Geopolitica

È sul clima che si consuma la frattura politica, tra unità sovranazionale e divisione nazionalista

Contro i cambiamenti climatici serve Ue più forte e un’Organizzazione mondiale per l’ambiente

In occasione della Cop25 a Madrid si è discusso a Pisa su “L’Europa e il mondo di fronte all’emergenza climatica” – su iniziativa di Movimento federalista europeo, Gioventù federalista europea, l’Associazione mazziniana italiana, la Domus mazziniana e il Centro studi CesUe, nell’ambito del progetto Jean Monnet WeEU –, evento che s’inserisce in un più ampio...

Le prossime guerre del mondo: nel 2020 più a rischio Iraq, Iran e Mali. Nuove ondate di profughi se non si interviene

Il WPS del Wri prevede dove si verificheranno conflitti violenti nel 2020. L'acqua sarà spesso un fattore determinante

Nonostante le dimissioni del premier, in Iraq non cessa la rivolta contro il governo, ma già nel luglio 2018 migliaia di persone erano scese in piazza nel sud del Paese per protestare contro i servizi pubblici scadenti, la mancanza di lavoro, la corruzione alle stelle. Molti dei manifestanti non avevano e non hanno accesso all'acqua...

Istat, in Italia più povertà e disuguaglianza rispetto agli altri grandi Paesi europei

Il 27,3% della popolazione è a rischio di povertà o esclusione sociale, mentre in termini di disuguaglianza dei redditi l’Italia occupa la 21esima posizione su 25

Nonostante l’economia italiana sia tornata pressoché stagnante – nel terzo trimestre del 2019 il nostro Paese è ultimo per crescita del Pil insieme a Germania e Austria (+0,1%), segnala oggi Eurostat – l’Istat informa che negli ultimi anni qualche piccolo miglioramento c’è stato per i redditi delle famiglie: guardando al livello mediano dei redditi, ovvero...

Unicef, il 25% dei bambini nel mondo è colpito da disastri naturali o guerre

«Oggi il numero di bambini che hanno bisogno di assistenza umanitaria è il più grande di sempre, da quando ne teniamo traccia». Al via la più grande raccolta fondi di sempre

Nell’Appello umanitario per i bambini 2020, il direttore esecutivo dell’Unicef Henrietta Fore testimonia che il tempo dell’infanzia continua ad essere assai doloroso: «Oggi il numero di bambini che hanno bisogno di assistenza umanitaria è il più grande di sempre, da quando ne teniamo traccia. Un bambino su 4, nel mondo, vive in paesi colpiti da...

Iraq allo sbando dopo 400 morti in piazza e le dimissioni del premier

L'inviata Onu: la repressione delle manifestazioni pacifiche non può costituire una strategia

Secondo il canale televisivo libanese al-Mayadeen, che cita fonti irachene, ieri pomeriggio 5 razzi hanno colpito l’importante base aerea statunitense di Ain al Asad, nella  provincia occidentale irachena di al-Anbar, non ci sarebbero vittime. Ain al Asad è la seconda base aerea dell'Iraq dopo quella di Balad ed è il quartier generale della Settima divisione dell'Esercito...

La Libia e la Turchia si spartiscono il Mediterraneo, sfidando l’Unione europea e l’Egitto

Il governo fantasma di Tripoli e la Turchia firmano accordi di cooperazione sugli idrocarburi offshore, ai danni di Cipro, Grecia, Egitto e Israele

Il 30 novembre, la delegazione della Grecia che stava assistendo all’inaugurazione del Trans-Anatolian Natural Gas Pipeline (TANAP), il gasdotto che porterà il gas del giacimento azero di Shah Deniz dal Mar Caspio in Italia e in Europa, ha abbandonato la cerimonia dopo che il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato che entrerà in vigore...

Namibia: rivince il presidente Hage Geingob, ma con il peggior risultato della Swapo dall’indipendenza

Vacilla il dominio assoluto della Swapo, tra scandali e accuse di svendere le risorse del Paese agli stranieri

Il presidente uscente della Namibia, il 78enne Hage Geingob, è stato rieletto con il 56,3% dei voti, un risultato molto più basso di quello ottenuto 5 anni fa, quando era arrivato ben all’86%, e il peggiore di un presidente namibiano eletto. La Swapo per la prima volta non stravince. Infatti, anche se il capo della...

Zimbabwe, l’ex granaio dell’Africa affamato per colpa degli uomini

Un disastro politico e i cambiamenti climatici hanno messo in ginocchio lo Zimbabwe. Solo tre Paesi in guerra hanno lo stesso livello di insicurezza alimentare

Hilal Elver, la special rapporteur dell’Onu per il diritto umano al cibo, ha detto che «Nonostante una protezione costituzionale sul diritto all’alimentazione e un insieme sofisticato di leggi e di politiche nazionali fondate sui diritti umani, la fame causata dall’uomo si fa lentamente strada nello Zimbabwe». Dopo aver visitato i Paesi dell’Africa australe dal 18...

