Inquinamenti

Emergenza Pfas in Veneto, Greenpeace: «Chi inquina paga, e la Miteni?»

Gli ambientalisti hanno indagato sull’assetto societario. Miteni: non produciamo più da anni Pfas

Greenpeace si è chiesta chi paga per l’inquinamento da Pfas in Veneto e per rispondere ha indagato sull’assetto societario di Miteni, «l’azienda chimica di Trissino ritenuta dalle autorità locali la fonte principale dell’inquinamento da PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) in una vasta area del Veneto». Ne è venuto fuori il rapporto “Emergenza Pfas in Veneto, chi inquina paga?”, che fa parte del più...

Glifosato: al via l’ultimo round Ue per l’autorizzazione

Coalizione #StopGlifosato: l’Italia faccia come l’Austria: indagare sui Monsanto papers

E’ iniziata oggi a Bruxelles la discussione in sede tecnica dello Standing committee on plants, animals, food and feed (Comitato Paff) sulla proroga di 10 anni all’utilizzo del glifosato in Europa e la Coalizione #StopGlifosato, che raggruppa decine di organizzazioni italiane sottolinea: «Anche se occorrerà aspettare la riunione politica, già fissata per il 5 ottobre,...

Pericolosi livelli di mercurio nelle giovani donne in età fertile di tutto il mondo

Centrali carbone e piccole miniere d’oro le cause principali

Secondo il nuovo studio “Mercury in Women of Child-bearing Age in 25 Countries”, pubblicato  da Ipen (un  global public health & environment network) e dal  Biodiversity research institute (Bri), «Il mercurio, un metal neurotossico è stato trovato  livelli elevati in diverse regioni del mondo nelle donne in età fertile». Dalo studio è emerso che   «Le...

Dieselgate: Greenpeace blocca un nave diretta in Gran Bretagna carica di auto Volkswagen (FOTOGLLERY)

Ripetuti avvertimenti Ue a Germania, Italia, Spagna e Regno Unito per l’inquinamento atmosferico

Blitz alla foce del Tamigi degli attivisti di Greenpeace che,  su kayak e barche, stamattina hanno abbordato una nave di oltre 23 mila tonnellate che trasportava auto diesel Volkswagen destinate al mercato britannico e oi si sono appesi a un portellone di scarico della nave a 27 metri di altezza, da cui hanno annunciato che...

OGM, Pellegrino (SI): «In Italia la coltivazione è vietata, Monsanto se ne faccia una ragione»

Il ministro dell’agricoltura: divieto di coltivazione di mais MON 810 e di tutti i mais OGM

La deputata di Sinistra Italiana Serena Pellegrino, che insieme al collega Antonio Placido ha presentato una interrogazione in commissione agricoltura, interviene sulla possibilità che, dopo la sentenza sugli Ogm dell Corte europea si possa riaprire l possibilità a una loro coltivazione in Italia.  La Pellegrino è netta: «Piaccia o non piaccia - anche al signor...

Gli indios del Perù occupano i campi petroliferi. «Il governo deve consultarci»

45 anni di contaminazione petrolifera causata dall’irresponsabilità delle imprese e dello Stato

Le comunità indigene dell’Amazzonia peruviana hanno avvertito il governo di Lima che non permetteranno che «si prosegua ad estrarre risorse dai nostri territori se lo Stato non ci garantirà un processo di consultazione preventiva». E dalle parole sono subito passati ai fatti: gli indios di Loreto hanno occupato il lotto petrolifero 192  al grido di...

Accordo di Parigi, firma anche il Nicaragua. Trump resta solo (con la Siria)

Da Ortega ok all’accordo sul clima. Il mistero del comunicato scomparso

Il Nicaragua ha annunciato la sua adesione all'Accordo di Parigi sul clima. Gli Usa di Trump quindi restano il solo Paese del mondo con la Siria di Bashir al-Assad (che non ha firmato perché è in guerra) a rimanere fuori dall’Accordo globale sul clima.  Finora il Nicaragua, che emette lo 0,03% delle emissioni di gas...

