Geopolitica

Siria: la nuova guerra è cominciata. La Turchia bombarda decine di centri abitati kurdi. Sanguinosi scontri tra SDF/YPG e militari turchi appoggiati dai jihadisti

Appello alla solidarietà internazionale: in Italia rispondono Arci, Anpi, Cgil e Legambiente e Friday for Future

La nuova guerra della Turchia contro i kurdi è iniziata: ieri truppe turche sostenute dai jihadisti siriani hanno invaso il nord della Siria e bombardato con aerei e armi pesanti il Rojava autonomo. Stamattina l’esercito turco ha attaccato con armi pesanti il villaggio di Aşmê vicino alla città martire di Kobanê, dove i kurdi siriani...

Siria: la Turchia bombarda Ras al-Ayn e si prepara ad invadere il Rojava insieme alle milizie Jihadiste

Il portavoce di Erdogan smentisce Trump. I kurdi e i loro alleati: resisteremo. Si annuncia un’estenuante guerriglia anti-turca

La Turchia ha bombardato Ras al-Ayn, una città kurdo-siriana di confine e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva già annunciato ieri su Twitter l’avvio della "Operation Peace Spring": «Le Forze Armate della Turchia, insieme alla Syrian National Army hanno iniziato l’attacco contro i terroristi PKK/YPG e Daesh nel nord della Siria, Il nostro obiettivo...

Ecuador gli indios e gli operai invadono Quito e il Presidente sposta la capitale a Guayaquil

Lenín Moreno accusa Correa e il Venezuela di voler fare un golpe

Oggi a Quito, la capitale dell’Ecuador, è il settimo giorno di sciopero contro il “paquetazo” le misure concordate dal presidente della Repubblica Lenín Moreno con il Fondo monetario internazionale. Ma già ieri il Paese è stato percorso da cortei di indios che si dirigevano verso la capitale gridando «Arriba el Paro!», «Fuera Moreno y sus...

Iniziata l’invasione della Siria: i turchi attaccano le postazioni dei kurdi abbandonati da Trump

Aerei attaccano le SDF/YPG e tiri di mortaio contro le postazioni kurde

Secondo quanto dicono fonti kurde delle Sdf/Ypg, confermate dagli iraniani e dalla televisione di Stato siriani, aerei turchi avrebbero attaccato il posto di blocco di Semalka tra Iraq e Siria, distruggendo due ponti. L’attacco, che da il via ufficialmente all’invasione del nord della Siria da parte della Turchia, sarebbe avvenuto – come confermano dei video pubblicati...

Strage di giovani in Iraq: 104 morti nelle proteste contro il carovita e la corruzione

Violenti scontri tra manifestanti e forze di sicurezza. L’Onu: rispettate i diritti umani

Dopo 6 giorni di violente proteste e il rincorrersi di cifre e voci sulle vittime, è sto lo stesso governo dell’Iraq a tracciare un bilancio terribile delle proteste dei giovani disoccupati contro il carovita e la corruzione: 104 i morti accertati e oltre 6.100 i feriti. Tra le vittime ci sono anche 8 poliziotti e...

Portogallo: quando la sinistra vince perché fa la sinistra

I socialisti vogliono riconfermare ed estendere l’accordo con sinistra radicale, comunisti e verdi

Il vero vincitore delle elezioni di ieri in Portogallo è il Partido Socialista (PS) e e il merito è del suo leader e primo ministro uscente, António Costa, che ha voluto, anche contro l’ala moderata del PS, la jeringonça, l’accordo con l’appoggio esterno con il  Bloco de Esquerda e il Partido Comunista/Los Verdes che ha...

Nuova invasione della Siria: truppe turche e blindati al confine

Attacco contro i kurdi e le Sdf/Ypg. La paranoia militaresca di Erdoğan e l’ennesimo tradimento di Trump

Dopo l’annuncio dato sabato dal presidente Recep Tayyip Erdoğan di una incombente operazione militare contro i kurdi siriani e i loro alleati, la Turchia sta ammassando truppe al confine siriano. Video condivisi sui social media e dai programmi televisivi nazionali turchi mostrano movimenti di soldati e di mezzi pesanti che già oggi potrebbero invadere la...

Brasile, Bolsonaro e gli integralisti cattolici contro il Sinodo per l’Amazzonia e Papa Francesco

«Impedire che l’Amazzonia diventi una enorme favela verde divisa in ghetti tribali marxisti»

Se gli oppositori più rumorosi al Sinodo per l’Amazzonia in corso a Roma e al suo Documento preparatorio “Amazzonia: Nuovi Cammini per la Chiesa e per una Ecologia Integrale” sono stati cardinali cattolici conservatori come i tedeschi Walter Brandmueller e soprattutto l’ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede Gerhard Mueller e che ha...

