Geopolitica

L’effetto benefico dei migranti sull’economia dell’Europa occidentale

Studio del CNRS anche sull’Italia: «gli effetti sono positivi, il che va contro le convinzioni diffuse»

Un nuovo studio “Macroeconomic evidence suggests that asylum seekers are not a “burden” for Western European countries”, pubblicato da Hippolyte d’Albis (Paris School of Economics, CNRS), Ekrame Boubtane (Centre d’Etudes et de Recherches sur le Développement International – CNRS, université Clermont Auvergne) e Dramane Coulibaly (EconomiX-CNRS, université Paris Nanterre) su Science Advances, rivela che in...

La Turchia triplica l’energia solare, ma punta ancora su nucleare e carbone

L’energia solare è diventata la sesta maggiore risorsa di elettricità in Turchia: incremento annuo del 175% pari a 2,8 milioni di MWh nel 2017

Secondo l’Enerji Piyasası Düzenleme Kurumu (Epdk- l'Autorità di regolamentazione del mercato energetico della Turchia), «La capacità di energia solare installata è aumentata da 939 MW a 2.978 MW su base annua, con un incremento del 217%. La Turchia evidenzia che il suo mercato solare ha ancora grandi possibilità di espandersi e quidi  rappresenta un'opportunità di business anche per...

È record di profughi: in 68,5 milioni nel 2017 sono fuggiti da guerre, violenze e persecuzioni

Unhcr: «Pesanti conseguenze sui Paesi in via di sviluppo». Il 63% dei rifugiati vive in soli 10 Paesi, di cui 1 solo europeo (e non è l'Italia)

Secondo il Global Trends survey, il rapporto annuale pubblicato oggi dall'United Nations Refugee Agency (Unhcr), «nel 2017 è stata scacciata dalla propria casa una persona ogni due secondi e i Paesi in via di sviluppo sono i più colpiti». Mentre qualcuno in Italia riesuma la discriminazione razziale e crede di fermare le migrazioni dei disperati costruendo...

Fao, coi cambiamenti climatici siccità sempre più diffusa in Medio Oriente e Nord Africa

«Dobbiamo passare dalla risposta alle emergenze a una politica più proattiva e a una pianificazione a lungo termine per ridurre i rischi e creare maggiore capacità di recupero»

Mentre il ministero dell’Ambiente informa che oggi «siamo in piena emergenza» desertificazione, con un quinto dell’Italia a rischio, potrebbe essere utile dare un’occhiata a cosa sta già accadendo a poche centinaia di miglia dalle nostre coste, al di là del Mediterraneo, dove la siccità è già una costante compagnia. A offrire una nuova prospettiva è...

Afghanistan: Talebani e Stato Islamico si finanziano col talco esportato anche in Italia (VIDEO)

L’opaca e scarsamente regolamentata industria afghana finanzia chi stiamo combattendo. La triangolazione con il nostro “alleato” Pakistan

Forse i due vicepresidenti del governo italiano, Luigi Di Maio, ministro dello sviluppo economico, e Matteo Salvini, ministro degli interni che svolge di fatto anche le funzioni di ministro degli esteri, farebbero bene a leggere il rapporto  “At any price we will take the mines: the Islamic State, the Taliban, and Afghanistan's white talc mountains”...

Rimesse familiari: quando non li aiutiamo ad aiutarsi a casa loro

International Day of Family Remittances, Ifad: lavorare per costruire prosperità a casa

Domani è l’International Day of Family Remittances, la  Giornata internazionale delle rimesse, infatti il 12 giugno l’Assemblea generale dell’Onu ha adottato una risoluzione che ratifica la Giornata Internazionale, inizialmente istituita dal Consiglio dei governatori dell’Ifad, per il 16 giugno, e che sottolinea «Il ruolo fondamentale delle rimesse nel favorire lo sviluppo sostenibile». Alla vigilia della...

Onu: nel mondo nel 2016 ci sono stati 2,5 milioni di migranti gestiti dai trafficanti

Il traffico dei migranti è un affare da 7 miliardi di dollari all’anno, quanto Usa e Ue hanno speso in aiuti umanitari

Secondo il Global Study on Smuggling of Migrants appena pubblicato dall’United Nations office on drugs and crime (Unodc), nel 2016 almeno 2,5 milioni di migranti hanno passato clandestinamente le frontiere in tutto il mondo de «Il traffico di migranti ha luogo in tutte le regioni del mondo e genera un guadagno di 7 miliardi di dollari...

