Inquinamenti

Kyoto Club: «Mentre l’Italia vuole tagliare le emissioni al 2030 solo del 37%, l’Ue rilancia e punta a oltre il 50%»

Oltre 500 imprese – 20 italiane – si impegnato sa diventare emissioni net-zero entro il 2030

Oggi Kyoto Club ha organizzato un convegno per celebrare l’anniversario dell’Accordo di Parigi e riflettere sulle strategie per il taglio delle emissioni al 2030 e il loro azzeramento al 2050 e sottolinea che «Mentre i giovani di tutto il Pianeta riempiono le piazze per chiedere ai nostri governanti di fare in fretta e agire per...

Eea: l’inquinamento da Pfas è diffuso in tutta Europa, ma rischi ancora poco compresi

I costi per la salute umana e le bonifiche in Europa stimati in decine di miliardi di euro all'anno

L’European environment agency (Eea) ha presentato oggi Il briefing “Emerging chemical risks in Europe — PFAS" che presenta una panoramica dei rischi noti e potenziali per la salute umana e l'ambiente in Europa posti dalle sostanze alchiliche perfluorifluorurate (PFAS). Come sanno bene i veneti, si tratta di sostanze chimiche artificiali estremamente persistenti che, per le loro proprietà...

Brutto clima a Madrid: Ong espulse e i Paesi più inquinatori rifiutano di tagliare ulteriormente le loro emissioni

Niente svolta alla COP25 e si allarga il gap tra richieste dei giovani e le azioni dei governi

Circa 200 tra attivisti climatici, ambientalisti sono stati espulsi dalla Feria de Madrid che ospita la COP21 Unfccc – che dovrebbe terminare domani - dopo una protesta all'interno della conferenza che impediva l'accesso a una delle sale di negoziazione. I manifestanti denunciano di essere stati «spinti, maltrattati e toccati senza consenso» e dopo l’interruzione, tutti...

Undp e Irena: sostenere le energie rinnovabili per vincere la battaglia contro il cambiamento climatico

Solare, eolico e idroelettrico rappresentano una strada percorribile verso l'energia pulita per tutti. Undp aiuta 100 paesi a rafforzare i loro NDC

Secondo International renewable energy agency (Irena) e United Nations devlopment programme (Undp) «Le nazioni di tutto il mondo dovrebbero intraprendere un massiccio e immediato passaggio alle energie rinnovabili. Una tale mossa ridurrebbe drasticamente le emissioni e aiuterebbe portare il mondo sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi climatici di Parigi e limitare il riscaldamento globale...

Un reportage su Brumadinho, tra i più grandi disastri ambientali nella storia del Brasile

Claudia Müller-Hoff è l’avvocato che, raccogliendo testimonianze nel Paese e in Germania, sta indagando sulle responsabilità del dramma

Il gigante dell’estrazione mineraria Vale (5.5 miliardi di euro di profitti nel 2017) non è l’unico responsabile del disastro di Brumadinho, in Brasile, che il 25 gennaio 2019 fece 270 vittime tra morti accertati e dispersi. Il crollo di una diga instabile provocò una gigantesca onda di fanghi tossici che travolse le abitazioni circostanti. Claudia...

Appello della Agenzie Onu alla COP25 di Madrid: subito azione collettiva contro l’emergenza climatica

Espinosa: «La finestra di opportunità si chiude adesso. Non abbiamo tempo da perdere»

Alla 25esima conferenza delle parti dell’Unfccc in corso a Madrid . e che si chiude tra due giorni - i negoziati stagnano e si ripetono i soliti scontri plateali e le solite schermaglie dietro le quinte tra i Paesi sviluppati e quelli in via di sviluppo guidati dal Cina + G77. Per questo, ieri all’apertura...

Gli indios denunciano il boom petrolifero nelle sacre sorgenti del Rio delle Amazzoni

Protesta di indios peruviani ed equadoregni alla COP25 di Madrid: per salvare il pianeta lasciate il petrolio sottoterra

Una delegazione che rappresenta 25 tribù e nazionalità indigene dell'Ecuador e del Perù ha portato all’attenzione della 25esime Conferenza delle parti Unfccc un grave rischio che corre un bioma vitale dell'Amazzonia – le sacre sorgenti del Rio delle Amazzoni - a causa dalle trivellazioni petrolifere e dallo sviluppo industriale. La regione in pericolo, conosciuta come Cuencas...

