Pesca e allevamenti

Pesca illegale nelle zone protette del Mar Mediterraneo: Italia principale trasgressore

Oceana: «L’Italia consente la pesca a strascico nelle zone di crescita del novellame di specie sovrasfruttate»

Oceana, l’organizzazione ambientalista internazionale che difende mari e oceani,  ha pubblicato il rapporto “Building a GFCM framework to combat IUU fishing Oceana case studies and recommendations” che rivela 41 casi potenziali di pesca IUU (Illegal Unreported and Unregulated – pesca illegale, non dichiarata e non regolamenta) nel Mar Mediterraneo, L’associazione ha utilizzato  usando i dati forniti...

Pianosa: trovate due piccole tartarughe marine morte avviluppate in una rete

I volontari di Vele Spiegate hanno trovato i rettili marini in avanzato stato di decomposizione, imprigionati in una rete incastrata negli scogli

I giovani volontari di Vele Spiegate di Legambiente e Diversamente Marinai che il 12 giugno erano impegnati nelle operazioni di pulizia e censimento dei rifiuti a Pianosa hanno trovato una sorpresa davvero brutta nella magnifica e selvaggia Cala dei Turchi: mentre cercavano di togliere un viluppo di reti da pesca dagli scogli si sono accorti...

Pesca, Fao: «I cambiamenti climatici trasformeranno gli ecosistemi marini e d’acqua dolce»

A rischio i mezzi di sussistenza di milioni di persone che dipendono dalla pesca

Secondo il rapporto “Impacts of climate change on fisheries and aquaculture - Synthesis of current knowledge, adaptation and mitigation options” nel quale la Fao, grazie al lavoro di più di 100 scienziati,  riassume nuove analisi e studi, «Entro il 2050 i cambiamenti climatici avranno alterato la produttività di molte delle attività di pesca marina e...

Pesca: nel mondo il picco produttivo è ancora lontano, ma quella più insostenibile è nel Mediterraneo

Studio Fao: notevoli aumenti di produzione previsti per i prossimi 10 anni. Il settore dovrà affrontare sfide importanti

Secondo il nuovo rapporto Fao “The State of World Fisheries and Aquaculture” (Sofia) «La produzione ittica mondiale continuerà ad espandersi nel prossimo decennio anche se la quantità di pesci catturati in natura si è stabilizzata e la crescita precedentemente esplosiva dell'acquacoltura sta rallentando» Dall'ultima edizione di Sofia energe che «Entro il 2030 la produzione combinata di...

Abbattimento di lupi e orsi in Trentino Alto Adige, il ministro dell’ambiente: «Chiederò l’impugnativa»

La Lega «Decisione di Costa fuori luogo e inopportuna». M5S: lezione del ministro ai bulletti locali

Dopo quella di Trento anche la Provincia di Bolzano ha approvato, con 25 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti, una legge fotocopia che permette deroghe al regime di protezione di lupi e orsi, imposto dalla Direttiva Habitat. Quindi in tutto il Trentino Alto Adige  sarà possibile autorizzare il prelievo, la cattura o l'uccisione di lupi e...

Il Trentino vota per abbattere lupi e orsi. Il Wwf al governo: «Fermateli, è incostituzionale»

Ma la Lega vuole uccidere lupi come gli assessori PD e il Movimento 5 Stelle vota contro da solo

Il Consiglio provinciale di Trento ha approvato il disegno di legge 230 proposto dalla Giunta di autonomista-PD con l'assessore Dallapiccola, che «chiede per la Provincia la gestione autonoma del lupo e dell’orso». Hanno votato a favore 25 consiglieri, compresi gli assessori del Pd e il presidente Dorigatti, mentre si sono astenuti in 6: gli altri...

Fishing for Litter, al via il protocollo della Regione Lazio contro le plastiche in mare

Legambiente: mettere in campo le azioni operative «Una nuova sfida ai rifiuti e tutti gli operatori del mare diverranno attori protagonisti del miglioramento ambientale del Lazio»

Insieme ai cambiamenti climatici, il marine litter è ormai diventato una delle due più gravi emergenze ambientali globali, «E – ricordano a Legambiente - riguarda da vicino anche il nostro Paese. Il mare Mediterraneo, una delle aree più ricche di biodiversità al mondo, è infatti tra le sei zone di maggior accumulo di rifiuti galleggianti...