In Italia ci si ammala sempre più di cancro: il ruolo dell’inquinamento ambientale spiegato

Dall’Italia un «grado molto scarso di adesione agli impegni presi» per migliorare la qualità dell’aria: i primi responsabili rimangono traffico veicolare e riscaldamento residenziale

È stato presentato ieri a Roma, nell’auditorium del ministero della Salute, il documento I numeri del cancro in Italia 2017: si tratta del censimento ufficiale dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) e dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum), la cui conoscenza «potrà – secondo la ministra della Salute Beatrice Lorenzin – rendere più facile e incisiva...

Dove finiranno i rifiuti degli uragani Harvey e Irma? Nelle discariche in Texas e negli inceneritori in Florida

La spazzatura di Irma produrrà energia elettrica in Florida

Mentre i ricchi Texas e la Florida si stanno lentamente riprendendo dagli uragani Harvey e Irma (cosa che sarà molto più difficile per i poveri e Stati insulari dei Caraibi), i proprietari delle case e delle imprese colpite dagli uragani hanno cominciato a buttare via i  beni e  materiali distrutti conferendoli  ai punti di raccolta....

Inquinamento in Cina, 5.763 amministratori locali colpevoli di insufficiente protezione dell’ambiente

Concluso l’ultimo ciclo di ispezioni dell’ambiente

Il ministero per la protezione dell’ambiente della Cin ha annunciato oggi che «Durante l’ultimo ciclo di ispezioni nazionali, un totale di 5.763 amministratori locali sono stati ritenuti responsabili di protezione insufficiente dell’ambiente».  Tradotto dal Cinese, l’accusa più probabile è quella di corruzione. E’ il risultato dei controlli realizzati tra agosto e settembre da 8 squadre...

Inquinamento atmosferico, Italia e Polonia maglia nera Ue per il Pm10

Eurostat: «Nei due stati registrate le concentrazioni più elevate di particolato»

All’interno dell’ultima edizione del rapporto Eurostat regional yearbook, l’ufficio statistico dell’Unione europea aggiorna al 2017 un ampio dataset di informazioni statistiche relative alle regioni che compongono gli Stati membri Ue, soffermandosi anche sulla qualità dell’aria che respirano i loro cittadini. Un dato dove il nostro Paese brilla purtroppo in negativo: «Le concentrazioni più elevate di...

Il Dieselgate uccide: in Europa 10.000 morti all’anno, 2.810 in Italia

Con emissioni reali dei diesel come la benzina, 3/4 di morti premature in meno, 1.920 solo in Italia

Lo studio “Impact of excess NOx emissions from diesel cars on air quality, public health and eutrophication in Europe”, pubblicato oggi su Environmental Research Letters  da un team di ricercatori del Meteorologisk institutt norvegese, dell’International institute for applied systems analysis (Iiasa) e della Chalmers Tekniska Högskola svedese,  parte dalla constatazione che dalla fine degli anni...

Accordo di Parigi, gli Usa restano?

In Canada dichiarazioni che ammorbidiscono la posizione Usa, ma la Casa Bianca smentisce

Dopo un meeting di un trentina di ministri dell’ambiente che si è tenuto a Montreal, in Canada, il 16 settembre, il commissario europeo al clima, lo spagnolo Miguel Arias Cañete ha affermato che gli osservatori inviati dagli Usa hanno indicato che gli Stati Uniti d’America  resteranno nell’Accordo globale sul clima approvato alla Conferenza delle parti...

Inquinamento dopo l’alluvione di Livorno: gli esiti dell’ispezione Arpat nella raffineria Eni

Entrata in funzione la centralina mobile installata in via della Costituzione a Stagno

Oltre ai primi elementi già comunicati sugli accertamenti svolti dagli operatori Arpat  riportiamo di seguito altri aspetti emersi dai sopralluoghi dei tecnici del Dipartimento di Livorno all’interno dello stabilimento Eni di Stagno nei giorni 12 e 13 settembre: Ispezioni all’interno della Raffineria Eni di Stagno Gli operatori ARPAT hanno potuto accedere all’interno dello stabilimento nella giornata...

Le imprese Ue hanno tagliato ulteriormente l’uso di sostanze nocive allo strato di ozono

Nell’Ue regolamento più rigoroso delle norme del protocollo di Montreal

Alla vigilia dell’International Day for the Preservation of the Ozone Layer, l'Agenzia europea dell'ambiente (European environment agency - Eea) ha pubblicato il suo rapporto annuale “Ozone-depleting substances 2016”, secondo il quale «Le importazioni, le esportazioni e il consumo complessivo di sostanze chimiche che danneggiano lo strato di ozono sono diminuite nell'Unione europea nel 2016» imostrando...

