Energia

Il governo del cambiamento c’è, in Messico

Le sfide ambientali e sociali (e le contraddizioni) che ha di fronte il governo di sinistra di López Obrador

Mentre dall’altra parte del confine Donald Trump cerca di blindare e militarizzare la frontiera, il nuovo governo di sinistra del Messico ha presetato il Programa de la Zona Libre de la Frontera Norte, con il quale punta ad attrarre investimenti e a dare implso allo sviluppo dei 43 municipios de 6 Stati messicani che condividono la...

Sudan: la rivolta del pane contro la dittatura di al-Bashir

Decine di morti e più di 800 arresti nelle proteste contro la cricca islamista di Khartoum

Secondo il ministro degli interni del Sudan, Ahmed Bilal Osmane, dal 19 dicembre 2018, quando sono iniziate le proteste contro il rincaro del pane e di altri generi di prima necessità, sono stati arrestati almeno 816 manifestanti e 19 sono rimasti uccisi (ma Amnesty International dice che i morti sono almeno 37 e per l'opposizione...

Trivelle: non solo il Mar Ionio, sotto attacco anche Adriatico centro meridionale e Canale di Sicilia

Legambiente: 96 richieste di prospezione, ricerca e coltivazione in attesa di via libera

Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, interviene sulle polemiche di questi giorni sulle autorizzazioni alle prospezioni petrolifere nel mar Ionio da parte del Ministero dello Sviluppo Economico ed evidenzia che «Il rischio di nuove trivellazioni di petrolio è nazionale: non è solo il Mar Ionio ad essere sotto attacco delle compagnie petrolifere, anche l’Adriatico centro meridionale...

I No-Triv dicono no al ministro Costa: per ora nessun incontro sulle trivelle

Wwf: subito una moratoria come in Francia e un intervento normativo

Il ministro dell’ambiente aveva invitato associazioni e  comitati a discutere nei prossimi giorni l’intricato affaire dei permessi petroliferi, ma Coordinamento nazionale No Triv, Ambiente e Salute nel Piceno, Stazione Ornitologica Abruzzese, trivelle Zero Molise e Marche, Mediterraneo No Triv Coordinamento No Triv Taranto, Italia Nostra Salerno, Nuovo Senso Civico, Rete Autonoma Sibaritide e Pollino per...

Errori umani all’origine della collisione tra navi che ha messo a rischio il Santuario dei cetacei

Il capitano tunisino era al telefono, la nave cipriota era all’ancora nel bel mezzo di una rotta trafficata

Tre mesi dopo la clamorosa collisione tra un cargo della Compagnie tunisienne de navigation (Ctn) e una portacontainer cipriota al largo della Corsica, in pieno Santuario dei Mammiferi Marini e a poche miglia dalle aree marine protette di Capo Corso e dell’Arcipelago Toscano, ieri a Tunisi la commissione di inchiesta ha reso noto il suo...

Con la legge di Bilancio «indietro di 50 anni su mobilità sostenibile e tutela centri storici»

I Comuni chiamati a consentire “in ogni caso” a tutte le auto elettriche e ibride la circolazione nelle aree pedonali e nelle Ztl

Nelle pieghe degli oltre mille commi che vanno a comporre la prima legge di Bilancio approvata dal Governo gialloverde spunta una norma, il «comma 103, che obbliga i Comuni a consentire “in ogni caso” a tutte le auto elettriche e ibride la circolazione nelle aree pedonali e nelle Ztl». Una scelta che ha fatto sobbalzare...

Trivelle, Marevivo: le associazioni partecipino ai procedimenti di autorizzazione. Revocare le concessioni già esistenti

Rossella Muroni: «Basta prendere in giro gli italiani. Fermare le trivelle in 3 semplici mosse»

Rosalba Giugni, presidente di Marevivo, interviene nel caldissimo dibattito in corso sulle concessioni petrolifere e sottolinea: «Ci opponiamo ancora una volta ai permessi di trivellazione nel Mare Ionio. Chiediamo che non vengano più rilasciate concessioni e che si attui da subito un procedimento per revocare quelle già esistenti. Le associazioni ambientaliste devono partecipare ai procedimenti in...

Bolsonaro “dichiara guerra” ai popoli indigeni del Brasile. Indios e Survival: «Resisteremo» (VIDEO)

Gli indios denunciano il governo: «Siamo pronti al dialogo, ma siamo anche pronti a difenderci»

Secondo Survival International, il nuovo presidente del Brasile Jair Bolsonaro ha inaugurato la sua Presidenza nel peggiore modo possibile per i popoli indigeni: «La decisione di togliere al Funai (Fundação Nacional do Índio) la responsabilità di demarcare le terre indigene per affidarla al ministero dell’agricoltura è praticamente una dichiarazione di guerra ai primi popoli del paese....

