ASA celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua 2014

[21 marzo 2014]

Sabato 22 marzo 2014 si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (“World Water Day”). ASA SpA ricorda alla cittadinanza questa importante ricorrenza e mette in evidenza alcuni risultati raggiunti attraverso gli investimenti, il lavoro e la professionalità per garantire ai propri Clienti un servizio di qualità.

In Val di Cornia ed Isola d’Elba sono stati investiti, nel periodo 2011-2013, oltre 20 milioni di euro per la costruzione di impianti a tecnologia avanzata per risolvere le criticità del boro e dell’arsenico nelle acque ad uso potabile.

A Franciana (Piombino) è stata realizzata la centrale principale, dove è possibile vedere di fronte al più grande impianto d’Europa per l’abbattimento dell’arsenico, l’impianto di abbattimento del boro, unico al mondo per dimensione e tecnologia applicata.

Gli impianti, inaugurati rispettivamente il 2 marzo 2012 ed il 7 febbraio 2013, sono stati realizzati nel quadro dell’Accordo di Programma tra Regione Toscana, Provincia di Livorno, AATO5 (ora AIT), i Comuni della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba, ed ASA SpA.

Un secondo impianto per il boro è stato realizzato a Coltie (Venturina) a servizio dei Comuni di Campiglia M.ma e San Vincenzo, mentre per trattare l’arsenico nel Comune di Suvereto si è reso necessario costruire due impianti dedicati.

Per garantire la massima funzionalità degli impianti sono state complessivamente realizzate 40 km di nuove condotte con relativi impianti di sollevamento.

Da quando gli impianti sono stati avviati, sono stati trattati 17 milioni di metri cubi di acqua.

Questo importante investimento garantisce ai cittadini di tutte le età di fruire direttamente dal rubinetto di casa di un’acqua potabile e sicura.

Inoltre è da mettere all’attenzione il lavoro che ASA svolge quotidianamente per ridurre le perdite idriche che, con il deteriorarsi delle infrastrutture e con le limitazioni esistenti delle fonti di approvvigionamento, ha assunto sempre più importanza in termini di gestione della sostenibilità della risorsa e di efficienza dei costi in rapporto agli investimenti finalizzati a contenere le perdite stesse.

In tutto l’ATO5 Toscana Costa, grazie agli interventi di manutenzione e sostituzione delle condotte eseguiti in questi anni, la media delle perdite reali di rete è passata dal  25,5% del 2009 al 22,4% del 2012.

Infine, è di fondamentale importanza ricordare che grazie anche al sistema di depurazione gestito da ASA, i Comuni della costa livornese (a partire da Livorno – 3 Ponti – fino ad arrivare a Piombino – Costa Est) sono premiati con l’eccezionale riconoscimento della bandiera blu, assegnata dalla FEE (Foundation for Environmental Education) solo a quei comuni che soddisfano criteri di qualità relativi ai parametri delle acque di balneazione