IV Convegno Nazionale Società Geologica Italiana – Sezione Giovani. “Le Smart Cities si edificano sulla geologia”

[14 aprile 2014]

Roma, 19-21 Giugno 2014
Dipartimento di Scienze della Terra

Sapienza – Università di Roma – Aula 11
P.le A. Moro, 5 – Roma 

Presentazione:
In occasione del X anniversario di costituzione della Sezione Giovani della Società Geologica Italiana e in seguito al successo delle prime tre edizioni svoltesi in Sicilia, Campania e Valle D’Aosta, si terrà a Roma, il IV Convegno Nazionale dei Giovani Geologi, presso l’Università La Sapienza, dal 19 al 21 Giugno 2014, dal titolo “Le smart cities si edificano sulla Geologia”.

Finalità:
portare attenzione sull’importanza che direttamente ed indirettamente le conoscenze geologiche del territorio hanno avuto nella nascita e sviluppo di ogni città e abitato umano. Il Convegno vuole analizzare la relazione tra conoscenza geologica e società urbana nelle diverse sfaccettature: da presupposto fondamentale, come la pianificazione, fino ai concetti moderni, come le energie alternative.
La Geologia trova anche particolari implicazioni in settori economici rilevanti dello sviluppo della civiltà moderna, a primo impatto non strettamente correlati: ad esempio dallo studio pedologico e altre analisi derivanti dalla geologia si ottengono informazioni fondamentali per ottenere prodotti agricoli e vini di grande pregio.
Relativamente alla valorizzazione del territorio e al turismo geologico, si affronteranno tematiche legate alla Geoconservazione e alle possibilità-modalità di fruizione dei Geositi italiani.
Con la partnership delle Università degli Studi La Sapienza e Roma Tre, INGV e di diversi Ordini Professionali, gli argomenti che verranno affrontati saranno ampi e diversificati.

Svolgimento del convegno:
Nelle prime due giornate sono previste 4 sessioni tecniche, con relazioni ad invito, comunicazioni orali di giovani geologi e presentazione di poster; il terzo giorno sarà dedicato ad una escursione di carattere geo-naturalistico nel Parco Regionale dei Castelli Romani.
Contemporaneamente, verranno allestiti degli stand per enti, associazioni ed aziende che potranno esporre i loro prodotti, pubblicizzare le loro attività e offerte di lavoro.

Obiettivi:

  • networking e possibilità di dibattito scientifico per i giovani laureati nelle Scienze della Terra e discipline affini, giovani professionisti, ricercatori e studenti: sarà un’occasione per l’aggiornamento culturale, la definizione di nuovi progetti e la creazione di contatti.
  • individuare gli indirizzi di sviluppo che la figura del Geologo seguirà nel corso dei prossimi anni al fine di orientarsi meglio nelle veloci dinamiche sociali e lavorative attuali.

L’invito è aperto a tutti coloro che si occupano, a vario titolo, di questi argomenti che coinvolgono ambiti di ricerca diversi, interessando settori economici e sociali sempre più ampi (non solo per gli iscritti alla S.G.I.) .

Mission della Sezione Giovani della Società Geologica Italiana: sostenere concretamente l’entrata nel mondo del lavoro, sia accademico che professionale, dei giovani laureati nelle Scienze della Terra.

LE 4 SESSIONI

1 – GEOLOGIA E SITI URBANI: IL RUOLO DEL GEOLOGO
È stimato che metà della popolazione mondiale risieda in ambiente urbano. Lo sviluppo delle città, nonostante i numerosi strumenti di pianificazione esistenti, appare ancora troppo spesso incontrollato: questo oltre a far nascere realtà socio-economiche di difficile gestione crea gravi problematiche ambientali e nuove pericolosità. Un ausilio indispensabile al lavoro di prevenzione e mitigazione degli eventi naturali è sicuramente la conoscenza geologica del territorio come unico e reale presupposto di una giusta pianificazione territoriale e ed una corretta gestione del territorio.
Da questa consapevolezza nasce il titolo del convegno: “Le smart cities si edificano sulla Geologia”.
Il passato di importanti città italiane come Roma e Napoli possono costituire degli esempi-guida di grande utilità perché la loro storia di fortuna e di sfortuna è strettamente connessa alle loro caratteristiche geologiche in termini di bilancio tra risorsa e rischio: imparare dal passato per migliorare il nostro presente e gettare le basi per il futuro.
Il ruolo del Geologo in questi contesti è centrale, e necessita di essere definito ed esaltato. I cosiddetti “disastri naturali”, a cui troppo spesso assistiamo, nascono quasi sempre dall’assenza della figura del geologo negli aspetti della gestione urbana.