Wall Street e le banche libereranno 40 milioni di moderni schiavi?

La Liechtenstein Initiative mobilita il settore finanziario contro la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani

Secondo gli ultimi dati disponibili, nel 2016 nel mondo più di 40 milioni di uomini, donne e bambini erano moderni schiavi, si tratta di una persona su 185 persone, e si stima che i proventi del solo lavoro forzato generino oltre 150 miliardi all'anno, mentre nel mondo 1,7 miliardi di persone – quelle che ne...

Yemen, gli Houthi liberano dei prigionieri ma ne catturano altri 7.000 in battaglia. Molti mercenari

Gli iraniani: «Un colpo pesante contro Riyadh. Signor Trump, anche questa volta è stato l’Iran?»

L’inviato speciale dell’Onu per lo Yemen, Martin Griffiths, si è felicitato per l’iniziativa presa da Ansar Allah, gli sciiti Houthi al potere a Sana’a, di liberare unilateralmente alcune persone che detenevano e ha chiesto a tutte le parti coinvolte nel conflitto yemenita di vigilare affinché i detenuti liberati vengano rimandati a casa loro in tutta...

Austria: vincono la destra prendendo voti all’estrema destra e i Verdi prendendo voti ai socialdemocratici

Per Kurz difficile fare un governo sia con vecchi che con nuovi possibili alleati

Come scrive sulla sua pagina Facebook la co-presidente dei Verdi europei Monica Frassoni, «i Verdi Austriaci tornano trionfalmente in Parlamento con il 14,3% (forse di più ancora non tutti voti contati) e 27 deputati dopo la catastrofe del 2017 (3,9% appena sotto la soglia di sbarramento)». Un Exploit più che notevole e che avrebbe potuto...

Migranti e rifugiati: in Libia violati i diritti umani. Onu: respingimenti illegali, guardia costiera libica implicata

E nel Sahel non va meglio. Guterres: «Stiamo perdendo terreno di fronte alla violenza anche a causa del cambiamento climatico»

Intervenendo con un videomessaggio all’Human Rights Council, l’inviato speciale del segretario generale dell’Onu in Libia, Ghassan Salamé, ha espresso tutta la sua preoccupazione per la sorte dei migranti in Libia – quello che qualcuno fino a poche settimane fa si ostinava a chiamare “porto sicuro” – «in particolare per quelli che vengono intercettati in mare...

Bolsonaro cerca di vendere all’Onu l’immagine di un Brasile che non esiste (VIDEO)

Il presidente del Brasile nega la crisi ambientale e dice che l’Amazzonia è praticamente intatta e il Paese più sicuro

Secondo una nota del governo brasiliano, intervenendo alla 74esimaa Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente del Brasile Jair Bolsonaro, «ha ribadito l'impegno del governo per la salvaguardia dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile a beneficio della popolazione. dal Brasile e dal mondo». Il neofascista Bolsonaro ha affermato che «Il mio governo ha un impegno solenne...

Siria: accordo per un Comitato costituzionale. Di Maio: importante passo verso una soluzione politica

Guterres ringrazia Russia, Turchia e Iran. Ma turchi e statunitensi invadono la Siria. I kurdi: senza la nostra autonomia sarà un altro fallimento

II Segretario generale dell’Onu, António Guterres, ha annunciato un accordo tra il governo siriano di Bashie al-Assad e l’opposizione jihadista appoggiata dalla Turchia per la composizione di un Comitato incaricato di redigere una nuova Costituzione. Guterres ha detto: «Ho il piacere di annunciare l’accordo del governo della Repubblica araba siriana e della Commissione di negoziazione...

Aiutiamoli a casa loro? Ai poveri meno di un centesimo al giorno per resistere al cambiamento climatico

Rapporto Oxfam denuncia l’emergenza e la disuguaglianza climatica in Mozambico e Corno D’africa. E l’Italia che fa?

Secondo il nuovo rapporto “Who takes the heat? Untold stories of climate crisis in the Horn of Africa and Mozambique”, pubblicato da  Oxfam, SSWC, Ajoago e Aldef in occasione del Climate Action Summit dell’Onu, «Le persone più povere del mondo hanno meno di un centesimo al giorno per resistere agli effetti dei cambiamenti climatici». Oxfam...

