Cattivi odori a Castelfranco di Sotto (PI)

[5 dicembre 2015]

Personale del Dipartimento di Pisa è intervenuto verso le 8.30 del mattino di venerdì 3 dicembre – a seguito di attivazione da parte della Sala Operativa della Protezione Civile di Firenze – per una intensa maleodoranza avvertita a Castelfranco di Sotto, nella zona di via Francesca Bis.

All’esterno del perimetro dello stabilimento dell’ex depuratore di Castelfranco di Sotto era ben avvertibile un odore intenso e persistente di natura chimica, che tendeva a diffondersi verso ovest, dal muro perimetrale dell’insediamento produttivo, in direzione dell’abitato di Castelfranco.

Intorno alle ore 10:30 il personale ARPAT – con la collaborazione del responsabile aziendale presente, che ha fornito infomazioni utili alla identificazione della causa del problema – ha sottoposto a saggio organolettico i nutrienti utilizzati dall’azienda nel processo di depurazione biologica che però, pur presentando odori caratteristici, non risultavano associabili alla maleodoranza.

Si è quindi proceduto a diluire il prodotto in uso (la diluizione è una tecnica consigliata al fine di poter meglio apprezzare le caratteristiche odorigene di un prodotto) che, in conseguenza, risultava emanare un odore molto sgradevole e pienamente sovrapponibile a quello percepibile in esterno

Si ritiene pertanto di avere oggettivamente individuato l’origine della maleodoranza, in considerazione anche dei quantitativi utilizzati su base giornaliera dall’azienda, che possono oscillare tra 4000 e 10000 l/giorno, in relazione alle esigenze depurative dell’impianto.

Sono stati effettuati di conseguenza i campioni dei prodotti esaminati, le cui analisi sono tuttora in corso.

Da tenere presente che i prodotti inseriti nel ciclo di depurazione hanno un tempo di transito all’interno delle vasche di circa 7 gg. e pertanto non si escludono potenziali altri eventi odorigeni nei prossimi giorni.