Salute, sopravvivenza e sostenibilità dei sistemi sanitari: la sfida dell’invecchiamento demografico

[18 novembre 2013]

Firenze, Istituto Stensen, martedì 19 novembre 2013 – ore 17:00 

Tra i grandi Paesi, l’Italia eccelle per quanto riguarda la sopravvivenza e la longevità: la speranza di vita ha oramai toccato 85 anni per le donne e 80 per gli uomini, livelli superati solamente dal Giappone, ed uguagliati da pochissimi altri paesi in Europa. Il miglioramento della sopravvivenza alle età anziane e molto anziane è ancora in corso, con incidenti conseguenze sulla struttura demografica, familiare, sociale. La popolazione molto anziana – oltre gli 80 anni – raddoppiata tra a il 1970 e il 1990, ha avuto un nuovo raddoppio tra il 1990 e il 2010, e secondo accreditate previsioni raddoppierà di nuovo nel 2050, avvicinandosi ad 8 milioni.

Il mantenimento ed il miglioramento delle condizioni di sopravvivenza dipende da un uso assennato del benessere, da corretti stili di vita e, soprattutto, dal buon funzionamento dei sistemi sanitari e dall’accesso universale ai suoi servizi di prevenzione e di cura. Tutto questo richiede risorse: nei paesi europei si spende per la salute il 10 per cento del PIL e questa percentuale tende ad aumentare, per l’invecchiamento demografico, l’aggiornamento tecnologico ed una crescita dei prezzi e dei costi superiore a quella media del sistema economico.

L’incontro promosso dall’Associazione Neodemos, e dalle Fondazioni Cesifin e Stensen, intende affrontare il tema della sostenibilità di lungo periodo del sistema sanitario, analizzando e specificando l’evoluzione demografica e l’incidenza delle patologie; la loro presumibile evoluzione futura; l’andamento dei costi e la loro struttura anche in funzione delle nuove tecnologie; le strategie di management sanitario per contenere i costi senza compromettere la qualità dei servizi.

LEGGI QUI IL PROGRAMMA: http://www.neodemos.it/doc_eventi/brochure_convegno2013.pdf