Ecco come arriva in Europa la soia che minaccia foreste e diritti umani in Brasile

Un’indagine di Greenpeace accusa le multinazionali Cargill e Bunge

Secondo la nuova indagine “UNDER FIRE”  di Greenpeace International, «Soia brasiliana legata ad accaparramento di terre e sfruttamento dei lavoratori, arriva in Europa e Asia centrale attraverso due tra i principali commercianti internazionali di materie prime agricole, Cargill e Bunge». Greenpeace denuncia anche «Nuove evidenze di violenze e intimidazioni contro comunità tradizionali nella regione brasiliana...

Legge di bilancio: i monopattini elettrici potranno circolare come bici

Legambiente: «Finalmente una buona notizia per l’ambiente e la micromobilità elettrica in città»

Annunciando l’approvazione al Senato di un suo emendamento, Luciano Nobili di Italia Viva esulta sulla su pagina Facebook. «Battaglia vinta. approvato l’emendamento di Italia Viva che equipara i monopattini alle biciclette. Da tempo, con Legambiente Onlus e tanti altri, mi batto perché l’Italia punti sulla micromobilità elettrica e sostenibile, ora siamo a una svolta». E il...

Realizzati batteri Ogm che mangiano aria e divorano CO2

Potrebbero servire a produrre carburanti e cibo grazie a una dieta “verde” priva di zuccheri

Lo studio “Conversion of Escherichia coli to Generate All Biomass Carbon from CO2” pubblicato su Cell da un team internazionale di ricercatori guidato dall’israeliano Shmuel Gleizer del Department of Plant and Environmental Sciences del Weizmann Institute of Science rivela che sono stati ottenuti dei batteri Escherichia coli in grado di nutrirsi di CO2 e di produrre carbonio...

La Commissione Ue ha individuato le nuove migliori tecniche disponibili per gli inceneritori

In tutta Europa il comparto dell’incenerimento rifiuti conta oltre 500 impianti, che complessivamente trattano circa il 30% dei rifiuti urbani

La Commissione europea ha adottato le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (Best available techniques, Bat) per l’incenerimento dei rifiuti. Le nuove specifiche derivano da una revisione del documento di riferimento sulle Bat, e sono state già pubblicate sulla Gazzetta ufficiale europea: la stesura delle conclusioni in merito è stata guidata dal dal Centro comune di...

NO2, No grazie! Citizen science italiana per la qualità dell’aria

Dopo i pessimi dati Eea sull’Italia, Cittadini per l’Aria chiama i cittadini a contribuire al rilevamento del biossido di azoto

L’ultimo rapporto dell’european environment agency (Eea) è stato impietoso con l’Europa, dove si fa ancora troppo poco per la qualità dell’aria e devastante per l’Italia che si conferma ultima della classe. L’associazione Cittadini per l’Aria ricorda che «Nella gran parte delle aree urbane italiane e in tutta la Pianura Padana e si evidenzia inoltre una...

Perché i ghiacciai della Nuova Zelanda sono diventati arancioni?

Probabilmente si tratta di un fenomeno dovuto agli incendi in Australia o alla polvere del deserto australiano portata dal vento

Mentre in Australia continua una stagione degli incendi catastrofica e colonne di fumo ricoprono gran parte dell’isola/continente, il particolato dei roghi alimentati dal riscaldamento globale raggiunge anche le isole lontane dell’Oceania, compresa la Nuova Zelanda, dove in questi giorni stanno facendo scalpore le immagini scattate dalla blogger e fotografa Liz Carlson che mostrano dei ghiaccia...

Le microplastiche in mare sono un milione di volte in più abbondanti di quanto si pensasse?

Mini-microplastiche scoperte nello stomaco delle salpe, organismi marini filtratori alla base della catena alimentare marina

Mentre la politica italiana litiga e rinvia la prudentissima plastic tax, il recente studio “Patterns of suspended and salp‐ingested microplastic debris in the North Pacific investigated with epifluorescence microscopy”, pubblicato da Jennifer Brandon, Alexandra Freibott  e Linsey Sala della Scripps Institution of Oceanography dell’università della California- San Diego su numero speciale di Limnology and Oceanography...

La deossigenazione degli oceani minaccia la vita marina e la pesca (VIDEO)

«Questo è forse l'ultimo campanello d’allarme sull'esperimento incontrollato che l'umanità sta scatenando nell'oceano globale mentre le emissioni di carbonio continuano ad aumentare»

Alla COP25 Unfccc in corso a Madrid è stato presentato dall’International union for conservation of nature and natural resources (Iucn) il nuovo rapporto “Ocean deoxygenation - Causes, impacts, consequences and solutions” che Lancia un nuovo e drammatico allarme sullo stato dei mari del nostro pianeta: «La perdita di ossigeno dall'oceano mondiale minaccia sempre più le...