Bufera sulle trivelle nello Jonio. No Triv: «Il voltafaccia è servito» (VIDEO)

Legambiente: «Fino ad ora contro le trivellazioni di petrolio e contro i sussidi ambientalmente dannosi (16 miliardi di euro all'anno per le fossili) nessun governo, compreso quello del cambiamento, ha mosso paglia»

Sul Bollettino Ufficiale degli Idrocarburi e delle Georisorse (Buig) del ministero dello Sviluppo economico sono stati pubblicati i decreti che accordano alla compagnia statunitense Global Med tre permessi di ricerca di idrocarburi  nel Mar Jonio, per un totale di oltre 2.220 kmq (F.R43.GM, F.R44.GM e F.R45.GM) e, per l’ Emilia Romagna, dei decreti di conferimento della concessione di...

Il Governo italiano continua a incentivare la geotermia, ma ai Caraibi

Dal ministero dell’Ambiente un finanziamento pari a 5 milioni di euro per promuovere lo sviluppo di questa fonte rinnovabile in cinque stati caraibici

Mentre a livello nazionale la geotermia vive un momento di profonda incertezza, con il decreto Fer 1 elaborato dal ministero dello Sviluppo economico che si propone di cancellare gli incentivi finora erogati a questa fonte rinnovabile per la produzione di energia elettrica, a livello internazionale il Governo continua a finanziare lo sviluppo del settore. Il...

Le auto elettriche potrebbero far diventare quelle a benzina obsolete come i “telefonini”

Comprare oggi un’auto a benzina ci lascerebbe presto con una cosa di poco valore difficile da rivendere

Secondo molti esperti, tra i quali Joe Romm di ThinkProgress, «Entro pochi anni, i veicoli elettrici (EVi) saranno superiori a tutti gli effetti  alle auto a benzina» e prevedono che tra poco le auto elettriche costeranno molto meno e potranno così utilizzare tutte le loro caratteristiche superiori, compreso un costo di consumo e manutenzione più basso e...

Dal carbone alla geotermia: come le regioni carbonifere Ue possono difendere clima e lavoro

Entro il 2030 160mila posti di lavoro nel settore potrebbero andare persi: una transizione che è necessario governare, anche grazie alle fonti rinnovabili

Il progressivo abbandono del carbone per la produzione di energia è essenziale nella lotta contro l’avanzata dei cambiamenti climatici, e per rispettare gli impegni internazionali siglati con l’Accordo di Parigi sul clima; si tratta di un tema particolarmente sensibile per l’Europa, dato che nel Vecchio continente la combustione del carbone è responsabile dell’80% della CO2...

La mappa della presenza militare Usa nel mondo (VIDEO)

Un’infografica rivela per la prima volta che l'esercito Usa “combatte il terrorismo” nel 40% dei Paesi del mondo

Meno di un mese dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre contro gli Stati Uniti (condotti da un commando di jihadisti sauditi), le truppe Usa  - con il sostegno delle forze armate italiane, britanniche, canadesi, francesi, tedesche e australiane - invasero l'Afghanistan per combattere Al Qaeda e i talebani. Più di 17 anni dopo, mentre il repubblicano...

Una no fly zone per proteggere i kurdi del Rojava dai bombardieri turchi

L’inestricabile situazione siriana dopo il forfait Usa. Iniziativa Ue e italiana cercasi

Secondo il ministero della difesa siriano,  il primo gennaio circa 400 combattenti kurdi delle Yekîneyên Parastina Gel (Ypg), le unità di protezione del popolo del Rojava, hanno lasciato Manbij. In un comunicto il regime di Bashir al-Assad sottolinea che «Conformemente agli accordi sul ritorno alla vita normale dei territori situati nel nord della Siria, a...

L’Eu Ets sta riducedo le emissioni di CO2 senza danneggiare la competività delle imprese

Il punto sul mercato europeo dei gas serra, che copre oltre 11.000 impianti ad alto consumo di energia

L’Eu Ets, introdotto nel 2005, è una delle pietre angolari su cui si fonda la politica dell’Unione europea per contrastare i cambiamenti climatici: si tratta del primo mercato al mondo per le emissioni di gas climalteranti, che impone un tetto massimo (cap) alla loro produzione ma al contempo – all’interno di questo vincolo – consente...