Sentenza pro OGM della Corte Ue. Greenpeace: «E’ superata»

L’Italia e la maggioranza dei Paesi Ue hanno vietato la coltivazione di mais OGM

I media danno oggi grande risalto alla sentenza sugli OGM emessa ieri della Corte di Giustizia europea, secondo la quale «Gli Stati membri non possono adottare misure di emergenza concernenti alimenti e mangimi geneticamente modificati senza che sia evidente l’esistenza di un grave rischio per la salute o per l’ambiente», ma Greenpeace dice che quella...

6 ragioni per cui l’industria dell’auto deve immediatamente cambiare strada

Riflessioni sul Motor Show di Francoforte

Pubblichiamo un intervento di Richard Casson, della campagna Clean Air Now di Greenpeace, che si basa sul rapporto “5 Reasons the Automobile Has No Future”   In Germania ha preso il via il Motor Show di Francoforte, il più grande al mondo. Un appuntamento durante cui le più grandi case automobilistiche si riuniscono per mettere in mostra dei...

La Cina vieterà le auto diesel e benzina prima del 2040?

E’ già il più grande produttore e il più grande mercato del mondo di auto a “energia nuova”

L’agenzia ufficiale cinese Xinhua  annuncia che da un forum sullo sviluppo dell’industria automobilistica tenutosi a Tianjin,  è emerso che «La Cin lavora a un strategia nazionale per le auto intelligenti e prevede di vietare la produzione e l vendita di auto a combustibili fossili». Il viceministro della tecnologia e dell’informazione cinese, Xin Guobin, ha sottolineato...

Genocidio in Amazzonia: Survival: i cercatori d’oro massacrano gli indios incontattati

Lo dimostrano le foto del Funai. Il governo contro gli indios

Delle foto di case comunitarie degli Indiani incontattati bruciate, avvistate nel dicembre del 2016 e pubblicate dalla Fundação Nacional do Índi0 (Funai) del Brasile, potrebbero essere la prova di  un altro massacro avvenuto nella Frontiera Incontattata dell’Amazzonia. Survival oggi informa che «I pubblici ministeri in Brasile hanno aperto un’inchiesta dopo le denunce del massacro di “più...

Strategia energetica nazionale: «Visione limitata e obiettivi poco ambiziosi»

Le osservazioni Italian Climate Network, Associazione Meteo Network, Rete Clima, Koinetica, Centro Epson Meteo e éNostra

Lo scorso mese di giugno il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Ambiente hanno aperto la consultazione pubblica del documento di consultazione della nuova Strategia Energetica italiana. Nel corso di questi mesi abbiamo analizzato il documento e redatto le nostre osservazioni. Questi sono i punti principali che abbiamo voluto evidenziare nel documento: Visione limitata e obiettivi...

Le cubomeduse distruggeranno gli oceani del futuro?

Si mangeranno tutti i copepodi devastando la catena alimentare marina?

Lo studio “Ocean acidification alters zooplankton communities and increases top-down pressure of a cubozoan predator” pubblicato su Global Change Biology da un team di ricercatori statunitensi, australiani e canadesi dipinge un futuro fosco per gli oceani del nostro pianeta che stanno diventando sempre più acidi, : le cubomeduse (Cubozoa), alcune delle quali hanno una puntura...

Le osservazioni di Legambiente alla Strategia energetica nazionale

Obiettivi non raggiungibili senza più rinnovabili, energia distribuita, efficienza energetica e mobilità sostenibile

Il prevista il 12 settembre chiude la consultazione pubblica sul documento di revisione della Strategi energetica nazionale (Sen)  e Legambiente ribadisce alcune delle osservazioni che pubblichiamo integralmente in allegato) già inviate al governo, «per rendere il documento veramente efficace nel guidare le politiche per l’energia e il clima nei prossimi anni in Italia». Secondo la...

