Aerospazio: nuove opportunità di lavoro per i giovani convegno a Napoli su aviazione, droni e turismo spaziale

[5 agosto 2014]

“Creare opportunità di lavoro attraverso l’aerospazio” è il titolo del Convegno internazionale che si svolgerà a Napoli il 22 e 23 ottobre prossimi, nell’ambito del semestre italiano di presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Nonostante la crisi economica globale, infatti, il settore aerospaziale continua a far registrare un significativo progresso, dal punto di vista tecnologico ma anche per quanto riguarda le attività di business e lo sviluppo occupazionale. Lo scopo di questo incontro, organizzato da Pagnanelli Risk Solutions Ltd col supporto di vari enti, è perciò creare un’occasione di incontro e di verifica tra le Istituzioni e gli operatori industriali, con un focus particolare su tre settori: l’aviazione generale, i droni e il turismo spaziale. Saranno anche presentate le esperienze di successo di giovani start-up, soprattutto attive nel centro-sud d’Italia.

Il programma del Convegno, che si svolgerà presso l’Aula Magna dell’Università Parthenope di Napoli, prevede per la mattinata di mercoledì 22 ottobre la sessione di apertura, con la presenza di un rappresentante del governo e di esperti dell’Unione Europea. Seguiranno le sessioni dedicate all’aviazione generale e allo sviluppo di aeromobili di nuova generazione, cui sono stati invitati tra gli altri European Aviation Safety Agency (EASA), Airbus, Boeing, Aeronautica Militare, Enav, AgustaWestland, Alenia Aermacchi e Tecnam. Sarà poi la volta della sessione sul turismo spaziale e le nuove attività commerciali nello spazio, con la presenza dell’European Space Agency, Agenzia Spaziale Italiana, Telespazio, Avio Space, Thales Alenia Space Italia, SR-Italia, STASA e AIDAA. Nella giornata di giovedì 23 è invece prevista la sessioni sui droni, organizzata in collaborazione con Roma Drone Expo&Show, che vedrà tra gli altri la partecipazione dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA), Università di Bologna, Nimbus, Aermatica e EuroUSC-Italia. Nella sessione conclusiva del Convegno, saranno coinvolti industriali, enti regionali e autorità governative in un dibattito che porti a precisi impegni alla luce delle prospettive che saranno emerse.

“In questo convegno internazionale, che si svolgerà proprio durante il semestre italiano di presidenza del Consiglio dell’Unione Europea”, ha dichiarato Benito Pagnanelli, presidente di PRS Ltd, “intendiamo mettere insieme i rappresentanti delle Istituzioni italiane ed europee che regolano le attività aerospaziali, insieme ad investitori e industrie. Riteniamo che sia di particolare importanza che, a livello governativo, si faciliti lo sviluppo armonico di queste nuove opportunità occupazionali, magari anche adottando provvedimenti di tipo fiscale e finanziario che agevolino i giovani. Il settore aerospaziale ha fatto progressi enormi negli ultimi decenni e anche oggi può garantire prospettive ancor più favorevoli, soprattutto se potessero essere portate avanti meno burocrazia e regole più moderne. La scelta di Napoli come sede di questo appuntamento internazionale, inoltre, vuole essere un supporto alle realtà che operano in campo aerospaziale nel centro-sud d’Italia e uno stimolo ai tanti giovani in cerca di un lavoro”.

L’agenda finale sarà disponibile in tempi più vicini all’evento e il nome dei partecipanti potrà essere ovviamente suscettibile di variazioni e integrazioni. La partecipazione al Convegno è gratuita, ma è necessaria l’iscrizione. Ci saranno spazi per esposizioni di prodotti e servizi. Ulteriori informazioni saranno disponibili su www.pagnanellirs.com.