Inquinamenti

Approfittando dell’emergenza coronavirus, Trump sospende l’applicazione delle leggi ambientali

Gli ambientalisti e gli ex amministratori Epa: licenza di inquinare. Uno sfacciato regalo alla lobby petrolifera che mette ancora più in pericolo la salute degli americani

L'Environmental protection agency (Epa) ha dichiarato una drastica sospensione dell’applicazione delle leggi ambientali che dovrebbe far applicare, dicendo che durante l'epidemia di coronavirus le compagnie non dovranno rispettare gli standard ambientali. Si tratta di una “politica temporanea, per la quale l'Epa non ha però fissato e nemmeno indicato un a data finale de che consentirebbe...

Con l’emergenza coronavirus sta diminuendo l’inquinamento a Firenze? Ecco l’analisi Arpat

Gli effetti di limitazione delle attività antropiche connesse all’emergenza sanitaria Covid-19 sembrano rilevabili prevalentemente nella postazione urbana traffico

Le misure di distanziamento sociale imposte per contenere l’epidemia da coronavirus Sars-Cov-2 hanno avuto effetti sulle concentrazioni di inquinanti atmosferici in Cina, in Europa e in Italia, ma un’analisi puntuale del contesto toscano finora non era disponibile. L’unico dato nel merito è stato diffuso la scorsa settimana dal sindaco Dario Nardella: «A Firenze diminuzione drastica...

L’energia e l’edilizia italiane al tempo del coronavirus

Affrontare la crisi economica puntando sulla sostenibilità ambientale

La Federazione Nazionale delle Esco (Associazione Federesco) ricorda che «Sono molti gli studi scientifici che evidenziano come l’inquinamento dell’aria sia da considerarsi tra i fattori aggravanti nella diffusione del virus, che si è dimostrato particolarmente aggressivo proprio in Val Padana, dove i livelli di polveri sottili ha superato più volte il limite consentito dalla legge»....

Conservare le nicchie delle specie per preservare la diversità biologica

Mappe degli habitat di 20.000 specie animali: il 90% è a rischio. L’Italia è tra i Paesi europei con la maggiore densità di aree prioritarie

Il pianeta Terra sta cambiando rapidamente, e molte specie devono adattarsi per sopravvivere. Nel 1992, consapevoli dell’accelerata crisi della biodiversità, 195 governi (compreso quello italiano) hanno firmato la Convention on biological diversity (Cbd), che richiede di proteggere non solo le specie, ma anche i loro processi evolutivi. Come spiegano all’università Statale di Milani, «Le popolazioni infatti...

In Australia nuovo massiccio sbiancamento della Grande Barriera Corallina

Greenpeace: «La causa principale del fenomeno è l’aumento delle temperature, particolarmente elevate in Australia a febbraio»

Oggi la Great Barrier Reef Marine Park Authority ha confermato che «Si sta verificando lo sbiancamento di massa sulla Grande barriera corallina, con uno sbiancamento molto diffuso rilevato». Grazie al completamento dei sondaggi aerei realizzati questa settimana insieme all’Australian research council centre of excellence for coral reef studies e alla James Cook University l’Authority è...

L’inquinamento sta diminuendo in tutta Europa a causa delle misure contro il coronavirus

Dopo l’Italia, l’Agenzia europea dell’ambiente documenta crolli per le concentrazioni di NO2 nelle città dove sono state attivate misure di isolamento. Ma non è una buona notizia

La diminuzione dell’inquinamento atmosferico sta seguendo la mappa tracciata dalle misure messe in campo per contrastare l’epidemia da coronavirus Sars-Cov-2: prima in Cina è stato documento un crollo del 25-30% per le concentrazioni in atmosfera di PM2,5 (che nel Paese provocano oltre 800mila morti premature l’anno), poi è stata la volta dell’Italia. Il Sistema nazionale...

Per difendersi dal coronavirus i casi di intossicazione da disinfettanti sono cresciuti del 65%

Centro antiveleni dell'Ospedale Niguarda: «C'è chi seguendo "ricette fai da te" prepara miscele di sostanze chimiche non compatibili tra loro. I bambini sono i più esposti, l’incremento delle intossicazioni pediatriche è del 135%»

Sono almeno 100mila le sostanze chimiche ad oggi presenti sul mercato e ovunque intorno a noi, e molte di queste possono essere dannose per la salute umana se non impiegate in modo adeguato: un rischio che generalmente non percepiamo ma che, soprattutto in una situazione di crisi e incertezza come quella che stiamo sperimentando a...