Sea Shepherd denuncia la caccia commerciale alla balenottera comune in Islanda

Già uccise 7 balene in via di estinzione, la quota delle baleniere islandesi è di 161

L'equipaggio di Sea Shepherd Regno Unito ha documentato l’uccisione, da parte della compagnia di caccia alle balene a fini commerciali, Hvalur hf, di 7 balenottere comuni (Balaenoptera physalus), specie considerata in pericolo di estinzione dalla Lista Rossa Iucn, L'equipaggio di Sea Shepherd UK sta operando in Islanda dalla metà di giugno, e spiega che sta...

La barriera corallina del Belize è fuori pericolo

Wwf: se governi, istituzioni internazionali e società civile lavorano insieme è possibile proteggere luoghi unici

Il Wwf International ha annunciato che «I cittadini del Belize insieme agli ambientalisti di tutto il mondo possono finalmente festeggiare: la Barriera corallina del Belize, uno degli ecosistemi più ricchi di biodiversità al mondo, è stata rimossa dalla lista Unesco del Patrimonio mondiale in pericolo. La decisione è stata presa nel corso del meeting del...

Creati maiali Ogm che resistono a un virus che provoca danni per miliardi di dollari

Allevatori biologici e ambientalisti: aumenteranno i problemi per il benessere animale. E i consumatori Ue non vogliono carne Ogm

Un team di scienziati del Roslin Institute dell’università di Edimburgo, cambiando il codice genetico dei maiali,  ha prodotto suini in grado di resistere a una delle malattie animali più costose del mondo: il   virus della sindrome riproduttiva e respiratoria del suino  (Porcine reproductive and respiratory syndrome - PRRS) e hanno scoperto che «i maiali non...

I cambiamenti climatici provocheranno una migrazione universale

Uno studio sul Bangladesh e l’innalzamento del livello del mare al quale ha partecipato anche l’università di Padova

I cambiamenti climatici provocheranno impatti come l’innalzamento del livello del mare, cattivi raccolti e  condizioni meteorologiche estreme più frequenti che costringeranno milioni di persone ad abbandonare le aree dove hanno sempre vissuto. Ma gli scienziati non sono ancora in grado di prevedere dove andranno a finire questi migranti climatici previsti per i prossimi anni. Il nuovo...

Ecco la prima Carta per la tutela delle api da miele della comunità scientifica italiana

Fem: «L’Ape non deve essere considerata un animale domestico, ma componente fondamentale della fauna selvatica»

Oggi a San Michele all'Adige (Trento) è stato firmato l’“Appello per la tutela della biodiversità delle sottospecie autoctone di Apis mellifera Linnaeus, 1758 in Italia”, il primo documento elaborato dalla comunità scientifica italiana per la salvaguardia dell'ape da miele. Il documento è frutto del lavoro alla Fondazione Edmund Mach (FEM) e del contributo delle principali...

Quanti animali nascono ogni giorno nel mondo?

Solo 40 pinguini di Humboldt e almeno 600 quintilioni di nematodi terrestri

Riprodursi è la cosa che impegna di più gli esseri viventi del nostro pianeta: lo fanno le api. i vermi, gli insetti, gli uccelli, i pesci, i coccodrilli e gli esseri umani, ma quanti animali nascono ogni giorno nel mondo? E’ la domanda fatta da un ascoltatore al programma More or Less della BBC, uno show che...

700 squali nella notte che cacciano insieme le cernie in amore delle Tuamotu (VIDEO)

Un tuffo nel cuore del branco degli squali grigi del reef. Finora gli scienziati pensavano che questi animali fossero poco sociali

Ogni a anno a giugno  il passaggio sud dell’atollo de Fakarava, nell’arcipelago delle Tuamotu, Polinesia Francese, ospita una delle più grandi concentrazioni di squali del mondo: centinaia di  squali grigi del reef (Carcharhinus amblyrhynchos) si riuniscono per dar vita a un festino sanguinario per banchettare con le migliaia di cerni che, attirate dalla luna piena...

Greenpeace scopre alti livelli di inquinamento da plastica in Antartide

Trovati anche contaminanti come i PFAS. «Subito un Santuario in Antartide»

Le analisi di laboratorio condotte su alcuni campioni raccolti durante una recente spedizione di Greenpeace in Antartide, «evidenziano la presenza di microplastiche e altre sostanze chimiche in mare e nella neve». I campioni sono stati raccolti durante una spedizione scientifica di Greenpeace in Antartide durata da gennaio a marzo di una campagna per la creazione...

