Accertamenti ARPAT presso l’impianto di selezione e compostaggio di Case Passerini

[13 settembre 2013]

Nei mesi di luglio e agosto sono pervenute al Dipartimento ARPAT di Firenze varie segnalazioni di cittadini che lamentavano la presenza di cattivo odore nella zona di Campi Bisenzio imputando la provenienza dall’impianto di selezione e compostaggio di Case Passerini.
A seguito di tali episodi erano apparsi anche alcuni articoli sui quotidiani locali nei quali lo stesso Sindaco del Comune di Campi Bisenzio sollecitava accertamenti presso l’impianto di compostaggio.
Anche la Provincia di Firenze ha richiesto ad ARPAT di effettuare opportuni approfondimenti.

Agli inizi del mese di settembre 2013, i tecnici dell’Agenzia hanno effettuato un’ispezione presso l’impianto gestito da Quadrifoglio, finalizzata alla verifica di eventuali disfunzioni impiantistiche che potessero essere correlate alle segnalazioni di maleodoranze pervenute.

ARPAT oggi ha pubblicato un articolo sul proprio sito (ARPATnews 190-13 ) nel quale descrive in dettaglio le attività di controllo effettuate.

Considerato quanto emerso in sede di sopralluogo, ARPAT ha segnalato alla Provincia di Firenze di richiedere alla Quadrifoglio SpA di completare la verifica e la manutenzione delle condutture di aspirazione che adducono al sistema di abbattimento delle emissioni ì(scrubber/biofiltro) e contestualmente di sollecitare Quadrifoglio ad eseguire gli adeguamenti impiantistici già richiesti in sede di sopralluogo AIA (Autorizzaione Integrata Ambientale) del novembre 2012 e sospesi in attesa dell’esecuzione del bando di gara per l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti per l’AATO Toscana Centro.


Lo scrubber è un’apparecchiatura che consente di abbattere la concentrazione di sostanze presenti in una corrente gassosa, solitamente polveri e microinquinanti acidi. Queste apparecchiature trovano ampia applicazione negli impianti di depurazione fumi di svariati impianti chimici.