La Russia ratifica l’Accordo di Parigi

I complimenti di Macron: una formidabile notizia. La Germania: Vogliamo un mondo CO2 neutral entro il 2050

In occasione dell’United Nations Climate Action Summit, il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha dichiarato di aver firmato la risoluzione del governo per la ratifica degli accordi di Parigi sul clima e ha sottolineato. «Insieme dovremo considerevolmente ridurre le emissioni atmosferiche per didurre il riscaldamento globale. Nello stesso gtempo, ogni Paese determinerà il suo contributo...

UN Climate Action Summit, Greta Thunberg ai leader del mondo: «Ci state deludendo. Come avete osato?»

Se i leader mondiali decidessero di fallire, la mia generazione non li perdonerà mai

Ecco il testo del durissimo discorso pronunciato ieri da Greta Thunberg all’United Nations climate Action summit a New York: Quel che sto facendo è sbagliato. Non dovrei essere qui, dovrei essere dall'altra parte dell'oceano, a scuola. Avete rubato i miei sogni, la mia infanzia con le vostre parole vuote. La gente soffre, la gente muore, interi...

Al via il summit Onu sul clima. Intervista a António Guterres

«I leader mondiali devono fare ciò che è necessario per la pace e il pianeta»

Mentre i leader mondiali stanno per incontrarsi a New York per discutere quale sia la migliore strada da percorrere per il pianeta, in questa intervista rilasciata su Un news Info a Melissa Fleming, la nuova vicesegratario o generale delle Nazioni Unite per le comunicazioni globali, il segretario generale dell’Onu António Guterres anticipa i temi del...

Brexit, come cambierà il mercato delle emissioni di gas serra nell’Ue senza il Regno Unito

Il prezzo che deve pagare chi inquina per produrre è oggi di circa 26€ per tonnellata di CO2, e un’uscita dell’Uk potrebbe aumentare la centralità di altri Paesi come la Danimarca, la Germania, la Francia, l’Olanda e in parte anche l’Italia

L’odissea della Brexit si sta trasformando in un incubo per il Regno Unito, con l’orizzonte di un’uscita dall’Unione europea senza un accordo tra le parti – al momento la scadenza rimane inchiodata al 31 ottobre – che si avvicina pericolosamente. Secondo il Parlamento britannico il peggior scenario possibile porterebbe aumenti dei prezzi dei beni alimentari,...

Usa e Arabia Saudita: l’attacco agli impianti petroliferi è un atto di guerra dell’Iran

Gli Usa inaspriscono le sanzioni contro Teheran. Iran: una lezione dello Yemen ai sauditi

Il segretario di stato Usa, Mike Pompeo, ha detto che l’attacco sferrato dai droni il 14 settembre contro le due gigantesche raffinerie saudite di Abqaiq e Khurais sono un atto di guerra del quale sarebbe responsabile l’iran. Il ministro degli esteri saudita, Ibrahim Abdulaziz Al-Assaf, ha subito rilanciato via Twitter la dichiarazione di Pompeo che...

Nel mondo ci sono 227 milioni di migranti internazionali

I sorprendenti dati del Desa Onu sui migranti in aumento in tutte le regioni del mondo

Secondo le nuove stime pubblicate dal Department of economic and social affairs (Desa) dell’Onu, «Nel 2019, il numero di migranti internazionali nel mondo ha raggiunto i 272 milioni, cioè un aumento di 51 milioni in rapporto al 2010. Attualmente I migranti internazionali rappresentano il 3,5% della popolazione mondiale, contro il 2,8% nel 2000». Stime che...

Il petrolio dell’Arabia saudita si scopre vulnerabile, per difenderci servono più rinnovabili

Il Piano energia e clima proposto dal primo Governo Conte prevede che tra dieci anni i prodotti petroliferi «rappresenteranno comunque il 31% del totale del fabbisogno energetico nazionale». Ma ritardare gli obiettivi di sostenibilità continua ad esporci anche ai rischi geopolitici

Dopo gli attacchi che hanno fatto esplodere gli impianti di Abqaiq e Khurais, rivendicati dai combattenti Houthi, l’Arabia saudita si è trovata di colpo con una produzione di petrolio dimezzata, il che significa il 5-6% della produzione mondiale di greggio in meno. Può non sembrare molto, ma come spiegano dall’Unione petrolifera italiana «uno degli ammanchi...