Finlandia: altro rinvio per la centrale nucleare di Rosatom

Il progetto di Hanhikiv non rispetta gli standard di sicurezza post-Fukushima

La data di avvio dei lavori della centrale nucleare di Hanhikivi, che dovrebbe essere costruita in Finlandia dal gigante del nucleare russo Rosatom, è sta nuovamente ritardata per motivi di sicurezza, segnando un altro imbarazzante capitolo per il ritorno dell'energia nucleare in Europa. L'annuncio è stato dato poco prima di Natale dal consorzio Fennovoima –...

Entro 3 anni la Bolivia sarà il più grande esportatore di litio del mondo

Il miracolo economico del socialismo indigeno di Evo Morale che guarda alla green economy

Il vicepresidente della Bolivia, Álvaro García Linera, ha detto in un’intervista concessa a Patria Nueva e Btv che «Con l’incremento dell’industria dello sfruttamento del litio nei salares di Pastos Grandes y Uyuni (Potosí) e Coipasa (Oruro), questa nazione diventerà la prima potenza di esportazione di questo metallo. Questo rivoluzionerà il mondo scientifico boliviano, rivoluzionerà l’industria...

Trivelle e manovra 2019, i NO Triv: «I muri di ghisa leghisti infrangono i sogni pentastellati»

E la questione della Masseria La Rocca è tutt’altro che chiarita

Dopo l’intervento del ministro dell’ambiente Sergio Costa, che respinge le accuse di continuare le politiche petrolifere dei governi Renzi-Gentiloni, è la volta del  Coordinamento Nazionale No Triv che ricorda che «Da qualche giorno la Finanziaria 2019 è legge a tutti gli effetti: reca il numero 145 del 30 dicembre 2018 ed è in Gazzetta Ufficiale...

Bolsonaro: le Ong e le organizzazioni internazionali sfruttano e manipolano gli indios

Indios e quilombole: vuole indebolire i nostri alleati e aprire le nostre terre a minatori e fazendeiros

Dopo aver affidato con il suo primo decreto la Fundação Nacional do Índio (Funai) e la demarcazione delle terre indigene alla nuova ministro dell’agricoltura Tereza Cristina Correa da Costa  (Democratas), la leader della Bancada ruralista che vuole abolire le terre indigene e appoggia gli attacchi armati alle comunità indigene, il nuovo presidente del Brasile Jair Bolsonaro...

«Posizioni antiscientifiche» dal Governo, lascia il presidente dell’Istituto superiore di sanità

Per Ricciardi «su molti argomenti alcuni suoi esponenti hanno sostenuto posizioni ascientifiche o francamente antiscientifiche». Vaccini, malattie portate dai migranti, termovalorizzatori tra i casi citati

Dopo un anno da Commissario e a tre anni e mezzo dalla sua nomina a presidente, Walter Ricciardi da ieri non è più alla guida dell’Iss – ovvero dell’Istituto superiore di sanità, l’organo tecnico-cientifico del nostro Servizio sanitario nazionale – per «potersi dedicare pienamente all’attività di ricerca e accademica», come riporta in una nota ufficiale l’Istituto....

Bolsonaro è presidente del Brasile: subito stop alla demarcazione delle terre indigene

Il presidente neofascista che vuole combattere la corruzione con un governo zeppo di corrotti

Jair Messias BoIsonaro ha inaugurato la sua presidenza Inneggiando a un Brasile «Libero dal socialismo» e confermando la sua santa alleanza con i militari che, a loro volta, dicono che la priorità del nuovo governo – zeppo di militari - sarà quella di combattere la corruzione del Partido do Trabalhadores (ma non evidentemente dei loro...

Danimarca: 6 morti in un incidente ferroviario causato dalla grande tempesta Alfida di inizio anno

In Finlandia e Svezia 160.000 famiglie senza elettricità. Venti fortissimi sul nord Europa

La polizia danese ha confermato che ci sono almeno 6 morti nell’incidente che oggi intorno alle 7,30 ha coinvolto due treni che stavano attraversando il ponte del Grand Belt (Storebæltsbroen) che collega le due isole di Sjælland e di Fionia proprio mentre imperversava la tempesta Alfida che sta flagellando il nord Europa. Fonti danesi spiegano...

Che fine ha fatto il Piano energia e clima italiano?

