ARPAT ha sempre preso sul serio le maleodoranze nel Comprensorio del cuoio

[21 settembre 2013]

In merito alle dichiarazioni del Movimento 5 stelle di Castelfranco di Sotto, riprese da alcune testate su carta e on-line, secondo cui ARPAT avrebbe risposto alle segnalazioni di maleodoranze nel Comprensorio del cuoio affermando che erano originate dallo spandimenti di concime, l’Agenzia respinge fermamente tali affermazioni che rispondono ad una ben nota tecnica comunicativa che tende a mettere in ridicolo gli altri.

In merito alla vicenda del depuratore di Fucecchio rimandiamo al comunicato diffuso ieri, in cui abbiamo precisato la posizione dell’Agenzia in proposito , mentre riguardo alle segnalazioni sulle maleodoranze, una questione annosa, cui ARPAT ha sempre dedicato grande attenzione, come è facilmente verificabile scorrendo le notizie in proposito diffuse sul sito, invitiamo a leggere il comunicato e la relazione diffusi il 24 maggio scorso , che non parla certo di concimi, ma di problemi emergenti da parte didiversi impianti della zona.