AMBIENTE: PREMIATO ALL’ORTIGIA FILM FESTIVAL CORTO “D’ACCIAIO” PER PROMUOVERE IL RICICLO

[21 luglio 2014]

“L’acciaio si ricicla all’infinito!”: è questo il messaggio chiave del cortometraggio dal titolo “D’Acciaio – La Serie”, vincitore del concorso promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio nell’ambito dell’Ortigia Film Festival.
Al concorso erano ammesse opere inedite della durata massima di 60 secondi, con protagonisti gli imballaggi d’acciaio, oggetti d’uso quotidiano che opportunamente raccolti e riutilizzati ritrovano nuova vita. Tra i tanti lavori in gara, a essere proclamato vincitore è stato il corto di Andrea Cairoli, giovane regista e sceneggiatore con esperienze a Barcellona, New York e Montreal.

“Non possiamo che essere soddisfatti – commenta Roccandrea Iascone, Responsabile Comunicazione RICREA -. L’idea di indire un concorso per cortometraggi volto a sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata degli imballaggi d’acciaio (materiale eco-compatibile, sicuro, resistente e riciclabile infinite volte), è una scelta a dir poco virtuosa, che si sposa in pieno con le politiche fin qui seguite dal Consorzio Ricrea.
Diffondere la cultura del riciclo, d’altronde, è fondamentale non solo in termini di ambiente ma anche per modificare completamente il nostro stesso modo di approcciarci alla gestione dei rifiuti. Il corto vincitore sintetizza in maniera chiara e sintetica i concetti di raccolta e vantaggi che ne derivano dei nostri imballaggi”.

“D’Acciaio – La Serie” è ambientato in un’officina metalmeccanica della Bassa. Protagonisti un uomo burbero, sporco di grasso, e un ragazzetto dal viso pulito. Sicuro di sé e seduto su uno sgabello, l’uomo stappa bottiglie di birra e lancia i tappi corona (uno dei tanti tipi di imballaggi in acciaio) all’interno di un fusto, anch’esso in acciaio, simbolo della raccolta differenziata. Ogni lancio – di difficoltà sempre crescente – è un centro, davanti allo sguardo sbalordito del ragazzetto che prende appunti. E, terminate le birre, arrivano i barattoli di pomodoro…
Insomma, il cortometraggio vincitore ha centrato l’obiettivo: sensibilizzare i cittadini alla raccolta e al riciclo, facendo passare il messaggio che gli oggetti d’acciaio si riciclano all’infinito.