Via libera del governo alla “Fase 2” dell’acquisto dei caccia F-35

Campagna “Taglia le ali alle armi”: «E’ gravissimo. 3,5 miliardi bruciati per caccia d'attacco»

Ieri, a pochi giorni dal voto alla Camera sulle mozioni relative al Programma Joint Strike Fighter, il ministro della difesa Lorenzo Guerini ha annunciato alle Commissioni parlamentari il passaggio alla ‘Fase 2’ pluriennale del programma di acquisto dei caccia F-35 dagli Usa. : Sbilanciamoci!, Rete della Pace e Rete Disarmo, che da anni hanno lanciato...

Yemen: il massacro “made in Italy” di donne e bambini

Oxfam: «Negli ultimi 3 mesi aumentati del 25% i civili uccisi». Un Paese in ginocchio e il ruolo dell’Italia

Oxfam ha presentato oggi il nuovo rapporto “La violenza delle armi esplosive sulla popolazione civile in Yemen” dal quale emerge che «Dall’inizio del conflitto in Yemen in oltre 1 caso su 3 l’uso di armi esplosive ha ucciso una donna o un bambino. Vittime “collaterali” di raid aerei o bombardamenti via terra che colpiscono aree...

Nel mondo ci sono 270 milioni di migranti internazionali e mantengono le loro famiglie con 689 miliardi di dollari (VIDEO)

Non c’è nessuna “invasione”, negli ultimi due anni la popolazione globale dei migranti internazionali è aumentata solo dello 0,1%

Presentando il World Migration Report 2020 (WMR 2020) al Council meeting dell’International organization for migartio (Iom) in corso a Ginevra, il direttore generale dell’Iom. António Vitorino, ha ricordato che «In un ambiente mediatico globale fortemente interessato alla questione della migrazione, la necessità di analisi verificate e basate su prove su questo problema decisivo del nostro...

La contro-finanziaria di Sbilanciamoci!: quella del Conte bis è una manovra per papere

49 associazioni: è una manovra di galleggiamento e l’acqua è poca, sia per l’ambiente che per cultura e sociale

Secondo la Contro-finanziaria presentata dalla Campagna Sbilanciamoci!, la Legge di Bilancio presentata dal governo Conte bisi, attualmente all’esame delle Camere, è «Una manovra di galleggiamento, senza coraggio, che non sposta niente o comunque troppo poco». Sbilanciamoci! Sottolinea che non mancano le attenuanti: «Solo un mese per elaborarla da parte dell’esecutivo partito a settembre, margini risicati...

Il 38% dei giovani italiani ritiene che dovrà emigrare a causa dei cambiamenti climatici

Bei: «Gli italiani sono fortemente preoccupati dei cambiamenti climatici e del loro impatto nella vita quotidiana e nel futuro, ma allo stesso tempo sono prevalentemente ottimisti circa la possibilità di risolvere la crisi climatica»

Accecati dalla propaganda contro gli sbarchi sulle coste italiane, quasi non ci siamo accorti che è l’Italia ad essere tornata ad essere un Paese di migranti, con i più giovani a ritenere che saranno i cambiamenti climatici a spingerli fuori confine nel prossimo futuro. Secondo la nuova ricerca condotta dalla Banca europea per gli investimenti...

Incidente nucleare nell’Artico, Putin conferma: è stato un test missilistico fallito

E la Russia annuncia l’avvio del programma ipersonico da crociera Avangard

Incontrando durante una cerimonia al Cremlino i familiari di due delle vittime del misterioso incidente nucleare avvenuto l’8 agosto nel poligono navale di Nyonoksa, sul Mar Bianco, nel nord-ovest della Russiail presidente russo Vladimir Putin ha confermato che si è trattato del test fallito di «un'arma che non ha analoghi al mondo». Con tutta probabilità...

L’Iran in rivolta e la magistratura condanna gli ambientalisti che studiano i ghepardi

I ricercatori accusati di essere spie straniere. Teoria fantapolitica sui disordini: complotto di kurdi, Daesh e Mujahedin Khalq

Mentre in Iran i pasdaran continuano a reprimere duramente – sembra con decine di morti e centinaia di feriti e arresti – le proteste di piazza contro il carovita e l’aumento del 50% del costo della benzina, l’United Nations environment programme si è detto «profondamente preoccupato per la recente condanna degli ambientalisti a lunghe pene...