L’Aquarius, Salvini e la realtà: in Italia e in Europa arrivano meno migranti

In Italia nel 2018 calo del 78.61% degli arrivi di migranti via mare rispetto al 2017

Mentre il tribolato viaggio dell’Aquarius sembra giunto a una conclusione nel mare in tempesta delle accuse e contro-accuse, mentre Salvini (e Minniti) si intestano una diminuzione dell’arrivo dei migranti dovuta alla “linea dura” contro gli scafisti/ONG e/o l’Europa, l’International migration agency (Iom). l’Organismo Onu che  si occupa di migranti, informa  che «35.504 migranti e rifugiati...

Summit Trump – Kim: accordo per la denuclearizzazione della Penisola Coreana

Kim non è più un pazzo sanguinario, Trump: «Ha un eccellente carattere ed è molto intelligente»

Kim Jong Un, il leader supremo della Repubblica popolare democratica di Corea (Rpdc), e Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America, si sono incontrati oggi a Singapore  per lo storico summit che dovrebbe cambiare radicalmente le relazioni bilaterali tra due Paesi che, teoricamente, sono ancora in guerra. Kim, succeduto a suo padre e a suo...

Aquarius, chiudere i porti non cancella i migranti: 629 vite sospese nel Mediterraneo

Il diktat del ministro Salvini impedisce lo sbarco in un porto sicuro. Le città di Napoli, Bari, Taranto, Reggio Calabria, Messina e Palermo si dicono comunque disposte all’accoglienza, mentre il sindaco di Livorno (M5S) prima apre all’ipotesi su Facebook e poi cancella il post

Aquarius, la nave gestita da Medici senza frontiere (Msf) e SOS Méditerranée nel gravoso compito di salvare migranti nel Mediterraneo, può ospitare fino a 500 persone: in questo momento ad affollare l’imbarcazione sono invece  629 persone soccorse in sei diverse operazioni – compresi 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne in gravidanza –...

Senza acqua né condizioni stabili: la vita dei migranti in Ghana

L’Africa è colpita da due tendenze migratorie: quella da noi più conosciuta, verso l’Occidente, e una interna che raramente vediamo. Ma sono enormi le quantità di migranti che si muovono in massa da nord verso sud per sfuggire alla siccità, alla povertà e alla fame

Sin dagli anni ’80, periodo conosciuto come il “grande esodo”, l’Africa è colpita da due tendenze migratorie: una interna e una, quella da noi più conosciuta, verso l’Occidente.  Sono enormi le quantità di migranti che si muovono in massa da nord verso sud per sfuggire alla siccità, alla povertà e alla fame. Il Ghana è...

Politiche agricole e alimentari Ue, Fondazione Barilla: «Serve una Food Revolution” e nuova visione Pac»

Il settore alimentare causa tra il 20% e il 35% delle emissioni di gas serra Ue. I cambiamenti climatici rendono impossibile produrre cibo e causano migrazioni

Al 9° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione, organizzato dal Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) si discute di «Agricoltura e produzione di cibo da una parte. Migrazioni dall’altra. Due mondi distanti?» de la risposta è «No, due realtà che si intrecciano. I due temi sono al centro del lavoro del Parlamento e della Commissione...

Iran: «Non rinegozieremo l’accordo nucleare» e riprende l’arricchimento dell’uranio

Per l’Ue nessuna violazione dell’accordo con il G5+1. E Israele invoca una coalizione militare contro Teheran

Ieri il capo dell'Agenzia atomica iraniana, Ali Akbar Salehi, ha detto all’agenzia ufficiale Irna che  «L'Iran non accetterà alcuna rinegoziazione dell'intesa sul nucleare» e ha aggiunto che «Il Paese era pronto a tutte le eventualità, anche quella che i firmatari potessero violare l'intesa. La Guida suprema ci aveva avvertito che non ci saremmo potuti fidare...

Le alluvioni in Cina danneggiano l’economia degli Stati Uniti (VIDEO)

Quel che Trump ignora: gli effetti del cambiamento climatico sulle catene commerciali

«L'intensificarsi delle inondazioni fluviali potrebbe portare a perdite di produzione a livello mondiale a causa del riscaldamento globale. Ciò potrebbe ostacolare non solo le economie locali in tutto il mondo: gli effetti potrebbero anche propagarsi attraverso la rete globale di commercio e catene di approvvigionamento». A dirlo è lo studio  “Global economic response to river floods”,...

L’ondata umana dei rifugiati climatici

Il trattato internazionale per proteggere i rifugiati risale al 1951, l’Onu discute come tutelare i rifugiati climatici

I governi di tutto il mondo sono impegnati in una serie di colloqui che potrebbero modificare fondamentalmente il modo in cui viene gestito il movimento delle persone attraverso i confini. Un dialogo si concentra sulla protezione dei rifugiati; l'altro sulla migrazione. Queste discussioni, che sono guidate dalle Nazioni Unite, non daranno luogo a accordi giuridicamente vincolanti. Ma i...

