La difesa dell’ambiente parte dai media, in Molise il primo Forum della Comunicazione

[11 maggio 2015]

Un’opportunità per approfondire il profondo legame tra la tutela del patrimonio ambientale, la costruzione di un sistema produttivo effettivamente sostenibile, gli stili di vita delle famiglie italiane e il ruolo degli operatori della comunicazione. A offrirla, il Forum della Comunicazione, corso gratuito di formazione per giornalisti, organizzato a Campobasso dal 15 al 17 maggio prossimi dall’associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus, dall’Ordine dei Giornalisti del Molise, con il supporto dell’Arcidiocesi di Campobasso, della Regione Molise e di Ricci Costruzioni srl. Occasione dell’evento la 49a Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali e il ventennale della visita di Giovanni Paolo II in Molise nel 1995.

Il programma dei lavori prevede due sessioni, che saranno ospitate all’Auditorium Ex Gil Fondazione Molise Cultura (via Milano – Campobasso) per focalizzare l’attenzione dei giornalisti sull’importanza e la delicatezza della comunicazione ambientale, sugli impatti economici positivi degli investimenti nella tutela del territorio e nella costruzione di un sistema produttivo a più basso impatto. Tra i relatori che interverranno al Forum, Mons. Domenico Pompili, sottosegretario della CEI, Paolo di Laura Frattura, Presidente Regione Molise, Antonio Lupo, presidente dell’Ordine del Molise, Alfonso Cauteruccio, presidente di Greenaccord Onlus, Andrea Masullo, docente di Economia sostenibile, Cinzia Coduti, responsabile Ambiente di Coldiretti, Mimmo Gaudioso, Responsabile Clima dell’ISPRA, Rosy Patrone, Comandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato, Filippo Massari, Caporedattore Rai Molise, Vittorino Facciolla, assessore all’Ambiente e Agricoltura della Regione Molise, Piero Damosso del Tg1 Rai, Fabio Pilla dell’Università del Molise, Rosy Patrone, Comandante del Corpo Forestale dello Stato del Molise, Mauro di Muzio, dirigente dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Molise e Pino Ciociola, giornalista di Avvenire.

Una terza sessione di lavori sarà poi dedicata al ricordo del messaggio ambientale di Giovanni Paolo II, il pontefice che, per primo nella storia della Chiesa, ha sottolineato, con parole e gesti concreti, l’importanza di ricostruire un corretto rapporto tra Uomo e Creato, strumento naturale per entrare in contatto con Dio. All’incontro prenderanno parte S.E. mons. Gian Carlo Bregantini, presidente Commissione CEI Problemi Sociali e Lavoro, Enrico Marinelli, già prefetto Ispettorato Vaticano, Roberto Calvigioni, già Funzionario direttivo Tecnico della Radio Vaticana e Don Peppino Cardegna, direttore UCS Campobasso.

Accanto alle relazioni che verranno presentate nel corso dei due giorni di convegno, il Forum prevede un altro filone di appuntamenti, destinato alla presentazione delle eccellenze del territorio e della cultura molisana, che vedrà protagonista una trentina di giornalisti provenienti da varie Regioni d’Italia. Ad essi saranno presentate, nella giornata di venerdì 15 maggio, la zona archeologica di Altilia–Saepinium, il Museo Civico “Giuseppe Barone” di Baranello, il Santuario mariano di Castelpetroso, il Museo Sannitico nel centro storico di Campobasso e il Museo del Profumo a Sant’Elena Sannita. I tre giorni del Forum della Comunicazione si concluderanno domenica 17 con un press tour alla Riserva naturale statale Montedimezzo (IS), parte delle riserve della biosfera istituite dall’Unesco nell’ambito del programma “Man and Biosphere”.

Ai giornalisti, professionisti e pubblicisti, che prenderanno parte alle tre sessioni di venerdì 15 e sabato 16 maggio verranno riconosciuti 10 crediti. L’iscrizione deve essere effettuata, fino al termine dei posti disponibili in sala, attraverso la piattaforma S.i.ge.f. all’indirizzo https://sigef-odg.lansystems.it.