Pachamama: un viaggio nella Bolivia che resiste, grazie alla cooperazione internazionale

La scommessa è dare la possibilità alle donne del luogo di realizzare attività economiche e produttrici di reddito, che diano loro indipendenza economica e la possibilità di avere un ruolo decisionale all’interno della comunità

In una situazione di grande incertezza politica e di violenti scontri che coinvolgono gran parte della popolazione boliviana, divisa tra sostenitori e oppositori dell’ex presidente Evo Morales, riparato in Messico dopo le dimissioni forzate, vi raccontiamo del progetto "Pachamama" realizzato con Cospe e Cevi, finanziato dall’Aics. Nonostante lo stop forzato di quest’ultimo periodo, in cui...

Alla Turchia servono investimenti da 59 miliardi di euro per allinearsi all’acquis ambientale Ue

Nonostante alcuni persistenti ritardi emergono progressi nella gestione dei rifiuti, nel controllo dell'inquinamento, nella riduzione dei rischi idrogeologici e nella qualità di acqua e aria

Da lustri la Turchia è al centro di una travagliata trattativa che ha come obiettivo l’adesione dello Stato all’Unione europea, che anche recentemente ha subito un duro contraccolpo dopo le operazioni condotte dal presidente Erdogan nel nord della Siria a danno dei curdi: «Ritengo che il processo di adesione della Turchia vada abolito – ha...

Sahel: il Burkina Faso epicentro di una drammatica crisi umanitaria e climatica

Jihadisti e Stato Islamico all’attacco anche in Mali e Niger. Dove la retorica pelosa dell’aiutiamoli a casa loro mostra tutta la sua ributtante ipocrisia

Il World food programme (Wfp/Pam) ha lanciato un preoccupato allarme sul peggioramento della crisi umanitaria in atto in Burkina Faso e nei Paesi confinanti della fascia saheliana centrale dell’Africa occidentale. L’agenzia Onu sottolinea che le cause principali sono «La violenza diffusa e l’impatto a lungo termine del cambiamento climatico». Il Burkina Faso, che era rimasto...

Afghanistan: il fallimento dell’Occidente. Un terzo degli afgani ha bisogno di aiuti umanitari urgenti

Onu: milioni di persone soffrono di acuta insicurezza alimentare. Un Paese duramente colpito dal cambiamento climatico

Secondo l’ultimo Integrated Food Security Phase Classification (IPC) Alert appena pubblicato,da agosto a ottobre 2019, circa un terzo della popolazione dell’Afghanistan ha richiesto urgenti azioni umanitarie. Questo vuol dire che nell’Afghanistan che gli Usa, l’Italia e altri Paesi occidentali avevano promesso di liberare dalla miseria e dall’arretratezza, portando anche la democrazia, «circa 10,23 milioni di...

Le mani della Russia sui diamanti della Repubblica Centrafricana

Ecco perché Mosca vuole togliere l’embargo ai diamanti insanguinati della Repubblica centrafricana

Intervistato recentemente da Ria Novosti, il viceministro delle finanze russo Alexei Moisseiev ha detto che «La Russia vuole far tornare nella legalità i diamanti centrafricani». Nel 2020 la Russia sarà la presidente di turno del Kimberley Process, un sistema di certificazione internazionale per escludere dal mercato i diamanti insanguinati, cioè frutto delle vendite per alimentare...

Speranze di pace per il Sud Sudan, ma il Paese è colpito da inondazioni causate dal cambiamento climatico

Oltre 200.000 bambini costretti a fuggire dalle loro case. Famiglie già afflitte dalla malnutrizione estrema devono trovare riparo in rifugi temporanei per sfuggire alle forti piogge

Il Sud Sudan sembra aver trovato finalmente un po’ di pace: in base all’accordo di pace del settembre 2018, volto a porre fine a 6 anni di sanguinossa guerra civile che è diventata anche conflitto etnico/tribale, il 12 novembre il presidente Salva Kiir e il leader dell'opposizione Riek Machar avrebbero dovuto formare un governo di...

Le cinque crepe che mettono a rischio la pace nel mondo. «Lo status quo non è difendibile»

Guterres. a rischio la nostra civiltà. Il multilateralismo deve adattarsi alle sfide di oggi e del domani

Si è concluso ieri il secondo Forum de Paris sur la Paix che ha visto la partecipazione di 65 capi di Stato e di governo, la presentazione di 121 progetti, 300 interventi ai dibattiti, un hackathon di tre giorni sulle nuove tecnologie, un evento che è stato seguito da 700 giornalisti e da 6.000 partecipanti....

