Prorogate le iscrizioni alla SERR 2018. C’è tempo fino al 9 novembre

[30 ottobre 2018]

Avete già iscritto la vostra azione alla decima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR)? No? Nessun problema, perché il comitato promotore italiano ha deciso di prorogare il termine per iscriversi a venerdì 9 novembre. La kermesse “green” si svolgerà in tutta Europa da sabato 17 a domenica 25 novembre prossimi. Sarà quindi possibile iscrivere le proprie azioni su uno o più dei seguenti temi:

– Prevenzione e Riduzione

– Riuso e preparazione per il riutilizzo

– Raccolta differenziata, selezione e riciclo

– Clean-Up Day

Il punto in comune di tutte le azioni è l’impegno che sicuramente tutti metteranno nel realizzarle, unito alla voglia di comunicare.

Il tema della Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti

Ogni anno, la SERR propone un tema legato alla prevenzione dei rifiuti. Il tema prescelto per quest’anno sarà “Prevenire, gestire e ridurre i rifiuti pericolosi”. Per “Rifiuto pericoloso” si intende un rifiuto che al suo interno contiene proprietà nocive per l’ambiente, come parti esplosive, infiammabili o tossiche. Tali sostanze si possono trovare (in piccole o grandi quantità) in molti prodotti in ambiente domestico come cosmetici, batterie, vernici, pesticidi, lampadine e RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Questi rifiuti rappresentano più di altri un rischio per l’ambiente e la salute umana. Per questo  diventa importantissimo eliminare o quantomeno ridurre più possibile la quantità di sostanze pericolose presenti nei prodotti, sia quelli utilizzati dall’industria nei propri processi, sia quelli con cui entriamo in contatto come consumatori.

Sarà possibile iscriversi alla SERR 2018 collegandosi al sito www.ewwr.eu e registrando la propria azione. Per maggiori informazioni sulle modalità d’iscrizione potete anche scrivere una mail a serr@envi.info

Legambiente, Ministero e altri nel comitato

In Italia la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è promossa da un Comitato promotore nazionale composto da CNI Unesco come invitato permanente, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, ANCI, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, AICA e Regione Sicilia.

L’edizione 2018 in Italia si svolge con il contributo di CONAI e dei Consorzi di Filiera COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA.