L’Internet Festival sbarca a Pisa dall’8 all’11 ottobre

[2 ottobre 2015]

Quattro giorni con quasi duecento incontri ad ingresso libero, altrettanti ospiti e diciannove luoghi. Sono alcuni tra i numeri dell’Internet Festival di Pisa, www.internetfestival.it, l’iniziativa giunta alla quinta edizione e che dall’8 all’11 ottobre animerà la città, presentata oggi a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze.

“La Regione sostiene la manifestazione da sempre, anche economicamente, e lo facciamo perché convinti che, per innovare la pubblica amministrazione, occorre ‘contaminarsi’ con chi l’innovazione la fa” sottolinea l’assessore ai sistemi informatici e all’innovazione della Toscana, Vittorio Bugli. “Vogliamo creare una comunità di innovatori a servizio della pubblica amministrazione – aggiunge – : siamo a Pisa anche per questo. E vogliamo una pubblica amministrazione sempre meno ‘istituzionale’ e con la cravatta e sempre più aperta”.

Ventitré idee per una Pa più amica
All’Internet festival di Pisa la Regione presenterà così i progetti e le applicazioni dello StartApp contest che è stato lanciato ad aprile e si è chiuso alla fine di luglio, ovvero una ventina di idee per altrettanti servizi digitali on line accessibili da computer, tablet e telefonini. L’appuntamento sarà sotto la Loggia dei Banchi dall’8 all’11 ottobre: ad ogni progetto e ideatore, anche a chi non sarà premiato, sarà offerto un palco per farsi conoscere e cercare magari ulteriori partner con cui sviluppare l’idea imprenditoriale.

Sono ventitré i progetti che sono stati presentati ed esaminati, tutti riassunti sulla piattaforma OpenToscana all’indirizzo open.toscana.it/web/startup/startapp-contest. Si va dalla mobilità sul territorio al turismo, dalla cultura, alla scuola, dalla sanità al paesaggio e numerose sono le applicazioni rivolte ai cittadini per facilitare i rapporti con la pubblica amministrazione. Delle ventitré proposte, undici arrivano da giovani imprese o start up già esistenti e le altre da singoli cittadini che, in caso di vincita, si impegnano ad aprire un’impresa. Saranno premiate fino ad un massimo di venti idee e ciascuno progetto potrà ricevere fino ad un massimo di 20 mila euro. La premiazione sarà sabato 10 ottobre, dalle 16.30 alle 18.30, all’Sms Biblio di Pisa.

Sotto la Loggia si attiva la carta sanitaria
Nei giorni dell’Internet Festival si potranno anche attivare la tessere sanitarie, che tutti hanno a casa o nel portafoglio ma in pochi ancora utilizzano per tutte le opportunità e i servizi che offrono. Lo si potrà fare sotto ancora la Loggia dei Banchi, rivolgendosi ad operatori delle Asl lì per questo oppure facendolo da soli attraverso un totem telematico. Sono circa 3 milioni e 700 mila le tessere sanitarie in Toscana, una per residente. Quelle attività sono però ancora solo due milioni e 70 mila, poco meno del 56 per cento.

I toscani usano la carta prevalentemente per accedere al fascicolo sanitario: soprattutto per ritirare o semplicemente visualizzare i referti degli esami di laboratorio. Altri la utilizzano per verificare la propria posizione economica e i ticket da pagare oppure per autocertificare esenzioni o fasce di reddito. Ma molti altri sono gli usi che si possono fare della tessera: anche, ad esempio, accedere al 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi, senza chiedere all’Inps o all’Agenzia delle entrate ulteriori password e credenziali di accesso.

Open Toscana ti ricorda le scadenze
Con l’Internet festival arriverà anche una novità che riguarda Open Toscana, l’innovativa piattaforma che la Regione ha inaugurato l’anno scorso per rendere ancora più snello e facile il rapporto con la pubblica amministrazione e l’accesso on line a molti servizi, comodamente da casa o da qualunque luogo con il proprio telefonino o tablet. Open Toscana nei giorni dell’Internet festival si arricchirà infatti di un servizio automatico di notifica, notifiche di servizio e notifiche per interesse, per tutti gli utenti che si sono autenticati: si parte con pagamenti e scadenze, poi entro l’anno si aggiungeranno altre opportunità. Facciamo l’esempio del bollo auto: il sistema annoterà il pagamento e lo ricorderà a ridosso della successiva scadenza. La notifica riguarderà anche alcuni ticket sanitari. Una sorta di nodo al fazzoletto, automatico e telematico. La stessa piattaforma potrà essere utilizzata per la mensa a scuola – qualche Comune è già partito – e per le comunicazioni che arriveranno dagli uffici della Regione e dalle altre pubbliche amministrazioni toscane.

Tanti appuntamenti
Sono tanti gli appuntamenti e gli eventi da non perdere nei quattro giorni di festival. Si parlerà delle regole per costruire nuovi spazi virtuali e di come i big data stanno cambiando molti settori; si discuterà di musica digitale e start up, delle nuove frontiere del giornalismo, di robot che aiutano le persone disabili a vivere meglio ma anche di come una app, un’applicazione o un portale possono aiutare a migliorare e semplificare il rapporto tra pubblica amministrazione, imprese e cittadini.

A Pisa, sabato 10 ottobre alle 11, si discuterà anche di come enti e istituzioni possono aiutare l’innovazione in Italia: un appuntamento, all’Sms Biblio, a cui parteciperà anche l’assessore all’innovazione e ai sistemi informativi Vittorio Bugli. Il punto di partenza sarà offerto da un libro bianco presentato dall’incubatore di impresa Digital Magics. L’assessore interverrà anche al dibattito che ci sarà su internet, l’agenda digitale e la pubblica amministrazione (giovedì 8 ottobre dalle 15.30 alle 17, Cinema teatro Lux) e all’iniziativa sulla Toscana digitale e le imprese (venerdì 9 ottobre, dalle 15 alle 17, Sms Biblio).

La Regione Toscana sarà protagonista anche di un evento pensato per raccontare un modo diverso di fare comunicazione pubblica e raccontare storie di buona comunicazione. Lo farà con Giovanisì, il progetto per l’autonomia dei giovani partito a giugno del 2011 con interventi in aiuto di chi vuole andare a vivere da solo e di chi cerca un lavoro o un tirocinio retribuito, di chi vuole mettere su un’impresa o dedicare dieci mesi al servizio civile. L’appuntamento sarà sabato 10 ottobre dalle 15 alle 16 presso la Scuola Normale di Pisa. L’assessore all’ambiente Federica Fratoni interverrà invece venerdì 9 ottobre alle 10.30, nell’aula magna della Scuola superiore Sant’Anna, dove si parlerà di dissesto idrogeologico e prevenzione e di come le tecnologie e la rete di internet possono venire in soccorso.