Geopolitica

Basi militari cinesi negli atolli contesi del Mar Cinese Meridionale: le foto

Pechino occupa e distrugge interi atolli corallini, provocando un disastro ambientale

Il giornale filippino Philippines Daily Inquirer ha pubblicato foto che dimostrerebbero che la Cina ha già costruito e sta costruendo "fortezze insulari" nel Mar Cinese Meridionale, sugli atolli corallini dell'arcipelago delle Spratly, al largo delle Filippine – che li considerano territorio nazionale – ma rivendicati anche in tutto o in parte anche da Brunei, Malysia,Taiwan e Vietnam....

Aiutiamoli a casa loro? È solo uno slogan: diminuisce il sostegno ai Paesi meno sviluppati

L’Onu chiede di rafforzare l’aiuto agli LCDs. Intanto in Libia e Medio Oriente è mattanza di bambini

Secondo il rapporto “Selected Sustainable Development Trends in the Least Developed Countries 2018” dell’United Nations conference on trade and development (Unctad)  «Gli indicatori di sviluppo dei 47 Paesi meno sviluppati (least developed countries LDCs) sono orientati verso un calo» e per questo Paul Akiwumi, direttore della divisione Unctad Africa, LDCs e programmi speciali ha evidenziato...

Vivere sotto un cielo nero: la guerra tossica infinita in Iraq

Un disastro ambientale e umanitario che porta la firma anche dell’Italia

Quella che racconta il rapporto  “Living Under a Black Sky: Conflict Pollution and Environmental Health Concerns in Iraq” è una storia di incessante dolore, della tragedia dell’Iraq devastato da 30 anni di guerra e di ecocidio, è una storia anche italiana visto che il nostro Paese non ha mai mancato di dare il suo contributo...

Flat tax? L’Iran la abbandona: troppa evasione fiscale

L’ayatollah del neoliberismo Berlusconi voleva copiare Teheran, ma l’Italia ha gli stessi problemi

Mentre il redivivo Berlusconi porta in giro la sua maschera ad annunciare l’espulsione di 600.000 clandestini (come, con che sistemi e rottamando la Bossi-Fini voluta fortemente dal un suo governo?) e mentre, soprattutto, propone una flat tax pro-ricchi – come quella di Trump – e poi annuncia che vuole farla finita con la povertà e...

MIL€X, in Italia aumentano le spese militari: 25 miliardi. Nuove armi e nucleare (VIDEO)

Il Nobel per la Pace Daniel Högsta (Ican): le armi nucleari negative per i Paesi che le ospitano, anche per la spesa pubblica

Secondo il MIL€X 2018 - Rapporto annuale sulle spese militari italiane, la spesa militare dell’Italia mostra un’ulteriore incremento: «25 miliardi di euro nel 2018 (1,4% del Pil), un aumento del 4% rispetto al 2017 che rafforza la tendenza di crescita avviata dal governo Renzi (+8,6 % rispetto al 2015) e che riprende la dinamica incrementale...

La green economy come salvezza per i Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum

Il Cnr ha presentato oggi a Napoli il Rapporto sulle economie del Mediterraneo, incrociando temi chiave per la nostra regione: lavoro, migrazioni, (in)sostenibilità

È stato presentato oggi a Napoli, nel Polo umanistico del Cnr, il Rapporto sulle economie del Mediterraneo 2017 (Il Mulino), curato proprio dall’Istituto di studi sulle società del Mediterraneo (Issm) del Cnr. Un documento che affronta temi chiavi in un’area che volente o nolente vede anche l’Italia protagonista: il Cnr approfondisce in particolare le problematiche...

Studio del Pentagono: condizioni climatiche estreme nel 50% delle basi militari statunitensi

Il Dipartimento della difesa Usa sbugiarda la strategia di sicurezza nazionale di Trump

Secondo il nuovo il rapporto  del Pentagono “Department of Defense  Climate-Related Risk to DoD Infrastructure Initial Vulnerability Assessment Survey (SLVAS)” - reso noto dal Center for Climate and Security, un think tank di  esperti di sicurezza climatica apartitico e indipendente - circa la metà delle strutture militari statunitensi in tutto il mondo hanno sperimentato condizioni...

Realacci: perché non sono stato ricandidato. «Il mio impegno per il PD»

Matteo Renzi e chi gli è più vicino è di fondo convinto che l’ambiente non sia centrale e non sia pagante dal punto di vista elettorale

Con una articolata e argomentata nota sulla sua pagina Facebook, il presidente della Commissione ambiente della Camera, Ermete Realacci, spiega il perché – e anche qualche retroscena – della sua mancata riconferma come candidato del PD alle elezioni del 4 marzo. Un post molto commentato che vi riproponiamo:   Come molti sanno, almeno su FB,...