Clima, Unfccc: i senatori Usa rispristinano 10 milioni di dollari di finanziamenti per il clima

Passa in commissione un emendamento democratico, ma resta la politica negazionista di Trump

La Commissione stanziamenti statali del sento Usa,  maggioranza repubblicana, ha votato per contribuire con 10 milioni di dollari al finanziamento dell’United Nations framework convention on climate change (Unfccc). E’ infatti passato un emendamento del senatore democratico  Jeff Merkley che ripristina i finanziamenti tolti a marzo dal presidente Donald Trump dal bilancio degli esteri e destinato all’Unfccc....

La nuova rotta del petrolio italiano: sui camion dalla Basilicata a Roma e Falconara

È il petrolio di Tempa Rossa della Total

L’allarme lo ha lanciato il Movimento 5 Stelle: «Ogni giorno 170 camion pieni di greggio attraverseranno l’Italia dalla Basilicata verso Roma e verso Falconara per stoccare il petrolio estratto a Tempa Rossa da Total spa. Ogni giorno un’invasione sulle strade. Ogni giorno l’ambiente a la nostra salute a rischio. Ogni giorno. Uno scenario inquietante che...

Due super uragani in due settimane non è una coincidenza, è il cambiamento climatico

Le multinazionali sapevano già 30 anni fa che il cambiamento climatico sarebbe stato catastrofico, è arrivato il momento che paghino i danni?

Secondo Naomi Ages, responsabile del  Climate Liability Project Lead di Greenpeace Usa. «Il cambiamento climatico è un problema di giustizia sociale; colpisce più duramente le comunità più vulnerabili. Con gli uragani Harvey e Irma, stiamo vedendo che stanno avvenendo in maniera estrema. Ma questi eventi non sono solo una sfortuna per le persone che non possono evitarli:...

L’impatto della deforestazione sui cambiamenti climatici è il doppio di quel che si credeva

Il mix di gas serra della deforestazione e dei suoli deforestati deve essere valutato nel lungo periodo

Quando si tratta di affrontare il cambiamento climatico, l'attenzione si concentra giustamente sulla riduzione dell'utilizzo dei  combustibili fossili e sullo sviluppo di fonti energetiche sostenibili. Ma il nuovo studio “Are the Impacts of Land Use on Warming Underestimated in Climate Policy?”, pubblicato su Environmental Research Letters da un team di ricercatori statunitensi,  dimostra che «La...

La Tanzania vuole salvare il lago Tanganika dagli impatti del cambiamento climatico

Chiesto un finanziamento alla Banca mondiale per sbarrare il fiume Lukuga

Il Lago Tanganika, sulle cui rive si affacciano Tanzania, Burundi, Repubblica democratica del Congo (Rdc) e Zambia. È il più profondo del mondo ma sta subendo le conseguenze dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento da parte delle comunità costiere. Per questo il governo della Tanzania ha avviato da tempo dei colloqui con la Banca Mondiale perché...

Fitosanitari, l’Ue boccia la beta-cipermetrina

La sostanza attiva beta-cipermetrina non potrà essere utilizzata come antiparassitario, perché comporta rischi per la salute e l’ambiente: l’Ue – con regolamento di esecuzione pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea di oggi – non ha approvato l’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari contenenti tale sostanza. Il 13 novembre 2009 il Regno Unito ha ricevuto dalla società...

La Francia chiuderà la produzione di petrolio e gas e proibirà le auto diesel e benzina entro il 2040

Potrebbe diventata il primo Paese a eliminare l’esplorazione, la trivellazione la produzione di idrocarburi

Secondo un progetto di legge presentato oggi, entro la fine del 2017, la Francia prevede di adottare una legislazione per eliminare l'esplorazione e la produzione di petrolio e gas sui suoi territori continentali e d'oltremare entro il 2040, diventando così il primo Paese a farlo,. Il presidente francese Emmanuel Macron vuole rendere la Francia carbon...

Obiettivo 100% rinnovabili, Anev: «In Italia risparmio procapite di 7.733 dollari all’anno»

Benefici derivanti dai minori costi elettrici, climatici e sanitari

Secondo lo studio  “Clean and Renewable Wind, Water, and Sunlight (WWS) All-Sector Energy Roadmaps for 139 Countries of the World”  condotto da 27 ricercatori delle Università di Stanford, Berkeley, Berlino e Aarhus e pubblicato recentemente su Joule, per l’Italia raggiungere l’obiettivo 100% Rinnovabili entro il 2050 è possibile. Ora l’Associazione nazionale energia del vento (Anev)...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 72