Un ciclone devasta Socotra, le Galapagos yemenite dell’Oceano Indiano

L’Arcipelago di Socotra, risparmiato dalla guerra, fa i conti con il cambiamento climatico e le mire colonialiste degli Emirati arabi uniti

Mentre lo Yemen e l’Oman si preparano a subire l’impatto del ciclone Mekuno, la tempesta ha già colpito duramente Socotra, dove il governo yemenita del sud, sostenuto da Arabia saudita ed Emirati arabi uniti, ha dichiarato lo stato di emergenza nell’Arcipelago. Socotra, L’Iucn spiega che «L'arcipelago di Socotra è considerato patrimonio naturale dell'umanità per la...

Il disastro annunciato di una diga in Colombia: più di 25.000 evacuati (VIDEO)

Allagati 4.500 ettari di foresta secca tropicale dove ci sono 2.000 fosse comuni di desaparecidos

L’Unidad Nacional para la Gestión de Riesgo de Desastres (Ungrd) ha comunicato che «Il numero di persone evacuate di fronte al rischio dell’aumento del livello del fiume Cauca, in Colombia, è aumentato a 25.234 campesinos». Le  comunità rurali di Valdivia, Puerto Antioquia, Cáceres e Tarazá dovranno rispettare un nuovo ordine di evacuazione preventiva a causa...

La Svezia si prepara alla terza guerra mondiale o al disastro climatico

Un opuscolo distribuito in 4,8 milioni di case mostra come contribuire alla "difesa totale" del Paese

Mentre le crisi che colpiscono il mondo sembrano sempre più numerose e acute, la Myndigheten för samhällsskydd och beredskap (Msb), l'Agenzia nazionale svedese per le situazioni di emergenza civili, ha deciso di pubblicare  un’edizione rivista di un piccolo manuale di sopravvivenza in caso di guerra o di disastro climatico e ha iniziato a inviarlo a...

Nucleare, il Segretario di Stato Usa svela il “Piano B” contro l’Iran: «Applicheremo le sanzioni più forti della storia»

L’Iran preme sull’Unione europea: deve fare di più per salvare l’accordo

A meno di due settimane dall’uscita degli Stati uniti dall’Accordo nucleare con l’Iran, il segretario di Stato Usa,  Mike Pompeo, ha rivelato all’ Heritage Foundation di Washington il “Piano B” dell’Amministrazione di Donal Trump  contro la Repubblica islamica dell’Iran. Pompeo ha annunciato che «Gli Usa imporranno all’Iran le sanzioni più forte mai viste finora«, con...

Il cambiamento climatico provocherà più migranti delle guerre

A livello internazionale non c’è alcun problema, oltre alla sicurezza e alla proliferazione nucleare, che sia più importante dei cambiamenti climatici

Intervenendo al meeting Planeamiento, Riesgo y Respuestas frente a la Emergencia del Cambio Climático, organizzato a Buenos Aires nell’ambito di Think 20 (T20), che riunisce organizzazioni accademiche e ricercatori dei Paesi del G20, il vice segretario aggiunto dell’United Nations framework convention on climate change (Unfccc), Ovais Sarmad, ha detto che «il cambiamento climatico è uno...

Venezuela, rivince Nicolás Maduro. Bassa partecipazione ma superiore alle previsioni

Stravince il Frente Amplio de la Patria, l’opposizione di destra prigioniera del suo avventurismo

Le tanto attese elezioni in un Venezuela spossato da una crisi infinita e da un boicottaggio economico crudele si sono svolte abbastanza tranquillamente, sotto il controllo dei 150 osservatori del Plan de Acompañamiento Internacional, provenienti da tutto il mondo. La destra che aveva invocato a gran voce per anni le elezioni, si è divisa ed...

Il futuro della popolazione e delle migrazioni. Europa sempre più vecchia, Africa sempre più giovane

Con le attuali dinamiche demografiche, nel 2035 nell’Ue saremo 512 milioni solo grazie all’immigrazione

Il nuovo libro ”Demographic and human capital scenarios for the 21st century” pubblicato dal Centre of expertise on population and migration (Cepam), una collaborazione tra l'International Institute for Applied Systems Analysis (Iiasa) e dal Joint research centre (Jrc) della Commissione europea esamina le tendenze demografiche future in tutto il mondo, tenendo conto di molteplici fattori...

