Edilizia: oltre 250 imprese scelgono legno come “nuovo” materiale ecosostenibile

[25 marzo 2014]

Sono oltre 250 le imprese che in Italia realizzano edifici in legno, che è stato legittimato come il “nuovo” materiale da costruzione naturale, inesauribile, ecologico e quindi favorito da un Paese che è il terzo al mondo per importanza assegnata alla casa. Questi i dati che emergono dall’indagine di mercato Ribera-Pitta sul mondo della progettazione green, uno dei temi al centro del convegno “Costruire in legno”, promosso da Ewe Wood e Arca “Sistema di certificazione di qualità e sostenibilità dell’edilizia in legno”, il 3 aprile presso l’Abbazia di Farfa a Fara in Sabina (RI). Sarà un momento di approfondimento aperto a tutti, per indagare sui vari aspetti della costruzione con questo materiale, guidati da esperti del settore quali non solo progettisti, ma anche certificatori.

Secondo l’indagine, tra il pubblico, i due elementi che hanno trainato il legno sono stati da un lato le rinnovabili, che hanno introdotto il concetto di risparmio energetico, e dall’altro la sensibilità verso le costruzioni ecosostenibili, che hanno contribuito a modificare anche la struttura del mercato immobiliare. Da parte loro, i progettisti, dopo aver scoperto le qualità del legno soprattutto nella ricostruzione post-sisma in Abruzzo, dovrebbero puntare in particolare sul mercato della riqualificazione e della trasformazione delle aree urbane, quindi non tanto su case a struttura legno, quanto su ampliamenti e sopraelevazioni.

Il 93% di coloro che hanno risposto all’indagine ritiene il legno adatto alla progettazione di edifici multipiano, aprendo così alla sfida posta dal modello Housing Sociale, dopo che dal dicembre 2011 non è più necessario, per le strutture superiori ai quattro piani, chiedere il permesso per edificare al Consiglio Superiore dei lavori pubblici. Il 70% pensa che la costruzione in legno avrà un futuro stabile e il 98% considera la rapidità come un vantaggio, che è anche un plus vendibile. Altre caratteristiche ritenute positive sono l’isolamento termico (79%), la gestione economica (94%), la sicurezza antisismica (91%) e il comfort (79%).

Il convegno, patrocinato dalla Città di Fara in Sabina, garantirà ai professionisti del settore dai 3 ai 4 crediti formativi, grazie alla richiesta in fase di autorizzazione da parte del Consiglio Nazionale degli Ordini degli Architetti e dei Geometri.  L’ingresso è libero, con l’obbligo di pre-iscrizione a questo indirizzo https://sites.google.com/site/costruireinlegno030414 (oppure richiedi il modulo online scrivendo a info@ewewood.net), dove è inoltre possibile consultare e scaricare il programma E’ infine preferibile che lo stesso modulo venga utilizzato per il loro accreditamento da parte dei giornalisti interessati a seguire il convegno.

Convegno Giovedì 3 Aprile ore 15-19

Abbazia di Farfa, Sala Schuster

Via del Monastero, 1 Fara in Sabina (RI)