Auto e pompe di calore elettriche sono migliori per il clima rispetto alle alternative fossili

I timori che le auto elettriche possano far aumentare le emissioni di CO2 sono infondati nel 95% del mondo, meno che in Paesi come la Polonia

Da tempo, soprattutto sui media e nelle grandi case automobilistiche ci si chiede se, una volta prese in considerazione le emissioni prodotte durante la fabbricazione di auto, batterie e dell’elettricità necessaria per il loro funzionamento, le auto elettriche siano davvero "più ecologiche" di quelle a combustibili fossili. Dubbi che contribuiscono a non far decollare in...

Per spargere microplastiche, basta aprire una bottiglia di plastica o un pacchetto di patatine

Trovate microplastiche in un quarto dei pesci della Baia di San Diego

Basta aprire imballaggi di plastica che utilizziamo tutti i giorni, come le bottiglie di plastica o i sacchetti di patatine, per produrre microplastiche che poi consumiamo quotidianamente. A dirlo è lo studio “Microplastics generated when opening plastic packaging” pubblicato su Nature Scientific Reports da un team di ricercatori del Global Center of Environmental Remediation dell’università australiana...

Cosa sappiamo davvero delle relazioni tra inquinamento atmosferico e coronavirus

Le misure per il contenimento dell’epidemia stanno riducendo lo smog? L’inquinamento atmosferico può facilitare la diffusione dei contagi, o rendere più difficile la guarigione dei soggetti colpiti? Una panoramica sulle conoscenze a disposizione

Da una parte le misure progressivamente imposte dalle pubbliche autorità per contenere la pandemia da coronavirus Sars-Cov-2 stanno riducendo i livelli di inquinamento atmosferico (in particolare le concentrazioni di NO2), dall’altra l’epidemia potrebbe aver trovato nel particolato atmosferico un inaspettato alleato per diffondersi: la relazione tra inquinamento e Covid-19 sembra dunque intrecciarsi su più livelli,...

Coronavirus e inquinamento atmosferico, NO2 in calo del 50% in Pianura Padana

Snpa: «Si riduce in maniera significativa uno dei principali inquinanti dell’atmosfera a seguito delle misure introdotte dal Governo per l’emergenza»

L’inquinamento atmosferico sta diminuendo in Italia a causa delle misure di contenimento della pandemia da coronavirus in corso, oppure no? Dopo i dati arrivati da Copernicus, dall’Agenzia spaziale europea e dall’Istituto meteorologico finlandese a rispondere è direttamente il Sistema nazionale di protezione ambientale (Snpa): «Si riduce in maniera significativa uno dei principali inquinanti dell’atmosfera, il...

I legami tra inquinamento atmosferico e Covid-19 non sono ancora una certezza

Il particolato atmosferico determina in soggetti sensibili (anziani, persone con patologie o fumatori) effetti di infiammazione e irritazione locale nel bronchi incrementando la vulnerabilità al virus

In questi giorni si parla molto di studi e ricerche riguardanti la relazione tra i superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni delle polveri sottili e il numero di casi infetti da Covid-19. Al riguardo si rappresenta che è un ipotesi probabile, ma non è assolutamente una certezza in quanto non sono disponibili dati scientifici....

Un’occasione per sottolineare i benefici ambientali della geotermia

«Ad oggi tutti i monitoraggi ARPAT indicano per la Toscana geotermica l’ottima qualità ambientale della produzione industriale, che impiega le migliori tecnologie attualmente disponibili (e in alcuni casi le sviluppa) per evitare o abbattere le contaminazioni»

Tale considero la tesi dei comitati anti-geotermia, con cui condivido l’attenzione alla qualità della vita arrivando però a conclusioni esattamente antitetiche. Andiamo per gradi. Riguardo al tema della salute ho interpellato Fabrizio Bianchi e Liliana Cori dell’IFC del CNR di Pisa, che mi dicono: “Abbiamo avuto modo di consultare i dati diffusi in questi giorni...

Stop alla geotermia per frenare il coronavirus? Un allarme fuorviante

Non c’è nessuna criticità legata al PM10 nelle aree geotermiche: secondo l’Agenzia europea dell’ambiente questa fonte rinnovabile è anzi tra le più preziose contro l’inquinamento atmosferico

L’inquinamento atmosferico, in particolar modo da PM10 – ovvero il particolato atmosferico con dimensioni inferiori a 10 µm –, sta facilitando la diffusione del coronavirus Sars-Cov-2 in Pianura Padana? È quanto sostiene un position paper pubblicato da 12 ricercatori italiani (di cui abbiamo dato conto qui), che i comitati anti-geotermia stanno declinando in modo molto...