Per l’Europa e l’Iran l’accordo sul nucleare resta valido. E anche per Cina e Russia

Mogherini: «L'accordo è abbastanza complesso e non ha bisogno di alcuna modifica»

E’ stata fruttuosa la visita a Bruxelles del ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif: l’accordo nucleare G5+6 – Iran  (ma con l’uscita degli Usa è ormai G4+1) sembra salvo. L’unione europea ha confermato l’impegno a proseguire che Zarif aveva già ricevuto da cinesi e russi nelle sue precedenti tappe a Pechino e Mosca. Nella...

La Corea del nord minaccia di cancellare il summit con Trump

Pyongyang: le esercitazioni militari congiunte Usa-Corea del Sud sono «una prova per l'invasione del Nord e una provocazione»

Oggi, un alto responsabile della Repubblica popolare democratica di Corea (Rpdc) ha dichiarato che la Corea del nord potrebbe rivedere la possibilità di tenere il summit previsto per il 12 giugno a Singapore tra il leader supremo nordcoreano Kim jong-Un e il presidente statunitense Donald Trump, come segno di protesta per le esercitazioni aeree militari...

Sorpresa in Iraq: vincono i comunisti e gli sciiti nazionalisti di al-Sadr. Preoccupati Iran e Usa

La coalizione Sairoun vuole un Iraq non settario, progressista e libero dalle influenze straniere

Le elezioni in Iraq erano attese, ma il risultato non sembra essere quel che sarebbe piaciuto agli statunitensi o agli iraniani e anche l’Europa guarda con preoccupazione al voto espresso dal 44,52% degli irakeni, la percentuale più bassa dopo la caduta del regime di Saddam Hussein. Infatti ha vinto la coalizione  Sairoun guidata (anche se...

Il massacro infinito di Gaza e della Palestina

Il riconoscimento di Trump di Gerusalemme come capitale di Israele butta benzina sul fuoco della disperazione

Secondo il viceministro della sanità della Palestina, Yousef Abou Reesh, i morti sono 59, i feriti oltre 3.000, ma il bilancio delle vittime della repressione israeliana contro i partecipanti alla Grande Marcia del Ritorno di ieri nella Striscia di Gaza sono destinati a salire. Pallottole contro copertoni bruciati e fionde è questo lo scenario dello...

Agricoltura familiare: accordo Fao – Ica in vista del Decennio di azione

Partnership per le cooperative agricole, promuovere crescita inclusiva, investimenti responsabili e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Oggi, Fao e International Co-operative Alliance (Ica) hanno hanno firmato un protocollo d'intesa che darà nuovo slancio alla loro collaborazione, formalmente iniziata nel 2013, e offrirà opportunità per migliorare e approfondire il loro partenariato strategico, rinnovando così la loro collaborazione e  «aprendo la strada a maggiori sforzi congiunti per consentire ai piccoli produttori e alle famiglie...

Trump cancella l’accordo nucleare con l’Iran e minaccia sanzioni a chi continuerà a sostenerlo

Europei, russi e cinesi si schierano con Teheran: il Jcpoa è una conquista della comunità internazionale

Il presidente statunitense Donald Trump ha ritirato la firma dall’accordo sul nucleare ta G5+1 (Cina, Francia, Gran Bretagna, Russia, Usa e Germania) Iran.Gli Usa cedono così alle pressioni israeliane e di Arabia Saudita ed Emirati arabi uniti  e buttano nel cestino un accordo fortemente voluto da Barack Obama e dall’Unione europea  e costato anni di...

Appello a Macron: smantella le armi nucleari francesi. Firma il trattato Trattato di interdizione

Utilizzare a fini sociali i 6,5 miliardi di euro all’anno destinati alla manutenzione delle bombe atomiche

Il presidente francese Emmanuel Macron, come tutti i suoi predecessori gollisti o socialisti, si occupa molto delle minacce nucleari altrui – da quelle reali nordcoreane a quelle ipotetiche iraniane – ma esalta la “force de frappe” nucleare francese e ci tiene molto a restare seduto nel ristretto club nucleare militare insieme a Usa, Russia, Cina,...

Asia – Pacifico, le rimesse degli emigrati aiutano milioni di famiglie a costruirsi un futuro migliore

Nella regione le rimesse hanno raggiunto i 256 miliardi di dollari, ma ci sono troppi ostacoli

Secondo il rapporto ”RemitSCOPE - Remittance markets and opportunities Asia and the Pacific” pubblicato oggi dall’International fund for agricultural development (Ifad), nel 2017 i lavoratori migranti hanno spedito 256 miliardi di dollari alle loro famiglie della regione dell’Asia e del Pacifico. «Anche se nella regione traggono beneficio dalle rimesse circa 320 milioni di persone –...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 52