Consenso e dissenso: con la retecrazia cambiano le regole d’ingaggio

[28 marzo 2017]

Governare i processi di comunicazione e rendere autorevoli e credibili le informazioni in rete è diventato sempre più complesso. Le forme di interazione sociale sono cambiate e così anche le modalità di espressione del dissenso o consenso nei confronti di un progetto o un programma. Le imprese, e in generale i soggetti proponenti una qualsiasi iniziativa – industriale, economica, politica – devono cambiare passo e trovare nuove forme di consensus building. Ma in che modo? Di questo si discuterà nel convegno «CONSENSO E DISSENSO. Con la retecrazia cambiano le regole d’ingaggio», organizzato dall’Università Luigi Bocconi, in collaborazione con Allea e l’Erm.

Interverranno tra gli altri: Prof. Gianmario Verona, Rettore Università Luigi Bocconi, Luciano Floridi, Professore di Filosofia ed Etica dell’Informazione, Oxford University, Davide Corritore, Presidente MM Spa, Barbara Carfagna, giornalista RAI, Sergio Scalpelli, Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali Fastweb, Chicco Testa, Presidente Sorgenia.

Lunedì 3 aprile 2017, ore 14:30

Aula Magna, Università commerciale “Luigi Bocconi”, via Roentgen 1, Milano

Evento gratuito e aperto a tutti

Ufficio Stampa: simona.seminario@allea.net 335 1821270