A Castelnuovo Berardenga arrivano i primi eco-compattatori per la raccolta differenziata

[5 ottobre 2018]

Da oggi a Castelnuovo Berardenga c’è un nuovo modo per differenziare alluminio e plastica. Oggi pomeriggio sono stati inaugurati due nuovi eco-compattatoriposizionati a fianco della Casina dell’Acqua nel parcheggio della scuola. Quella di Castelnuovo è la quarta installazione sperimentale di eco-compattatori nella provincia senese, dopo quelle realizzate nei comuni di Monteriggioni, Sovicille e, solo una settimana fa, Castellina in Chianti. All’iniziativa inaugurale hanno partecipato il sindaco di Castelnuovo e Presidente della Provincia di Siena Fabrizio Nepil’assessore Alessandro Maggi, il direttore tecnico di Sei ToscanaGiuseppe Tabani e gli alunni della scuola primaria del capoluogo Elia Mazzei. Le nuove attrezzature sono a disposizione di tutti i cittadini per la raccolta differenziata di imballaggi in plastica, come bottiglie in PET (ad es. bottiglie dell’acqua) e flaconi in HDPE (ad esempio detersivi) e lattine in alluminio. Il funzionamento è molto semplice: l’utente deve conferire il rifiuto (un imballaggio alla volta) all’interno dello sportello e poi, una volta conclusa l’operazione e gettati tutti i propri rifiuti, premere il pulsante e ritirare lo scontrino rilasciato dal macchinario in cui viene registrato ogni conferimento.

I due eco-compattatori hanno anche un dispositivo che in futuro permetterà di riconoscere l’utente che conferisce il rifiuto tramite la 6Card, la tessera che assocerà ogni conferimento ad una singola utenza Tari, così da premiare i cittadini più virtuosi e più attenti all’ambiente. Questo consentirà, non appena possibile, di introdurre un sistema di tributo puntuale legato all’effettiva produzione dei rifiuti e al reale impegno dei cittadini nella differenziazione dei materiali.

“Questi due eco-compattatori – dice il Sindaco Fabrizio Nepi– anticipano di qualche settimana l’arrivo dei cassonetti cosiddetti intelligenti, la cui sperimentazione è prevista a breve. Si tratta di sistemi che comportano un cambiamento culturale sostanziale da parte di tutti noi, con conseguente maggiore attenzione verso la raccolta differenziata e verso l’ambiente. L’obiettivo è arrivare, grazie a questi sistemi, ad un tributo sempre più puntuale, dove il cittadino potrà pagare in base alla quantità e alla qualità del rifiuto conferito”.

La giornata è stata l’occasione per presentare alla cittadinanza anche il nuovo defibrillatore a servizio dei plessi scolastici, donato dalla Famiglia Nannetti, in ricordo del caro Aldo.

“Da oggi la comunità castelnovina ha a disposizione degli strumenti in più per la cura della salute e dell’ambiente- afferma l’assessore Alessandro Maggi  Abbiamo voluto la partecipazione dei ragazzi alla giornata per far sì che questi temi siano un patrimonio da trasmettere e coltivare sin dall’infanzia. Ci ha fatto piacere riscontrare la partecipazione e l’attenzione dei nostri concittadini.