Sviluppo sostenibile nel Mediterraneo. Prospettive e proposte pratiche di intervento nella prima conferenza internazionale del network promosso dall’Onu

[1 luglio 2013]

Si apre il 3 luglio presso la Certosa di Pontignano, il centro congressi dell’Università di Siena, la prima First Siena Solutions Conference, l’evento internazionale dedicato allo sviluppo sostenibile nel Mediterraneo, organizzato dal MED Solutions, il Centro per il Mediterraneo presso l’Università di Siena, che fa capo alla rete dell’ONU UN Sustainable Development Solutions Network.

Ambiente, sviluppo, energia, responsabilità sociale delle imprese, fino al 5 luglio saranno al centro dei lavori di questa conferenza, che mira a definire proposte per interventi concreti e immediatamente applicabili, le “solution”, in un’ottica di collaborazione internazionale, alla luce dell’attiva partecipazione del mondo della ricerca di ambito scientifico, economico e sociologico.

La “First Siena Solutions Conference” mirerà anche a una ricognizione dei progetti in atto in ambito internazionale per la sostenibilità nel Mediterraneo, oltre che alla definizione di traguardi comuni, favorendo la condivisione dei percorsi e degli obiettivi.

Molti e autorevoli saranno i rappresentanti istituzionali e gli esperti provenienti da tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

A presiedere i lavori durante le tre giornate saranno l’economista Jeffrey Sachs, che guida il progetto mondiale, e il Rettore dell’Università di Siena, Angelo Riccaboni, membro del consiglio direttivo del network e responsabile scientifico della rete per la regione del Mediterraneo.

Alla prima giornata, tra gli altri, parteciperanno Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, Maria Chiara Carrozza, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, Lucien Chabason (IDDRI), François Galgani (Ifremer), David Strangis (Intermediterranean Commission, CRPM), Corrado Clini, direttore generale del ministero dell’Ambiente, Martin Visbeck (GEOMAR).

A margine degli interventi, durante la seconda parte della giornata inaugurale della conferenza, i gruppi di ricerca avranno l’opportunità di confrontarsi sui progetti, con l’obiettivo di favorire nuove e produttive partnership.

La prima giornata vedrà la presentazione delle “solution” proposte dagli studenti e selezionate attraverso il bando internazionale lanciato lo scorso aprile, che ha selezionato anche le “solution” dei gruppi di ricerca, che verranno presentate il 5 luglio, a conclusione della conferenza.

La giornata del 5 luglio è aperta alla partecipazione. 

Per il programma completo: http://www.medunsdsn.unisi.it/conference