L’associazione “Trekking Italia” compie trent’anni. La festa nazionale nel parco delle Foreste casentinesi

[27 ottobre 2015]

“Abbiamo scelto le Foreste casentinesi, con il suo caleidoscopio di colori autunnali. In questo luogo la nostra filosofia del camminare lento, osservando la natura che ci circonda, trova senz’altro la giusta dimensione”. Questa le motivazioni che hanno portato l’associazione Trekking Italia ad organizzare la festa per i suoi trent’anni di vita nel parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna.

Nei tre giorni che vanno da venerdi 30 ottobre a domenica 1 novembre l’associazione sarà impegnata in percorsi escursionistici che abbracceranno le aree di maggior pregio ambientale e le emergenze storico-architettoniche del Parco. Venerdi, all’arrivo, presso il centro visite di Badia Prataglia, l’associazione incontrerà, in una serata di saluto e presentazione, il presidente Luca Santini e Nevio Agostini, responsabile del servizio promozione.

Trekking Italia è iscritta nel registro nazionale delle associazioni di promozione sociale. Dal 1985 si impegna per promuovere la conoscenza e la difesa della natura. Ai primi anni ’90 è da far risalire la nascita di Trek Scuola per coinvolgere i più giovani: “Ad oggi migliaia di ragazzi e professori, delle scuole di ogni ordine e grado, sono venuti con Trekking Italia facendoci acquisire una consapevolezza che ci proietta nella ricerca di nuove esperienze, nuovi sentieri e nuove storie da raccontare tramite il libro della natura e del mondo.”

A partire dal 2000 Trekking Italia ha avviato una serie di contatti con associazioni di volontariato che lavorano in Africa e in America Latina, impegnandosi nell’aiuto a popolazioni in difficoltà per cause ambientali e climatiche.  In particolare ha aderito a Transafrica Sviluppo che opera presso i Tuareg del nord del Mali, con progetti che si occupano della scolarizzazione dei bambini delle tribù nomadi e della fornitura di aiuti alimentari e pompe per i pozzi.

Attraverso i viaggi in Senegal collabora con Chiama l’Africa Onlus a sostegno dei progetti di adozione scolastica delle bambine e di prevenzione della malaria. Grande è stata anche l’attenzione al volontariato ambientale. Nel 2007 Trekking Italia ha collaborato con l’Associazione di Volontariato Costaricense, destinando una settimana del “Trek nei parchi” dello stato centramericano al lavoro per il ripristino, la pulizia e la manutenzione dei sentieri e della spiaggia della Reserva Absoluta Cabo BlancoL’Associazione ha lanciato, per la prima volta nel 2008, un Grande Trek n Sicilia sulle terre confiscate alla mafia in collaborazione con Libera, realtà che dal 1995 si impegna attivamente, con strategie di lotta nonviolenta contro il dominio mafioso del territorio, per la diffusione della cultura della legalità.