2 – ESISTE ANCORA LA RICERCA DI BASE?

Nella seconda sessione, i relatori saranno Giovani ricercatori chiamati a condividere le diverse esperienze scientifiche per ribadire quanto sia importante mantenere viva la ricerca di base nelle geoscienze.
Questa sessione sarà l’occasione per dare risposte propositive a questa domanda e far conoscere le nuove tematiche di ricerca dei giovani ricercatori e neolaureati delle diverse discipline geologiche alla comunità e vuole essere un confronto per aggiornarsi sullo stato dell’arte in settori delle geoscienze diversi dal proprio per condividere le diverse esperienze personali nel settore della ricerca.

3 – AMBIENTI SOSTENIBILI, ENERGIE ALTERNATIVE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

  • Ambienti sostenibili ed energie alternative:

L’ambiente rappresenta la principale risorsa per la nostra sopravvivenza e come tale è un bene da salvaguardare. Il problema principale è la valutazione dell’uso eccessivo o indiscriminato (ma qual è il limite?) delle risorse e la loro classificazione in termini di rinnovabili o non rinnovabili.
Quali sono le energie alternative a quelle legate alle fonti fossili che realmente rappresentano una alternativa energetica per la popolazione umana? Quali tecnologie possono essere usate in ambiente urbano per rendere le nostre città più smart?

  • Pianificazione territoriale:

La pianificazione territoriale è un sistema di decisione che cerca di stabilire il modo in cui viene organizzato uno spazio geografico, contribuendo a definire le linee di sviluppo di un territorio, di una popolazione, valutando anche i possibili scenari di rischi geologici. I geologi possono e devono avere un ruolo propositivo nella pianificazione per un corretto utilizzo del suolo, per una drastica contingentazione della cementificazione indiscriminata, per la preservazione e qualificazione delle risorse idriche e per la riqualificazione ambientale. Inoltre i geologi devono essere protagonisti per far nascere una nuova coscienza civile in termini di prevenzione dei rischi, intrinseca in ogni livello di organizzazione e pianificazione del territorio. Le nuove tecnologie sono sempre più utili a tale finalità, come i dati satellitari, i classici telerilevamento e fotogrammetria aerea, e il sempre più frequente utilizzo di droni radiocomandati, ecc.

4 – DALLA TERRA ALLA TAVOLA: GEOSITI E GEOTURISMO
Il patrimonio geologico del nostro paese è molto ampio e diversificato, ed è doveroso conservarlo per assicurare alle generazioni future la presenza di risorse ambientali che spesso si rivelano assai fragili.
Le Alpi, gli Appennini, le zone vulcaniche dell’Italia centro-meridionale e delle isole, una incredibile varietà di paesaggi marini e continentali hanno contribuito insieme al patrimonio storico a rendere il nostro paese da sempre uno dei luoghi più affascinanti agli occhi dei viaggiatori di tutto il mondo. Eppure lo straordinario patrimonio geologico italiano è ancora poco noto al grande pubblico, se non troppo spesso ignorato. Come valorizzarlo? L’EXPO 2015 è un’occasione anche per promuovere il Geoturismo?
Come si lega il Geoturismo allo sviluppo urbano? Durante il Convegno verrà posta attenzione alle modalità di gestione e valorizzazione del patrimonio geologico italiano, con particolare riferimento ai Geositi, ai fini di un Geoturismo inteso come turismo culturale qualificato e di come i geologi abbiano un ruolo centrale per lo sviluppo di questo settore emergente della Geologia.
Inoltre esiste uno stretto legame tra “roccia”, terra, territorio, produzioni enogastronomiche e alimentazione, spesso sottovalutato: la Geologia ci può aiutare a conoscere meglio le caratteristiche delle produzioni agronomiche e vitivinicole, la loro origine, il modo di preparazione e le possibili migliorie apportabili, nonché sottolineare il collegamento tra l’identità alimentare di un gruppo di persone e il luogo che abitano. La Sezione Giovani SGI ha affrontato per la prima volta il tema di Cibo e Geologia nel 2005.
I temi di “Geologia & Cibo” e “Geologia & Vini” saranno intrecciati a quelli di “Geoturismo” e valorizzazione del territorio: modi più semplici e meno tecnici di comunicazione delle Scienze Geologiche e Ambientali anche per “i non addetti ai lavori”.

