Rifiuti e bonifiche

Goletta Verde: in Liguria cariche batteriche elevate in più della metà dei punti monitorati

Nel mirino le foci di fiumi e torrenti in tratti spesso molto frequentati dai bagnanti. Pronti gli esposti per tre “sorvegliati speciali”

Il bilancio del monitoraggio svolto lungo le coste liguri dall'equipe tecnica della Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all'informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, non è buono: «Su 23 punti monitorati, ben 14 sono risultati con cariche batteriche elevate. E sono in particolare i soliti fiumi a...

Salpa Goletta Verde e presenta MareMonstrum 2018 sul mare illegale

22 tappe: da Chiavari a Trieste per monitorare le acque marine, denunciare le illegalità ambientali, lottare contro le trivellazioni di petrolio e il marine litter

Oggi salpa da salpa dalla Liguria Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente che da più di 30 anni  ogni estate effettua il periplo delle coste italiane per denunciare e contrastare i "pirati del mare”, ma, come dicono gli stessi ambientalisti, «L’assalto ai mari e alle coste italiane non conosce sosta e crescono i reati contestatidalle forze dell’ordine:...

Rifiuti, la raccolta differenziata porta a porta costa oltre il doppio rispetto a quella stradale

In totale i costi operativi diretti sono passati da 2,6 miliardi di euro del 2007 a 3,4 miliardi di euro nel 2016

Tenere pulita casa propria costa, e lo stesso vale per una città: a maggior ragione se le operazioni di “pulizia” si fanno via via più articolate. Lo studio annuale sulla raccolta differenziata italiana sviluppato da Utilitalia (la Federazione che riunisce le aziende operanti nei servizi pubblici dell'acqua, dell'ambiente, dell’energia elettrica e del gas) in collaborazione...

Nel Tirreno microplastica anche in pesci e invertebrati. Rapporto di Greenpeace, Univpm e Ismar-Cnr

Le concentrazioni più alte all’Isola del Giglio, ma la situazione è migliorata dopo la rimozione della Costa Concordia

Il nuovo  rapporto scientifico “Microplastics in fish and invertebrates along the Tyrrhenian coast” pubblicato dall’Università Politecnica delle Marche (Univpm), che da conto di una ricerca  condotta insieme a Greenpeace e Istituto di Scienze marine del Cnr (Ismar-Cnr) di Genova «conferma la presenza di particelle di microplastica anche in pesci e invertebrati». A Greenpeace spiegano che...

Il gas potrebbe far riscaldare il pianeta quanto il carbone

Dopo tutto, il gas naturale, a lungo indicato come l’alternativa “ponte” e "pulita" agli altri combustibili fossili, potrebbe non essere così pulito. Questo perché il suo ingrediente principale, il metano, uno dei  gas serra più potenti, con un impatto sul riscaldamento climatico 80 volte superiore a quello della CO2, fuoriesce dagli impianti di petrolio e gas...

Il divieto di importare plastica in Cina ci riempirà di rifiuti (VIDEO)

Gli scienziati calcolano l'impatto del divieto cinese sulle importazioni di rifiuti di plastica. Grossi problemi per l’Ue, colossali per gli Usa, ma Trump se ne frega

Mentre il riciclo è spesso considerato la soluzione alla produzione su larga scala di rifiuti di plastica, al contempo si tratta di operazioni che a quanto pare amiamo veder concretizzare non nel nostro giardino: ad oggi più della metà dei rifiuti di plastica destinati al riciclaggio viene esportata dai Paesi a più alto reddito verso...

Fao e Iwmi: gli inquinanti agricoli sono una seria minaccia per le risorse idriche mondiali

Un nuovo rapporto dipinge una situazione globale ed europea preoccupante e fornisce raccomandazioni su cosa fare

«L'inquinamento delle risorse idriche legato a pratiche agricole non sostenibili rappresenta un rischio serio per la salute umana e per agli ecosistemi del pianeta: un problema questo spesso sottovalutato sia dai decisori politici che dagli agricoltori», è l’allarme lanciato dal  nuovo rapporto  “More People, More Food, Worse Water? A Global Review of Water Pollution from...

Amianto, in un Libro bianco i numeri della strage della fibra killer

Bonanni: «In Italia 6.000 decessi e 32 milioni di tonnellate ancora da bonificare»

Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio nazionale amianto (Ona), ha presentato “Il Libro bianco delle morti di amianto in Italia” di cui è autore e ha tracciato i dati della strage che, ogni anno, causa 6 mila morti nel nostro Paese e 107 mila nel mondo: «l’amianto è un killer silenzioso cancerogeno che provoca con assoluta certezza...

