Economia Circolare: una proposta per COP 21

[6 ottobre 2015]

L’economia circolare rappresenta una dei percorsi fondamentali per riorientare il rapporto tra attività umane e risorse ambientali. In prossimità dell’appuntamento di Parigi, per la 21esima Conferenza delle Parti sul Cambiamento Climatico, qual è la posizione delle istituzioni europee? Quali le politiche e le esperienze già in campo e come favorirne e ampliarne l’attuazione?

Obiettivo dell’incontro è mettere a confronto politica ed economia in merito ai più promettenti ambiti di sviluppo e ai modelli più efficaci per una loro concreta implementazione. In questa ottica, la materia organica rappresenta la principale miniera per l’industria del nostro futuro e i biowaste – cioè tutte le frazioni organiche sia dei rifiuti urbani che dei rifiuti speciali – sono la parte meno esplorata di questo straordinario orizzonte.

Il tema interseca la Bioeconomia, nelle prospettive tecnologiche dei biomateriali e dei biocarburanti, e l’Economia circolare, nella possibilità di recuperare grandi quantità di materiali oggi scartati. Ma qual è la formula più efficace per valorizzare i Biowaste? Come bisogna procedere per gestire quello che oggi, in Europa, è uno dei maggiori problemi in materia di rifiuti, e trasformarlo in una grande opportunità ambientale e industriale? L’estensione a nuovi settori del principio di Responsabilità Estesa del Produttore può rappresentare una scelta vincente?

PARTE PRIMA

Modera: Andrea Di Stefano (Novamont)

Keynote Speech

Circular Economy: a message to COP 21

Robert Costanza

Quali obiettivi e quali strategie per lo sviluppo dell’economia circolare in Europa?

Gwenole Cozigou (Dg Grow Director Industrial Trasformation and Advance Value Chain)

Gilles Pargneaux (rapporteur PE per la Cop 21)

Karl Falkenberg, EPSC -Senior Adviser – Sustainable Development

Sirpa Pietikäinen (Parlamento europeo – Commissione Ambiente, sanità e sicurezza alimentare);

Chiara Braga (Responsabile Ambiente PD-Italia, membro Commissione Ambiente della Camera dei Deputati)

PARTE SECONDA

Tavola rotonda:

Modera: Joanna Dupont-Inglis, Europabio

Bio-Waste, quale modello per la loro migliore valorizzazione?

Roberto Ferrigno (Novamont Spa)

Christophe Luguel (IAR Pole, Francia) Willem Sederel (BioBased Delta, Paesi Bassi)

Massimo Centemero (ECN)

Giovanni Corbetta (Ecopneus)

Andrea Vettori (vice capo Unita´ DG ENV Agricoltura,Foreste e Suolo)

CONCLUSIONI

Marco Moro (Direttore Editoriale Renawable Matter)

Promosso da: Rivista internazionale “Materia Rinnovabile- Renewable Matter” (Edizioni Ambiente), Gruppo S&D al Parlamento Europeo, Novamont, Ecopneus, EuropaBio. Revolve Media