TreviNatura, nell’anno dell’Expo la biodiversità fa centro in Umbria

[30 luglio 2015]

Fino al prossimo 31 Ottobre l’Esposizione Universale in corso a Milano terrà alta l’attenzione sull’importanza vitale di riuscire a garantire cibo sano e in quantità sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Nell’anno dell’Expo, l’Umbria, cuore verde d’Italia, da sempre attrazione internazionale di un turismo alla ricerca di storia, arte e cultura; per vocazione dedita all’accoglienza di un pubblico sensibile allo slow tourism e alle tematiche natura e ambiente, si prepara ad ospitare nella suggestiva location di Trevi il progetto-evento TreviNatura. Questo s’inserisce all’interno delle iniziative in ambito EXPO 2015 con l’obiettivo di promuovere e sostenere la biodiversità come condizione indispensabile per tutelare la varietà e garantire la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi che popolano la terra. Dando seguito ad un’iniziativa promossa dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare con riferimento alla tutela e alla valorizzazione della biodiversità e degli ecosistemi di qualità e da un’idea della Regione Umbria, sviluppata in sinergia con l’Osservatorio Regionale per la Biodiversità, il Comune di Trevi, la Fondazione Villa Fabri e il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università di Perugia, nasce TreviNatura, iniziativa che promette forte carica innovativa per quanto concerne le modalità attraverso le quali diffondere e promuovere consapevolezza ambientale e conoscenza scientifica in campo naturalistico.

Dal 25 al 27 Settembre un mix sapientemente coordinato di momenti istituzionali, di divulgazione scientifica per tutti ma anche di svago e di intrattenimento “a tema”, vedrà insieme giornalisti specializzati, esperti del settore e un pubblico fortemente diversificato, interessato a conoscere, approfondire e sperimentare personalmente il rapporto uomo – natura in una accezione di sostenibilità ambientale. Per l’occasione, anche musica internazionale e teatro saranno grandi interpreti della causa della tutela della biodiversità. Contestualmente al programma di conferenze, convegni e appuntamenti con arte, natura, cibo e spettacolo, una serie di itinerari didattici vedrà il coinvolgimento delle scuole e dei bambini, dando spazio a un pubblico di ogni età.

Per favorire la conoscenza delle aree protette dell’Umbria e dei siti della Rete Natura 2000 la tre giorni si svolgerà nel suggestivo centro storico di Trevi e non solo: sarà possibile accedere a iniziative espositive, convegni, contest, realizzazioni editoriali e multimediali in location appositamente dedicate, accompagnando il pubblico direttamente nel cuore delle tematiche affrontate.

L’iniziativa sarà realizzata con il coinvolgimento di tutti gli abitanti del territorio rendendo l’evento “diffuso”; l’elevata partecipazione di pubblico sarà invece favorita dalla completa gratuità dell’evento, concretizzando così l’impegno a sostenere attivamente l’obiettivo di coniugare conoscenza dei parchi e loro fruizione. Si concretizza, così, su diversi fronti l’impegno a sostenere attivamente anche l’obiettivo di colmare il gap tra conoscenza dei parchi e loro fruizione incentivando forme di turismo “green”.

Grazie alla sinergia fra Enti pubblici di governo del territorio e mondo accademico cui fanno capo le Università di Perugia, Camerino e L’Aquila con i loro spin off, TreviNatura sta fin da adesso delineandosi come evento eco-sostenibile di respiro non soltanto regionale ma anche nazionale ed internazionale; come fucina di opportunità per il territorio in quanto trait d’union con il tessuto turistico e imprenditoriale più attento e sensibile alle tematiche ambientali.