Ilva, oggi il primo tavolo di confronto tra il ministro Di Maio e le associazioni ambientaliste

Legambiente chiede di procedere alla Valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario

Quella dell’Ilva di Taranto è la prima prova del nove per Luigi Di Maio nelle vesti di ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro: la cordata che si è aggiudicata tramite gara la più grande acciaieria d’Europa, Am Investco è pronta come da contratto a perfezionare l’acquisto entro il 30 giugno, ma quelli che rimangono...

Appello a Starbucks: in Italia non utilizzate tazze usa e getta

Lettera a Howard Schultz e appello al Sindaco di Milano di Comuni Virtuosi e ambientalisti

In vista della prima apertura italiana di una caffetteria Starbucks, l’Associazione Comuni Virtuosi, Greenpeace, Wwf, Zero Waste Italy, Zero Waste Europe e Reloop, la piattaforma paneuropea multi-stakeholder a sostegno dell’economia circolare. hanno lanciato un appello: «Starbucks dica no a tazze e bicchieri monouso nel locale che aprirà a Milano a settembre, rendendolo un esempio di...

Spreco alimentare per oltre 16 miliardi di euro e 2,7 milioni di italiani alla mensa dei poveri

Ma 3 italiani su 4 tagliano gli sprechi a tavola e tornano i piatti del giorno dopo

Secondo la Coldiretti, «Gli sprechi domestici  rappresentano in valore ben il 54% del totale e sono superiori a quelli nella ristorazione (21%), nella distribuzione commerciale (15%), nell’agricoltura (8%) e nella trasformazione (2%) per un totale di oltre 16 miliardi che finiscono nel bidone in un anno. Non si tratta quindi solo di un problema etico...

Impianti nucleari, Scalia: «Smantellamento sempre più in ritardo e Sogin allo sbando»

Molti avevano a ragione osservato che sarebbe stata una grave scorrettezza da parte del Ministro Calenda pubblicare prima delle elezioni del 4 marzo, come vociferavano i soliti beninformati, la carta dei siti potenzialmente idonei (CNAPI) a ospitare il deposito per le scorie nucleari di bassa e media attività. Calenda non lo ha fatto e si...

I condor della California fanno poche uova, “colpa” di delfini e leoni marini

Scarichi industriali e agricoli, acque reflue e piombo avvelenano le carogne spiaggiate di cui si nutrono i condor

Nonostante gli sforzi di conservazione a lungo termine, i condor che vivono lungo la costa hanno meno I condor della California (Gymnogyps californianus) sono uno dei più grandi uccelli volatori del mondo e rappresentano anche un successo della conservazione di una specie che era arrivata vicinissima all’estinzione. Alla fine degli anni '80, i gusci delle...

La plastica che si degrada negli oceani rilascia sostanze chimiche nell’acqua

I copepodi sono più colpiti dai percolati delle vecchie plastiche degradate che da quelle nuove

I rifiuti di plastica che galleggiano in mare possono essere degradati dalle reazioni innescate da radiazione UV, idrolisi e microrganismi. La degradazione della plastica rilascia sostanze chimiche nell'acqua i cui componenti e quantità dipendono dal polimero plastico e dalle condizioni atmosferiche. E’ più o meno questo il sunto della tesi di dottorato “Chemical Pollutants Released to the...

Rifiuti speciali, Bratti: «Norme inapplicabili possono obbligare a comportamenti irregolari le imprese»

Un problema dilagante non solo nel settore ambientale. Anche per la Corte dei Conti più che «scrivere nuove regole bisogna semplificare, e concentrarsi sugli obiettivi strategici»

«In Italia troppi rifiuti finiscono ancora nelle discariche, è un sistema che non possiamo più permetterci. Con questo non voglio dire che non stiamo migliorando, ma è un dato di fatto che in discarica ne finiscano ancora troppi». Lo ha affermato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, intervenuto alla Camera alla presentazione del Rapporto sui rifiuti...

In Italia i rifiuti speciali crescono ancora, a velocità più che doppia rispetto al Pil

L’impatto zero non esiste: gli scarti dell’economia circolare rappresentano il 27,2% del totale, e il 30,9% dei rifiuti pericolosi. Occorrono impianti adeguati sul territorio per gestire questi flussi

Mentre il Pil italiano cresceva nel 2016 del +0,9% i rifiuti speciali prodotti nel Paese – ovvero l’altra faccia della medaglia delle nostre attività produttive, commerciali, di servizio, etc – correvano nello stesso periodo più del doppio: +2%, frutto dell’aumento pari al +1,7% dei rifiuti non pericolosi e al +5,6% dei pericolosi. A certificarlo è...

