La gestione del patrimonio immobiliare pubblico. Orientamenti ed esperienze

[25 febbraio 2014]

Giovedì 27 febbraio – Ore 14. Aula Gamma, Campus Leonardo – Politecnico di Milano, Via Ampère, 2 – Milano

Lo Stato e gli enti locali custodiscono un ampio e variegato patrimonio immobiliare che spesso fa parlare di sé nei casi più eclatanti di incuria (un esempio su tutti Pompei) e di svendita (le spiagge), ma che in realtà rappresenta una risorsa di straordinaria importanza per la vita del paese.

Chi censisce e come il patrimonio immobiliare pubblico? Come ha influito il quadro delle regole sui processi di valorizzazione degli immobili pubblici? Che strategie adottare per avviare un processo di valorizzazione sostenibile non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista sociale, culturale, ambientale?

L’incontro, organizzato dal Politecnico, intende contribuire a fare ordine in questo dibattito che vede da un lato il miraggio di abbattere il debito pubblico mettendo sul mercato i “gioielli di famiglia”, dall’altro il retaggio di una cultura amministrativa che considera il patrimonio pubblico per sua natura improduttivo.

Un’occasione di confronto fra rappresentanti di enti e istituzioni nazionali, che a vario titolo sono competenti e responsabili di una politica di gestione dei beni immobili pubblici quali Agenzia del Demanio, Ministero per la Coesione territoriale, Fondazione Patrimonio Comune, insieme a rappresentanti del governo locale di alcune delle più importanti città italiane: Torino, Milano, Bologna, Roma.

Introducono:

Attilio Belli, Università degli Studi di Napoli Federico II

Luca Gaeta e Paola Savoldi, ricercatori Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), Politecnico di Milano

Intervengono:

Gabriele Pasqui, Direttore Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), Politecnico di Milano

Aldo Patruno, Agenzia del Demanio

Paola Casavola, Ministero per la Coesione territoriale

Roberto Reggi, Fondazione Patrimonio Comune

Luca Dondi dall’Orologio, Nomisma

Silvia Giannini, Vicesindaco e Assessore al patrimonio, Comune di Bologna

Elide Tisi, Vicesindaco e Assessore alle politiche sociali, Comune di Torino

Giovanni Caudo, Assessore alla Trasformazione urbana, Comune di Roma

Patrizia Gabellini, Assessore all’urbanistica, Comune di Bologna

Piergiorgio Monaci, Direttore del settore Politiche per la casa, Comune di Milano

Conclude:

Alessandro Balducci, Presidente Società Italiana degli Urbanisti