Corte dei conti europea: per la gestione della migrazione in Grecia ed in Italia è ora di intensificare gli sforzi per ovviare alle disparità tra obiettivi e risultati

I rimpatri sono molto meno di quelli promessi da Salvini. «Più personale di Frontex di quanto necessario presso gli hotspot italiani, che sono stati trovati vuoti o quasi vuoti»

Fino al 2019, l’Unione europea ha destinato 703 milioni di euro di fondi d’emergenza alla Grecia e 122 milioni di euro all’Italia provenienti dal Fondo asilo, migrazione e integrazione (fondi di assistenza di emergenza dell’AMIF), oltre ai 328 milioni destinati alla Grecia e ai 394 milioni di euro destinati all’Italia nell’ambito dei programmi nazionali dell’AMIF...

Spagna: preaccordo di governo tra PSOE e Podemos. Esquerra Republicana: un patto con la Catalogna contro la destra

Sánchez: «Il nuovo governo sarà stabile e decisamente progressista»

Dopo il fallimento del tentativo del Partido Socialista Obrero Español (PSOE) di formare un governo da solo andando ad elezioni anticipate, che si è tradotto in una perdita di 3 seggi, nella rianimazione del Partido Popular e nel successo dell’estrema destra neofascista/franchista di Vox, ieri il PSOE e la sinistra radicale di Unidas Podemos (uscita...

Bolivia, riuscito il golpe del litio: Evo Morales fugge in Messico e riceve asilo politico

L’incredibile suicidio della sinistra boliviana che consegna il potere alla destra neoliberista

Dopo il golpe militare post-elettorale e gli scontri di piazza tra sostenitori e oppositori del presidente boliviano Evo Morales – dichiaratosi vincitore e al primo turno con un risultato non riconosciuto dall’opposizione di destra - ieri Morales è salito su un aereo per auto-esiliarsi in Messico, dove ha chiesto e ricevuto asilo politico. Morales ha...

In Africa quest’anno si contano 2,6 milioni di migranti climatici

La sostenibilità al centro della Conferenza ministeriale africana sull’ambiente, aperta oggi a Durban

Pur contribuendo solo per il 5% all’emissione di gas climalteranti in atmosfera, l’Africa è il continente più colpito dall’emergenza climatica: Oxfam stima che ci siano oltre 52 milioni di persone in 18 paesi sparsi tra Africa centrale, orientale e meridionale – già messe in ginocchio da conflitti e povertà – che rischiano di morire fame, a causa dagli effetti devastanti...

La Russia ha sciolto l’associazione che proteggeva popoli indigeni e ambiente dalle compagnie petrolifere

In base alla legge sugli "agenti stranieri", la Russia abolisce CSIPN/RITC e For Human Rights

Su indicazione di Vladimir Putin e in base a una legge approvata dalla Duma, il Parlamento federale russo, in Russia continua la repressione dei cosiddetti "agenti stranieri", dopo le accuse del ministero della giustizia, i tribunali russi hanno sciolto due note ONG: il primo novembre, la Corte suprema della Russia ha sciolto For Human Rights...

In Iran scoperto un enorme giacimento petrolifero, potrebbe aumentare di un terzo le riserve di greggio del Paese

Al via i lavori per la costruzione del secondo reattore nucleare a Bushehr

Intervenendo a una manifestazione a Yezd, nella provincia sud-occidentale del Khuzestan, il presidente dell’Iran Hassan Rouhani ha annunciato che «I lavoratori della compagnia di esplorazione petroligera hanno scoperto un nuovo giacimento petrolifero contenente 53 miliardi di barili di greggio. E’ un grande giacimento petrolifero che si estende da Bostan fino alle vicinanze di Omidiyeh ..., copre un'area...

La Russia ha ripreso a importare uranio impoverito dalla Germania. Nel 2009 aveva promesso che non lo avrebbe fatto più

Le associazioni ambientalista: un traffico che nasconde lo stoccaggio di scorie nucleari in Russia

Alla fine di ottobre, i media russi hanno rivelato che dei container pieni di uranio impoverito – l’esafluoruro di uranio, un composto tossico - di proprietà della compagnia tedesca Urenco, venivano trasportati dalla Germania in Russia nell'ambito di un accordo con Tekhsnabexport (Tenex), una sussidiaria di Rosatom, la società nucleare statale russa. L'esafluoruro di uranio,...

Porto sicuro: «In tutta la Libia regnano violenza, atrocità e impunità»

Corte penale internazionale: «L’implosione della Libia deve pesare fortemente sulla coscienza della comunità internazionale»

Mentre il governo Italiano confermava, per chiedendo di rivederlo, l’accordo sui migranti con il governo fantasma libico assediato a tripoli la procuratore della Corte penale internazionale (Cpi) Fatou Bensouda, di fronte al Consiglio di sicurezza dell’Onu denunciava che «La Libia rimane intrappolata in un ciclo di violenza, atrocità e impunità». A quasi 10 anni dall’inizio...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 67