Un mondo di gocce. Acqua bene prezioso: ridurre gli sprechi, riutilizzare e non inquinare (VIDEO)

Legambiente e Fondazione con il Sud: con piccoli gesti quotidiani, tutti possiamo contribuire al risparmio idrico

Ogni italiano consuma in media 245 litri di acqua al giorno, senza nemmeno rendersene conto. Come spiegano quelli di Legambiente: «Aprendo il rubinetto di casa, l’acqua sgorga abbondante, come se non dovesse finire mai, dandoci l’impressione che ci sia acqua per tutti. Purtroppo, non è così. Perché, contemporaneamente, nel mondo, ci sono 700 milioni di...

Il caso Roma, dove la strategia Rifiuti zero porta in realtà a export della spazzatura e discariche

La capitale produce 1,7 milioni di tonnellate di rifiuti urbani l’anno, che attualmente vengono spediti in larga parte fuori dai confini regionali

A marzo 2017, grazie all’amministrazione guidata dalla sindaca M5s Viriginia Raggi, Roma iniziava «il proprio percorso verso Rifiuti zero» con l'approvazione del Piano per la gestione sostenibile dei materiali post consumo 2017-2021, rafforzato nell’ottobre seguente ospitando in Campidoglio «l’International advisory board per Roma verso Rifiuti zero, composto da un gruppo di esperti rappresentativo della rete internazionale Zero...

La Bulgaria vuole resuscitare la centrale nucleare di Belene, in un’area a rischio sismico

Il governo di destra di Sofia cambia idea, ignora le proteste dei cittadini e le richieste Ue e riapre ai russi

Il 7 giugno in Bulgaria in molti hanno protestato contro il governo di destra  che vuole resuscitare il progetto della centrale nucleare di Belene. Secondo cittadini, oppositori e ambientalisti si tratta di una scelta costosa, con scarsi benefici e troppi rischi e che da decenni è al centro di una rete di corruzione  e tangenti...

Il ministro Sergio Costa incontra 23 associazioni ambientaliste: «Condividiamo obiettivi e finalità»

All’esame le 50 proposte contenute nell’Agenda ambientalista, presentata ai partiti in campagna elettorale

Il nuovo ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha invitato oggi al proprio dicastero 23 associazioni ambientaliste, per confrontarsi sui contenuti dell’Agenda ambientalista 2018 da loro elaborata (e già presentata alle forze politiche durante la campagna elettorale). Come già dettagliato su queste pagine, l’Agenda ambientalista presenta 50 proposte per 18 filoni tematici, che spaziano dall’energia e il...

Stop ai gas refrigeranti dannosi per il clima: refrigerazione e antincendio si adeguano, condizionamento a rilento

Studio Ispra sugli effetti e le alternative agli idrofluorocarburi

Lo “Studio sulle alternative agli idrofluorocarburi (HFC) in Italia” appena pubblicato dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), spiega che «Gli Idrofluorocarburi (HFC)”  sono i gas refrigeranti tra i più diffusi sul mercato; hanno sostituito in passato i Clorofluorocarburi (CFC) e gli Idroclorofluorocarburi (HCFC) dannosi per l’ozono. L’eliminazione completa del cloro dalla...

Giornata mondiale degli Oceani, Wwf: il Mediterraneo in trappola per la plastica

Un mare piccolo e semi-chiuso che ha il 7% della microplastica di tutti i mari del mondo

Il Mediterraneo è piccolo rispetto agli oceani: si estende su  appena l’1% della superficie marina globale, eppure ospita un’enorme biodiversità che deve fare i  conti con quella che il Wwf definisce «Una ‘impronta umana’ insostenibile se si considera l’inquinamento da plastica: nel bacino del Mediterraneo si concentra infatti il 7% della microplastica globale». Secondo il...

Giornata mondiale degli Oceani: 5 eroi del mare che lottano per la salute di tutti

«Ci sono un sacco di leggi, politiche e regolamenti sull'utilizzo e l'uso improprio della plastica, ma dobbiamo chiederci: questa legge o questa politica cambierà i cuori e le menti delle persone?»

