Energia

Autoconsumo collettivo di energia rinnovabile, a che punto siamo in Italia?

A Roma il convegno organizzato dal Coordinamento Free, con un focus su fotovoltaico ed evoluzione del sistema elettrico

L’autoconsumo di energie rinnovabili è uno dei pilastri contenuti nella direttiva europea Red II approvata lo scorso anno, ma nel nostro Paese è ancora molto il lavoro da fare per spianargli la strada, in particolare per quanto riguarda l’autoconsumo collettivo: è il caso, ad esempio, un impianto fotovoltaico installato sul tetto di un condominio che...

Geoenvi, come rispondere alle preoccupazioni ambientali sulla geotermia? La parola a Daniele Fiaschi

Intervista al docente di Energie rinnovabili e Sistemi energetici all'Università degli Studi di Firenze

 Quali sono i reali impatti ambientali legati all’impiego della geotermia – con le varie tecnologie disponibili – come fonte rinnovabile utile per produrre l’energia di cui tutti abbiamo bisogno? Per sgombrare il campo dagli equivoci e rispondere con solidi dati scientifici è nato il progetto europeo GEOENVI (Tackling the environmental concerns for deploying geothermal energy...

Nutrire i vitelli con la spirulina per allevamenti bovini più sostenibili: la Sardegna ci prova

L’obiettivo è sia migliorare la salute e la crescita dell’animale, sia fornire al consumatore un prodotto con migliori caratteristiche nutrizionali e dal minore impatto ambientale

La spirulina è una microalga dalla molteplici proprietà, che la rendono tra l’altro un superfood: oltre ad essere ricca di proteine e vitamine ha proprietà antibiotiche e antivirali, tanto da essere presa in considerazione dalla Nasa come potenziale fonte di cibo per gli astronauti impegnati in missioni di lunga durata verso la Luna e, in...

Il riscaldamento globale ha innescato la corsa ai condizionatori nel mondo. E in Europa?

«Migliorare l'isolamento termico degli edifici attraverso l'adozione di codici di costruzione è tra gli strumenti politici più efficaci per ridurre il consumo energetico residenziale e in particolare le esigenze di raffreddamento»

L’avanzata del riscaldamento globale porterà a un uso sempre più intensivo dei consumatori, e dunque a una richiesta di energia in crescita che – se continuerà ad essere soddisfatta prevalentemente tramite combustibili fossili – alimenterà un circolo vizioso: sappiamo già che i cambiamenti climatici potranno spingere la domanda globale di energia nel 2050 ad un...

Dal Belagaio a Grosseto, l’assalto alle foreste e ai boschi toscani

Stiamo assistendo ad un attacco concentrico nei confronti dell'ambiente in Toscana ed obiettivo privilegiato sono gli alberi e le foreste della nostra regione. È necessario citare alcuni degli episodi più gravi accaduti recentemente. In primis dobbiamo parlare del taglio di circa 30 ettari realizzato nel comprensorio forestale del Belagaio, in piena Riserva Naturale del Farma...

La nuova presidente della Commissione europea e il clima

Ursula von der Leyen: green Deal per l’Europa, Ue carbon neutral entro il 2050 e carbon tax alle frontiere

Pubblichiamo i passaggi riguardanti l’azione climatica del discorso programmatico pronunciato di fronte al Parlamento europeo dalla nuova presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.   Evoluzione demografica, globalizzazione dell’economia, digitalizzazione galoppante del m nostro ambiente di lavoro e, ben inteso, cambiamento climatico. Nessuna di queste grandi trasformazioni è una novità, la scienza le prediceva...

Dieci punti per adattare le città italiane ai cambiamenti climatici

Ventisei città hanno deciso di raccogliere la sfida per diventare «più resilienti e meno vulnerabili, più capaci di affrontare i cambiamenti climatici con gli interventi, necessari e possibili, per prevenire e limitare rischi e danni»

La battaglia contro i cambiamenti climatici si combatte in primo luogo nelle nostre città, sia per quanto riguarda le iniziative per frenarne l’avanzata sia per quelle da mettere in campo per adattarci a quella porzione di riscaldamento globale ormai inevitabile: le emissioni di CO2 delle città del pianeta arrivano infatti – secondo un rapporto presentato alla...

Nell’ultimo anno record di idrocarburi prodotti da Eni, Legambiente: «Nemica del clima»

Il colosso energetico è controllato di fatto dal ministero dell’Economia. Ciafani: «Chiediamo al governo Conte di essere coerente con gli impegni sottoscritti»

Firmando l’Accordo di Parigi sul clima l’Italia si è impegnata a prendere la strada della decarbonizzazione per contenere il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C rispetto ai livelli preindustriali, eppure il più grande gruppo energetico nazionale – controllato di fatto dal ministero dell’Economia, e dunque dal Governo italiano – sta ancora andando in direzione...