COMITATO ORGANIZZATORE
Donatella DE RITA (presidente)
Ester TIGANO
Federico FAMIANI
Antonello LEZZIERO
David GOVONI
Giovanni SAVARESE
Mario APPEZZATI
Fabio PETTI
Francesco SALESE

COMITATO SCIENTIFICO

Carlo DOGLIONI (presidente)

Donatella DE RITA

Roberto MAZZA

Giuliana D’ADDEZIO

Marina FABBRI

Mario VALLETTA

Rocco DOMINICI

Con il patrocinio di:

Società Geologica Italiana

Consiglio Nazionale dei Geologi

Ordine dei Geologi del Lazio

Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini

Abstract e Poster

Il convegno è organizzato prevalentemente con relazioni ad invito, sebbene sia aperto a contributi sotto forma di comunicazioni orali e poster. In entrambe le giornate, oltre ad una sessione poster, è prevista infatti una comunicazione orale, scelta dal Comitato Organizzatore tra le richieste pervenute.
I poster e le comunicazioni devono riguardare il tema del Convegno: “Le smart cities si edificano sulla Geologia”.
Per fare richiesta di comunicazione orale o poster è necessario inviare un abstract della comunicazione o poster redatto secondo lo schema proposto nell’ALLEGATO 2 Gli abstract accettati, sia per le comunicazioni orali sia per i poster, saranno pubblicati sui Rendiconti online della Società Geologica Italiana e distribuiti nel corso del Convegno.
Le richieste di comunicazioni e poster devono essere inviate insieme alla scheda di iscrizione compilata, disponibile al sito web del Convegno.

Poster
I poster dovranno avere le seguenti dimensioni: 100 cm di a ltezza ; 70 cm di l arghezza . Per richiedere la stampa in loco tramite invio di file, scrivere al Comitato organizzatore (vedere alla voce “Contatti”). Il servizio è a pagamento con contributo di 25 € .

Tempi
Tutti i contributi per le comunicazioni orali e poster dovranno pervenire entro il 31/05/2014.

Registrazione e costi

Le iscrizioni per partecipare al Convegno sono aperte fino al 20/05/2014.
Per costi e modalità vedere l’ALLEGATO 1 – scheda di iscrizione.
Raggiungimento sede Convegno e Alberghi consigliati

Raggiungimento sede convegno:
Treno: Treno fino alla stazione ferroviaria di Roma Termini; la città universitaria de La Sapienza dista soli 10 minuti a piedi.
Autobus: dalla Stazione Termini autobus 310; dalla Stazione Tiburtina: autobus 163, 492, 71;

Per maggiori informazioni sui mezzi pubblici consulta: http://www.atac.roma.it/

Alberghi consigliati:
Le strutture alberghiere convenzionate (citare la partecipazione al convegno) sono:

  • Residenza “Regina Mundi” – Pzz.le A. Moro, 9 – Roma – tel. 06.490280 www.residenzareginamundi.org;
  • “Roma Scout Center” – Largo dello Scautismo 1 (ex Largo S.Ippolito) – Roma (zona piazzale delle Province) – tel. 06.44231355 – www.romascoutcenter.it06.49028006.44231355

Per info:

Per prenotazioni alberghiere e pacchetti su misura in altre strutture, visitare:
http://www.turismoroma.it
Il servizio turistico permetterà di trovare la sistemazione logistica migliore per le vostre esigenze.

Contatti
Segreteria organizzativa: iscrizione_roma2014@giovanigeologi.it – sez.lazio@giovanigeologi.it

Per qualsiasi altro dettaglio, si rimanda al sito web della Sezione Giovani  http://socgeol.it/300/2464/news/iv_convegno_nazionale_societa_geologica_italiana_sezione_giovani_le_smart_cities_si_edificano_sulla_geologia.html 

La Segreteria Organizzativa è a disposizione per qualsiasi informazione inerente il Convegno.