ARPAT interviene per incendio e smaltimento rifiuti

[4 aprile 2014]

Nel primo pomeriggio del 2 aprile 2014, dopo aver rilevato la presenza di una colonna di fumo densa e di colore nero, nei pressi di Strada del Ruffolo/Mociano (ex Strada delle Ropole), operatori del dipartimento ARPAT di Siena si sono recati sul posto per gli opportuni accertamenti, dopo aver allertato i Vigili del fuoco.

Giunti sul luogo, anche alla presenza dei Vigili del Fuoco, rilevavano, all’interno di un’area privata provvista di cancello di accesso al momento aperto, costituita da un capannone e piazzali esterni attigui, la presenza di due focolari d’incendio in corso, il principale costituito da materiale di legno, quali bancali e traversine ferroviarie, oltre ad altro materiale non identificabile a seguito della combustione.

Sui piazzali esterni e all’interno del capannone erano presenti, in parte raccolti in maniera separata per tipologia ed in parte tenuti alla rinfusa, numerosi materiali e rifiuti riconducibili ad attività edili di costruzione e manutenzione d’infrastrutture stradali e ferroviarie, oltre ad attività edile in genere (cartelli segnaletici stradali, tubazioni di plastica e metalli, cavi elettrici, sacchi di sabbia, parti meccaniche d’automezzi, filtri olio/aria, fusti olii, ecc).

Sulla parte retrostante del capannone, sono stati rinvenuti sversamenti di materiali oleosi sia sul suolo che nella condotta fognaria interna di raccolta delle acque meteoriche.

Lo sversamento nella fognatura è stato contenuto, dal personale dei Vigili del Fuoco, con mezzi d’emergenza, sabbia e terra al fine di impedire che lo stesso potesse propagarsi oltre la proprietà e raggiungere il vicino corso d’acqua.

Sul luogo erano presenti diverse persone che riferivano di trovarsi in quel luogo a vario titolo; alcune di esse affermavano di stare effettuando, su incarico del proprietario dell’area, un riordino dei materiali presenti e lo smaltimento dei rifiuti. Dai primi accertamenti non risulta che su quell’area abbia sede un’attività produttiva regolarmente iscritta alla Camera di Commercio.

Al momento sono in corso di redazione le richieste provvedimento/ordinanza all’amministrazione comunale di Siena nei confronti dei responsabili/ proprietari dell’area, affinché gli stessi provvedano al più presto al ripristino dello stato dei luoghi. Dopo gli accertamenti acora in atto potranno essere adottati ulteriori provvedimenti.