Tor des Géants, l’endurance trail più duro al mondo diventa anche il più sostenibile

[24 agosto 2017]

Sarà il marchio EcoLoTor a garantire la sostenibilità ambientale dell’edizione 2017 del più famoso (e duro) endurance trail al mondo, il Tor des Géants®, in programma dal 9 al 17 settembre in Valle d’Aosta. Gli organizzatori dell’evento sportivo -VdA Trailers- e la Cooperativa ERICA, azienda leader nella comunicazione ambientale in Italia, hanno dato vita quest’anno a un articolato progetto “green” che riguarda la prevenzione e gestione dei rifiuti, la lotta al littering, l’utilizzo di materiali sostenibili e il ricorso alle energie rinnovabili. Sarà anche presente una coppia di eco-runner, nel ruolo di testimonial ambientali e dell’iniziativa.

EcoLoTor è patrocinato dal Ministero per l’Ambiente e la Tutela del Territorio e del Mare.

PREVENZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI

È stata innanzitutto svolta un’accurata analisi delle forniture, con l’obiettivo di ridurre alla fonte la produzione complessiva di rifiuti. Gli approvvigionamenti sono stati pertanto selezionati valutando una minor presenza di imballaggio per quantità di materiale, la riciclabilità degli scarti e i marchi di sostenibilità. Tutto dove possibile, inoltre, si è fatto ricorso a prodotti biodegradabili compostabili o a materiali di facile avvio al riciclo.

La racconta differenziata sarà garantita in tutte le basi-vita, grazie ad appositi “Eco Punti” presidiati dai VolonTOR, appositamente formati anche sugli aspetti ambientali. Il loro compito sarà quello di facilitare la separazione dei materiali da parte di atleti, accompagnatori e spettatori.

CONTRASTO AL LITTERING

Per quanto riguarda la lotta agli abbandoni (il cosiddetto “littering”) è stato messo a punto un innovativo sistema di tracciabilità dei rifornimenti che ciascun atleta porterà con sé: tale metodo, realizzato con l’applicazione di appositi “tag”, sarà sperimentato su un numero selezionato di atleti partecipanti al Tot Dret, la nuova manifestazione sportiva che affiancherà il TOR da Gressoney a Courmayeur dal 13 al 15 settembre. In tale occasione saranno anche attivati i “WasteBusters”, eco-volontari che forniranno un apposito servizio di “scopa” volto a individuare e rimuovere eventuali rifiuti abbandonati sul tracciato di gara.

MATERIALI SOSTENIBILI

La sostenibilità dell’evento passerà anche attraverso la scelta di materiali durevoli, certificati e biodegradabili. In particolare è previsto, per alcuni stampati, l’utilizzo di un nuovo supporto non cartaceo, antistrappo ed impermeabile, derivante dagli scarti di lavorazione delle rocce calcaree.

I materiali a base cellulosica -tovaglioli, bobine, carta igienica, lenzuola, ecc.- saranno invece certificati Ecolabel e FSC Recycled, mentre tutto lo stovigliame sarà biodegradabile e compostabile, favorendo la raccolta differenziata dell’organico, priorità della nuova politica regionale di gestione dei rifiuti.

ENERGIE RINNOVABILI

Tutto dove possibile, l’approvvigionamento energetico sarà garantito attraverso l’utilizzo della tecnologia fotovoltaica. Un sito alimentato dal sole sarà pertanto allestito alla partenza e arrivo di Courmayeur: servirà anche a caricare accumulatori che verranno utilizzati nelle basi-vita, dove sarà presente un punto specifico di ricarica per smartphone, GPS e torce frontali degli atleti.

Inoltre, due accumulatori andranno ad alimentare alcuni bivacchi (finora serviti da generatori tradizionali), principalmente per garantire il collegamento radio, evitando il consumo di energia fossile e con una minor rumorosità in rispetto della fauna selvatica.

In occasione del Tor des Géants® è anche prevista l’inaugurazione delle colonnine di ricarica per veicoli elettrici a Courmayeur e Gressoney-Saint-Jean, con un’auto ibrida Mitsubishi a disposizione.

TESTIMONIAL ECO-RUNNER

«L’articolato progetto di quest’anno nasce da uno studio realizzato nell’edizione 2015 del Tor des Géants®, quando ERICA condusse un’analisi quali-quantitativa dei flussi di materiale in entrata e dei relativi rifiuti prodotti, organizzando anche la raccolta differenziata in un ristoro e in due basi vita “pilota” per verificarne la fattibilità organizzativa e la compatibilità con la logistica di una delle manifestazioni più estreme al mondo», spiega Roberto Cavallo, amministratore delegato di Coop ERICA, azienda che nel frattempo ha gestito gli aspetti ambientali di tante manifestazioni sportive a partire dal Giro d’Italia.

Proprio lo stesso Cavallo, insieme all’ultratrailer Roberto Menicucci, parteciperà al Tor des Géants® in qualità di eco-runner e testimonial ambientale, correndo con la maglia EcoLoTor e fungendo anche da “punto di riferimento” interno sulle tematiche ambientali.

 

EcoLoTOR è un’iniziativa rivolta agli oltre 1.200 atleti, ai circa 2.000 tra assistenti e accompagnatori, ai 3.000 volontari attivi lungo il percorso e agli oltre 10 mila tifosi attesi nell’arco dei dieci giorni sulle alte vie valdostane, con 34 Comuni, un Parco regionale e un Parco nazionale coinvolti dalla corsa.

Il progetto nasce da VdA Trailers ed ERICA Soc. Coop. ed è reso possibile grazie al supporto di Ricrea – Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio; Eurosintex Srl;  Valeco Spa; De Vizia Transfer Spa; CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi e COMIECO – Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica.

Partner tecnici dell’evento sono Ecozema, L’Artistica Savigliano – StonePaper, Lucart e Sial.

Maggiori informazioni e approfondimenti sul sito www.tordesegeants.it