“L’energia che muove”: dialogo aperto e nuove strategie tra esperti di livello nazionale , istituzioni e cittadini

[11 febbraio 2016]

energiachemuove_1

Da Casamassima, in provincia di Bari, viene lanciata la scommessa delle “città del futuro”. Appuntamento domani venerdì 12 febbraio con il convegno sulla mobilità sostenibile “L’energia che muove”. Esperti di respiro nazionale, rappresentanti delle amministrazioni pubbliche, dell’università e delle più importanti associazioni di categoria daranno vita alla discussione sulle tematiche di forte attualità legate alla vita eco-compatibile. Il convegno è promosso da Greenergy, in collaborazione con Cortenova Ricevimenti. Location è Cortenova Ricevimenti, sita sulla Strada Statale km 23,700 a Casamassima, in provincia di Bari. La discussione prenderà il via alle ore 15. L’energia che muove è anche un progetto che vuole creare un dialogo aperto e nuove sinergie tra esperti e istituzioni, per studiare sistemi alternativi di propulsione e di gestione che riducano le emissioni di gas e di inquinanti, che limitino l’utilizzo di combustibili fossili sui mezzi che utilizziamo.

Quello dell’uso dei mezzi di trasporto ecologici è un argomento contemporaneo che, in occasione dell’evento “L’energia che muove”, garantirà la visione di macchine elettriche ed ibride – marchiate Volkswagen, Renault, Nissan e Mitsubishi – con le colonnine di ricarica Gamesa – di cui Greenergy è distributore sul mercato nazionale – e gli strumenti applicativi per la mobilità. L’energia che muove è un’iniziativa dedicata alle imprese e a tutte le realtà locali e nazionali capaci di proporre un modello di sviluppo innovativo delle città e di affrontare le questioni ambientali, energetiche e infrastrutturali del paese. Il dibattito sarà aperto dal saluto istituzionale delle autorità.

Tra queste il sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Massimo Cassano e il Consigliere comunale e metropolitano di Bari Giuseppe Carrieri. Seguiranno gli interventi dei relatori: il prof. ing. Francesco Ruggiero del Politecnico di Bari su “Città ed energia”; il prof. ing. Massimo La Scala del Politecnico di Bari su “Il Laboratorio Zero del Politecnico di Bari per la Smart City e la mobilità urbana sostenibile”; la prof.ssa ing. Maria Pia Fanti del Politecnico di Bari su “Le soluzioni di Electric Car sharing per la mobilità urbana sostenibile nelle Smart City”; il dott. Paolo Ciocca, Economist Ufficio Studi BNL Gruppo BNP Paribas su “Il contesto economico-Alcuni Spunti”; l’ing. Carmine Chieffo, Responsabile Area Territoriale Puglia e Basilicata ENEL Energia S.p.A su “L’esperienza Enel nella Mobilità Sostenibile”; la dott.ssa Loredana Gambino, direttore generale Top Partners su “Aziende e green mobility ”; l’ing. Pasquale Capezzuto, coordinatore del progetto “Bari Smart city” su “Mobilità: un dominio della Smart City”; l’ing. Giuseppe Mauri, ricerca sistema energetico –RSE, su “Mobilità elettrica: un’opportunità per una città sostenibile”; l’ing. Andrea Cristini-Greenergy Impianti S.r.l.-Partner Gamesa su “Le stazioni di ricarica per veicoli elettrici: la soluzione Gamesa”; La dott.ssa Lucia Minutello Pres. Energia Chimica e Ambiente – Confindustria Taranto su “Efficienza energetica e sostenibilità. Riflessioni dal sistema industriale”; l’ing. Pantaleo Piccinno, presidente federazione provinciale Coldiretti Lecce, su “ La Mobilità Sostenibile nei sistemi agricoli ”; Dott. Nicola Lavenuta, CEO Macnil Gruppo Zucchetti con l’intervento su “InfoSmartCity: Una sola App per tutte le città. Tutte le informazioni di Pubblica Utilità nel tuo smartphone”; l’ing. Francesco Paolo Lamacchia Team Leader del progetto New Trolley City (NTC) su “Mobilità elettrica alternativa sospesa a costo zero”.

Dal dibattito “L’energia che muove” emergeranno idee e progetti già avviati sulla vivibilità rispettosa dell’ambiente e della salute dell’uomo. Questo costituisce uno dei temi più complessi che la società deve affrontare. Sta infatti progressivamente crescendo la propensione al movimento degli individui, il processo di urbanizzazione e organizzazione delle città ha creato la cosiddetta città diffusa, una dispersione urbana che allarga i confini funzionali delle persone portandole a spostarsi per raggiungere i propri luoghi d’interesse. Le conseguenze che si stanno producendo sulle città e su altri fattori sociali, hanno reso necessaria la riflessione su una nuova mobilità, più sostenibile e compatibile con la salute dell’uomo e dell’ambiente.

L’obiettivo del convegno è creare una rete tra tutte le imprese, le università e le pubbliche amministrazioni impegnate nella ricerca e nelle soluzioni sulla mobilità sostenibile, e tracciare il quadro presente e futuro delle città”. Per partecipare al convegno è sufficiente registrarsi sul sito energiachemuove.com. Relativamente al riconoscimento di crediti formativi per ingegneri (3) e per i geometri (2), è inoltre necessario iscriversi presso il proprio ordine professionale di appartenenza.

“L’energia che muove” è organizzato da:

Greenergy Impianti Srl (L’energia che crea energia) di Castellaneta, Cortenova Ricevimenti di Casamassima e l’Ordine degli Ingegneri di Bari

sostenuto da: Ministero dell’Ambiente, Comune di Bari, Città Metropolitana di Bari, Politecnico di Bari, Confindustria Taranto, Coldiretti, RSE (Ricerca Sistema Energetico), Cei Cives (Commissione Italiana Veicoli Elettrici Stradali a Batteria, Ibridi e a Celle a combustibile), Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Bari, Confcommercio Taranto, Ance Giovani Puglia, FAI – Fondo Ambientale Italiano, Ordine degli Architetti di Matera, UDAI (Unione degli Avvocati d’Italia), Università degli studi di Bari Aldo Moro, Università del Salento (Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali – Consiglio didattico di Scienze Ambientali).

main partners: Top Partners, BNL, New Trolley City, Renauto – Gruppo Renault, Volkswagen Zentrum Bari, Mitsubishi, Master Car Bari-Trani – Gruppo Nissan – Macnil Electronic Solution

media partners: Rinnovabili.it, Click Mobility.it, Electric Mobility.it, ECO – Edifici a Consumo 0, Studio 100, Gruppo Norba, Canale Energia

Il progetto visivo e la comunicazione sono a cura dello Studio CO-CO di Roma (co-co.it).