Anche Sei Toscana fra i protagonisti del Festival dello sviluppo sostenibile

[24 maggio 2018]

A partire dalla sottoscrizione dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di sviluppo sostenibile da parte dell’Assemblea generale dell’Onu nel settembre 2015, in tutto il mondo organizzazioni internazionali, governi, enti territoriali, associazioni imprenditoriali e della società civile si sono mobilitate per disegnare e realizzare politiche e strategie per raggiungere i 17 Obiettivi e i 169 Target su cui tutti i Paesi del mondo si sono impegnati. Proprio sulla scia di questa spinta globale, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) promuove la seconda edizione del Festival dello sviluppo sostenibile: una iniziativa di sensibilizzazione e di elaborazione culturale e politica diffusa su tutto il territorio nazionale. Il Festival rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) e si svolgerà sino al prossimo 7 giugno. Il Festival risponde alla necessità sempre maggiore di sensibilizzare e coinvolgere fasce sempre più ampie di popolazione sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, affinché non solo gli addetti ai lavori possano promuovere un cambiamento culturale e di nuovi comportamenti individuali e collettivi ma venga anche stimolata una richiesta “dal basso” in grado di vincolare la leadership del Paese al rispetto degli impegni presi in sede Onu. Anche Sei Toscana sarà fra i protagonisti di questa edizione: lunedì prossimo infatti, al Foyer Respighi del Teatro Comunale di Bologna, il direttore generale di Sei Toscana, Alfredo Rosini, sarà fra i relatori della tavola rotonda “Ambiente ad alta intensità sociale”. La tavola rotonda sarà l’occasione per la definizione della matrice del valore locale e dell’indice di intensità sociale, strumenti utili a valutare il contributo della cooperazione sociale al benessere della comunità e porterà l’esperienza del gestore sotto questo ambito. Sempre nell’ambito delle iniziative legate al Festival dello sviluppo sostenibile 2018, Sei Toscana insieme a Uradio, la radio degli studenti universitari di Siena, si è resa protagonisti di alcuni “blitz” nelle aule universitarie con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sul tema della salvaguardia ambientale. Durante le “incursioni” in classe, ai ragazzi sono state fatte domande inerenti la raccolta differenziata e la gestione dei rifiuti, dando ad ogni partecipante gadget realizzati in materiale riciclato.