Conoscere le zone umide del Parco della Maremma

[31 gennaio 2017]

Quest’anno il tema principale della Giornata verterà sulla corretta gestione e sull’utilizzo consapevole delle risorse delle aree umide, pratica utile al fine di ridurre i danni causati dalle catastrofi o da eventi disastrosi (alluvioni, siccità, tsunami, ecc.) “Wetlands for Disasters Risk Reduction”.
Le aree umide, infatti, hanno un effetto ammortizzatore sulle catastrofi naturali: ad esempio fungono da spugne assorbendo le precipitazioni in eccesso, riducendo il rischio di allagamento, e rilasciando le acque immagazzinate durante le stagioni secche (effetto cassa di espansione per i livelli anomali delle acque).

In tale occasione, il Parco della Maremma organizza una visita guidata allo scopo di far conoscere con più consapevolezza una delle sue aree umide più belle, quella di Bocca d’Ombrone, lungo l’itinerario A7. Durante l’escursione sarà possibile osservare l’avifauna tipica di questi ambienti in compagnia degli esperti Flavio Monti, Francesco Pezzo, Lorenzo Chelazzi e del guardiaparco Giuseppe Anselmi.

Il ritrovo per l’escursione è fissato domenica 5 febbraio per le ore 9,30 al parcheggio di Marina di Alberese, con partenza alle ore 10,00 per Bocca d’Ombrone.

Il ritorno al parcheggio è previsto verso le ore 13,00.

L’evento è gratuito e per informazioni è possibile rivolgersi al centro Viste del Parco della Maremma al numero 0564 407098.