Festival dell’Economia Civile, dal 17 al 19 novembre a Campi Bisenzio (FI)

[15 novembre 2016]

festifal_economia_civile

Partirà dal cuore della Toscana, a Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze, la prima edizione del Festival dell’Economia civile in programma dal 17 al 19 novembre. Una rassegna pensata per parlare e confrontarsi su un nuovo tipo di economia, che sta prendendo sempre più piede nella Penisola. Un’economia civile partecipativa, in grado di contribuire ad un paese più giusto, ecologico e solidale, e che merita di essere replicata e incentivata. Ecco allora che Campi Bisenzio diventa il primo “distretto” dell’economia civile: nella tre giorni del Festival, promosso dal Comune di Campi Bisenzio, Legambiente, Scuola di Economia Civile e Anci Toscana con il patrocinio della Regione Toscana e della Città metropolitana di Firenze, ci saranno workshop, convegni, laboratori con le scuole e sei “cantieri” tematici per parlare dell’economia civile in tutte le sue declinazioni: dal welfare collaborativo al consumo consapevole, dal lavoro giovanile al ruolo degli enti pubblici, per arrivare allo sviluppo sostenibile e alla rigenerazione urbana. Tra i numerosi ospiti che animeranno workshop e convegni, l’economista Stefano Zamagni, il presidente di WeforGreen Gabriele Nicolis, il promotore della prima cooperativa di comunità che gestisce impianti fotovoltaici Ivan Stomeo, la presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni, il presidente della regione Toscana Enrico Rossi e il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi.

Ad aprire la prima giornata del Festival, giovedì 17, saranno i primi tre laboratori dedicati a welfare collaborativo, nuovo modello energetico e consumo consapevole. Quello sul welfare collaborativo si aprirà la mattina (10-13 Sala Consiliare Sandro Pertini) con un seminario, coordinato da Gianfranco Marocchi (Direttore di Welfare oggi – Maggioli Editore), che coinvolgerà Terzo settore, imprese, commercianti e amministratori, assistenti sociali per parlare della SIA e dell’importanza dell’attivazione territoriale e di comunità per contrastare la povertà e l’esclusione sociale. Seguirà nel pomeriggio (14-16 sempre nella stessa sala) un workshop operativo sul tema.

La legge sullo spreco e le azioni che cittadini e imprese possono mettere in atto ogni giorno per contrastare lo spreco alimentare saranno i due temi centrali del laboratorio dedicato al consumo consapevole, in programma dalle 16.30 alle 19.00 presso la Sala Consiliare Sandro Pertini e coordinato da Eleonora Ciambellotti e Luigi Ricci, assessori Comune di Campi Bisenzio. Tra gli ospiti l’on. Maria Chiara Gadda. Il “cantiere” sarà preceduto da un workshop dedicato alla vendita delle eccedenze, un risparmio per tutti. (14-16 saletta soci Unicoop Firenze). Il terzo laboratorio sullo sviluppo sostenibile farà infine il punto sul nuovo modello energetico che si sta affermando, un modello sempre più distribuito, pulito, innovativo, in grado di soddisfare tutte le esigenze della comunità, grazie al grande sviluppo delle fonti rinnovabili. A coordinare l’incontro (15-18 Teatro Dante Carlo Monni) sarà Katiuscia Eroe, responsabile nazionale energia di Legambiente. Tra i presenti che interverranno ci sarà anche Gabriele Nicolis, il promotore della prima cooperativa di comunità che gestisce impianti fotovoltaici.

Rigenerazione urbana, l’ente pubblico come attore attivo e il lavoro giovanile saranno i temi dei tre laboratori che apriranno la giornata di venerdì 18 novembre. Nel workshop sulla rigenerazione urbana, coordinato da Enrico Fontana Responsabile nazionale Economia Civile, spazio alle buone pratiche in materia di mobilità e urbanistica per raccontare come stanno cambiando molte città e come si possono replicare queste esperienze. (15-18 al Teatro Dante Carlo Monni). Ma nella partita dell’economia civile, è fondamentale che anche gli enti pubblici svolgano un ruolo attivo come si spiegherà nel seminario dedicato a questo tema, portando all’attenzione anche esempi concreti come il successo del baratto amministrativo o il progetto Win (Welfare di iniziativa). Tra i presenti all’incontro, previsto dalle 10 alle 13 presso la sala consiliare Sandro Pertini, anche Massimo Allulli, area studi ricerca banca delle autonomie locali – Anci.

Economia civile è anche sinonimo di nuova occupazione. Di questo si parlerà nel laboratorio dedicato al nuovo lavoro giovanile, (11-15 teatro Dante Carlo Monni), pensato per proporre e sperimentare nuovi strumenti, a partire dal coworking, che agevolino la costruzione di percorsi personali e professionali. Ne discuteranno Davide Pellegrini, presidente di Sharing Italia e Andrea Pugliese, esperto innovazione sociale e nuove competenze sharing economy, insieme a tanti altri ospiti; mentre nel pomeriggio, dalle 14 alle 26.00 presso la sede di Farmapiana, approfondimento dedicato al volontariato civico con il workshop coordinato da Lorenzo Barucca, coordinatore nazionale ufficio economia civile di Legambiente e Chiara Criscuoli, responsabile uffcio Giovanisì – Regione Toscana. In serata, alle ore 21.00, concerto di Ginevra De Marco, accompagnata da Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, presso il teatro Dante Carlo Monni.

Il Festival si concluderà sabato 19 novembre con il convegno “Contesti, città, comunità: l’Economia Civile prende Campi”, in programma alle 9.30 presso il teatro Dante Carlo Monni di Campi Bisenzio. All’incontro, aperto con una Lectio Magistralis del professor Stefano Zamagni, interverranno il Sindaco di Campi Bisenzio e responsabile Anci Toscana per la partecipazione, Emiliano Fossi, la Presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni, l’imprenditore Niccolò Manetti, il Presidente di Anci Toscana e Sindaco di Prato, Matteo Biffoni, l’europarlamentare Simona Bonafè e il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Inoltre verranno presentati i primi risultati del lavoro svolto nei 6 “cantieri”.