Si tratta di un documento fondamentale per la transizione energetica del Paese, che avrebbe dovuto essere inviato all’Ue entro la fine del 2018

Il 31 dicembre 2018 avrebbe potuto (e dovuto) essere un giorno importante per delineare le ambizioni del nostro Paese in fatto di lotta ai cambiamenti climatici e transizione energetica: entro la fine dell’anno appena conclusosi era infatti prevista la redazione del Piano nazionale energia e clima, il documento attraverso il quale l’Italia deve indicare il...

Trivelle in Adriatico (e altrove), la verità del ministro dell’Ambiente

Sergio Costa risponde a L’Espresso e agli ambientalisti

Ci sono certe bugie che hanno le gambe lunghe. Partono da un blog e finiscono sulle pagine di un giornale teoricamente autorevole. Rimbalzano di chat in chat ma la loro natura non cambia: bugie erano e bugie restano. Qualche settimana fa un blogger titolava: “Ministero ambiente fa un enorme regalo di Natale ai petrolieri”. E...

Wwf: «Clamoroso dietrofront» sul Patto per l’ecologia firmato da M5S e Lega

Per la presidente nazionale Donatella Bianchi «il 2018 è stato un anno in cui, spesso, alle attese non sono seguiti i fatti»

Durante l’ultima campagna elettorale il Wwf lanciò l’idea di un Patto per l’ecologia, nato per riformare e rafforzare il ministero dell’Ambiente, rendendolo davvero in grado di determinare strategie valide per la sostenibilità dello sviluppo. «L’Italia – recita il Patto promosso dal Panda nazionale – ha bisogno di un ministero dell’Ecologia e della sostenibilità che guidi...

Moral Fiber: riciclaggio innovativo per di chiudere il ciclo del tessile

Tutti gli indumenti realizzati con Moral Fiber possono essere riciclati all'infinito

Akshay Sethi ha un obiettivo: vuole rivoluzionare la moda riciclando il poliestere per creare una fibra sostenibile che possa essere riutilizzata per sempre. E questo è solo parte di un piano ancora più grande: fare lo stesso per tutte le materie plastiche. La sua impresa si chiama non a caso Moral Fiber e ha attirato l’attenzione dell’United...

Manovra 2019, Legambiente: «Ci aspettavamo molto di più per l’ambiente e il clima»

«Che fine ha fatto la misura tanto acclamata in campagna elettorale per cancellare i 16 miliardi di euro di sussidi ambientalmente dannosi, a partire da quelli per le fonti fossili?»

Per Legambiente la Manovra 2019 approvata ieri dalla maggioranza M5S – Lega non è quello che serve al Paese. Secondo l’Associazione ambientalista «nonostante il testo contenga alcune misure green, questa manovra, come quelle precedenti, non costruisce sulle politiche ambientali, energetiche e climatiche un duraturo volano di sviluppo per il Paese e non contiene nessuna misura...

Eni, Total, lo stregone portoghese, l’Fmi e il dittatore. Scandalo in Congo

L’inestricabile intreccio petrolifero nato da un piano di salvataggio del Fondo monetario internazionale

Global Witness ha recentemente pubblicato il dossier “Bailouts and bad business in Brazzaville: ENI, Total and former IMF official in partnerships with protagonist in corruption scandal”, al quale i giornali italiani non hanno dedicato molta attenzione. Eppure, quel documento rivela molto del nostro neocolonialismo petrolifero e di cosa intendiamo con "aiutiamoli a casa loro". Global...

Siria: esercito turco e jihadisti attaccano Manbij, esercito di Assad e kurdi la difendono insieme

Kurdi e arabi: «Non lasceremo che Erdogan ristabilisca l’occupazione ottomana sulle nostre terre»

Secondo un comunicato dell’Esercito libero siriano – nato per combattere contro il regime di Assad ma ormai diventato un’armata jihadista di mercenari al servizio della Turchia – è iniziata l’offensiva militare appoggiata dalla Turchia per conquistare la città siriana di Manbij, ad ovest dell’Eufrate, in mano ai combattenti kurdi e arabi della Forze democratiche siriane....

L’Italia vittima dei cambiamenti climatici: 148 eventi meteo estremi solo nell’ultimo anno

Si avvia a chiudersi l’anno più caldo da due secoli per il nostro Paese, ma il Piano nazionale energia e clima ancora non si vede e le energie rinnovabili sono ferme al palo

Il 2018 non è stato un buon anno sul fronte dei cambiamenti climatici. Secondo l’Emission gap report redatto sotto l’egida dell’Onu le emissioni di gas serra sono tornate ad aumentare a livello globale, e si tratta di un dato molto preoccupante per l’Italia: anche se i principali Tg nazionali non affrontano quasi mai il tema,...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 172