Lupi e orsi, il Trentino vuole abbatterli e il centrosinistra spera nel governo Lega-M5S (VIDEO)

Il presidente Ugo Rossi: «Siamo fiduciosi, il Governo non impugnerà la norma». Wwf: Vergognoso e scomposto tentativo

La giunta della provincia autonoma di Trento - Partito autonomista trentino tirolese (Patt), Partito Democratico (PD)  e Unione per il Trentino (Upt) - ha approvato la proposta di legge “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Provincia autonoma di Trento derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2018 Attuazione dell’art. 16 della direttiva n. 92/43/CEE in materia...

Gentili: la proposta di nuova Pac non risponde alle esigenze di un’agricoltura rispettosa degli ecosistemi naturali

Un'occasione mancata per agire sulle emissioni inquinanti e climalteranti

La proposta di nuova PAC dopo il 2020 presentata dalla Commissione europea  non ci soddisfa affatto perché non favorisce una reale inversione di rotta per le politiche agricole comunitarie e non risponde alle esigenze  dei cittadini europei che  chiedono invece  con forza prodotti agricoli più sani ed un’agricoltura rispettosa degli ecosistemi naturali. Essa appare invece...

I cacciatori di balene giapponesi hanno ucciso 122 balenottere incinte

Wwf: un massacro che deve finire, E’ un’infamia senza giustificazione

Secondo il rapporto “Result of the third biological field survey of NEWREP-A during the 2017/18 austral summer season”  inviato all’International whaling commission (Iwc) dai Paesi che aderiscono al New Scientific Whale Research Program in the Antarctic Ocean (Newrep-A),  durante il field survey" in Antartide, i cacciatori di balene giapponesi hanno caturato e ucciso 122 balenottere...

Fao: l’agricoltura può lavorare a favore – e non contro – la biodiversità

La biodiversità è minacciata, «Il modo in cui produciamo il nostro cibo è una grossa parte del problema»

Aprendo i lavori del “Multi-stakeholder Dialogue on Biodiversity Mainstreaming across Agricultural Sectors” in corso a Roma, il direttore generale della Fao, José Graziano da Silva. ha lanciato un appello per «un cambiamento trasformativo nel modo in cui produciamo il nostro cibo, perché sia ben saldato in sistemi agricoli sostenibili, in grado di produrre alimenti sani...

Biomassa terrestre: gli alberi governano il pianeta e gli esseri umani sono solo un decimillesimo

Un nuovo censimento della biomassa terrestre rivela anche il nostro insostenibile impatto sulla biosfera della Terra

Quali sono gli animali più abbondanti sulla Terra?  Quanto pesano le piante rispetto a funghi, animali o batteri? In che modo la massa della vita negli oceani è paragonabile a quella terrestre? A rispondere a queste domande ci ha provato lo studio “The biomass distribution on Earth”, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences...

In Europa diminuiscono le pressioni ambientali da inquinamento da metalli pesanti dell’industria

Calano le emissioni di arsenico, cadmio, cromo, rame, piombo, mercurio, nichel e zinco; oltre la metà viene solo da 18 impianti

Secondo il nuovo briefing “Environmental pressures of heavy metal releases from Europe's industry” pubblicato dall’European enevironmental agency (Eea) tra il 2010 e il 2016 le pressioni ambientali causate dalle emissioni di metalli pesanti dai grandi impianti industriali europei sono diminuite- I dati sono quelli del  Registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti...

I cinesi bevono più latte e potrebbero far aumentare di un terzo le emissioni globali del bestiame

Bisognerà garantire una produzione più efficiente di latte, utilizzando al contempo meno terra

Entro il 2050, in Cina il consumo di latte aumenterà di tre volte, un importante cambiamento nelle abitudini alimentari dei cinesi che potrebbe far aumentare di oltre un terzo le emissioni globali di gas serra delle mucche. A rivelarlo è lo studio “Global environmental costs of China's thirst for milk” pubblicato su Global Change Biology...

Isole Egadi, salvate 4 tartarughe marine in una settimana (FOTOGALLERY)

Lavoro intenso al Centro di primo soccorso dell’Area marina protetta Isole Egadi

Per il personale del Centro di primo soccorso tartarughe marine dell’Area marina protetta Isole Egadi quella passata è stata una settimana intensa di lavoro, sono state infatti ben 4 le segnalazioni arrivate al numero dedicato Sos Tarta  - 328.3155313 - attivo 24 ore su 24, operativo H24. Per segnalare tartarughe marine in difficoltà si può...