Stop alle fonti fossili, da Legambiente il dossier “No Oil Puglia”

Qui le fonti fossili coprono l’84,4% dei consumi totali regionali, contro il 15,6% da fonti rinnovabili, peggio del dato nazionale

Oggi, durante la conferenza stampa “Petrolio, bonifiche e qualità delle acque: lo stato di salute del mare di Taranto”, Legambiente ha presentato a bordo della Goletta Verde il dossier sulle fonti fossili "No Oil Puglia", sottolineando che «nonostante gli Accordi sul clima di Parigi e gli impegni presi a livello internazionale per contrastare i cambiamenti climatici nel nostro...

Nucleare Iran, Rohani: pronti a negoziare con Usa se tornano all’accordo 2015

Gli europei non hanno fatto nulla di concreto per salvare l’accordo, Trump ingannato dal trio Bolton, Netanyahu, bin Salman

Il 14 luglio, con un comunicato congiunto, Francia, Regno Unito e Germania si sono detti «preoccupati per il rischio che il Jcpoa (Joint Comprehensive Plan of Action) si disfaccia sotto la pressione delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti in seguito alla decisione dell’Iran di non applicare diverse delle disposizioni centrali dell’accordo. Siamo estremamente preoccupati per...

Goletta Verde, SOS Clima: flashmob a Taranto, capitale d’Italia delle emissioni di gas serra

Ilva ed Eni campioni di inquinamento industriale e gas serra

Secondo Legambiente «Taranto non è soltanto la città simbolo dell’inquinamento industriale ma con gli oltre 12 milioni di tonnellate di CO2 emesse in un anno in atmosfera, può considerarsi la Capitale d’Italia per le emissioni di gas serra. La responsabilità di questi numeri sta nel polo produttivo rappresentato dall’Ilva, dalla Raffineria Eni e dalle centrali termoelettriche». E’ per...

Trasporti marittimi a emissioni zero? E’ possibile

Il 15% di tutte le navi in costruzione sono già a propulsione elettrica. Non puntare sul GNL. Il futuro sono elettricità, idrogeno e ammoniaca

In occasione del Sustainable Energy Week 2019 dell’Unione Europea, Bellona Europa ha organizzato l’evento “Sailing towards Paris: Can Shipping be zero-emission?” che ha cercato di riunire diversi player chiave di trasporti marittimi e capire e e come stanno lavorando per arrivare allo “zero emission shipping”. L’associazione scientifico/ambientalista sottolinea che «E’ vero che la navigazione, insieme...

Economia circolare, parte da Firenze la rivoluzione che punta a trascinare tutta la Toscana

Entro il 2024 discarica sotto il 10%, raccolta differenziata al 70% per un avvio a riciclo del 55%: si rafforzano le filiere industriali per vetro, plastica, carta, ingombranti, biometano e biocarburanti

Firenze, con i suoi 380.000 abitanti e gli oltre 14 milioni di presenze, produce 245.000 tonnellate/anno di rifiuti urbani – ovvero oltre ¼ dei rifiuti raccolti annualmente nell’Ato Toscana centro servito dall’azienda al 100% pubblica Alia (890.000 tonnellate/anno) – punta a diventare il motore dell’economia circolare in Toscana attraverso una rivoluzione sia nei servizi di raccolta...

Geoenvi, come rispondere alle preoccupazioni ambientali sulla geotermia? La parola ad Adele Manzella

Intervista al Primo ricercatore all’Istituto di geoscienze e georisorse (Igg) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e presidente dell’Unione geotermica italiana (Ugi)

Quali sono i reali impatti ambientali legati all’impiego della geotermia – con le varie tecnologie disponibili – come fonte rinnovabile utile per produrre l’energia di cui tutti abbiamo bisogno? Per sgombrare il campo dagli equivoci e rispondere con solidi dati scientifici è nato il progetto europeo Geoenvi (Tackling the environmental concerns for deploying geothermal energy in...

Cogliere le opportunità economiche della mitigazione dei rischi del cambiamento climatico

Ma bisognerebbe lasciare sotto terra il 60-80% delle riserve di carbone, petrolio e gas delle multinazionali

Anra, l'associazione che dal 1972 raggruppa i risk manager e i responsabili delle assicurazioni aziendali, è convita che «I cambiamenti climatici stanno influenzando profondamente le scelte industriali, di consumo e di investimento, oltre al nostro stile di vita. In questo contesto» e per questo ha scelto di aderire al progetto Disclosure, Measurement, Management and Mitigation of...

