Scienze e ricerca

La più grande estinzione di massa di tutti i tempi innescata dall’acidificazione degli oceani

Colpa dei vulcani che hanno emesso troppa CO2. Preoccupanti somiglianze con la situazione attuale

La grande estinzione di massa che ha avuto luogo 252 milioni anni fa, spazzando via più del 90% delle specie marine e più di due terzi degli animali terrestri, sarebbe avvenuta perché gli oceani del nostro pianeta hanno assorbito enormi quantità di anidride carbonica prodotte dalle eruzioni vulcaniche. Il team di ricercatori delle università di...

Zecche e lemuri del Madagascar, una strana storia di maschi single

Perché i maschi di Haemaphysalis lemuri preferiscono il naso dei sifaka diadema?

Nei nasi di alcuni scimpanzé dell’Uganda erano state trovate delle zecche, probabilmente perché questi primati non sono in grado di toglierle dalle narici durante il grooming. Sono anche noti episodi di zecche che si sono infilate ed installate nei nasi di esseri umani durante i voli intercontinentali ed è abbastanza comune ritrovarsele negli ombelichi e...

I crostacei ciechi della grotta dell’Argentario che stanno perdendo il “cervello visivo”

L'evoluzione al lavoro nelle grotte buie di Toscana, Bermuda e Sudafrica

Lo studio “The brain in three crustaceans from cavernous darkness”, appena pubblicato su BMC Neuroscience da un team di scienziati delle università  edesche di Rostock ed Hannover e della Texas A&M University di Galveston  ha indagato su uno dei misteri del mondo animale: i crostacei ciechi che vivono in profondità, in grotte oscure ed ha...

Germi multiresistenti, in Italia quadro preoccupante. Consumo record di antibiotici

Simit: 5.000 - 7000 decessi all’anno per infezioni nosocomiali, con un costo di oltre 100 milioni di euro

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), «la resistenza agli antibiotici da parte dei microrganismi rappresenta un problema sempre più grave per la salute pubblica. Molti governi in tutto il mondo hanno iniziato a prestare attenzione ad un problema  in grado di mettere a rischio i successi ottenuti negli ultimi decenni con la medicina moderna». E la...

Anche il Sole ha le stagioni e sono “quasi-annuali”

Dopo lo studio del Ncar Usa, più facile prevedere le tempeste solari

Secondo lo studio “The solar magnetic activity band interaction and instabilities that shape quasi-periodic variability”, pubblicato su Nature Communications da un team del National Center for Atmospheric Research (Ncar) Usa, «Il Sole subisce un tipo di variabilità stagionale», biennale e con un comportamento che influisce sugli alti e bassi del ciclo solare di circa 11...

I topi fanno serenate sexy per corteggiare le femmine (VIDEO)

Le femmine preferiscono le canzoni più complesse

Il nuovo studio  “Male mice song syntax depends on social contexts and influences female preferences”, pubblicato da un team di ricercatori statunitensi della Duke University su Frontiers of Behavioral Neuroscience, dimostra che. secondo il contesto, i maschi dei topi possono cambiare i loro “canti” di accoppiamento. Il team di biologi, medici e statistici ha esaminato...

I rospi delle canne da flagello a prodotto di esportazione dell’Australia?

Il veleno interessa i cinesi per la medicina tradizionale contro il cancro alla prostata

I rospi delle canne (Rhinella marina) sono state introdotti nel Queensland nel 1935 per tenere sotto controllo un coleottero che devastava i raccolti di canna da zucchero, ma si sono rapidamente moltiplicati e sono stati dichiarati un parassita da eliminare. Da allora si sono diffusi nel  Northern Territory, nel Western Australia e nel New South...

Tre nuovi mini-draghi scoperti nelle foreste delle Ande (Fotogallery)

Il loro areale è nell’hot spot della biodiversità tra Perù ed Ecuador

Sembra che ogni volta che degli erpetologi entrano in una foresta delle nubi andina ne vengono fuori con una nuova specie di rettile. Infatti ZooKeys  pubblica lo studio “Three new species of woodlizards  (Hoplocercinae,Enyalioides) from northwestern South America” nel quale tre ricercatori sudamericani  - Omar Torres-Carvajal  della Pontificia Universidad Católica del Ecuador di Quito, Ecuador,...