La climate neutrality in Europa ai tempi del COVID-19

Le riflessioni di Hans Bruyninckx, direttore dell’European environmen agency

I Paesi europei stanno adottando misure drastiche per limitare gli impatti di Covid-19 sulla salute e sull'economia degli europei. Crisi come queste tendono ad avere impatti immediati e gravi su intere popolazioni e sull'economia. Considerando il suo potenziale di incidere sui settori economici chiave, la crisi del coronavirus dovrebbe ridurre alcuni degli impatti delle attività economiche sull'ambiente...

Quando la politica ambientale ha effetti collaterali indesiderati

Un numero speciale di Environmental Research Letters mostra rischi e possibili contromisure. L’esempio della bioplastica

Le "buone intenzioni" non producono generalmente "buoni risultati". I ricercatori dell’Universität Bonn sono partiti dalla saggezza popolare, convinti che si possa applica anche alla definizione di politiche ambientali coerenti e, insieme a un team internazionale, espongono le loro scoperte e teorie nel numero speciale “Focus on Leakage: Informing Land-Use Governance in a Tele-Coupled World” di...

Tracciati gli spostamenti dei predatori marini antartici per proteggere l’Oceano Meridionale

Studio internazionale con l'università di Siena: occorrono più aree marine protette

Lo studio “Tracking of marine predators to protect Souhern Ocean Ecosystems”, pubblicato su Nature da un team di 70 scienziati di tutto il mondo ha raccolto una gran mole di informazioni, che coprono il periodo dal 1991 al 2016, per ricostruire gli spostamenti dei predatori marini antartici. Allo studio, realizzato dallo Scientific committee on antarctic research...

Coronavirus: le nuove regole per lo spazzamento delle strade

Minimizzare l’utilizzo di ipoclorito di sodio: è pericoloso per gli animali, e può nuocere alle acque superficiali e a quelle sotterranee

Il ministro dell'ambiente, Sergio Costa, in questi giorni in cui la sede del suo ministero è chiusa a causa della conferma di un caso di Covid 19, lavora presso la sede dell’Ispra, «così da svolgere i fondamentali compiti istituzionali» ed è lì che stamattina si è riunito in videoconferenza il Consiglio del sistema nazionale a...

Coronavirus, igiene ambientale e gestione rifiuti, FISE Assoambiente a Costa: «Mancano le mascherine per tutti gli operatori»

Lettera al ministro dell’ambiente: «Per fronteggiare l’emergenza, indicazioni chiare e priorità alla fornitura di DPI, con misure fiscali per supportare le imprese»

FISE Assoambiente, l’Associazione che rappresenta le imprese di igiene urbana, riciclo, recupero e smaltimento di rifiuti urbani e speciali ed attività di bonifica, ha scritto al ministro dell’ambiente Sergio Costa per denunciare che «Le attività di igiene ambientale e gestione rifiuti rischiano di bloccarsi in diverse aree del Paese a causa dell’assenza di dispositivi individuali...

Copernicus conferma, cala l’inquinamento in Italia «a seguito delle misure Covid-19»

Osservata una riduzione settimanale del 10% sulle concentrazioni superficiali di NO2 nell’Italia del nord. Anche a Roma e in altre aree del Paese sembra emergere un calo graduale

I dati satellitari raccolti da Copernicus – il programma di punta per l'osservazione della Terra offerto dall'Unione europea – mostrano «a partire da metà febbraio, a seguito delle misure Covid-19, una riduzione settimanale del 10% sulle concentrazioni superficiali di NO2» nell'Italia del nord. Un trend già rilevato nei giorni scorsi dall’Agenzia spaziale europea e dall’Istituto...

La Nazione della carbonella. Nello Zambia la siccità alimenta il boom del carbone vegetale (VIDEO)

Il cambiamento climatico è sia causa che conseguenza di una produzione insostenibile

L'Africa australe è una delle regioni del mondo più vulnerabili ai cambiamenti climatici e sta vivendo la siccità più grave da un secolo e, dopo due anni di scarse piogge e raccolti miseri, sono come sempre i poveri delle zone rurali che affrontano le peggiori conseguenze del riscaldamento globale del quale non hanno nessuna colpa. Secondo...

Le scogliere tropicalizzate del Mediterraneo: specie invasive, rapido riscaldamento e circolo vizioso del carbonio

Una scogliera israeliana sta diventando tropicale e potrebbe contribuire al riscaldamento globale

E’ noto che il riscaldamento globale sta portando alla tropicalizzazione degli ecosistemi marini temperati. Studi recenti hanno dimostrato che questo processo danneggia le praterie di piante e alghe anche nel Mediterraneo e si pensa che questi cambiamenti potrebbero avere conseguenze significative sul funzionamento dell'ecosistema. Lo studio “Tropicalization may invert trophic state and carbon budget of shallow...