Il tavolo sulla geotermia tra Mise, Regione Toscana, Comuni e CoSviG è stato convocato

Si terrà a Roma il 18 luglio per «esaminare le migliori soluzioni di sviluppo delle fonti geotermiche»

Il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha convocato l’atteso tavolo di confronto sulla geotermia per le 17 del 18 luglio, a Roma, chiamando a raccolta la Regione Toscana, il Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche (CoSviG) e i Comuni geotermici di Pomarance, Monterotondo Marittimo, Castelnuovo Val di Cecina, Piancastagnaio, Santa Fiora, Monteverdi Marittimo, Montieri,...

La scienza è la chiave per portare avanti l’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Quattro sistemi disfunzionali da modificare: economie, decarbonizzazione dell’energia, modelli alimentari e nutrizionali e sviluppo urbano

L'implementazione, il follow-up e la revisione della 2030 Agenda for Sustainable Development  sono state al centro della terza giornata dell’High-Level Political Forum on Sustainable Development (Hlpf. In corso all’Onu fino al 18 luglio) che si è concentrata sul ruolo svolto dalla scienza svolge nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sdg) dell’Onu. Il direttore esecutivo...

Geoenvi, come rispondere alle preoccupazioni ambientali sulla geotermia? La parola a Egec

Intervista a Philippe Dumas, segretario generale del Consiglio europeo per l’energia geotermica, l’ente chiamato a coordinare il lavoro dei 16 partner internazionali aderenti al progetto europeo

Quali sono i reali impatti ambientali legati all’impiego della geotermia – con le varie tecnologie disponibili – come fonte rinnovabile utile per produrre l’energia di cui tutti abbiamo bisogno? Per sgombrare il campo dagli equivoci e rispondere con solidi dati scientifici è nato il progetto europeo GEOENVI (Tackling the environmental concerns for deploying geothermal energy in...

Le S.TRA.DE per la promozione del territorio sui mercati internazionali passano da CoSviG

Bravi: «Intendiamo puntare sempre di più su una formazione mirata a soddisfare i bisogni del territorio»

Parterre d’onore ieri a Larderello per la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza ai partecipanti al corso “Promuovere il territorio anche sui mercati internazionali, attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici” nell’ambito del più ampio progetto S.TRA.DE. - Strategic TRAining and tourism DEvelopment - finanziato con le risorse del Fondo sociale europeo e con capofila...

Geotermia, il progetto della centrale PC6 è stato ritirato dal procedimento per la Via

«Non appena le condizioni lo consentiranno» Enel «potrà ripresentare un progetto aggiornato e rispondente alle nuove esigenze definite dall’evoluzione della cornice normativa e regolatoria»

Il progetto per la nuova centrale geotermoelettrica Piancastagnaio 6 (PC6), avanzato da Enel green power, è stato ritirato dal procedimento necessario per la Valutazione d’impatto ambientale (Via) in corso dall’aprile 2017 presso gli uffici dell’autorità competente, ovvero la Regione Toscana. A spiegare i motivi della decisione è la stessa Enel, che informa come il ritiro...

Amici della Terra: le pompe di calore valgono 10 miliardi di investimenti al 2030

Assoclima: 2019 anno decisivo per le politiche energetico-ambientali Ue che richiedono un salto di qualità in Italia

Gli Amici della Terra hanno presentato alla tavola rotonda organizzata da Assoclima per portare avanti l’idea del tavolo di filiera sulle pompe di calore  lanciata a maggio il documento “La pompa di calore una tecnologia chiave per gli obiettivi 2030”, ex assessore all’ambiente della Regione Toscana e della direzione dell’associazione ambientalista. Dal documento emerge che...

7.000 università e istituiti superiori dichiarano l’emergenza climatica e si impegnano a diventare carbon neutral entro il 2030

Students Organizing for Sustainability: scuole e università troppo lente a reagire alla crisi climatica

I network che rappresentano più di 7.000 istituti di istruzione superiore e università di tutto il mondo  hanno annunciato che dichiareranno l'emergenza climatica e hanno accettato di intraprendere un piano in tre punti per affrontare questa crisi globale attraverso il lavoro con i docenti Il piano in tre punti include:  L’impegno a diventare carbon neutral...

Geotermia, il Comune di Montieri sarà al Consiglio regionale straordinario di Larderello

Il sindaco Verruzzi: «Già nei prossimi giorni insieme agli altri sindaci, alle imprese ed ai territori dovremo pianificare e mettere in campo azioni definitive, per difendere un patrimonio ed un'economia alla quale l'area geotermica e la Toscana tutta non possono rinunciare»

La convocazione di un Consiglio regionale a Larderello, prevista per il prossimo 24 luglio, è sicuramente un fatto importante a dimostrazione di quanto il lavoro delle istituzioni e della società civile nel territorio geotermico abbiano contribuito a mantenere alta l'attenzione su questo tema perlomeno su scala regionale. Il Comune di Montieri ci sarà a Larderello...

