Al via il primo corso di formazione per la Sicurezza nella caccia collettiva al cinghiale riconosciuto dall’Ispra

[1 giugno 2018]

L’EPS Abruzzo e Molise, in compartecipazione con le sezioni regionali abruzzesi di Arcicaccia e Liberacaccia, ha in programma, per il 23 giugno 2018, un Corso di formazione per la Sicurezza nella caccia collettiva al cinghiale.

Si tratta della prima iniziativa in Italia, appositamente riconosciuta dall’Ispra.

Un corpo docente estremamente qualificato (Marco Franco Franolich, Giacomo Nicolucci, Vittorio Giani) tratterà le seguenti materie: Disciplina normativa, responsabilità civile, penale e amministrativa – Balistica applicata alla caccia collettiva – Elementi di gestione faunistica – Tecniche e sicurezza nella caccia collettiva – Tecnica degli ausiliari.

Dinanzi a tanti, troppi incidenti di caccia, in ispecie durante la caccia collettiva al cinghiale, non si può rimanere inerti.

Spesso, solo dopo l’omicidio o gravi lesioni arrecate a terzi, ci si rende conto di quali siano le responsabilità e le conseguenze del gesto, in punto di diritto e, in fatto, come sarebbe stato possibile, tecnicamente, evitare l’accaduto.

Nel Corso, della durata di 8 ore, si affronteranno gli argomenti più importanti, con l’intento di iniziare ad elaborare degli accorgimenti di condotta volti a rendere più sicura e meno problematica questa forma di caccia così diffusa e così tradizionalmente praticata nel nostro paese.

Al termine della giornata verrà rilasciato un Certificato di partecipazione che ha normativamente valenza formativa in materia di sicurezza nell’esercizio di attività pericolose.