Il paradosso della salamandra gigante cinese: migliaia negli allevamenti, quasi estinta in natura

Le salamandre giganti cinesi potrebbero essere 5 specie diverse, alcune estinte in natura

La richiesta di carne proveniente dal mercato del lusso sta portando verso l’estinzione in natura il più grande anfibio del mondo, la salamandra gigante cinese (Andrias davidianus), a confermarlo sono due studi pioneristici che avvertono che questi animali iconici sono ormai quasi scomparsi dalla loro habitat di acqua dolce. Lo studio “The Chinese giant salamander...

Tutela dell’Adriatico, appello di 17 organizzazioni europee

Tutelare gli ecosistemi vulnerabili e le zone di riproduzione e accrescimento di stock sovrasfruttati per il loro recupero e la sostenibilità della pesca fortemente in crisi

17 organizzazioni europee e adriatiche - Adriatic Recovery Projec,  AdriaPan. AiDAP -  Associazione italiana direttori e funionari aree protette, ABAP -  Associazione biologici ambientalisti pugliesi, Archipelagos institute of marine conservation, Bloom, Blue World Instituteof Marine Research and Conservation. Centro studi cetacei, Legambiente, Marevivo. MedReAct, Oceana, SeasatRisk, Sciaena, Sunce, ViVaMar, Zdravi  Grad - in rappresentanza di migliaia...

Video inchiesta Ciwf sulle scrofe in gabbia che producono il prosciutto DOP (VIDEO)

Petizione ai ministeri delle politiche agricole e della salute: dismissione graduale delle gabbie negli allevamenti italiani di scrofe

In Italia vengono allevate ogni anno 500.000 scrofe allevate ogni anno che, in un allevamento intensivo,  vivono in medo 2 anni mentre normalmente vivrebbero in media 10 anni. Ogni anno ognuna di queste scrofe “industriali” fa 2 o 3 cucciolate  da 10 - 15  maialini l’una, svezzati grazie a 15 capezzoli ottenuti grazie alla selezione genetica. Più capezzoli ci...

Pesca insostenibile, Cnr: il 64% degli stock ittici europei potrebbe collassare nei prossimi anni

E per allora non ci sarà più disponibilità alimentare. Ma una soluzione c’è: ridurre del 20% le ore di pesca

Che la pesca eccessiva fosse un grosso problema per l’Europa e le sue acque lo si era intuito da tempo, ma finora non era ancora chiaro in quale misura: ormai dal 2014 l’Ue ha riformato le sue politiche di pesca per tentare di porre fine all’overfishing, imponendo ai vari Stati membri – Italia compresa –...

I nomadi urbanizzati della Mongolia: rifugiarsi in città per sfuggire al cambiamento climatico

Ma a Ulan Bator devono affrontare un inquinamento soffocante e cambiamenti sociali ai quali non sono preparati

I veloci cambiamenti politici e sociali avvenuti in Mongolia dopo la fine del regime comunista e ancor più i rapidi cambiamenti climatici che hanno colpito la steppa hanno avuto un fortissimo impatto su una delle ultime culture nomadi rimanenti del mondo. Ma quello che preoccupa più di tutto gli ultimi pastori nomadi mongoli è la...

Indice Fao: nel mondo ad aprile stabili i prezzi alimentari

Le prime previsioni per il 2019: la produzione cerealicola cala dai massimi storici, record per il riso

Ad aprile l'Indice dei prezzi alimentari della Fao è rimasto sostanzialmente stabile, con una media di 173,5 punti, un leggero aumento rispetto a marzo e il 2,7% in più rispetto ad aprile 2017. La Fao spiega che «I prezzi dei cereali e dei prodotti lattiero-caseari hanno continuato la loro recente tendenza al rialzo, mentre quelli dello...

A rischio estinzione il 66% delle specie endemiche di acqua dolce del Lago Vittoria

Il più grande lago africano (e il secondo del mondo) rischia di perdere molte specie importanti per il sostentamento delle popolazioni locali.

Nel bacino del Lago Vittoria, che è condiviso da Tanzania, Uganda e Kenia e si estende fino al Burundi e al Rwanda, le specie di acqua dolce sono importanti fonti di cibo, medicinali e materiali da costruzione per milioni di persone e forniscono risorse vitali per le comunità poverissime che non possono accedere o commerciare...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 19