L’attacco al petrolio saudita rischia di trascinare il Medio Oriente in una guerra totale

Attacco partito dall’Iraq o dall’Iran? Gli Houthi yemeniti: siamo stati noi e colpiremo ancora

Gli attacchi al cuore petrolifero dell’Arabia Saudita, rivendicati dai combattenti Houthi sciiti  dello Yemen, al potere a Sana’a,  potrebbero trascinare un Paese già dilaniato dalla guerra in  un conflitto ancora più grande, Ne è convinto l’inviato speciale dell’Onu in Yemen, Martin Griffiths che, intervenendo al Consiglio di sicurezza, ha detto che «Non c'è tempo da...

I droni degli sciiti yemeniti colpiscono il cuore petrolifero dell’Arabia Saudita, dimezzata la produzione di greggio

I sauditi: ci vorranno settimane per tornare alla normalità. Scontro tra Usa e Iran

Due droni degli Houthi sciiti al potere a Sana’a – ma sull’agenzia iraniana Pars Today Davood Abbasisi parla di  «Uno squadrone di droni bombardieri della resistenza yemenita» composto da 10 velivoli -  hanno colpito dall’alto i due impianti petroliferi di Abqaiq e Khurais della  compagnia Saudi Aramco i più grandi dell’Arabia saudita, uno dei quali, in...

Libia: accordo di Federpesca con i ribelli di Haftar. Tassa da 100.000 euro al mese?

Corrao (M5s): «Diplomazia parallela per i pescherecci di Mazara. E' normale trattare con gli uomini di Haftar?»

L’8 settembre il sito ufficiale di Federpesca ha annunciato (con tanto di foto a sugello) che «Partono oggi da Mazara del Vallo i primi pescherecci italiani destinati ad operare nelle acque libiche orientali, sulla base di un accordo privato, di durata quinquennale, firmato il 12 marzo e reso operativo il 15 luglio scorso tra Federpesca...

Nel XXI secolo i test nucleari sono semplicemente inaccettabili

Cina, Corea del Nord, Egitto, India, Iran, Israele, Pakistan e Usa non hanno ancora ratificato il trattato

Mentre la Corea del nord testava altri missili nel Mar del Giappone, Lassina Zerbo, segretario esecutivo della Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty Organization (Ctbto) è intervenuto all’Onu per  celebrare l’International Day against Nuclear Testsha e ha avvertito che «Il rischio di proliferazione nucleare e la minaccia del terrorismo nucleare continuano a porre delle grandi sfide alla comunità internazionale. Spero...

Human Rights Watch: «Il nuovo governo italiano dovrebbe abrogare le sue orribili politiche migratorie»

M5S e PD dovrebbero rompere con il passato ed adottare nuove politiche basate sul rispetto dei diritti

La nuova coalizione di governo italiana, per quanto fragile, rappresenta un'opportunità per il Paese di abbandonare le politiche migratorie che mettono a repentaglio le vite e tornare a quelle fondate sul rispetto dei diritti umani, compreso il diritto alla vita. Il nuovo governo appoggiato dal Movimento Cinque Stelle e dal Partito Democratico dovrebbe cercare di...

Ritorno a scuola, ma non per tutti: più di 12.000 bambini sono stati uccisi o mutilati nelle zone di conflitto

Unicef: un cimitero di 3.758 zaini scolastici davanti alle Nazioni Unite

In gran parte del mondo settembre è il mese della riapertura delle scuole, ma in molti Paesi alcune scuole non riapriranno e molti banchi saranno vuoti. Per far comprendere il livello di questa devastante perdita di giovanissime vite umane e di futuro, l’Unicef ha realizzato di fronte alle Nazioni Unite a New York un cimitero...

Papa Francesco in Madagascar: «C’è una sola e complessa crisi socio-ambientale»

«Non può esserci un vero approccio ecologico né una concreta azione di tutela dell’ambiente senza una giustizia sociale»

Il testo integrale del discorso pronunciato da Papa Francesco in Madagascar durante l’incontro con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico   Saluto cordialmente il Presidente della Repubblica del Madagascar e lo ringrazio per il suo gentile invito a visitare questo Paese, come pure per le parole di benvenuto che mi ha rivolto....

Incidente nucleare in Russia: ora spuntano due pontoni radioattivi incagliati (VIDEO)

Il disastro avvenuto mentre i militari russi tentavano di recuperare un missile nucleare sul fondo del mare?

Still/Belomorkanal TV, un’emittente della Russia settentrionale, dice di aver misurato livelli di radiazioni da basse a medio-alte vicino a due pontoni fatti spiaggiare e abbandonati, che sarebbero stati portati sulla costa del villaggio di  Nyonoksa dopo la misteriosa esplosione avvenuta l’8 agosto durante un test militare nella regione di Arkhangelsk e che ha ucciso 5...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 68