Gli eventi e le attività principali al FuoriEXPO di Volterra e delle aree geotermiche

[17 giugno 2015]

Prosegue l’intensa attività del FuoriEXPo questa settimana tutto dedicato a “Volterra e il Cuore Caldo di Toscana: dagli Etruschi alla Geotermia”.

17 Giugno.

Si parte con la presentazione alle ore 10 della Comunità del Cibo ad Energie Rinnovabili, associazione di imprenditori agricoli che utilizzano energie rinnovabili nei processi produttivi dei loro alimenti, a cui seguira uno showcooking.

Alle 15 una interessante tavola rotonda sulla “Progettualità sui territori in risposta al disagio”. Nel corso della tavola rotonda saranno illustrati gli esempi virtuosi di recupero e risposta a situazioni di disagio o svantaggio di qualsiasi tipo, a partire dal carcere, per arrivare all’ospedale psichiatrico e poi alle cooperative sociali Quadrifoglio e Parvus Flos. Seguirà uno showcooking sui Tortelli con il Castello di Bucignano.

Alle 21 lo spettacolo di e con Gianni Calastri del Teatro di Nascosto-Hidden Theatre di Volterra, “Alabastrai, storie d’alabastro e d’anarchia” (Dettagli)

18 Giugno

Alle ore 10, “Il sistema geotermico naturale della Toscana: le manifestazioni naturali e la storia della geotermia”. Con L. Santulli di Enel Green Power, Domenico Liotta dell’Università di Bari, Cristina Toni e Elena Corsinovi dello studio LDA.iMdA, Filippo Lorenzi. Seguiranno due Showcooking con i Cuochi dell’Alleanza di SlowFood sull’Agnello Pomarancino e sul Cialdone di Lorenzo Il Magnifico (dettagli).

Alle 18, presentazione dell’associazione “Terre dal Cuore Caldo” e alle 20 la Cena Galeotta: una cena a base di prodotti del territorio toscano selezionati dalla Comunità del Cibo e delle Energie Rinnovabili e della Filiera Corta Volterrana a cura dello chef dei Chiostri di San Barnaba e con la partecipazione dei detenuti del carcere di Volterra (dettagli) con l’accompagnamento delle musiche popolari toscane de “La Tazza di Arianna” (dettagli).

19 Giugno

Alle 10 un incontro dibattito dedicato a I protagonisti della geotermia in Toscana: le eccellenze tecnologiche e le nuove frontiere industriali”, con la partecipazione di Enel Green Power (“La frontiera tecnologica del leader industriale della geotermia moderna”), Graziella Green (“Le nuove frontiere dal punto di vista dei nuovi operatori industriali per la produzione elettrica”), GES Pomarance (“L’uso del calore per il condizionamento degli edifici e le nuove sfide in termini di innovazione tecnologica per l’efficienza energetica delle reti”), EnerGea/Cosvig/Università di Pisa per il CEGLab (“Le infrastrutture tecnologiche per i servizi agli operatori a supporto della ricerca, caratterizzazione e uso avanzato della risorsa geotermica”). Alle 11.30 la conferenza spettacolo per la presentazione del programma di Radicondoli Festival 2015 “…a strappare una stella dal cielo” con la partecipazione di Massimo Luconi, direttore artistico, Emiliano Bravi, sindaco di Radicondoli e Lorenzo Lolini, presidente dell’associazione RadicondoliArte (dettagli). Seguirà uno showcooking coi Cuochi dell’Alleanza SlowFood dedicato alle chicche di ricotta al ragù di cinta senese. Si prosegue con un seminario su “Il sistema turistico territoriale di Volterra e della Val di Cecina. Le eccellenze della Toscana interna, tra le colline e il mare. Arte, storia, natura, artigianato e tradizione”. A fine serata, dopo la degustazione e il laboratorio di SlowFood dedicato alle birre artigianali di Vapori di Birra, Birrificio Amiata e Taverna, un concerto jazz con recital da pagine del romanzo di Carlo Cassola “Fausto e Anna”.

20 Giugno

Alle 10 un dibattito promosso dalla Associazione per la Valorizzazione della Castagna Alta Maremma, sulla “Filiera della Castagna nei territori geotermici”, cui seguirà uno showcooking/degustazione promosso dal Risotorante “La Ciottolona” di Boccheggiano che avrà come protagonista la farina di castagne, ed in particolare gli “Gnocchetti di castagna con Prugnoli e Scamerita di Cinta senese”. Alle 15 la storia torna protagonista con i “Racconti sulle esperienze minerarie toscane”, cui farà seguito un concerto del Coro dei Minatori di Santa Fiora. Alle 17 degustazione con “Cantucci della Pasticceria artigianale Ragghianti e VinSanto”, mentre alle 18 la conferenza/spettacolo “Mercuzio e altre utopie realizzate – Il teatro della Compagnia della Fortezza. Il racconto straordinario di 27 anni di teatro della Compagnia della Fortezza attraverso parole, frammenti di spettacoli, video e musiche di scena” (dettagli). La serata si concluderà con il consueto WineBar a base di vini e prodotti toscani e nuovamente il Coro dei Minatori di Santa Fiora in concerto.

21 Giugno

Alle 10 un laboratorio vedrà protagonista la farina di grani antichi a cura del panificio di Montegemoli. Seguirà uno showcooking curato dagli chef dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo sulla reinterpretazione in chiave moderna di un antico piatto della cucina toscana. Al Castello Sforzesco, a partire dalle 12 si esibiranno gli sbandieratori del Gruppo Storico Sbandieratori della Città di Volterra (replica alle 17 e alle 19) (dettagli). Alle 15 showcooking sulla preparazione del panforte tradizionale senese con la Pasticceria Artigianale Paolo Ragghianti. Alle 17 Laboratorio/Maratona di degustazione tutta dedicata ai vini del territorio.