Cooperazione Iran – Corea del sud per la gestione dei rifiuti. E anche l’Italia è interessata

A Teheran seminario formativo-informativo di Italia e Unido-Itpo sull’economia circolare

L’Italia parteciperà alla 17esima Iran International Envirnment Exibition che si terrà a Teheran il  21 e 22 febbraio  e in quell’occasione il nostro ministero dell’ambiente e l’United Nations devlopment organization -  Ufficio promozione Tecnologica e degli Investimenti (Unido - Itpo) Italia organizzeranno il seminario tecnico “A Circular Economy Waste Management Approach for Industrial and Urban areas”....

Yemen nel caos totale: i separatisti del sud conquistavano Aden, appoggiati dagli Emirati arabi uniti

Fugge il premier filo-saudita. Yemen allo stremo: 10.000 morti, un milione di bambini a rischio colera

Ad aden è ritornata a sventolare la  bandiera panaraba sormontata dal triangolo azzurro e dalla stella rossa della Repubblica Democratica Popolare dello Yemen, l’unico Stato “comunista” arabo, alleato dell’Unione sovietica, che ha cessato di esistere nel 1990, con l’unificazione con lo Yemen del nord. Ma dietro i guerriglieri indipendentisti del Southern transitional council (Stc) questa...

Primo discorso sullo Stato dell’Unione di Trump: «Il carbone è bello»

Attacco alla democrazia liberale: vuole che i suoi amici possano licenziare chi non esegue i suoi ordini

Il suo primo discorso sullo stato dell'Unione il presidente Usa Donald Trump lo ha passato in gran parte a magnificare la sua politica fiscale pro-ricchi (quella che vorrebbe copiare Silvio Berlusconi in barba a tutti i vincoli di bilancio italiani e alla normative europee) e formulando una proposta di immigrazione che porterebbe  avanti le principali...

Lo stato del nucleare nel Paese di Chernobyl. I paradossi e i rischi del nucleare ucraino

Rapporto di Bellona sull'opaca industria nucleare dell’Ucraina, in mano ai “nemici” russi

Non è certo sorprendente che in Ucraina la sicurezza sia una sfida cruciale per l'industria nucleare: è il Paese dove sorge il cadavere radioattivo della famigerata centrale sovietica di Chernobyl, dove si è prodotta la più grave tragedia del nucleare civile della storia. Quel che è sorprendente è la mancanza di informazioni e l’opacità di un'industria...

Resto nel Rojava per difendere Afrin. Lettera da Kobane di un combattente internazionalista

La Turchia bombarda centri abitati e campi profughi, ma i kurdi la fermano sul terreno

Ieri nel nord della Siria gli aerei turchi hanno bombardato il  campo profughi di Rubar, vicino al villaggio di Kubla, nella regione di Shirawi, nel canntone kurdo-siriano di Afrin, facendo altre vittime tra la popolazione civile che era fuggita da un’altra guerra siriana. Infatti, l’invasione aerea e terrestre della Siria non colpisce solo i kurdi...

La strage dei leader comunitari in Colombia, l’olio di palma e la mafia del legname (VIDEO)

Dietro lo scontro tra guerriglieri e milizie narco-fasciste, la lotta per accaparrarsi terra e risorse

Dal dicembre 2017 nel dipartimento colombiano del Chocó si è acuita la crisi di umanitaria e di sicurezza che vede come protagonisti i guerriglieri marxisti-leninisti dell’Ejército de Liberación Nacional (Eln)  e del gruppo neo-paramilitare di destra dei narcotrafficanti dell’Autodefensas Gaitanistas de Colombia (Agc), ma che sullo sfondo ha la lotta per accaparrarsi le risorse e l’agroindustria...

Il punto a Roma sulla cooperazione internazionale, tra media e realtà

Da Cospe la presentazione del rapporto "Illuminare le periferie del mondo", che illustra come e quanto i telegiornali italiani trattino i temi esteri

È una cooperazione internazionale rinnovata o che vuole rinnovarsi, quella che si è presentata alla conferenza nazionale organizzata da ministero degli Esteri e dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, e conclusasi ieri all’Auditorium della musica di Roma. È anche una cooperazione che vuole farsi conoscere e far conoscere. Temi, luoghi, valori, sfide future. All’incontro,...

