Area Ex Bigagli Prato: ulteriori accertamenti di ARPAT insieme a Comune e Polizia municipale di Prato

[12 marzo 2015]

Anche a seguito di una serie di segnalazione di cittadini residenti a Prato in via Ferraris, riprese anche dai quotidiani locali, l’11 marzo ARPAT, Comune di Prato e Polizia Municipale si sono recati presso la ditta ex Bigagli per verificare lo stato ambientale dell’area industriale dismessa ormai da diversi anni.

L’area in questione risulta recintata. Una parte del muro di recinzione, caduto in questi giorni, ha consentito di osservare lo stato di degrado dell’interno dei capannoni e delle pertinenze esterne.

Oltre allo stato delle coperture in eternit, già a più riprese oggetto di ordinanze del comune ed ulteriormente deteriorate e disperse nell’area a seguito degli eventi meteorologici eccezionali di questi giorni, è stata rinvenuta una notevole quantità di rifiuti abbandonati. In particolare:

  • Parti di autovetture: motori, carburatori, sedili, paraurti, carcasse varie, un autocarro bruciato,ecc
  • Materiali in legno vario: mobili, finestre, persiane ecc.
  • Plafoniere, neon, condizionatori, filtri, TV, frigoriferi
  • Bombole varie, anche con gas propano
  • Rifiuti tessili
  • Pannelli cartongesso

La Polizia Municipale ha provveduto a far rimuovere, tramite l’intervento di ditta autorizzata, le bombole di gpl rinvenute in loco, inoltre è stato richiesto l’ausilio da parte dei Vigili del fuoco, per qualificare la presenza di altri imballaggi contenenti gas.

Gli accertamenti continueranno nei prossimi giorni, mentre è in via di predisposizione un’ordinanza del Sindaco finalizzata al ripristino delle condizioni di sicurezza di tutta l’area, in analogia a quanto già effettuato nel 2011.