Geotermia, ecco i risultati dei monitoraggi condotti da Arpat sulle emissioni nel 2018

«Per tutte le centrali delle due zone geotermiche, Monte Amiata e zona tradizionale, non sono stati registrati superamenti dei valori limite»

È dal 1996 che l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (Arpat) è incaricata di valutare la sostenibilità e la compatibilità ambientale della coltivazione dei fluidi geotermici, e in quest’ottica è stato appena pubblicato il documento relativo al Monitoraggio delle aree geotermiche toscane - Anno 2018, dal quale emerge che «per tutte le centrali...

Potremmo davvero avere solo 11 anni per salvare il mondo

Thomas Hale. Più nella crisi climatica predomineranno urgenti bisogni di sopravvivenza, più la finestra politica per prevenire ulteriori cambiamenti climatici si chiuderà

"Eleven years to save the world" recita un cartello comune nei Fridays for Future climate strikes globali. In oltre 100 Paesi, milioni di persone, molte delle quali troppo giovani per votare, sono scese in strada per chiedere ai governi di aumentare radicalmente gli sforzi per combattere i cambiamenti climatici nel prossimo decennio. Ma abbiamo davvero...

No Tav: marcia Susa-Venaus l’8 dicembre, aderisce anche Legambiente

«Ci sono altre priorità, il Governo si confronti sulle vere opere pubbliche che servono al Paese a partire dalle politiche di adattamento alla crisi climatica»

Il movimento NO Tav ha convocato per l’8 dicembre una nuova marcia Susa-Venaus e in un appello sottoscritto da diversi attivisti sottolinea: «Continuiamo a scrivere le pagine di questa lunga storia, che ci vede protagonisti insieme a migliaia di persone in tutta Italia di una battaglia quasi trentennale a difesa del nostro territorio e per...

Greenpeace Japan: hot spot radioattivi elevati dove partirà la torcia olimpica di Tokyo 2020

Il comitato olimpico sudcoreano teme contaminazioni del cibo giapponese e se lo porterà da casa

Secondo Greenpeace Japan «Sono stati trovati hot spots di radiazione di alto livello presso il complesso sportivo dove inizierà il viaggio della staffetta della torcia olimpica di Tokyo 2020». Gli ambientalisti giapponesi dicono che «I livelli di radioattività intorno allo stadio J-Village nella prefettura di Fukushima arrivavano fino a 71 microsievert all'ora a livello della...

Più di mezzo milione di paguri eremita uccisi dai rifiuti marini di plastica sulle isole remote di Cocos ed Henderson

Strage di crostacei rimasti intrappolati nei contenitori di plastica spiaggiati

Lo studio “Entrapment in plastic debris endangers hermit crabs” pubblicato sul Journal of Hazardous Materials  da Jennifer Lavers (Institute for Marine and Antarctic Studies dell’università della Tasmania), Paul B.Sharp e SilkeStuckenbrock (Two Hands Project) e Alexander Bond (Bird Group, Department of life ciencesdel Natural History Museum) è il primo del suo genere perché ha realizzato...

Tutela del Mediterraneo: la Convenzione di Barcellona approva la Dichiarazione di Napoli (VIDEO)

Impegni su marine litter, rafforzamento delle aree protette, cambiamenti climatici e emissioni di ossidi di zolfo

La Conferenza degli Stati riunitasi per la 21esima Conferenza delle parti della Convenzione di Barcellona che si conclude oggi a Napoli ha approvato la Dichiarazione di Napoli, il documento finale che impegna tutti i 21 Stati del bacino del Mediterraneo e l’Unione Europea, a lavorare congiuntamente nei prossimi anni su una serie di obiettivi ambiziosi....

285 grandi imprese che emettono più gas serra di Francia e Spagna messe insieme ridurranno le loro emissioni del 35%

Sono in linea con l’Accordo di Parigi ed elimineranno 265 milioni di tonnellate di CO2, equivalenti alla chiusura di 68 centrali a carbone

Mentre a Madrid prosegue la COP25 Unfccc durante la quale i leader dei Paesi di tutto il mondo dovrebbero impegnarsi a rivedere e migliorare i loro impegni e obiettivi climatici per poter rispettare l’Accordo di Parigi del 2015, 285 grandi imprese, responsabili di oltre 752 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 equivalenti all'anno -...