Dal gelido splendore dell'Artico alle nere profondità della fossa dell'oceano Mariana, i rifiuti di plastica minacciano i nostri mari, uccidendo la fauna selvatica e inquinando la catena alimentare. «I fatti sono innegabili . dice l’United Nations environment programme (Unep) - ogni anno più di 8 milioni di tonnellate di plastica entrano nei nostri oceani. Secondo una stima, entro la metà di...

Giornata mondiale degli oceani: i risultati del primo studio sulle sostanze contaminanti nei rifiuti plastici galleggianti

Università di Siena e Legambiente: «Su tutti i campioni analizzati presenti inquinanti come mercurio, policlorobifenili (PCB), DDT ed esaclorobenzene (HCB)»

Lo studio sperimentale realizzato da Legambiente, in collaborazione con l'Università di Siena - progetto Plastic Busters (UfM - SDSN), sui rifiuti di plastica galleggianti in mare (in particolare buste, teli e fogli di plastica, oggetti del campionamento) e sulle sostanze contaminanti come organoclorurati (PCB, DDT, HCB) e mercurio, conferma che «Il rischio delle plastiche in...

Consiglio europeo: basta vantaggi per le navi che scaricano rifiuti in mare (VIDEO)

Navi, pescherecci e imbarcazioni da diporto dovranno pagare una tassa che darà loro il diritto di conferire i rifiuti in porto

Il Consiglio europeo dei ministri dei trasporti, delle comunicazioni e dell’energia è convinto che  «Le navi non dovrebbero ottenere alcun vantaggio finanziario scaricando rifiuti in mare» e per combattere lo scarico di rifiuti in mare ha adottato oggi un orientamento generale sull’aggiornamento delle norme sugli impianti portuali di raccolta che forniranno incentivi alle navi per...

Greenpeace scopre alti livelli di inquinamento da plastica in Antartide

Trovati anche contaminanti come i PFAS. «Subito un Santuario in Antartide»

Le analisi di laboratorio condotte su alcuni campioni raccolti durante una recente spedizione di Greenpeace in Antartide, «evidenziano la presenza di microplastiche e altre sostanze chimiche in mare e nella neve». I campioni sono stati raccolti durante una spedizione scientifica di Greenpeace in Antartide durata da gennaio a marzo di una campagna per la creazione...

L’economia circolare conviene all’Europa e potrebbe mantenere riscaldamento globale sotto i 2° C

Una strategia di innovazione industriale con al centro la circolarità e la digitalizzazione e che abbia come obiettivo le emissioni zero entro il 2050

Il pioneristico studio “Re-configure: The Circular Economy – a Powerful Force for Climate Mitigation”, realizzato da Material Economics e commissionato da  Suomen itsenäisyyden juhlarahasto Sitra (Sitra), il Fondo finlandese per l'innovazione, e dall’European Climate Foundation (Ecf), dimostra come, entro il 2050, un'economia più circolare potrebbe ridurre di oltre la metà le emissioni industriali dell'Unione europea...

Wwf: in mare compaiono nuove plastic specie, e non è una buona notizia (VIDEO)

Dal Wwf anche un vademecum e il tour “Spiagge plastic-free”

Secondo il Wwf Italia, «Nuove e strane specie stanno comparendo nel mare: la manta-busta, il granchio-tappo, il pesce-bottiglia, specie poco desiderabili e che derivano proprio dal nostro stile di vita abituato all'usa e getta quando si consumano prodotti in plastica». E’ la  provocatoria campagna “visual” del Wwf per dire no a queste specie e dsi a...

Come cambiare i propri consumi per ridurre l’inquinamento da rifiuti plastici in mare

Enea: «I materiali polimerici sono materiali leggeri e resistenti, non possiamo più farne a meno. Il vero cambiamento di paradigma sta nell’evitare gli usi impropri della plastica»

Nel 1963 l’italiano Giulio Natta venne insignito del premio Nobel per la chimica: era nato il polipropilene isotattico, la prima plastica, e in poco più di 50 anni i materiali polimerici hanno cambiato radicalmente il nostro modo di vivere – tanto che secondo la ricerca Censis La sfida della plastica il 96,6% degli italiani ritiene...

Rifiuti, nuove opportunità di lavoro per le recuperadoras delle discariche di Jujuy (VIDEO)

L’Ue cofinanzia il piano di gestione dei rifiuti della provincia argentina di Jujuy

La Banca europea per gli investimenti (Bei) ha erogato una sovvenzione di 11,3 milioni di euro per contribuire a migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori delle discariche - metà dei quali sono donne -  della provincia argentina  di Jujuy, un progetto che riguarda anche la lotta al cambiamento climatico. Attualmente nelle...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 70