L’auto elettrica piace a tutti, ma la comprano in pochi

Osservatorio Auto Findomestic: l’inversione di tendenza potrebbe esserci nei prossimi 5 anni

Secondo l’Osservatorio Auto Findomestic, che ha interrogato gli automobilisti in 16 Paesi del mondo, «Tutti dicono di volerla, ma in realtà in pochi la comprano. L’auto elettrica non è il mezzo di trasporto del nostro presente ma sembra destinata a imporsi nel prossimo futuro. nei prossimi 5 anni il 57% del campione intervistato a livello...

No alle false informazioni sul clima: il riscaldamento globale è di origine antropica. La lettera aperta di più di 250 scienziati e intellettuali

Inviata al Presidente della Repubblica, ai Presidenti di Camera e Senato e al Presidente del Consiglio

Roberto Buizza, fisico dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e coordinatore dell’iniziativa federata sulla climatologia della Normale Superiore e di   Scuola IUSS Pavia, ha promosso la lettera aperta “No alle false informazioni sul clima. Il riscaldamento globale è di origine antropica”, indirizzata  a Presidente della Repubblica, Presidente del Senato, Presidente della Camera dei...

Le utility toscane puntano a diventare società benefit, tra mercato e bene comune

Mairaghi: «Traguardare un futuro in cui il bene dell’azienda si intrecci sempre più strettamente con quello dei territori in cui opera e con quello delle loro comunità»

Sei Toscana, in accordo con Utilitalia e Cispel Toscana, ha lanciato oggi il primo step per un percorso comune di co-progettazione, con l’obiettivo di arrivare a definire intenzioni, opportunità e modalità della trasformazione delle utility della Toscana in società benefit: si tratta di un passo importante che va oltre la veste giuridica dell’impresa, per abbracciare...

Dal 2020, in Francia ecotassa sui biglietti aerei

Da 1,50 a 3 euro in classe economica e da 9 a 18 euro in business class

Il governo francese ha annunciato che, a partire dal 2020, metterà un’ecotassa sui biglietti aerei che andrà dagli 1,50 fino ai 18 euro per tutti i voli in partenza dalla Francia continentale, ad eccezione di quelli per la Corsica e l'Outre Mer francese, così come per i voli in corrispondenza. A confermarlo oggi, intervenendo al...

Ecco come cambierebbe l’economia italiana senza sussidi ai combustibili fossili

In ballo ci sono quasi 17 miliardi di euro: dedicarli a fonti più pulite o alla riduzione del cuneo fiscale sul lavoro significherebbe avere fino a -2,68% di emissioni, Pil a +1,60% e +4,2% di occupazione

Al di là delle belle parole, l’Italia è ancora molto lontana dal sostenere la transizione ecologica con risorse adeguate: il Catalogo appena pubblicato dal ministero dell’Ambiente mostra semmai che continuiamo a spendere in direzione ostinatamente contraria, con lo Stato che dedica molte più risorse ai sussidi ambientalmente dannosi (19,3 miliardi di euro/anno) di quanto non...

L’estrazione delle risorse naturali alimenta le violazioni dei diritti umani

L’eredità coloniale razzista dell’economia estrattiva danneggia minoranze etniche e persone svantaggiate

La relatrice speciale dell’Onu sulle forme contemporanee di razzismo, discriminazione razziale, xenofobia e intolleranza, Tendayi Achiume, ha detto che «l’estrazione delle risorse naturali da parte dell’industria infligge regolarmente delle gravi violazioni dei diritti umani alle minoranze razziali ed etniche, ai popoli autoctoni e ad altri gruppi marginalizzati». Presentando il suo rapporto sulle ineguaglianze razziali e...

Dal termovalorizzatore di Case Passerini alla bioraffineria di Livorno, la posizione di Legambiente e Cgil Toscana

Sia Fausto Ferruzza sia Maurizio Brotini plaudono al cambio rotta impresso dalla Regione

Come già riportato sulle nostre pagine, nei giorni scorsi la Regione Toscana ha comunicato l’intenzione di cancellare la realizzazione del termovalorizzatore di Case Passerini – impianto in grado di produrre energia e calore da 200mila tonnellate di rifiuti urbani l’anno – attraverso una variante al Piano regionale rifiuti e bonifiche (Prb) che potrebbe essere approvata...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 226