Coronavirus, l’inquinamento atmosferico ne accelera la diffusione: il caso Pianura Padana

Gianluigi de Gennaro (Università di Bari): «Le polveri stanno veicolando il virus, fanno da carrier. Più ce ne sono, più si creano autostrade per i contagi»

In queste settimane attività e spostamenti dei cittadini italiani sono fortemente ridotti dalle iniziative messe in campo dal Governo per contrastare l’epidemia da coronavirus in corso, e l’inquinamento atmosferico sta diminuendo in molte aree del Paese. Si tratta di effetti interessanti da osservare ma solo temporanei, mentre ribaltare la prospettiva potrebbe portare a indicazioni di...

La plastica invisibile nell’acqua che beviamo

Washington State University: «Stiamo trovando queste materie plastiche nell'acqua potabile ma non sappiamo perché»

Lo studio “Aggregation and stability of nanoscale plastics in aquatic environment” pubblicato su Water Research da Mehnaz Shams, Iftaykhairul Alam e Indrani Chowdhury del Department of civil & environmental engineering della Washington State University (WSU) ha scoperto che le nano-particelle delle materie plastiche più comunemente utilizzate «tendono a spostarsi attraverso l'approvvigionamento idrico, specialmente nell’acqua dolce,...

Le misure contro il coronavirus fanno crollare l’inquinamento atmosferico anche in Toscana

Nardella: «A Firenze diminuzione drastica del biossido di azoto e traffico diminuito quasi del 70%. Noi restiamo a casa e anche la natura ringrazia»

Dopo la riduzione dell'inquinamento atmosferico (biossido d’azoto in particolare, ma anche particolato) registrato prevalentemente nel nord Italia nei giorni scorsi, adesso anche in Toscana emerge un miglioramento della qualità dell’aria legato con tutta probabilità alle misure di contenimento messe in campo per affrontare l’epidemia da coronavirus Covid-19. «Una cosa positiva in questa emergenza c’è –...

Coronavirus: le zoonosi emergenti e il rischio rappresentato dai mercati della fauna selvatica

WCS: le lezioni dell’epidemia di Coronavirus COVID-19 e le tre soluzioni per prevenire le zoonosi

Con nuovi casi di coronavirus (COVID-19) segnalati ogni giorno in tutto il mondo, ci viene ricordato vivamente che la manipolazione o il contatto ravvicinato con la fauna selvatica, parti del corpo e gli escrementi rappresentano un rischio di propagazione dei patogeni [virus, batteri, parassiti e funghi] che ospitano e mantengono in natura e ai quali...

Indossare abiti potrebbe rilasciare più microfibre nell’ambiente che lavarli in lavatrice

CNR italiano e università di Plymouth: importante il design sostenibile nell’industria della moda

Secondo lo studio “Microfibre release to water, via laundering, and to air, via everyday use: a comparison between polyester clothing with differing textile parameters” pubblicato Science and Technology da Francesca De Falco, Mariacristina Cocca e Maurizio Avella dell’ Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali del Consiglio nazionale delle ricerche (IPCB-CNR) e Richard Thompson dell’università...

Chi investe nel carbone rischia di perdere più di 600 miliardi di dollari: le energie rinnovabili sono più economiche

I nuovi impianti eolici e solari sono già più economici del 60% delle centrali a carbone in funzione. Ma i governi continuano a investire denaro pubblico nel carbone

Secondo il rapporto “How to waste over half a trillion dollars - The economic implications of def energy for coal power investments”, appena pubblicato dal think tank finanziario Carbon Tracker, chi investe nella costruzione di centrali a carbone rischia di perdere 600 miliardi di dollari perché già oggi, in tutti i principali mercati – Europa...

Le Accademie europee della scienza: «La crisi della plastica richiede un cambiamento fondamentale del sistema»

In molti casi le bioplastiche sono ancora un’alternativa fuorviante. Sì alla plastic tax che non piace a Salvini e Meloni

L’European Accademies Science Advisory Council (EASAC) ha pubblicato il rapporto “Packaging plastics in the circular economy” nel quale avverte che «Gli attuali sforzi per risolvere la crisi della plastica sono inefficaci e fuorvianti. I responsabili politici e l'industria devono affrontare i conflitti all’interno dell'intero sistema, dalla produzione alla fine del ciclo di vita». Secondo Michael Norton...

Gli usignoli del Giappone alla conquista dell’Italia

Scappati dalle gabbie, si stanno diffondendo nel centro-nord del nostro Paese

L'usignolo del Giappone (Leiothrix lutea), che non è un usignolo e non proviene da Giappone ma da un’area che si estende in Pakistan, India, Nepal, Bhutan, Cina meridionale, Myanmar, Vietnam, dopo essere stato introdotto in Giappone e nelle Hawaii negli anni ’80, è in seguito stato segnalato in Europa – probabilmente a causa di esemplari...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 151