Chianciano Terme: positivo il primo bilancio sull’attivazione del porta a porta

[23 novembre 2017]

Il primo bilancio dell’attivazione della raccolta porta a porta a Chianciano Terme è molto positivo. A pochi mesi dall’avvio del servizio, avvenuto nel giugno 2017, si registrano incrementi progressivi delle percentuali di raccolta differenziata. Che da parte delle utenze (cittadini e attività) di Chianciano Terme ci potesse essere un buon riscontro in termini di risultati a seguito dell’attivazione del nuovo servizio lo si era già intuito dalle partecipate assemblee pubbliche svolte poche settimane prima dell’attivazione in cui cittadini e attività si erano confrontati con gli amministratori comunali e i tecnici del gestore per conoscere tutte le novità.

Oggi, a pochi mesi dall’avvio, non si può che constatare la buona risposta e osservare, dati alla mano, l’attenzione e lo sforzo che i cittadini stanno impiegando per abituarsi agli orari ed ai giorni previsti dal calendario e dalle nuove modalità di conferimento dei rifiuti. Anche se i dati non sono ancora ufficiali, dai primi monitoraggi elaborati da Sei Toscana si osserva ad oggi un incremento rilevante per tutte le tipologie di raccolta differenziata. Dal confronto con lo stesso periodo del 2016, si rileva un incremento del 20% per la frazione organica e del 15% per il multimateriale, mentre le quantità di cartone da imballaggi addirittura raddoppiano. Allo stesso tempo si assiste, comprensibilmente, ad una visibile contrazione delle quantità di rifiuto indifferenziato.

Se le proiezioni verranno confermate dai dati ufficiali, il comune senese potrebbe raggiungere già nel 2017 una quota di raccolta differenziata sempre più vicina all’obiettivo prefissato dalla legge vigente.  A fronte tuttavia dei risultati incoraggianti, si riscontrano ancora delle piccole criticità per le quali è utile chiedere ancora qualche sforzo ai cittadini. Criticità legate in particolare al non rispetto degli orari di conferimento indicati nel calendario di raccolta e previsti dall’ordinanza sindacale n. 33 del 09/05/17 (dalle 6 alle 9 nel centro storico e entro le 7 del mattino nel resto del territorio comunale). Purtroppo si osservano ancora alcuni casi di esposizione dei sacchi a partire dalla tarda mattinata o, ancor peggio, dal primo pomeriggio: un atteggiamento questo che incide sul lavoro del gestore e che comporta conseguenze dannose anche per il decoro urbano.

Attraverso una continua attività di informazione l’amministrazione ha intenzione di correggere questi comportamenti, ricorrendo anche ad un controllo più capillare del territorio grazie al servizio di polizia municipale e se necessario mediante l’introduzione della figura dell’ispettore ambientale. Per tutte le informazioni sulle attività di raccolta e i servizi a Chianciano Terme e in tutti i comuni dell’Ato Toscana sud: www.seitoscana.it e numero verde 800127484.