Bracconaggio: i grandi mammiferi dell’Africa centrale minacciati dai gruppi armati

Appello Onu per la mobilitazione contro il bracconaggio e per rendere protagoniste le comunità locali

Appena trenta anni fa, migliaia di elefanti vagavano nelle aree protette dell’Africa  centrale e oggi le loro popolazioni sono state decimate. Nel Parc national de la Garamba, nella Repubblica democratica del Congo (Rdc), sono sopravvissuti  tra i 1.100  i 1,400 elefanti, negli anni ’80 erano 20.000. E la realtà per altri grandi animali  sembra essere...

Orologio della fine del mondo: mancano 2 minuti alla mezzanotte

Il rischio di una guerra nucleare e il riscaldamento globale spostano avanti le lancette. E il pericolo è Trump

Con il 2018 Doomsday Clock Statement,  lo Science and Security Board Bulletin degli Atomic Scientists, ha spostato avanti le lancette della “fine del mondo”  e sottolinea che «Il fallimento dei leader mondiali nell'affrontare le più grandi minacce al futuro dell'umanità è deplorevole, ma il fallimento può essere invertito. Siamo passati a due minuti a mezzanotte, ma...

La Libia è ancora nel caos: l’Onu chiede 313 milioni di dollari per aiutare la popolazione

A rischio la sopravvivenza di 940.000 persone. Il Paese in mano alle milizie armate

Mentre in Italia la Libia sembra essere scomparsa dai radar della campagna elettorale e della stampa - facendo finta che gli accordi fatti con il fragilissimo governo “nazionale” e con le bande armate che trafficano esseri umani e petrolio  funzionino davvero e voltando la faccia dall'altra parte di fronte alle violazioni dei diritti umani -...

Tasse sui pannelli solari cinesi, nuovo capolavoro di Trump: a rimetterci sarà l’industria Usa

Il protezionismo di Trump gli si ritorce contro: i più colpiti saranno i red State repubblicani

Il presidente Usa Donald Trump ha annunciato che metterà una tassa del 30% su celle e pannelli solari importati, come conseguenza de rapporto del 2017 dall’US International Trade Commission (dominata dai repubblicani) che la Cina avrebbe danneggiato l'industria del solare statunitense con politiche aggressive per conquistare il mercato globale. Un annuncio che ha fatto subito...

Inclusive Development Index 2018: concentrarsi sul Pil alimenta la disuguaglianza (VIDEO)

Il Paese più inclusivo del mondo è la Norvegia. In Italia disuguaglianze di reddito e povertà più alte che nelle economie più avanzate, e stanno aumentando

Il World Economic Forum (Wef) ha sviluppato il nuovo Inclusive Development Index (Idi), un’alternativa al Pil per misurare le  performance degli Stati che si concentra anche sugli standard di vita delle persone e sulla ineguaglianza delle economie. L’Inclusive Development Index 2018 è stato presentato al meeting annuale del Wef in corso a Davos e sottolinea...

L’Iran ha il 27% delle riserve mondiali di petrolio e gas

Bitarf al Kish Enex 2018: «Siamo i primi al mondo», Necessari investimenti per 200 miliardi di dollari

E’ in corso a Kish, un’isola turistica iraniana  nel Golfo Persico/arabo, il 14esimo Salone internazionale sull'energia e il petrolio (Kish Enex 2018) al quale partecipano più di 180 le compagnie iraniane e di Italia, Germania, Armenia, Scozia, Svezia, Corea del Sud, Sudafrica, Cina, Georgia, Francia, Svizzera, Russia, Austria, Emirati Arabi Uniti e Iraq. L’Agenzia Nova...

Messico: assassinata Guadalupe Campanur, la difensora dei boschi del Cherán

La comunità indigena autonoma chiede indagini sulla mafia del legname

In Messico è stata assassinata l’ambientalista Guadalupe Campanur e il Consejo de Jóvenes de Cherán esige che questo ennesimo omicidio non venga minimizzato né “normalizzato” e in un comunicato scrive che « La comunità indigena di Cherán, simbolo della difensa comunale dell’ambiente in Messico, ha perso una delle sue migliori militanti. Guadalupe Campanur, di 32...

Il Senegal sospende il taglio di legname dopo il massacro in Casamance

Probabilmente non sono stati gli indipendentisti, ma le ecomafie alimentano l’instabilità in tutta la regione

Il presidente del Senegal Macky Sall il 18 gennaio ha sospeso fino a nuovo ordine tutte le autorizzazioni di taglio di legname in Casamance, la regione agricola a sud del Paese dove dal 1982 esiste un movimento separatista armato.  Sall ha anche chiesto al suo governo di rivedere immediatamente il code forestier e di avviare...