Fukushima, tracce di radioattività rilevate anche lungo la costa del Canada

Dosi minime di cesio, ma provenienti sicuramente dal disastro nucleare giapponese

Gli scienziati della Woods Hole Oceanographic Institution (Whoi) hanno rilevato - per la prima volta in un campione di acqua di mare dalla costa del Nord America - la presenza di radioattività proveniente dal disastro nucleare avvenuto nella centrale Fukushima Daiichi dopo lo tsunami/terremoto dell’11 marzo 2011. Il campione, che è stato raccolto il 19...

Le tartarughe delle Galapagos in via di estinzione si mangiano le piante invasive

Più della metà delle piante consumate dalle tartarughe giganti su Santa Cruz sono “aliene”

La maggior parte della ricerca sulle specie di piante e animali introdotte sottolinea i loro impatti ecologici negativi, ma nel luogo simbolo dell’evoluzione, le isole Galapagos, è venuto fuori che non sempre le piante “aliene” svolgono un ruolo dannoso per la fauna autoctona in via di estinzione. Infatti, lo studio “The Dominance of Introduced Plant...

Il trattamento della frazione organica dei rifiuti e la carbonizzazione idrotermale

Parlando di rifiuti solidi urbani, argomento onnipresente nelle agende politiche è, giustamente, la raccolta differenziata. E’ un fatto che la raccolta differenziata negli ultimi anni sia aumentata notevolmente (42,3% di media in Italia, dato Ispra) e debba aumentare ancora, sperimentando tecniche che solo dieci anni fa sembravano utopia e che adesso sono una realtà, come...

Le rinnovabili, il petrolio e il trilemma energetico

Nonostante il calo dei prezzi del greggio non è immaginabile interrompere il cammino della transizione energetica

Se dovessimo individuare una sola parola per condensare il significato dei problemi che si agitano sullo sfondo degli attuali scenari energetici, nessuna probabilmente riuscirebbe ad essere più efficace del termine “trilemma”. Parlando di “trilemma” del sistema energetico, si intende infatti la possibilità di coniugare gli obiettivi delle politiche climatiche con quelli più classici, collegati alla...

L’unica pianta che sincronizza la sua impollinazione con la luna piena: l’Efedra femmina

Una specie poco appariscente che vive anche in Puglia. Una scoperta avvenuta per caso

Nello studio “Moonlight pollination in the gymnosperm Ephedra (Gnetales)” su Biology Letters  due scienziate dell’università di Stoccolma, Catarina Rydin e Kristina Bolinder, ricordano che   «La maggior parte delle gimnosperme sono impollinate dal vento, ma alcune sono impollinate da insetti e  le Ephedra (Gnetales) sono impollinate sia dal vento che dagli insetti.  Tuttavia si conosce poco dei meccanismi e dell'evoluzione...

Gli orsi polari non riusciranno a sopravvivere con il cibo che trovano sulla terraferma

E a terra ci sono i grizzly a contendere loro un cibo scarso e con pochi grassi

Gli orsi polari (Ursus maritimus) sono costretti a  vivere sempre più sula terra ferma a causa della scomparsa del ghiaccio marino, ora un team di scienziati dell’US Geological Survey (Usgs), della Washington State University e di Polar Bears International ha constatato che possono cibarsi anche di bacche, uccelli e uova, ma questi vantaggi  nutrizionali sono...

Monossido di Diidrogeno, shock in Italia: torna la paura del killer invisibile

Più bassa che altrove la probabilità di inquinamento da tubature, in Italia ferma al 60%

Il Monossido di Diidrogeno (Dhmo) è un composto chimico incolore, inodore, insapore: si muove nella nostra vita come un killer invisibile, ed è corresponsabile della morte di migliaia di esseri umani ogni anno. Nonostante la prima Divisione di ricerca sul Monossido di Diidrogeno – la prestigiosa Dihydrogen Monoxide Research Division – sia stata fondata ormai nel...

