“Ambarabà ricicloclò”, le filastrocche sul riciclo diventano litografie

[5 marzo 2014]

Si ispirano alla prima edizione del Premio nazionale Ambarabà Ricicloclò 2013, promosso da RICREA (Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio) e ideato e realizzato dalla rivista Andersen, le dieci litografie realizzate dall’artista e illustratore Enrico Macchiavello in mostra da domani a Genova presso la Biblioteca Internazionale per Ragazzi Edmondo De Amicis. 

L’Iniziativa Ambarabà Ricicloclò, che sarà riproposta anche quest’anno, invitava i bambini delle scuole primarie italiane a comporre filastrocche ispirate al tema del riciclo di barattoli, scatolette, tappi, fusti e bombolette in acciaio, ovvero oggetti d’uso quotidiano che, se opportunamente raccolti e riciclati, possono trovare nuova vita come le parole in una filastrocca.

Tra centinaia di lavori pervenuti da scuole di tutta Italia (da Foggia a Torino, da Firenze fino a Barcellona Pozzo di Gotto), una giuria ha selezionato i dieci migliori componimenti che sono stati illustrati da Enrico Macchiavello e da domani fino a alla fine di maggio saranno esposti nella biblioteca genovese. L’ingresso è gratuito.

“La fantasia dei bambini nel realizzare i testi – commenta Federico Fusari, direttore generale del consorzio RICREA unita all’estro della mano di Enrico Macchiavello hanno prodotto delle opere che oltre ad essere belle dal punto di vista artistico, costituiscono un efficace manifesto sul tema della corretta raccolta e dei vantaggi del riciclo delle nostre scatolette, bombolette, barattoli, fusti e tappi in acciaio”.

Tra le filastrocche premiate “Era quello ora è questo” della scuola “Giacomo Matteotti” di Pomezia (Roma), illustrata da Macchiavello attraverso un cittadino virtuoso capace di trasformare magicamente scatolette, barattoli e bombolette usate in acciaio in nuovi ri-prodotti come automobili, biciclette o navi. Oppure il componimento della scuola  “Embriaco” di Genova dal titolo “Barattoli e scatolette, tappi, fusti e bombolette!”, in cui un barattolo ed una bomboletta usati inizialmente molto tristi temendo di finire in discarica se non raccolti con la differenziata, ritrovano il sorriso una volta trasformatisi, grazie al riciclo, rispettivamente in bicicletta e aeroplano.

La mostra è realizzata grazie al contributo di Amiu, braccio operativo di RICREA per la raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio a Genova, della rivista Andersen e di International Tin Plate, che ha fornito i fogli d’acciaio su cui sono state realizzate le litografie.