Global Carbon Budget 2019: le emissioni globali di carbonio aumentano ancora, ma rallentando

«Abbiamo bisogno di politiche più forti volte a eliminare gradualmente l'uso di combustibili fossili»

In occasione della Cop25 Unfccc in corso a Madrid, Nature Climate Change, Earth System Science Data ed Environmental Research Letters hanno pubblicato simultaneamente il Global Carbon Budget 2019 dal quale emerge che «Nel 2019 le emissioni globali di carbonio cresceranno più lentamente, con un calo della combustione del carbone compensato dalla forte crescita del gas naturale...

Al via l’econatale: torna la maratona natalizia di solidarietà per sostenere le attività del progetto Rugiada

All’ex Enaoli di Rispescia (Gr) al circolo Festambiente di Legambiente

Torna anche quest’anno l’appuntamento natalizio con la solidarietà. Come da tradizione, il circolo Festambiente di Legambiente mette a disposizione di tutti coloro che vorranno portare in tavola tutto il buono della Maremma l’ecopacco di Natale, un dono da mettere sotto l’albero buono, sano e soprattutto sostenibile. Tre le confezioni tra cui scegliere: Maremma, Mediterraneo, Tuttobio....

India: la rivoluzione delle donne e della plastica comincia dalle spazzine di Bhopal e Indore (VIDEO)

Una migliore gestione dei rifiuti di plastica per costruire strade e dare reddito alle donne più povere

In tutto il mondo la plastica monouso costituisce una minaccia crescente per l’ambiente e il benessere umano e inquina corsi d’acqua e oceani, con un grave impatto sulla biodiversità terrestre e sulla salute pubblica. Un problema sempre più evidente in Asia e anche in India dove ogni giorno si producono circa 100 miliardi di tonnellate...

Save the Children: «Nel 2019 le catastrofi naturali hanno causato oltre 1,200 vittime in Africa orientale e meridionale»

Appello alla COP25 Unfccc: prendere decisioni forti per ridurre l'impatto dei cambiamenti climatici e garantire la protezione della vita e del futuro dei nostri figli

In un appello rivolto alla 25esima Conferenza delle parti dell’Unfccc in corso a Madrid, Save the Children ricorda che «Almeno 33 milioni di persone in Africa orientale e meridionale], tra cui più di 16 milioni di bambini, sarebbero vittime dell’insicurezza alimentare causata dalle crisi climatiche, che in alcuni casi possono portare fino a una vera...

Nel mondo 1 sfollato ogni 2 secondi a causa della crisi climatica

Oxfam: una “disuguaglianza climatica” che colpisce i Paesi più poveri

Secondo il nuovo rapporto di Oxfam “Forced from Home Climate-fuelled displacement”, «Le catastrofi naturali alimentate dall’impatto del cambiamento climatico sono la prima causa al mondo di migrazioni forzate all’interno di Paesi spesso già poverissimi o dilaniati da conflitti. Negli ultimi 10 anni sono aumentate di 5 volte e hanno costretto oltre 20 milioni di persone ogni anno, 1 persona ogni 2...

Il metano NON ci dà una mano

Andrea Poggio: «Riflessione sulla "falsa" idea che la transizione alle rinnovabili debba essere preceduta da una conservazione dei consumi di metano»

Riassunto - Da qualche anno, il ruolo del metano nella transizione energetica verso le fonti rinnovabili è messo in discussione. Più recentemente si è infatti ripresentato il problema delle perdite in atmosfera di metano incombusto, a causa della sua recente crescita e del suo ruolo di forzante nell'accelerazione dei cambiamenti climatici. Recentemente si è potuto quantificare...

La COP25 Unfccc di Madrid inizia con un appello a far progredire davvero l’azione climatica

Guterres: «I disastri naturali legati al clima sono sempre più frequenti, mortali e distruttivi»

La United Nations Climate Change Conference (COP25 Unfccc) di Madrid è cominciata con un appello urgente per far progredire seriamente l’azione climatica nei colloqui che si terranno nelle prossime settimane nella capitale spagnola. Ape rendo la COP25, il segretario Generale dell’Onu, António Guterres, ha sottolineato che «Con gli impatti del cambiamento climatico ogni volta più...

Capodoglio morto con 100 Kg di plastica nello stomaco, cocktail chimico tossico nei cuccioli di focene e nelle orche

La pericolosa vita dei cetacei nel mare del Regno Unito

Il maschio subadulto di capodoglio (Physeter macrocephalus) trovato morto arenato sull’isola di Harris, nelle Ebridi, in Scozia, aveva nello stomaco una "palla da rifiuti" da 100 kg formata da reti da pesca, corde, cinghie da imballaggio, sacchetti e bicchieri di plastica e altri oggetti che formavano una massa compatta. Gli esperti di cetacei che hanno...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 143