico e lotta ai cambiamenti climatici in Italia

Si avvicina il varo della nuova Strategia energetica nazionale (Sen), il principale strumento di indirizzo e programmazione a carattere generale della politica energetica nel nostro Paese: secondo quando dichiarato dal ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda il documento sarà chiuso «entro la prima settimana di novembre», per poi passare al confronto con le Regioni....

Gli uomini di Neanderthal si prendevano cura degli anziani e degli infermi

La conferma dallo studio dello scheletro di Shanidar 1: era vecchio e handicappato ma è sopravvissuto

Gli uomini di Neandertal si prendevano cura dei loro simili anche quando diventavano sordi o perdevano un arto, è quanto emerge dallo studio “External auditory exostoses and hearing loss in the Shanidar 1 Neandertal” pubblicato su Plos One da Erik Trinkaus, del dipartimento di antropologia della Washington University - Saint Louis, e da Sébastien Villotte...

Christine Lagarde (Fmi): futuro oscuro con cambiamenti climatici e disuguaglianza

La “terza via” di Tony Blair si è insabbiata nel deserto

Ieri, dopo il saluto del principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammad bin Salman Al-Saud, la Future Investment Initiative (Fii) in corso a  Riyadh si è aperta con la tavola rotonda “The big shift: what new frameworks are needed to understand the future?”  che partiva da una costatazione e aveva l’intento di rispondere ad alcune domande: «Molti...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 88
  5. 89
  6. 90
  7. 91
  8. 92
  9. 93
  10. 94
  11. ...
  12. 207