La Turchia ri-invade la Siria e attacca i kurdi ad Afrin, Sarà una nuova Kobanê? (VIDEO)

Via libera all’attacco di Russia e Iran, ma il regime di Assad protesta: un favore ai terroristi

Il 20 gennaio 72 caccia dell’esercito di occupazione turco hanno bombardato  il cantone kurdo siriano di Afrin  colpendo almeno 153 obiettivi, inclusi anche il centro città di Afrin, il campo per sfollati interni di Rubar, i villaggi di Şera, Şerawa, Raco, Kurdo, Şengiliye, Şeyxura, Xezawiye, Kifera, Hac Hesna. e Bilbila e posizioni delle milizie kurde...

E’ stata la salmonella enterica portata dagli spagnoli a spazzare via la civiltà azteca?

La “peste” cocoliztli è stata la più grande epidemia messicana dell’era coloniale

La salmonella enterica, il batterio responsabile della febbre enterica, potrebbe essere la causa a lungo cercata dell'epidemia di "cocoliztli"  che imperversò dal 1545-1550 d.C. in Messico, decimando la popolazione autoctona e che ebbe un effetto paragonabile a quello della peste nera in Europa – quando morirono 25 milioni di persone – provocando il  crollo definitivo...

Il Papa, la bomba atomica e il bambino giapponese (VIDEO)

«Può bastare un incidente per innescare un conflitto, occorre adoperarsi per il disarmo nucleare»

Sull’aereo che da Roma lo ha portato a Santiago per il Viaggio Apostolico in Cile e Perù Papa Francesco ha fatto distribuire ai 70 giornalisti al seguito una foto scattata a Nagasaki dopo l'esplosione della bomba atomica del 1945, il ritratto di un bambino scampato all’olocausto nucleare, . La fotografia è accompagnata dal commento “…il...

È la pace il primo strumento per realizzare un’economia ecologica

Nel celebre “Programma bioeconomico minimale” realizzato dall’economista Georgescu-Roegen, al primo punto spicca la necessità di «proibire completamente la produzione di tutti i mezzi bellici»

Il grande economista Nicholas Georgescu-Roegen, ispiratore della moderna economia ecologica, ha lasciato in eredità al mondo un Programma bioeconomico minimale, fondato sull'idea di ridurre gli sprechi e di usare le risorse scarse a nostra disposizione per godersi le comodità prodotte dallo sviluppo tecnologico. Un programma in otto “semplici” punti, in vetta ai quali spicca un’esortazione...

Quanto costa la guerra all’economia? 14 trilioni di dollari l’anno, il 12,6% del Pil globale

La guerra come “esternalità” della società dei consumi che paghiamo caramente e sanguinosamente

La recente – e subito scordata – polemica sulla vendita di bombe prodotte in Italia all’’Arabia Saudita, un Paese in guerra e che le utilizza per bombardare popolazioni civili nello Yemen che ha invaso, è stata liquidata con una cinica “scusa”, anzi due: «Se non gliele vendiamo noi tanto gliele vende qualcun altro. Se non...

Come guarire il mondo fratturato del 2018

Isabelle Kocher: siamo alla fine di un ciclo. L’esempio della transizione del settore energetico

Il 48esimo World Economic Forum Annual Meeting, come sempre a Davos-Klosters che si terrà dal 23 al 26 gennaio, avrà come tema “Creating a Shared Future in a Fractured World” la  copresidente del Forum di  Davos 2018, Isabelle Kocher, affronta di petto propri questo tema. Ecco cosa scrive:   Siamo in un momento cruciale della...

Il legame tra povertà, clima e migrazione al centro dell’incontro tra Papa Francesco e il Presidente Ifad

Nelle aree rurali dei Paesi in via di sviluppo vive il 40% della popolazione mondiale e più del 75% delle persone più povere ed affamate del mondo

Pochi giorni dopo aver ribadito il suo impegno per il rispetto dei diritti dei migranti, Papa Francesco ha incontrato il Presidente dell’ International fund for agricultural development  (Ifad) Gilbert F. Houngbo, per discutere «l'importanza di investire nello sviluppo rurale al fine di creare opportunità  per le popolazioni più povere del mondo». Houngbo, diventato presidente dell'Ifad...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. 8
  10. ...
  11. 52