Cosa succede se si mette un colibrì in una galleria del vento? (VIDEO)

Quando piove questi piccoli volatili si scrollano come i cani, ma in volo e mentre si cibano...

Anche in California è arrivata la primavera e i colibrì svolazzano di fiore in fiore in tutta la  Bay Area in cerca di nettare zuccherino.  Sheraz Sadiq  su KQED Science  ricorda che «Questi che sono i più piccoli tra gli uccelli hanno il metabolismo più alto di qualsiasi animale a sangue caldo, il che li...

Analisi previsionale Ue per le sfide ambientali e sociali, coordinano gli italiani

Un approccio partecipativo e iterativo per sviluppare metamorfosi e perseveranza

Mancano appena nove mesi al completamento di Flagship e il  team del progetto, coordinato dall’Istituto di Studi per l’Integrazione dei Sistemi (Isis) è concentrato sulla dirittura d’arrivo; il recente workshop, organizzato a Bruxelles, ha offerto l’opportunità di condividere e discutere i risultati preliminari, prima di perfezionarli nelle raccomandazioni politiche finali alla Commissione europea ed agli Stati...

Cambiamento climatico e ecosistemi marini: decenni per distruggerli, millenni per recuperare (VIDEO)

Un carotaggio nel Pacifico rivela i rischi della “nuova normalità” climatica

Un’indagine sullo strato di una decina di metri di un fondale dell’Oceano  Pacifico potrebbe rivoluzionare le nostre conoscenze e convinzioni sulla resilienza dell’oceano di fronte al rapido cambiamento climatico in atto. Infatti lo studio “Response of seafloor ecosystems to abrupt global climate change” pubblicato oggi su PNAS da un team di ricercatori californiani  dimostra che...

Gli animali possono prevedere i terremoti? Ora un team internazionale di ricercatori afferma di sì

Prima di un gigantesco terremoto in Perù scomparsi i mammiferi e gli uccelli dalla foresta

Anche se  durante la fase che precede un terremoto si verificano processi geofisici si verificano su diverse  scale temporali e spaziali, alcuni dei quali hanno effetti sull'ambiente di superficie, su vari biota, e anche sulla ionosfera, i rapporti e le credenze popolari sui cambiamenti pre-sismici nel comportamento degli animali sono stati accolti con scetticismo dalla...

Focene, delfini e capodogli cacciano con “proiettori sonori” (VIDEO)

Le focene regolano con precisione i fasci di suoni per individuare le prede

Lo studio “Range-dependent flexibility in the acoustic field of view of echolocating porpoises (Phocoena phocoena)” pubblicato su eLife da un team di ricercatori danesi, scozzesi e tedeschi rivela un altro incredibile “superpotere” degli odontoceti, i cetacei dentati che raggruppano delfini, focene, zifi e capodogli. Il team guidato da  Danuta Wisniewska, del dipartimento di bioscienze dell’università...

Human Brain Project, i neuroscienziati scettici sul progetto europeo avevano ragione

Anche un report interno al progetto di ricerca sul cervello chiede profonde modifiche

Una delle più eccitanti aree d’esplorazione per la scienza nell’immediato futuro si trova nella testa di ogni essere umano, in quell’organo fantastico e ancora misterioso che è il nostro cervello. L’Europa s’è gettata nella sfida con un suo progetto, lo Human brain project, al quale si affiancano le ambizioni statunitensi (con la Brain activity map)...

Le otarie che mangiano squali (Fotogallery)

Da sempre si studiano gli effetti top-down dei predatori sulla struttura e la dinamica degli ecosistemi, anche se la natura e le conseguenze delle interazioni trofiche tra i predatori al culmine della catena alimentare hanno ricevuto molto meno attenzione, ma quello scoperto al largo delle coste del Sudafrica e poi reso noto nello studio “Intraguild...

Completata la più grande eradicazione di ratti del mondo nella South Georgia

Nell’isola subantartica ora ri-nidifica la Pispola antartica, uno degli uccelli più rari del mondo

Con un carico di esche avvelenate sganciate da un elicottero neozelandese, si è conclusa nell’isola subantartica della South Georgia la più grande eradicazione di una specie invasiva mai tentata al mondo.  L’Isola di South Georgia è lunga 170 km, e larga  tra 2 e i 40 km, il suo monte più alto arriva a 2.934...

Adamello, alla ricerca dei pollini custoditi da 4.000 anni nel ghiacciaio

L’obiettivo - e la sfida - dei  ricercatori della Fondazione Edmund Mach e dei loro colleghi del Muse, dell’università di Milano Bicocca e della Provincia autonoma di Trento, è quello di «analizzare il DNA dei pollini conservati nel ghiacciaio più profondo d’Italia per scoprire come è cambiata la vegetazione in relazione al clima negli ultimi...

Pesci inquinati anche a 1.400 metri di profondità

I contaminanti si accumulano nel fegato e nelle gonadi, non nella carne

I pesci inquinati che vivono sulla scarpata continentale a profondità tra i 700 ed i 1.400 metri hanno patologie del fegato, tumori e altri problemi di salute che possono essere collegati all'inquinamento causato dall'uomo. A dirlo è uno dei primi studi di questo tipo (Histopathological assessment of liver and gonad pathology in continental slope fish...

Il nuovo scafandro per i subacquei della Marina Usa che serve a risparmiare elio

Alla maggior parte di noi quando pensa all’elio viene in mente il gas che serve a gonfiare i palloncini o qualche film dove abbiamo visto qualcuno che, dopo aver inalato questo gas,  era molto allegro e parlava con la voce da cartone animato, ma l’elio è anche e soprattutto un componente essenziale per esperimenti di...

La storia delle bioplastiche che non lo sono smascherata dalla Michigan State University

La biodegradazione della plastica si inserisce in un percorso di gestione dei rifiuti sostenibile, e prima ancora realmente percorribile? Come accade di fronte a ogni domanda complessa, la risposta non può che passare per un dipende. I tempi di degradazione della plastica dipendono innanzitutto i modo determinante dal tipo di materiale di cui si sta...

Glisofato della Monsanto, l’Aiab: «Ue ed Italia lo vietino subito»

Iarc boccia l’erbicida più diffuso, probabile cancerogeno? Monsanto: «Scienza spazzatura»

In un recentissimo studio (Carcinogenicity of tetrachlorvinphos, parathion, malathion, diazinon, and glyphosate) pubblicato su The Lancet Oncology  un team di ricercatori dell’ International Agency for Research on Cancer (Iarc) chiede all’Unione europea ed ai Paesi membri, Italia compresa, di prendere immediatamente le misure necessarie per proteggere agricoltori e consumatori dal Glifosato, cioè dal principio attivo di uno...

I pitoni birmani in Florida sono diventati il predatore dominante nelle Everglades

I serpenti alieni colpevoli del declino dei mammiferi nell’Everglades National Park

Quasi l'80% dei conigli di palude dell’Everglades National Park, che erano stati dotati di un radiocollare dai ricercatori dell’università della Florida (FU) e dell’US Geological Survey (Usgs), sono stati mangiati dai pitoni birmani (Python bivittatus) introdotti dall’uomo.  I ricercatori dicono che «Un anno dopo, non c'era traccia di nessuna popolazione di conigli nell'area di studio. Lo studio...

La furbizia dei cavalli (quando gli conviene)

Studio dell’università di Pisa dimostra che gli equini hanno capacità cognitive evolute

La rivista internazionale Applied Animal Behaviour Science pubblica uno studio dei ricercatori del dipartimento di scienze veterinarie dell’Università di Pisa, che  dimostra per la prima volta che i cavalli  possiedono capacità cognitive evolute e che «Il cavallo è un animale furbo che capisce e segue le indicazioni dell’uomo, ma solo quando gli conviene». Paolo Baragli...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 43
  5. 44
  6. 45
  7. 46
  8. 47
  9. 48
  10. 49
  11. ...
  12. 65